Ganjalf

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Balrog.jpg
La Fiamma di Udun approva questa pagina!

Per questo sarà incisa nella roccia e il suo verbo aleggerà in eterno nelle viscere di Barad-dur fino al trionfo di Mordor.

Fiammadiudun.jpg


Vis chem choke.gif
ATTENZIONE
Poteri paranormali.
Consultare con cautela.
Gandalf con AK47.jpg

Ganjalf con il suo inseparabile AK-47, spesso gli uomini dell'ovest lo chimano Mithrandir

Gandalf2.jpg

Ganjalf in botta dopo aver fumato.

Quote rosso1.png Eeh ma il fuorismo di una volta.. Quote rosso2.png

~ Ganjalf spiega con nostalgia il fuorismo
Quote rosso1.png Terrazzo, sgabello, formaggio, borraccia blu, cazzo di gomma eee... cannuccia! Quote rosso2.png

~ Ganjalf su ricetta della felicità
Quote rosso1.png Tu non puoi passare! Quote rosso2.png

~ Ganjalf a Giuliano Ferrara riguardo una porta troppo stretta
Quote rosso1.png Sono stato nella clinica di Lexotan, mi hanno disintossicato. Quei bastardi! Quote rosso2.png

~ Ganjalf su essere bianchi
Quote rosso1.png FUGGITE SCIOCCHI!! Quote rosso2.png

~ Ganjalf ai suoi amici durante la retata della finanza


Gandalf (pronuncia /Ganjalf/, in lingua elfica Ghandjyald'f) è un noto pusher che vive nella Terra di Mezzo, più precisamente a Morrea Castronovo Rendinara co-protagonista della fortunata saga Lo svarione degli Anelli.

[modifica] Le Origini

Evoluzione di Gandalf.jpg

L'evoluzione di Ganjalf.

Ganjalf nasce a Iglesias, famoso stadio di calcio con ben 3 anelli e 85.000 posti a sedere, nella terza era della Terra di Mezzo. Morirà a Khazad Dûm stuprato da 25 nani (eredi di Balin) ripetutamente fino alla sua morte.
Il fatto che Gandalf non abbia mai pensato di trovarsi una donna (le uniche sono state la MagaMagò e la Befana), è perché diventò sterile per colpa dell'erba pipa... Tuttavia è un assiduo frequentatore di casini, bordelli e puttanai; quelli con le migliori donnine, con due melandre così e un culo... che poi gliele fa vedere lui le magie!
Ereditò 2500 tonnellate di erba pipa da suo figlio, anche non essendo mai stato sposato.
Subito iniziò a svendere questa erba pipa dalla Contea a Mordor (gli Orchi ne fumano a quintali), diventando così il più famoso pusher della Terra di Mezzo all'età di 13 anni.
Ganjalf fu anche protagonista di un film poco noto per i suoi insegnamenti: Lo svarione degli Anelli.

[modifica] Lo svarione degli Anelli

La sua prima apparizione nella saga avviene con l'incontro del caro amico Godo, come conosciutissimo pusher della Terra di Mezzo. Dalla scoperta dell'anello del fuorismo Ganjalf aiuta Godo e quel frocio di Sam Gay a raggiungere 'Gran Sburrone'. Per compiere la missione chiede aiuto a Lexotan, noto coltivatore di tutti i tipi di piante (tranne una), che lo tradisce e tenta di disintossicarlo, riesce tuttavia a sfuggire e raggiungere" Gran Sburrone. Li dopo il consiglio si offre di accompagnare il verginello Godo a Merdor, conosciuta anche come Busto Arsizio, a distruggere l'anello e liberare il fuorismo. Le sue doti di "mago" vengono messe a dura prova nei Magazzini di Moira; dove dopo un violento scontro con qualcosa, e da bravo leader della combriccola, cade prigioniero della Digos, con tutta la canapa in tasca, lasciando allegramente i propri compagni al loro destino.
Dopo un periodo nelle cliniche di Lexotan, dove viene disintossicato, disimparando a fumare e diventando bianco; riappare nella Foresta di Sherwood ricongiungendosi ad Arabong, Rizlas, e il nano. Insieme raggiungono il palazzo di Rollo, dove spurga il re Rottodren dall'influsso di Lexotan.
Viene poi trattenuto da una visita delle urine e raggiunge gli amici a Frigene all'alba, insieme all'esercito di Rolloden figlio del re, salvando così gli ultimi due porri dall'attacco notturno dei finanzieri.
Con gli amici raggiunge la dimora di Lexotan, ormai distrutta da Ganjalbero e i guardiani della Foresta di Sherwood; li ritrova con stupore gli altri due componenti della compagnia del verginello: Cimino e Porro, quest'ultimo talmente in botta da diventare El Porrito per il resto della saga... Durante la notte dei i festeggiamenti per la vittoria, di cui Ganjalf non apprezza la musica, Cimino ruba nel sonno la Sfera delle visioni a Ganjalf credendola del porro; sfera appartenuta a Lexotan e ora custodita dal pusher. Le visioni dell'hobbit preoccupano Ganjalf, che vuole a tutti i costi salvare la cheerleader. Si dirige insieme a Cimino a Ganja Spirit dove tenta di difendere la città dall'attacco dei finanzieri, fino all'arrivo dell'esercito di Rollo....

[modifica] L'età di Ganjalf

Da quasi un millennio gli studiosi discutono sulla probabile età di Ganjalf. Ne parlano addirittura da prima che Ganjalf nascesse. C'è chi dice che Ganjalf sia la reincarnazione di Dio, altri sostengono che sia nato il 29 febbraio del 1639 A.C., e dunque il suo invecchiamento è stato rallentato di quattro volte.

Alcuni matematici del tempo, tra cui Flavia Vento, hanno calcolato che la sua età avanza per numeri primi a 782 cifre, ma essendo una teoria non provata tali matematici si sono buttati in politica.

[modifica] Pagine correlate

Strumenti personali
wikia