Flavio Insinna

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Testa che esplode dal film Scanners.gif
ATTENZIONE:
Il soggetto descritto suscita ODIO PROFONDO
La vostra testa potrebbe esplodere per la rabbia
Quote rosso1.png E il pacco del concorrente contiene... Quote rosso2.png

~ Flavio Insinna 20 minuti prima di aprire l'ultimo pacco
Quote rosso1.png Anche stavolta è arrivato prima di me Quote rosso2.png

~ Flavio Insinna dopo aver visto Don Matteo che già faceva scegliere i pacchi al concorrente
Quote rosso1.png Come diceva sempre... Quote rosso2.png

~ Flavio Insinna citando qualche poeta sfigato morto giovane, prima di aprire l'ultimo pacco

Flavio Insinna, al secolo Flavio Indesit (28 ottobre 1922- purtroppo ancora vivo) è un criminale di guerra di fama mondiale, probabilmente il più famoso insieme a Pupo.

Affari-Tuoi-Insinna-6.jpg

Flavio Insinna dopo aver compiuto una delle sue nefandezze

[modifica] Biografia

[modifica] I suoi primi disgraziati 20 anni

Figlio illegitimo di Mussolini, nasce a Ceppaloni durante la marcia su Roma a seguito della relazione del duce con una delle prime lavatrici. Distintosi subito da piccolo per la sua incommensurabile crudeltà, soprattutto verso il suo cuginetto Bruno Vespa, che rimase traumatizzato tutta la vita, già a 15 anni era uno dei migliori amici di Hitler. A 18 anni fu messo a capo del lager di Dachau, dove si divertiva sadicamente a torturare gli ebrei con "Il gioco dei sacchi". Questo gioco consisteva nel dare la possibilità di salvarsi a un ebreo se riusciva a trovare su venti sacchi i quindici con degli ebrei dentro, senza aprire mai quelli con dentro le SS. Quando in un sacco trovava un ebreo per continuare il gioco doveva ucciderlo, se invece c'era una SS questa usciva subito dal sacco e apriva il fuoco. Solo Rita Levi Montalcini riuscì a vincere, ma Insinna si vendicò trucidando la sua gemella. Sfortunatamente per lui ad assistere c'era anche Paolo Bonolis, allora SS, che in seguito gli avrebbe soffiato l'idea.

[modifica] La fuga dall'Europa

Dopo la sconfitta di Hitler cambiò nome per scappare al processo di Norimberga da Indesit a Insinna. Nel periodo dal 1946 al 1960 scappò in Argentina, dove tentò senza riuscirci di creare un clone di Hitler, nacquero così Roberto Calderoli e Michele Mirabella.

[modifica] Insinna II returns

Mangiafagioli con faccia di Mastella.jpg

Mastella, figlio unico di Flavio Insinna, da giovane, quando mostrava una certa somiglianza con il padre

Tornato per un breve periodo nella natia Ceppaloni ebbe un figlio da una paesana che chiamò Mastella, poi ribattezzato Clemente per la grande umanità con cui cercava di non macchiarsi mai personalmente le mani di sangue. Da Ceppaloni andò in Iugoslavia, dove riuscì grazie alla sua spietatezza e alcuni trucchetti a diventare dittatore col nome di Milosevich.

[modifica] Dopo i lager, la RAI

Dopo la caduta dell'Urss mise al suo posto come sosia Elvis Presley e ritornò in Italia. Qui si diede alla televisione, prima con poco successo, ma in breve tempo, leccando il culo a Pippo Baudo, riuscì ad apparire sempre più frequentemente. Insinuò il sospettto a Del Noce che Bonolis lo tradisse con Magalli, così riuscì a farlo cacciare da "Affari tuoi". Quando al posto suo arrivò Pupo, Insinna non esitò ad andare a letto con Petroni e Landolfi pur di avere il programma. Dopo "Affari tuoi" riuscì a vincere anche un telegatto insieme a Little Tony come rivelazione dell'anno. Non si è bene ancora capito quale sia il suo losco scopo in Tv, ma si pensa che sia una mossa per compiere un colpo di stato e impadronirsi del mondo, ipnotizzando i malcapitati telespettatori, che hanno per definizione una mente debole.

[modifica] Don Matteo

Prima di entrare nei pacchi prese parte allo sceneggiato "Don Matteo", per il cui cast erano state spese grandi cifre nelle riesumazioni degli attori, che andavano tutti da Terence Hill a Katia Ricciarelli.

[modifica] Una puntata di Affari tuoi

Le puntate di questo squallido programma seguono sempre il solito rituale, ma le persone che lo seguono sono troppo stupide per accorgersene:

  • Viene sorteggiato un concorrente, che di solito è anche più disperato di quanto non lo fossero gli ebrei nei lager.
  • Il concorrente raggiunge Insinna e qui inizia una serie insopportabile di gags che già Stanlio e Ollio consideravano vetuste.
  • Insinna si finge appassionato alle sorti del concorrente e quindi si snoda parzialmente la cravatta, si scollaccia e si mostra sudato.
  • Ai tre quarti della trasmissione rimangono solo due pacchi che contengono un'iguana oppure 1 milione di euro.
  • A questo punto il concorrente sceglie o di accettare un'offerta che viene fatta da un povero schiavo vittima ogni giorno di violenze psicofiscihe da parte di Insinna, o di andare avanti.
  • Se va avanti (60 %) allora trascorrono 20 minuti prima di aprire il pacco. In questo lasso di tempo si cerca senza successo di creare della tensione.
  • Il pacco quasi sempre è vincente, se invece il concorrente aveva accettato l'offerta Insinna cerca in ogni modo di infierire, facendo vedere che il pacco era effettivamente quello vincente. Il concorrente chiude lo sketch comico con una frase di circostanza tipo Va bene così, perché vaffanculo non è un termine abbastanza televisivo.

[modifica] Curiosità

  • Nel 1986 tentò di entrare nell'Arma, ma quando scoprirono il suo passato presero al suo posto Il maresciallo Rocca.
  • È noto che Insinna va dallo stesso imbalsamatore di Berlusconi per poter dire di avere 42 anni in meno e avere allo stesso tempo la sua pensione da colonnello delle SS.

[modifica] Voci correlate



Strumenti personali
wikia