Five Nights at Freddy's: Sister Location

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Shovel Knight
Attenzione: in questa pagina si parla di un indie game.
Tenete a portata di mano i vostri occhiali da hipster e preparatevi a sborsare ben 10 € per questa gemma semisconosciuta fatta da quattro persone in croce, senza dimenticare il bonus nel caso abbiate buttato ulteriori soldi per il suo kickstarter.
Ricordate: in un mondo di casualoni, voi siete la differenza. Forse.
Baby in FNaF Sister Location

Posto diverso, animatronic diverse, stessi jumpscare che non mettono paura nemmeno a un bambino

Quote rosso1 Non hanno niente a che vedere con i miei stracchini volanti, perdiana! Quote rosso2
~ Nonno Nanni alla richiesta di esprimere un parere sui burri esotici forniti da Circus Baby Pizza World
Quote rosso1 In effetti mi sembrava di aver lasciato una serie di stanze incustodite Quote rosso2
~ GLaDOS commenta sulle origini della pizzeria sotterranea
Quote rosso1 Ma quindi alla fine l'assassino viola ha gli occhi blu? Quote rosso2
~ Giocatore veterano della serie ancora più confuso da come la trama sia diventata più contorta di quella di Metal Gear

Five Night's at Freddy's: Sister Location è il quinto e per un po' grazie al cielo l'ultimo vediogioco pseudo-horror punta e clicca, partorito dalla mente dell'ultracattolico Scott Cawthon; l'idea alla base era di concludere tutte le domande fatte dai fan sugli inutili millemila risvolti della trama del franchise, fra tradimenti, lotte tra famiglie, possessioni demoniache e simulatori di pizzerie. Peccato che prima di questo Scott avesse scritto un libro che aveva come risultato incasinato di più la continuità, fungendo quindi da rampa di lancio per Sister Location per far sì che la trama assumesse pieghe ancora più insulse.

Il feedback è stato così negativo che Scott è stato costretto a creare un sesto e finalmente ultimo titolo completamente gratis.

[modifica] Trama

Stop hand
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Una volta avevo un criceto di nome George che lesse la trama di "Bianca e Bernie nella terra dei Borghezio" prima di vedere il film e si suicidò. Quindi fate attenzione, non voglio avere altre morti pelose sulla coscienza.

In un passato remoto non ben definito prima del primissimo gioco, a causa delle continue violazioni di copyright perpetrate ai danni di Chuck e Cheese e McDonald, tutte le pizzerie Freddy Fazbear sono state chiuse.
Tuttavia gli investitori hanno sentito veramente il bisogno di spremere fino all'ultima goccia il franchise di Freddy e dei suoi amici robotici, e con il supporto tecnico di un ingegnere robotico sottopagato con la passione per le bambole, al posto di creare la solita pizzeria americana anni '90[1], hanno creato il Circus Baby Pizza World, un luogo posto a decine di metri sottoterra ergo facilissimo da raggiungere[citazione necessaria] in cui ancor prima di arrivarci gli ascensori ti insultano, gli animatronic ti mangiano a colazione e la pizza costa pure un occhio della testa.

In questo bellissimo e colorato scenario distopico, i suddetti investitori, per difendere il posto dai famosi ladri di cose inutili e brutte che neanche i peggiori cleptomani scipperebbero, assumono per qualche centesimo l'ora come guardia notturna il nostro, probabilmente malato di mente protagonista, che dovrà compiere divertenti e istruttive vivisezioni ai pupazzoni animatronic. Che tali esperimenti consistano nell'elettroshock e nel compattamento in cubi è un altro paio di maniche, ma ehi, il controllo missione non da altro che sparare battute da meme di Reddit ogni 5 minuti giusto per far dimenticare questo dettaglio, quindi perché ignorare il suo duro lavoro?

Già dalla prima notte però c'è qualcosa che non va visto che una delle animatronic, Baby, si mette a dialogare tranquillamente con il tecnico e a parlargli delle sue crisi esistenziali. Quest'ultimo lascia perdere e continua ad andare avanti, giorno dopo giorno, fino a quando non viene sorpreso da una versione viados di Foxy, viene rinchiuso in una tuta a molla e costretto a guardare un'altra animatronic venire fatta a pezzi.
Invece di fare la cosa sensata e chiamare la polizia o un esorcista, il nostro baldo uomo continua le sue cinque giornate fino all'ultima, in cui Baby gli dice di stare fermo in un punto specifico giusto vicino a uno smembratore e lui come un boccalone ci casca.

E qual è la ricompensa per tutto questo?

Purple Guy e Rick Astley

Congratulazioni ora avete scoperto l'origine del killer viola. Che stranamente è identico a Rick Astley. Non chiedete.

L'unico modo per evitare questa fine da peracottaro è di ignorare gli ordini di Baby e di infilarsi in uno sgabuzzino per avere finalmente una sezione di gameplay simile a quella dei giochi precedenti, e anche lì la ricompensa è poter tornare a casa per un paio di minuti con un cesto di burri esotici.

OKAY
Spoiler
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Personaggi

A differenza dei precedenti capitoli, in cui i pupazzoni animatronic erano un minimo caratterizzati, qui sono tutti praticamente delle macchiete, ciascuno per una notte.

  • Michael Afton: la guardia notturna, che alla fine schiatta. Non si sa quale atroce malattia mentale lo affligga, visto che oltre a non denunciare i fatti accaduti nel locale, continuerà a lavorarci, fidandosi pure della vocina di Baby che aleggia nel suo cervello. E per ricompensa viene posseduto per un buon ventennio circa.
  • Baby: in teoria la mascotte del posto, è praticamente la versione femminile di Pennywise ed è stata progettata per rapire bambini attirandoli con del gelato. Il perché impiegarla in una pizzeria sotterranea è ancora ricercato dai cacciatori di lore della serie.
  • Ballora: animatronic ballerina, come si evince dal nome, viene usata come trottola ambulante nella sua stanza, ma dato che ha ferito giusto quattro dozzine di bambini così è stata decommissionata e riconvertita come avversario di Hypnodisk in Robot Wars.
  • Funtime Foxy: versione glamour della volpe pirata, è qui giusto per mostrare come diventerà Mangle nel secondo capitolo, anche i suoi jumpscare sono più inutili degli altri.
  • Funtime Freddy: non può essere un gioco della serie senza Freddy al suo interno, ma sfortunatamente viene ridotto come gli altri a una macchietta senza importanza; l'unica nota unica è che al posto di una mano ha un pupazzetto di Bonnie, che per qualche motivo possiede vita propria e ha lo stesso effetto da jumpscare degli animatronic very e propri. Perché sì.
  • Ennard: in teoria il vero antagonista del gioco, non si fa vedere praticamente fino alla fine in cui possiede Michael dopo averlo smembrato ma a detta dei decifratori della serie avrebbe impersonato Baby tutto il tempo. Non che abbia molta importanza, nessuno dei due ha effettivamente peso nella trama nonostante quello che Scott cerchi di dire negli altri giochi e nei libri.

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Il famoso tizio al telefono dei precedenti capitoli, che scartavetrava gli zebedei urlando "HELLO?!" ogni due secondi qui è rimpiazzato da un'IA che purtroppo a causa dei suoi difetti fornisce materiale meme per siti come Tumblr. Quantomeno non è doppiata da Scott stesso.
  • Per mostrare quanto seriamente si prenda il gioco, il protagonista una volta finito un turno notturno torna a casa a sgranocchiare popcorn mentre guarda una soap opera con protagonista un vampiro. Giusto per sottolineare il rispetto che Scott ha per i fan.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Famose ai tempi per la loro pizza al sapore di cintura di sicurezza.
Strumenti personali
FANDOM