Ghost Rider

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...


~ Jack Skeletron si bulla con gli amici.
Quote rosso1.png Ha i miei stessi capelli! Quote rosso2.png

~ Ade su Ghost Rider.

Ghost Rider è un personaggio minore dell'universo Marvel, partorito da Stan Lee durante un delirio lisergico a un concerto degli Iron Maiden: si narra che in questa occasione Eddie, la mascotte del celebre gruppo, gli fosse apparsa pronunciando le solenni parole "Incatena i fagioli!", fornendo spunto per la creazione del personaggio.

[modifica] Vita e opere

[modifica] Le origini dello scheletro

Ghost Rider.png

Ghost Rider, l'unica interpretazione di Nicolas Cage con una mimica facciale decente.

Johnny Blaze è cresciuto nella periferia di Napoli, all'ombra del mito del padre, Scorpion, dedito alle acrobazie in moto per scommessa. La maestria paterna lo ha reso pronto a tutto per eguagliarlo. E poi le squinzie adorano le moto. Un giorno, tra una piroetta e una sgasata il funambolico genitore rimane vittima di un incidente mortale: tra il fuggi-fuggi generale, giunge sul posto Mefisto, il carabiniere demoniaco. Ci sono i presupposti per una multa salata, ma Mefisto e Johnny si accordano secondo quanto stabilito dal codice di procedura civile e dal Necronomicon: il condono della multa e la salvezza del paparino in cambio di un'indennità in anime.

Mica poteva essere così difficile, no? E invece manco per il cazzo. Avete mai provato a bussare, a Napoli, alla porta di tutte le abitazioni per far uscire le persone e portarle da qualche parte? Preso a cazzotti, bottigliate, molotov e usato come bersaglio per i dischi di Gigi D'Alessio, Johnny non conclude niente. Tornato a mani vuote, oltre a perdere il padre e pagare la multa Johnny viene maledetto da Mefisto e trasmutato in un raccatta-anime posto ironicamente in sella alla moto del padre. In più, oltre che economicamente, il demone lo spella letteralmente.

[modifica] Brucia, teschio, brucia

Scappato dal sud, Johnny si trasferisce a New York, ma nulla sfugge all'appuntato Mefisto. Con la sua esperienza nel mangiare ciambelle allo zolfo egli si mette sulle sue tracce, scoprendo che la maledizione frutta a Johnny bei soldi durante le feste di Halloween organizzate dalla heineken. In quest'occasione, un incidente durante un keg stand acrobatico a bordo della fida moto trasforma ufficialmente Johnny in Ghost Rider: il barile di birra che dovrebbe consumare mentre esegue un giro della morte gli si rovescia addosso e prende fuoco per una scintilla. Mr. Blaze rimane a culo...pardon, bacino scoperto, ma nota che le fiamme gli danno un look hot road molto sexy. Proprio grazie alle fiamme, riesce a raccattare molte anime con un classico stratagemma, ovvero far ubriacare delle donne. Mentre un essere sano di mente avrebbe paura di un teschio in fiamme col chiodo, una donna ubriaca vede solo un tipo molto magro con dei capelli rossi all'insù stile Cameron Diaz in Tutti pazzi per Mary. Ma questo gravoso compito non procura la passera a Johnny. Per la passera deve essere libero. Come fare? Smette di rubare anime per il male e si fissa su un obiettivo.

L'appuntato Mefisto deve morire. A quest'ultimo del resto rode di essere stato preso in giro da un ragazzo napoletano, per cui bisogna arrivare allo scontro finale, che si svolge in una chiesa sconsacrata. Risparmio i particolari, vince Ghost senza esitazioni. Ma un carabiniere demoniaco può morire? No, tornerà a rompere le palle anche in altri fumetti, in un loop destinato a durare in eterno. Se volete una storia autoconclusiva leggetevi una graphic novel, fessi.

[modifica] Voci correlate


Strumenti personali
wikia