Geronimo Stilton

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

L'inesistente stupido topo finto-borghese con gli occhiali

Bouncywikilogo
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Geronimo Stilton
Quote rosso1 Odio quello stupido topo con gli occhiali Quote rosso2
~ Geronimo Stilton su Giulio Andreotti.


Premessa
Geronimo Stilton vietato
Non vi mentiremo:
Geronimo Stilton non esiste!

Neanche Babbo Natale esiste e i bambini nascono nove mesi dopo aver fatto sesso. Non fa ridere, lo sappiamo. Ma neanche credere che esista uno stupido topo con gli occhiali e vestito da ricco borghese fa ridere. Soprattutto sapere che c'è chi ci guadagna un casino. Tuttavia faremo finta che esista e, come è nostra abitudine, ne inventeremo ogni minimo dettaglio, facendovi credere anche noi che esista veramente. Perché? Perché siamo sadici, ma anche perché gli autori del topo in questione ci hanno persuaso a farlo.

[modifica] Geronimo Stilton

Stilton, Geronimo (Topazia, 1999 - Forlì, 23 luglio 2014), nato da Toroseduto e da Occhiodiluna, è un topo in giacca e cravatta che vive dei proventi delle vendite dei suoi libri, pubblicati da Elisabetta Dami, una sua amica di gioventù, ma non nel senso che da giovane fosse una topa.

[modifica] Storia

CASSONETTI A SALERNO pieni di immondizia

L'attico in centro di Geronimo.

Girolamo Scusate, ogni tanto mi escono parole in italiano, dove ho la testa? Dicevamo: Geronimo, appunto, è uno scrittore e anche giornalista presso un quotidiano della sua città, abitata solo da topi, dove la natura è protetta e vi si vive in pace perché nessuno ha mai pensato di conquistarla. In pratica la fogna.
Questa fognatura ha la forma di una fetta di caciocavallo ragusano, ma fa lo stesso odore del gorgonzola andato a male. Dalla fogna si accede con gran facilità alle discariche abusive del Topikistan, del Transtopacchio e al Portoaschifìofinisce. In questi ameni luoghi i topi vivono indisturbati, anche perché c'è lo sciopero dei netturbini che non hanno ricevuto gli stipendi.
In questi posti densi di mistero esistono due grosse redazioni: Il Giornale e Il Foglio, entrambi guidati da topi di fogn... ah, non erano...? Ok, mi correggo: L'Eco del Roditore e La Gazzetta del Ratto, entrambe le testate dirette da due topi di fogna. La prima è del nostro amico nemico semplice conoscente, mentre la seconda lo dirige una gran topa, Sally. Ovviamente c'è del tenero tra i due, ma questo sui racconti di Jeronimus non viene mai riportato.
Il topo un bel giorno stabilì un contratto con una signora, la sua vecchia conoscente Elisabetta Dami appunto, che prevedeva una grande quantità di formaggio in cambio delle cronache di ciò che accade nel Paese dei Topi dove vive Gerry. Ora: la Dami vendendo i racconti del topo sta facendo un fiotto di quattrini[1] senza muovere un dito, le basta solo comprare ogni tanto un po' di grana da dare al suo caro amichetto. E chiamala scema!

[modifica] I parenti di Geronimo

Trappola per topi Stilton: per gli amici "Trappola", è il cugino psicopatico di Geronimo. E' una trappola per topi costruita dal peggior nemico di Geronimo, Gatto Silvestro, con l'obiettivo di catturare tutta la famiglia Stilton. Purtroppo questo tentativo è andato a monte perché Trappola è andato in tilt appena ha visto Tea Stilton e ha deciso di diventare il cugino di Geronimo solo per violentare sua sorella e per saccheggiargli il frigorifero. E' talmente grasso che non riesce neanche ad entrare in una stanza e si mette sempre nei casini con la polizia quando viene beccato a saccheggiare le pasticcierie.

