Giovanna Melandri

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Matteo Renzi con Firenze alle spalle.jpg
Attenzione: il seguente articolo tratta argomenti di

Politica

Ti invitiamo alla cautela, le battute ivi contenute potrebbero offenderti nell'animo umano e causarti la voglia di ricontare le schede elettorali, inneggiare allo sciopero fiscale, assassinare preti, bruciare chiese o manifestare contro i tuoi parenti sventolando bandiere rosse.
Berlusconi-mitra.jpg


Ministra nei governi di sinistra Giovanna Melandri è una ex figa (e ora MILF) - nata a New York nel 1962 da genitori nomadi - che da giovanissima la dava via dopo il liceo e faceva le manifestazioni post-femministe.


[modifica] La vita

Giovanna Melandri sexy.jpg

Così la provocante Giovanna si presenta in Consiglio dei Ministri, causando infarti ai colleghi più anziani.

Fin da giovanissima fu amante dell'indiscusso leader comunista Giancarlo Pajetta, prima, e di Enrico Berlinguer poi e perciò le si spalancarano davanti tutte le porte, consentendogli di fare una folgorante carriera politica. Pajetta la portava con sé ovunque, persino nella leggendaria Unione Sovietica, e la presentava a tutti come la mia nipotina... Berlinguer (detto affettuosamente "Cita" per il suo aspetto vagamente da scimpanzé) si incontrava segretamente con la giovane Lolita in un appartamentino di Via Botteghe Oscure, a Roma.

Pratiche fellatorie, incontri clandestini e storie equivoche dallo sfondo erotico con uomini potenti, le servirono per acquisire Pari Opportunità nell'insidioso campo politico e, finalmente, per sfondare e arrivare ai vertici.

Attualmente si occupa di politiche giovanili (sic!) e di sport cagionando molti danni nel nostro ridente (?) paese.

Si sospetta che abbia in corso una tresca erotico-amorosa con il terribile neo-comunista Oliviero Diliberto, anch'esso ministro nel gabinetto di Romano Prodi.

[modifica] Le opere

Giovanna Melandri, in realtà, non ha mai fatto un cazzo, se non danni alla collettività nazionale.

È stata una promotrice dei PACS, dei DICO e anche dei DILDOS (acronimo con vago sapore pornografico).

Si è resa colpevole, in qualità di Ministro delle politiche giovanili, dell'introduzione nelle scuole italiane - di ogni ordine e grado - della corsa dei sacchi e della pelota, noiosissime attività sportive che narcotizzeranno intere generazioni di studenti.

Sta progettando segretamente, tuttavia, di fare un calendario e di posare - per ogni santo mese dell'anno - completamente nuda.

Ha posato nuda nel gabinetto del Governo Prodi, e anche nel gabinetto di Casa Prodi.

[modifica] Voci Correlate

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
wikia