Franco Grillini

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Sono stato un onorevole deputato della Repubblica Italiana ed ero chiamato amorevole o omorevole. Adesso che non lo sono più tutti i miei sottoposti mi danno del Maestro Venerabile Quote rosso2.png

~ Franco Grillini su se stesso
Quote rosso1.png Mi sono fatto da solo... Quote rosso2.png

~ Silvio Berlusconi su Franco Grillini
Quote rosso1.png L'omosessualità logora chi non ce l'ha. A me, ad esempio, ha consumato il cazzo... Quote rosso2.png

~ Franco Grillini ancora su se stesso
Quote rosso1.png Ha più fidanzati lui che Mara Carfagna. Quote rosso2.png

~ Mariastella Gelmini su Franco Grillini intervistata da Chi?
Quote rosso1.png Non è vero. Me ne sono fatti più io. Almeno di bocca. Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Tra le due litiganti la Prestigiacomo gode. Quote rosso2.png

~ Franco Grillini su Carfagna e Gelmini, intervistato da Donna Moderna
Quote rosso1.png Noi del PD siamo etero, ma anche gay. Ci piace la figa, ma anche il cazzo. E quando ce lo verranno a chiedere risponderemo pacatamente, serenamente, "ogni buco è pertuso!" Quote rosso2.png

~ Walter Veltroni in un dibattito televisivo con Franco Grillini


Franco Grillini (Torre del lago, 1826) è un noto insaziabile scopatore italiano omosessuale.

Franco Grillini statuta angelo.jpg

Una simpatica testa di... Angelo.

È stato presidente di ArciGay, a detta sua, per poter entrare in tutte le dark room gratis. In realtà, come evidenziato dal CENSIS, le alte cariche di Arcigay riescono più dei gay semplici (+600%) a portarsi a casa le marchette.

È stato anche deputato con i DS, ma dopo aver scoperto che DS significa Democratici di Sinistra e non Diamola Subito, si è dimesso ed è passato con i socialisti.

Nella sua vita ha scopato con ben 10.456,37 uomini (le cifre dopo la virgola servono a indicare quando la scopata non è andata a buon fine o quando il viagra gli è andato di traverso).

Attualmente ha 130 fidanzati ufficiali, 2.500 che glielo danno regolarmente e 350.000 persone ancora in lista Prima Volta - lista provini con un aspettativa media di 49,25 anni.

Vive nella sua dimora di Bologna dove, per entrare, devi passare per tre prove:

  1. Il respiro di Dio: solo un vero Carfagna-Man potrà passare.
  2. La parola di Dio: solo nel sentiero di vibratori egli potrà procedere.
  3. Il Sentiero di Dio: Solo buttandosi con un salto dal letto e rimbalzando col culo sul pavimento, tornerà in posizione iniziale, egli dimostrerà il suo valore.

Pare che questa prova sia fino a oggi stata superata soltanto da Andrea Benedino, ex DS e già portavoce di GayLeft. Tutti gli altri, invece, riescono ad arrivare soltanto fino al punto 2.

[modifica] I primi anni

Nasce il 6 gennaio 1826 durante una festa gay a Torre del Lago. È il primo bambino al mondo nato da una scopata di gruppo, tra Licio Gelli, Fausto Bertinotti e Maria De Filippi. Pare che siano stati coinvolti, ma questo non è stato mai accertato, anche Italo Bocchino e una camionista di passaggio rimasta sempre anonima (si crede che sia stato il cardinale Joseph Ratzinger prima dell'operazione).

In una puntata di Blu Notte, Carlo Lucarelli avanza l'ipotesi che ci poteva essere anche lui in quell'orgia, ma non se lo ricorda bene. Durante la puntata viene intervistato anche Italo Bocchino, il quale, dietro suggerimenti di Sandro Bondi presente dietro la telecamera, dichiara che a quei tempi l'unica orgia alla quale aveva partecipato, fu vestito da donna, a una riunione della P2. In realtà la cassazione ha confermato che a quell'orgia partecipò lo stesso Sandro Bondi travestito da uomo.

Il giovane Grillini è allevato dal nonno di Heidi e dalla nonna di Peter. Gli piacciono le pecore e soffre l'autorità della signorina Rottermeier. Per questo motivo all'età di 13 anni diventa a tutti gli effetti omosessuale. La sua amica Heidi ha invece subito il processo inverso e, inizialmente nata lesbica, dopo aver ricevuto avance da Clara, diventa irriparabilmente etero all'età di 13 anni.

La prima relazione ce l'ha avuta proprio con Peter, sui monti della Toscana. Durante un pascolo, Peter scambiò Franco Grillini per una pecora e se lo scopò fino a venirgli dentro. Quando scoprì che si stava facendo un uomo e non una pecora, dalla vergogna si fece nominare papa Paolo VI.

Ha seguito gli studi a Bologna e si è laureato in pornologia con una splendida tesi sul culo di Andrea Benedino.

[modifica] La loggia massonica G2

Franco Grillini al Gay Pride.jpg

Franco con il suo attuale ragazzo.

All'età di 25 anni, o meglio, dopo essersi scopato soltanto 3.500 ragazzi, decide di fondare, con una sua amica lesbica, Imma Battaglia, con la quale conviveva in un appartemento di Bologna, la loggia massonica GAI2 anche conosciuta con il nome di G2.

Fondata dunque da Franco Grillini e Imma Battaglia, la loggia G2 contava 920 iscritti, tutti quelli che se l'erano preso, se lo stavano prendendo oppure contavano o sognavano di prenderselo nel prossimo futuro. La loggia GAI1, antecedente a GAI2, fondata da Italo Bocchino, era una loggia coperta alla quale appartenevano tutti i gay che non volevano farlo sapere. Esponente di spicco era Nino Strano, il quale cercò di affogare Bocchino con un getto di sperma in gola, senza riuscirci.

