Francesco Schettino

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Zapp brannigan

Il capitano Francesco Schettino mentre spiega ai giornali come è sfuggito all'attacco degli squali martello.

Quote rosso1 Non ho abbandonato la nave! Dopo aver sbattuto sono inciampato e mi sono ritrovato dentro la barca di salvataggio insieme a numerosi passeggeri. Quote rosso2
Quote rosso1 Ricorderete questo giorno come il giorno in cui avete quasi catturato Capitan Schettino! Quote rosso2
~ Schettino saltando giù dalla Costa Concordia.
Quote rosso1 Ma chi l'ha fatto capitano? Spongebob? Quote rosso2
~ Il comandante De Falco della capitaneria di Livorno.
Quote rosso1 È stato solo un banale incidente, proprio come Ustica. Quote rosso2
~ Francesco Schettino nell'intervista fruttatagli 50000 euro
Comandante De Falco : Quote rosso1 E che vuol fare Comandante? Vuole tornare a casa? Quote rosso2
Comandante Schettino : Quote rosso1 No, certo che no comandante... ma perché, posso? Quote rosso2

Francesco Schettino (Castellammare di Stabia, 1960 - Isola del Giglio, 2012) è un noto stragista e spaccone italiano appartenente alla sigla armata dei CAM (Coglioni d'Alto Mare). Data la sua capacità di spiegare correttamente i fatti, si dice che in futuro sia previsto per Schettino un ruolo nel PdL come Sottosegretario del Punto di Vista Alternativo.

Logo ADS Questa voce è stata punita come
Articolo della Settimana
dal 23 gennaio 2012 al 30 gennaio 2012.

[modifica] Vita e opere

Canotto con due persone

Un giovane Francesco Schettino durante l'esame per diventare comandante.

Vanaglorioso e vanesio, dalla sua biografia[2] leggiamo che sarebbe nato da madre vergine e padre Superman. Fin da giovane aveva già cominciato a manifestare un ego spropositato e un'innata capacità di raccontare balle:

  • a 6 anni racconta ai suoi amici di aver comprato uno yacht, ma di non poterlo mostrare perché sempre dal meccanico
  • a 12 anni afferma di essere stato il primo navigatore a doppiare il Capo di Buona Speranza
  • a 15 sostiene di aver scoperto la Sardegna. I suoi compaesani confermano la veridicità di questa affermazione

Dopo aver fatto le elementari nella Scuola Statale Achille Lauro e le medie nella Scuola Paritaria Andrea Doria, si iscrive all'Istituto Nautico Edward Smith. Sua mamma Lusitania non è molto contenta della scelta, ma il padre, Exxon Valdez, ne è entusiasta.

Dopo aver superato l'esame di teoria copiando dal compagno di banco sordomuto, iniziò a fare pratica. Il suo istruttore, Capitan Findus, gli insegnò a parcheggiare, a partire in salita e soprattutto ad usare le scialuppe di salvataggio, abilità che sarà fondamentale nel prosieguo della sua vita. Tuttavia non si presentò mai all'esame pratico sicché non gli fu rilasciata la patente nautica. Ma, si sa, la fortuna aiuta gli incapaci e, rispondendo ad un annuncio sul Rigoletto di Napoli: "Scambiasi patente nautica con figurine di Volpi e Poggi.", riuscì ugualmente a patentarsi.

A 22 anni vive una traumatica avventura: in una casa di villeggiatura assieme a degli amici, nel cercare di accendere una sigaretta con un accendino e un deodorante spray per le ascelle, dà per sbaglio fuoco alla casa. I suoi amici dormono, ma lui preso dal panico scappa alla ricerca di una scialuppa di salvataggio. Moriranno tutti. «Avevo fame, ero solo andato a comprare un panino» - Schettino giustificherà così la sua immotivata fuga.

[modifica] Una vita sulle navi

A 25 anni sale sulla sua prima imbarcazione, un pedalò, di cui sarà il nostromo per 17 anni. Grazie a qualche calcio in culo, viene promosso a capitano della Costa Concordia. La prima cosa che fa, una volta salito a bordo, è chiedere dov'è il frigorifero con gli alcolici. La gestione di Schettino della nave ammiraglia della Costa Crociere è eccellente: feste tutte le sere, incidenti nascosti e spacconate a non finire. Alla guida della Concordia nel 2008 fa una scommessa con una turista svedese e attraversa lo Stretto di Messina contromano; nel 2010, sempre per una scommessa, parte dal porto di Marsiglia durante un uragano[3] e usa la scatola nera per registrare le musiche dei Bee Gees. I suoi marinai lo acclamano e lo adorano per come porta il timone bendato. Ma è nel 2011 che darà il meglio di sé, quando con la Concordia decide di risalire il Po.

[modifica] Il naufragio della Costa Concordia

Uomo spiaggia cocktail

Schettino mentre dirige le operazioni di salvataggio della Concordia.

Il 13 gennaio 2012, un venerdì 13 per giunta, Schettino diviene vittima di una ingiusta mala sorte che infangherà la sua pura memoria. Nei pressi dell'Isola del Giglio uno scoglio beffardo che stava al posto sbagliato nel momento sbagliato, colpisce alle spalle la Costa Concordia, mentre Francesco Schettino, Capitano e Gran Visir del suddetto piroscafo, tentava una manovra spericolata tirando il freno a mano solo per impressionare una sua amica moldava non ben identificata. Dopo aver sfidato la sorte il capitano, grazie ai suoi super-sensi di ragno, capta l'urto. Probabilmente avrò urtato il marciapiede - pensa inizialmente il comandante. Gli ufficiali in seconda accorrono subito, inutilmente preoccupati, nella sala comandi, dove il capitano Schettino stava giocando su internet a battaglia navale.

Marinaio : Quote rosso1 Capitano, abbiamo urtato qualcosa! La nave sta imbarcando acqua! Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Dia i seguenti ordini: virare a dritta, prua a babordo e fuoco alle polveri! Quote rosso2

Tizio a caso : Quote rosso1 Ma io sono il cuoco. Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 In coperta, nostromo, abbiamo bisogno di tutti gli uomini possibili! Non vedevo una tempesta così dall'inverno del '77! Quote rosso2

[modifica] La telefonata alla Costa Crociere

Dopo aver chiesto spiegazioni al marinaio di vedetta e dopo aver finito la partita a battaglia navale, il comandante ha ritenuto opportuno avvisare la Costa Crociere, fornendo informazioni nei minimi particolari.

Comandante Schettino : Quote rosso1 Pronto? Chi è? La Costa Crociere? Quote rosso2

Centralinista : Quote rosso1 No, è MSC Crociere, ha sbagliato numero. Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Veramente? Quote rosso2

Centralinista : Quote rosso1 No, stavo scherzando. Mi dica. Vuole prenotare una crociera? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 No, ma che prenotare! Io sono già in crociera! Quote rosso2

Centralinista : Quote rosso1 Ah, vuole disdire? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 No, guardi, io sono il comandante Schettino. Avrei bisogno di parlare con un responsabile. Quote rosso2

Centralinista : Quote rosso1 Ah, è il comandante! Perché non l'ha detto subito? Un attimo che le passo il presidente. Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Comandante, buonasera. Mi dica. Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Eh, buonasera presidente... Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Che succede? Mi dica. Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Eh, cioè... mettiamo il caso che... mettiamo il caso che qualcuno le avesse rigato la macchina: come la prenderebbe? Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Mi hanno rigato la macchina? Ma porca puttana! È terribile! Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Ah, ho una buona notizia allora: nessuno le ha rigato la macchina. Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Sì, ma mi faccia capire: lei mi ha telefonato per dirmi che nessuno mi ha rigato la macchina? Come prosegue il viaggio? Tutto a posto? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Mah, diciamo... cioè, guardi presidente, io stavo camminando, no? Stavo camminando piano, non avevo messo neanche la terza, e uno mi ha tagliato la strada. Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Le hanno tagliato la strada? Chi? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Un motorino! Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Un motorino le ha tagliato la strada in mare aperto? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 No, forse era un motorino acquatico, come si chiama? Un motoscafo, ecco! Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Ma lei è su una nave da 114.000 tonnellate, cosa vuole che sia un motoscafo? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Sì, no, lo so presidente, è che io per evitarlo ho girato la cloche e... e secondo me ho preso il marciapiede. Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 In mare aperto? Ma che sta dicendo? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Eh, lo so, è difficile da spiegare. Io adesso però prendo una scialuppa e vado a vedere che succede. Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Aspetti un attimo, qua mi dicono di accendere la televisione. Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Ma che la accende a fare? Cioè, io lo dico per lei, i telegiornali danno solo brutte notizie. La crisi, gli scioperi, cioè uno poi si demoralizza... mi stia a sentire, non accenda la televisione. Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 ... Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Pronto? Quote rosso2

Presidente : Quote rosso1 Comandante... ma quella nave inclinata su un lato non è la nostra Concordia, giusto? Quote rosso2

Comandante Schettino : Quote rosso1 Nono, veda bene che forse in TV stanno passando Titanic in 3D. Tu-tu-tu-tu-tu Quote rosso2

[modifica] La tragedia

Original video

Vedendo che le cose si mettevano male e che la nave iniziava a inabissarsi, il comandante ha pensato di salire su una scialuppa di salvataggio e allontanarsi dalla nave per controllare che le scialuppe funzionassero correttamente. Purtroppo questo suo gesto è stato molto criticato poiché alcuni maligni hanno ipotizzato che Schettino volesse allontanarsi e mettersi in salvo, abbandonando la nave e i passeggeri rimasti intrappolati al loro destino. Durante quei minuti concitati, la capitaneria di porto di Livorno ha telefonato diverse volte alla Costa Concordia, cercando di capire quanti passeggeri fossero rimasti intrappolati e quanti invece si erano già messi in salvo. Schettino, dedito al suo dovere fino all'ultimo, inizialmente ha fatto rispondere la segreteria telefonica, poi ha risposto con chiarezza che all'interno erano rimaste circa diciassedici persone.

Quote rosso1 Ho salvato migliaia di vite. Quote rosso2
~ Il Comandante Schettino ogni volta che attraccava in un porto[4].

[modifica] Il mistero della moldava, ovvero: chi era quella donna?

Io non ho paura

La fiction Rai di prossima produzione.

Come tutti gli omicidi, i misteri e le stragi di massa, c'è una donna misteriosa che avvolge nel torbido tutta la vicenda. Ebbene, approfondite indagini e superficiali cacce alle streghe ci hanno svelato che si trattava di una banale donna delle pulizie, che lo accompagnava in plancia al momento dell'incidente per spolverargli la collezione di trofei tarocchi da mostrare alla strappona di turno.

[modifica] I difensori di Schettino

[modifica] I compaesani

Quote rosso1 È un eroe che ha salvato oltre quattromila persone. Quote rosso2
~ Un assessore di Meta di Sorrento su Francesco Schettino[5].

Nel suo paese d'origine, Meta di Sorrento, tutti lo difendono poiché compaesano. Un po' come se i compaesani di Bernardo Provenzano si lamentassero dell'arresto del boss e lo definissero solo "un tipo un po' riservato". Per gli abitanti di Meta, è evidente che non può essere stato lui l'unico colpevole, qualcun altro deve averlo indotto ad avvicinarsi troppo all'isola del Giglio. Forse le sirene di Ulisse.

[modifica] Giuliano Ferrara

Quote rosso1 L'unico capro espiatorio di una tragedia incomprensibile Quote rosso2
~ Giuliano Ferrara su garantismo[6].

Per Giuliano Ferrara la tragedia della Concordia ha ancora dei lati oscuri, difficili da chiarire. Tale tesi potrebbe indurci a pensare che la giustizia italiana, così come l'informazione, sia solo schiava del pregiudizio che cerca un capro espiatorio da presentare al popolo. La realtà è che le colpe sono ben altre, colpe che la giustizia e la stampa non riescono ad individuare nella loro miopia e cupidigia di protagonismo, proprio come succede nella politica, dove la magistratura politicizzata dà sempre la colpa ai soliti noti senza andare a fondo nelle questioni. Quindi, quali siano le altre colpe nascoste in questa vicenda, le sa solo Ferrara.

Capitan Schettino Quattro salti in scialuppa

Per rendere onore al coraggio di Schettino, la Findus ha lanciato una nuova linea di prodotti, i "Quattro salti in scialuppa" di Capitan Schettino. Specialità: Linguine allo scoglio.

[modifica] Le altre responsabilità

A lungo Giuliano Ferrara e le casalinghe si sono chiesti dove potrebbero essere altre responsabilità di questa tragedia aldilà di un comandante pirla come pochi. E noi di Nonciclopedia ci siamo dati una risposta: perché le capitanerie di porto e la guardia costiera non sono mai intervenute contro le navi che si avvicinavano troppo alla costa? Non potevano far spostare gli scogli per tempo?
Grazie alla legge italiana, Schettino è già tornato a casa salutato dai suoi compaesani con una festa con ricchi premi e cotillon (sorteggiata una crociera con MSC), mentre lo scoglio è stato condannato a 30 anni per omicidio colposo plurimo, negligenza, oltre a 33€ di multa per sosta vietata e mancata esposizione del grattino.

[modifica] La fiction TV

Come tutte le tragedie che avvengono in questo paese, purché non riguardino mafia, morti sul lavoro, macelli messicani polizieschi e inadempienze della classe dirigente, la storia della Costa Concordia verrà immortalata da una fiction Rai, che vedrà Beppe Fiorello nella parte del comandante De Falco, Pino Insegno nella parte del comandante Schettino, Elena Sofia Ricci nella parte della moldava, Giancarlo Magalli nella parte dello scoglio e Lando Buzzanca nella parte di Lando Buzzanca che va a farsi una crociera.

Nella fiction la tragedia verrà presentata come una fatalità poiché in Italia, finché non si arriva al terzo grado di giudizio, non si è ancora colpevoli, e in Rai è meglio essere garantisti.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Altri progetti

[modifica] Fonti

  1. ^ Schettino: “Sono inciampato nella scialuppa“
  2. ^ Io! Sì, sono proprio Io. Francesco Schettino, vita di un capitano ma soprattutto di un eroe dei nostri giorni, 2009, Napoli, Ed. Vir o' mar quant'è bell, ISBN 389 234 00 22
  3. ^ La follia di Marsiglia.
  4. ^ Ho salvato migliaia di vite.
  5. ^ Meta si schiera con Schettino
  6. ^ Giuliano Ferrara e l’onore del ‘povero’ Schettino
Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo