Frase fatta

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Auguri e figli maschi! Quote rosso2.png

~ Vecchio saggio e sapiente[citazione necessaria] a una minorenne violentata e incinta
Quote rosso1.png È la vita! Quote rosso2.png

~ Sarto a un cliente che chiede cosa c'è che non va nel suo abito

Le frasi fatte sono cazzate che vengono pronunciate su un argomento di cui non potrebbe importarci di meno, quando non si può (o non si vuole) restare zitti. Tutti prima o poi ne pronunciano una nella vita, anche chi non avrebbe mai pensato di potersi abbassare a questo livello, perché c'è sempre una prima volta.

[modifica] Storia

Le frasi fatte sono vecchie come il cucco, e questo è quanto.

[modifica] Utilizzo

Exquisite-kfind.png Non ti basta? C'è anche È tutto un magna-magna
Pelato con donna baffuta seduti.png

Donna baffuta sempre piaciuta.

Non bisogna fare di tutta l'erba un fascio; in alcuni casi può essere utile servirsi di frasi fatte. Ad esempio, quando si rimorchia, dire a una ragazza "i tuoi occhi brillano come stelle" può provocare una reazione gradevole da parte sua. Meno saggio è utilizzare questa frase con un'artificiera o con un'astronoma: quest'ultima in particolare può passare tutta la serata a spiegare che le stelle non brillano, ma è solo un effetto dell'atmosfera terrestre.

Nonostante diano alcuni problemi con le persone più intelligenti e/o anticonformiste, molte volte le frasi fatte possono essere di grande aiuto, occorre solo un po' di cervello per sapere quando utilizzarle al meglio e quando no. Il problema è che chi ha cervello non ha bisogno di frasi fatte e viceversa. Tuttavia, tramite questa piccola guida che anche un gibbone può imparare a memoria, non vi troverete mai più a corto di parole nei momenti cruciali della vita.

  • Non si può più andare avanti così: frase fatta per eccellenza. Utilizzabile in qualsiasi situazione, utile per pecoroni, qualunquisti, comunisti, fascisti, sherpa nepalesi in canottiera sull'Himalaya e persone qualunque sull'orlo di un burrone.
  • La mamma dei cretini è sempre incinta e sono tutti parti multipli: ho sbagliato elenco, questa è vera.
  • Buon Natale/Pasqua/Ferragosto/Carnevale/Kwanzaa/Ramadan/Halloween/San Procopio: da pronunciare quando ci si vuole far perdonare di non essersi fatti vedere per tutti i giorni dell'anno, esclusa quella festività.
  • Ti chiamo/ti faccio sapere/mi faccio vivo io: frase di congedo tradizionale rivolta a una persona che non si ha intenzione di rivedere mai più.
Cane che morde un uomo.jpg

Il cane è il migliore amico dell'uomo.

  • I giovani d'oggi non hanno più rispetto per gli anziani: come sopra, per persone che sono di una certa età, o sembrano tali. Da pronunciare sui mezzi pubblici, se un ragazzo con una gamba ingessata non si alza per fare posto a un sessantenne in tuta appena tornato da una corsetta col cane.
  • Chi la fa l'aspetti: modo saccente per dire quello che Nelson Muntz ha sintetizzato efficacemente con "ha-ha!".
  • Non è farina del tuo sacco: per accusare qualcuno di plagio. Funziona sempre perché nessuno è così imbecille da portarsi dietro un sacco di farina.
  • L'erba del vicino è sempre più fresca verde: frase per rosiconi. È passata di moda nel 2007, dopo che, a Erba, i vicini di uno spacciatore hanno sterminato la sua famiglia perché la sua erba era più verde.
  • Meglio un uovo oggi che una gallina domani: utile per chi vende uova, meno per chi vende pollame, ancor meno per i galli.
  • Gallina vecchia fa buon brodo: naturalmente se si è optato per l'uovo ti fai uno schifo di brodo.
  • Se ne vanno sempre i migliori: frase pronunciata con più frequenza quando schiatta qualcuno che stava sulle palle a tutti. Si raccomanda l'espressione costernata nel volto.
  • Non dire gatto se non l'hai nel sacco: molto utile se un allenatore italiano deve fare un cazziatone a una squadra di calcio tedesca. È anche usato come postulato di prudenza economica.
  • Qui una volta era tutta campagna: frase spesso pronunciata con tono nostalgico da vecchietti a cui hanno espropriato il terreno dove coltivavano ortaggi per costruirci sopra (cfr. Il ragazzo della via Gluck di Adriano Celentano). Le persone più anziane a volte usano una variante: "Qui una volta era tutta una nebulosa di gas interstellari".

[modifica] Voci correlate

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
wikia