Stanco di farsela sempre con i soliti 920 cristiani, Grillini sciolse la loggia e fondò l'ArciGay di cui divenne subito presidente.

[modifica] Gli anni dell'Arcigay

L'Arcigay nata da una scissione della loggia G2, è ancora una piccola associazione, finché Grillini non ha un idea a dir poco geniale: chiedere il riconoscimento politico dei diritti dei gay agli etero, cossicché appena gli etero avessero finalmente accettato gli omosessuali, i gay glielo avrebbero messo al culo.

Nella prospettiva di scoparsi nuovi culi, gli iscritti dell'Arcigay salirono a dismisura, tanto che, negli anni d'oro, si contavano fino a 100.000 iscritti più altrettanti simpatizzanti, ma reticenti a farsi la tessera.

L'Arcigay, sotto il suo comando, diventava la più grande associazione gay di Italia, ma quando iniziò ad aprire locali e rammificarsi sul territorio, iniziò a fare concorrenza con la Chiesa Cattolica, e dunque di qui ne viene l'astio che il mondo ecclesiale ha contro l'Arcigay.

[modifica] Gli anni dei DS

Lasciata dopo 10 anni l'Arcigay al comando di Sergio Lo Giudice, un ragazzo rinvenuto dallo stesso Grillini in discoteca la notte prima delle dimissioni, Grillini non sapendo che farsene senza fare niente, entra nei DS, confondendoli appunto per il gruppo "Diamola Subito", scambiando Livia Turco per Cicciolina.

Fa amicizia con molte lesbiche del gruppo: Piero Fassino, Massimo D'Alema, Anna Paola Concia, e con quest'ultima fonderà il CODS (Cazzo Ora Dammelo Subito) anche se ufficialmente è costretto a rinominare l'acronimo in (Collettivo Omosessuale Deidi Sperati), in quanto si passava un periodo di magra.

Quando si accorge che i suoi cari DS sono in realtà Democratici di Sinistra, fa giusto in tempo a dimettersi e a passare il comando del CODS ad Andrea Benedino, il quale era rimbalzato col suo favoloso culo, da Ivrea (paese dove fa l'assessore alle salumerie e ai salumi) fino a trovarsi per caso nella sala dei DS e vedersi investito della nuova carica.

[modifica] Sviluppi recenti

Attualmente è in cerca di occupazione. Ha già mandato il suo curriculum alla Manpower e alla Adecco, che gli hanno offerto di andare in Germania ed esercitare lì visto che è legale. Ma lui non vuole sapere di muoversi dalla sua Bologna.

Quindi si è messo a fare il mestiere più antico del mondo: scrivere comunicati stampa.

Una leggenda metropolitana rivela che abbia consegnato finanche una serie di comunicati ai suoi molteplici fidanziati chiedendo di aumentare le prestazioni sessuali, mentre il settimanale Chi? ha scoperto che manda comunicati di buona notte, quando va in bagno, oppure quando ha un orgasmo con schizzo.

Si racconta che è avvenuta un aspra discussione tra lui, Anna Paola Concia e Aurelio Mancuso (presidente attuale di Arcigay) su chi avesse scritto più comunicati. L'ISTAT ha successivamente confermato che neanche mettendo assieme i comunicati della Concia e di Mancuso, si può arrivare alla metà di quelli di Grillini.

Arrotonda lo stipendo scrivendo libri e film porno.

[modifica] Produzione letteraria

Franco Grillini giacca in pelle rossa.jpg

Franco ad una funzione religiosa, con un abitino semplice e poco evidente.

  • Il viandante di Brema (1990)
  • Il viandante di Brema II - A volte tornano a venire (1991)
  • Il viandante di Brema III - Oddio quanta ne fa! (1992)
  • Il culo di Andrea Benedino a confronto con quello di Sergio Lo Giudice (1996)
  • Perché me lo sono consumato? - Riflessioni sull'insostenibile leggerezza dell'essere (1999)
  • Culi rotti e mani sporche di sborra - Una storia vera (2001)
  • Il cuscino bagnato (2002)
  • Guida pratica al Sadomaso (2003)
  • Come venire in 10 semplici passaggi (con illustrazioni) (2005)
  • A culo aperto - manuale di intervento chirurgico per principianti (2006)
  • Tortura del cazzo e delle palle (Scritto a quattro mani e un pisello con Andrea Benedino) (2007)
  • Zoccola sarà tua madre! - Storia illustrata dell'Arcigay (dedicata a Sergio Lo Giudice) (2008)

[modifica] Sceneggiature per il cinema

  • In culo a fratito (1995)
  • Il pisello di Imma Battaglia (1996)
  • A tre sotto la Torre degli Asinelli (1997)
  • Soccia, quanto è grande! (1998)
  • In culo a fratito II (2000)
  • Al Cassero non si scopa, o almeno, non si dovrebbe (2001)
  • La sauna dei preti (2002)
  • Bareback fucking and trombing - Questo sborra brodo di pollo (2003)
  • Uno, due, tre e nel culo lo prendi te! (2005)
  • Lo do solo al principe azzurro - Storia romanzata di Silvio Berlusconi (2006)
  • Mi lecco il pavimento e mi accorgo che sei freddo (2007)
  • A tu per tu col gabinetto - Storia di 10 anni nei cessi di Montecitorio (2008)

[modifica] Altri progetti

  • LogoNonCommons.png NonCommons contiene foto compromettenti su Franco Grillini, ma sono tutte in questa pagina
Strumenti personali
wikia