Tea Stilton: è la sorella di Geronimo, figlia di Jackie Chan. Si crede la più bella di Topazia e non si vergogna a mostrarsi in bikini davanti a tutti, tranne in spiaggia. E' cintura nera di karate e picchia chiunque tenti di violentarla (Trappola compreso). Guida una Vespa con motore modificato e ama pilotare gli elicotteri, che avrà fatto schiantare a terra circa mille volte.

Benjamin Stilton: è il peggior nipote[2] di Geronimo, figlio di Sherlock Holmes e fratello del detective Conad. Il suo modo di indagare e nell'impicciarsi negli scoop dello zio lo ha reso un vero rompiballe, tanto che la polizia ha chiesto più volte a Geronimo di consegnargli Benjamin per farlo diventare detective.

Torquato "Panzer" Travolgiratti: conosciuto come "Il pancione che travolge i ratti", è il nonno di Geronimo, Tea e Trappola e il bis bis bis bis bis bis bis bis bis bis bisnonno di Benjamin. E' il fondatore dell'Eco del Roditore, appena è andato in pensione ha lasciato con felicità il comando del giornale all'incapace Geronimo con l'obiettivo di farlo fallire miseramente e portare la redazione in rovina, e ci sta riuscendo perfettamente.

[modifica] I libri

Targa dedicata a Geronimo Stilton ad Alassio

La cittadina di Alassio ha dedicato una targa in onore all'eroe nazionale. Colui che con i suoi amici ha liberato la città dai barboni... mangiandoli.

Ma vediamo un po' di cosa è capace il cervellino di un topo! In questo posto stupendo dove vive molti amici gli fanno compagnia... Hans la Talpa, Topolino, Rat-Man e anche il sorcio di Ratatouille. Stranamente non è amico invece di Virgola, chissà perché.
Buona parte dei libri sono infatti dedicati alle loro simpatiche avventure, come quella volta in cui decisero di suonare i campanelli di tutto il palazzo e correre via, quella volta in cui hanno preso a sassate dal cavalcavia i mezzi che correvano in autostrada o quando facendo una gara di rutti riuscirono a modificare l'inclinazione dell'asse terrestre.
Altri invece sono talmente pieni di figure che non hanno alcun contenuto e dove la parola più lunga che esiste è il numero di pagina in un angolo in basso. La cosa che ci inquieta di più non è tanto il fatto che siano la quasi totalità dei libri pubblicati ad essere così, quanto il fatto che siano i libri più ricercati e più amati dai lettori.
In una delle avventure più intriganti il Paese dei Topi fu invaso dai gatti (che oltraggio!!!) che sterminarono i topi e finalmente l'area si poté disinfest... ah, sono i topi i buoni? Allora mi correggo: furono i gatti ad essere sterminati, mentre i nostri carissimi e amatissimi topi che ci regalano sempre tante cose belle (come le zecche, la peste, la lebbra...) riuscirono a trionfare! I gatti cattivi e inutili - che osano uccidere i topi, fare i loro bisogni nella lettiera, fare le fastidiosissime fusa e pulirsi sempre il pelo - furono giustamente ricacciati sulla loro isola da dove venivano: l'Isola dei Gatti appunto. Ok, ora che l'ho scritto potresti puntare quello schifoso ratto altrove? T-ti prego, mi ha già roso un dito...

[modifica] Note

  1. ^ Figuriamoci ora che ne sta facendo fare persino un cartone animato!
  2. ^ Ma i topi non avevano nipoti??

[modifica] Bibliografia

  • Stilton, Geronimo, Io esisto, edizioni Fuffa co. 1999
  • Giacobbo, Roberto, Lui esiste! E se ne dimostrerà l'esistenza il 21 dicembre 2012, edizioni Voyager, 2006
  • Stilton, Geronimo, Io non esisto, edizioni Montatori, 2014

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo