Franz Liszt

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Mariottide
MADONNASANTODDIO!

Questo cantante/gruppo/genere musicale è così orrendo da far invidia al Maestro della Tristezza, quindi se non hai il gusto per l'orrido ti consigliamo di scappare a gambe levate da questa pagina.

Marioballo
Franz Liszt
Franz Liszt 2
Franz Ferenc Liszt, detto "Il Playboy"
Luogo di nascita Pianeta Marte
Anno di nascita 1811
Anno di morte 1886
Anno di resurrezione 1887
Occupazione Pianista psico criminale
Statura 1,93 m
Misure del suo organo 1,00 m x 4,00 m
Occhi Verdi
Capelli Castano chiari
Tecnica pianistica Improvvisata
Segni particolari Mani spropositate.
Quote rosso1 Ahahah...Un nuovo cliente per il mio manicomio Quote rosso2

~ Liszt a proposito di qualcuno che vuole suonare un suo pezzo
Quote rosso1 Liszterine, il collutorio antibatterico per la tua igiene orale.....! Quote rosso2

~ Un pianista che non si lavava la bocca da quando Liszt si tagliò i capelli
Quote rosso1 È una persona dalla mentalità limpida e sana Quote rosso2

~ Liszt su Liszt
Quote rosso1 Ah, Liszt...! Quello della cioccolata! Quote rosso2

~ Anna Tatangelo su Liszt
Quote rosso1 Quanto so' bono, quanto so' fico, e c'ho un fisico che non ve dico... Quote rosso2

~ Liszt ad alcune nobildonne in un salotto


[modifica] Vita e malefatte

Franz Liszt

Liszt in un momento di riflessione.

Lisztcaricatura

Liszt mentre si scalda le mani, prima di fare la scala di Do maggiore.

Franz Liszt (in italiano Francesco Lista, in ungherese Francesco Farina, per gli amici semplicemente Ferencz von Liszszszt) è un celebre pianista con manie (e mani) pluriomicide. Nato nell'anno X dall'unione di sua madre con uno dei suoi innumerevoli padri, si distingue fin da bambino per il suo amore per l'atroce sofferenza psicofisica che amava infliggere agli esseri umani, klingoniani, Pingu e a ogni cosa che esista.

Nell'anno 1824 d.C. (dopo Chopin) trovò un pianoforte, creato da MacGyver con una graffetta e un po' di spago, e scoprì così l'immensa soddisfazione che deriva dal far fondere i cervelli altrui (il suo no: era già fuso) facendo talmente tanto casino da far pronunciare a Franz Schubert, quando gli fu chiesto se avesse apprezzato il concerto, la famosa frase: "Eeeh?". Risale a questo periodo la collaborazione con Hannibal Lecter, molto formativa per il suo personalissimo stile, e con il maestro Carl Czerny. Se quest'ultimo non avesse composto gli affascinanti[citazione necessaria] studi tecnici per cui è amato dai pianisti di ogni età, non avrebbe la fama che si merita. Conosciuto Chopin, gli mise in culo il pianoforte perché gli dimostrò che sapeva suonarlo facendo più casino di lui.

Ad un certo punto della sua carriera, però, decise di diventare prete. Nessuno sa perché. Alcuni studiosi sostengono sia stato per la voglia di buchi stretti, che lo aveva preso nei suoi ultimi anni. Altri invece confutano tale teoria facendo notare il notevole contributo dato da L. all'incremento demografico mondiale, e quindi escludono sia potuto entrare nella Lobby dei Culattoni.

Da allora scrisse pochi pezzi, principalmente per pianoforte, organo e piffero a pelle.

[modifica] L'attività industriale di Franz Liszt

Liszt non era solo bravo nel comporre musica, viene anche ricordato oggi per la sua azienda di colluttori, Liszterine, che fino ad oggi soddisfa l'igiene orale di tanti consumatori. Presente in vari modelli, come il Liszterine Rapsodia alla menta e Liszterine Diabolico Sorriso.

[modifica] Tecnica e Stile

Franz Liszt con benda sull'occhio

Liszt mentre tramava uno dei suoi piani diabolici.

Lo stile Liszszsztiano si denota per tre particolari caratteristiche:

  • Pezzi di concezione aliena, nel senso che servono ventidue dita per mano per suonare un qualunque suo pezzo;
  • Pezzi da discoteca: fanno altrettanto casino che la più rumorosa discoteca della costa Zerlamese (litorale situato tra Tubbettopoli e Addocazzosta);
  • Pezzi inneggianti alla sanità mentale: solo un pazzo potrebbe averli concepiti.

Per questo per suonare Liszt bisogna provvedersi di due pesanti martelli (uno per mano), farsi impiantare una quindicina di dita supplementari e soprattutto assumere uno stato mentale adeguato ascoltando per 24 ore di fila Avril Lavigne.

[modifica] Composizioni

Franz Liszt Morte

Liszt, in uno stato di estremo relax, testa le nuove poltrone Sofà.

Persone spaventate

Il pubblico in delirio mentre ascolta Liszt nel suo "Lisztomania Live in Berlin 1841".

  • Sonata in Sol stizio per piano, orchestra, batteria, chitarra, maracas e Tua Madre.
  • 12 studi iper-trascendentali per triangolo.
  • Quintordici Variazioni sul tema in classe.
  • La Campanella della scuola.
  • Il Campanello di casa.
  • Poemi sinfonici "4 salti in padella" e "Le Avventure di Capitan Findus".
  • Notturno per chitarra elettrica e bastoni.
  • La vita è bella.
  • La vita non è bella.
  • La canzone del sole.
  • La canzone della pioggia.
  • Ma zappa.
  • Tempesta di merda.
  • Scherzo funebre in la triplo diesis indeciso.
  • Fantasia sulla Sonnambula (ne ha approfittato perché era incosciente).
  • Fantasia sulla Niobe (la prima non gli bastava).
  • Sogno d'Amore.
  • Sogno d'Odio.
  • Sogno Erotico.
  • Sconsolazioni.
  • Rapsodia Ungherese.
  • Rapsodia Spagnola.
  • Rapsodia Inghirlandese.
  • Valzer di Bravura.
  • Minuetto di Bravura.
  • Rondò di Bravura.
  • Variazioni di Bravura.
  • Marcia di Bravura.
  • Sonata di Bravura.
  • Studi di Incompetenza (sono le prime due versioni dei trascendentali)
  • Piccolo Foglio d'Album per bambini e principianti di Bravura.
  • 3 Anni di vagabondaggio.
  • Poema sinfonico "Die Ideale" (muore l'ideale).
  • 3 studi da sconcerto.
  • Héroïde funèbre (Tiroide funebre).
  • Mephisto wafer.
  • Wafer invernale.
  • Charles Henri Valentin Alkan (un grave errore, nato da uno spartito geneticamente modificato).

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia