Fulgencio Antonio Rubio Gonçalo Eufemio del Carraturos y Posalaquaglias y Vaccariellos Pinto e Olhalavechias

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Bambino messicano con chitarra.jpg

Fulgencio Eufemio che, armato di mitragliatrice, si appresta a dominare il mondo

Fulgencio Antonio Rubio Gonçalo Eufemio del Carraturos y Posalaquaglias y Vaccariellos Pinto e Olhalavechias fu un generale messicano, combattente per la libertà del suo popolo ("Los Mascalzones") contro svariate dittature e dettature.

[modifica] Vita

Nato a Macarena City all'inizio del novecento, iniziò subito a fare il ribelle: tirava caccole e pezzi di merda addosso le macchine in nome della libertà. Entrò in contatto in seguito (tramite MSN Messenger) con Che Guevara, e da lui imparò a ricamare i merletti sulle tovaglie.

[modifica] La revoluciòn

Prese la città di Sfrantumadas (Messico) nel 1961, con un esercito volontario di coscritti armati di pochi fucili, spazzole da water e turpiloqui; qui impiccò tutti assieme, con un'unica corda, i circa cinquemila sostenitori del dittatore e dettatore Josè Arrangiatos Carognas, ma lo sforzo dei suoi uomini per sollevare quell'enorme carico provocò moltissime ernie. Ciò fatto parlò al popolo liberato in nome della democrazia, iniziando il suo discorso con la storica frase "Pueblo de mierda...". Successivamente fu sconfitto dal Generale Palmirio Afonso Quagliarulos Cardoso de Tubieras y Cartaigienicas e si rifugiò sulla Sierra con pochi uomini e molte donne.

[modifica] L'ultima battaglia e le sue armi

Venne circondato e, rifiutandosi di arrendersi, si suicidò ingurgitando 24 chili di fagioli borlotti lessi e morendo per le violente flautulenze che questo alimento eccessivo provocò. I miasmi emessi nel corso della sua agonia appestarono per molti mesi la Sierra che, di conseguenza, si spopolò; furono così violenti gli olezzi da lui emessi che l'esercito che lo aveva circondato si ritirò precipitosamente, liberandosi anche degli abiti impregnati dalle puzze tremende che fuoriuscivano senza posa da questo pur nobile personaggio.

Strumenti personali
wikia