Fisica in Devil May Cry

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Devil May Cry Logo con Trish.jpg
Hai problemi con i demoni?
Te li ritrovi sotto casa o hanno trucidato la tua famiglia?

ALLORA CONTATTA LA DEVIL MAY CRY!

Avrai ai tuoi servizi un mezzo-demone semi-immortale al modico prezzo di 4 pizze e 6 birre!
Quote rosso1.png Vuoi dire che i demoni sono tra noi?! Quote rosso2.png

~ Persona nel mondo reale su queste leggi
Quote rosso1.png Certo che sono fra di noi, che domande! Sennò perché esisterebbero i Devil Hunter? Quote rosso2.png

~ Persona del videogioco/anime su queste leggi

Le Leggi Fisiche di Devil May Cry sono un insieme di leggi che governano il mondo malato, gotico e anti-cristiano di Devil May Cry.

[modifica] Legge Fondamentale

Dante usa la doppietta.jpg

Esempio perfetto della Legge della Figaggine obbligatoria nel videogioco...

Dante DMC.jpg

...e nell'anime.

Su tutte le leggi UNA governa sulle altre, la legge al di sopra di tutte: questa è detta la Legge Suprema, onnipresente. Questa legge è...

[modifica] Legge della figaggine obbligatoria

Ogni azione di Dante deve essere figa, per forza. Questa legge si applica in qualsiasi situazione, quando spara, quando cammina, quando corre, quando viene colpito, quando rutta o quando se ne sta immobile senza far nulla.

[modifica] Leggi nel videogioco

[modifica] Legge dell'Infinità dei colpi

Qualsiasi arma da fuoco in possesso del protagonista avrà colpi illimitati e non dovrà mai essere ricaricata.

  • Eccezione: Soltanto il Lanciagranate e la Doppietta, dopo ogni singolo colpo, devono essere ricaricate, ma le munizioni restano comunque illimitate.

[modifica] Legge sulle armi demoniache

In tutti i luoghi che visiterete ci saranno sparse, inevitabilmente, armi possedute da demoni che tuttavia, pur minacciando talvolta Dante, non opporranno mai resistenza.

  • Eccezione: In Devil May Cry 3 le spade gemelle Agni&Rudra cercheranno di affettarvi, abbrustolirvi, farvi volare via e di asfissiarvi con la loro logorrea. Nel primo episodio verrete impalati al suolo da Alastor e bruciati vivi da Ifrit.

[modifica] Legge sulla prevedibilità della situazione

Nelle scene d'intermezzo in cui il protagonista di turno si guarda intorno è comprovato che di li a poco sarà inevitabilmente attaccato da chicchessia o finirà in una trappola. un esempio veloce: Vi trovate in un castello buio e pieno di pupazzi inanimati? State pur certi che, quando avrete recuperato un oggetto qualsiasi, questi prenderanno vita e cercheranno di attaccarvi.

[modifica] Legge sulla prevedibilità dei nemici

I nemici saranno gli stessi per circa l'88,97% del gioco e non cambieranno mai stile di combattimento.

[modifica] Legge sull'abbigliamento strambo

Nessuno nell'universo di Devil May Cry, che sia umano/demone/diosolosacosa, indossa vestiti che siano anche soltanto vagamente sobri. Ogni singolo personaggio indossa indumenti pacchiani, vistosi e ingombranti simili a dei Cosplay, categoricamente fuori luogo col contesto circostante e le relative condizioni climatiche.

[modifica] Legge della presenza di femmine obbligatoriamente fighe

Le donne, o quanto meno, gli individui di sesso femminile dell'universo Devil May Cry sono tutte/i, sempre e comunque, delle gnocche maggiorate e talvolta quasi completamente nude[1].

  • Eccezioni: Le uniche cozze sono Matiér, l'improbabile madre bacucca di Lucia, ed Echidna; per il resto, si assisterà a un infinito defilé di PornoStar che combattono agitando convulsamente le tette e il culo.

[modifica] Legge del seno femminile lievitante

I personaggi femminili, come Lady e Trish, avranno un'improvviso ingrandimento del seno di due taglie ad ogni episodio.

[modifica] Legge dell'incoerenza caratteriale del Protagonista

Dante cambia bruscamente carattere in ogni episodio:

  1. Nel primo episodio ci ritroviamo un Dante un po' sulle sue, ma con uno spiccato senso dell'umorismo.
  2. Nel secondo invece, diventa di punto e in bianco una sottospecie di androide dai modi asettici e privo di emotività.
  3. Nel terzo poi passa da un estremo all'altro, e si trasforma in un esuberante bulletto spavaldo in stile James Dean...
  4. Nel quarto diventa un ridicolo bamboccione in piena crisi di mezza età che si comporta come un adolescente dall'inizio alla fine del gioco, rivelandosi anche più sprovveduto di Nero.
  5. Nell'episodio indipendente dalla saga principale Dante è diventato un barbone emo drogato e ubriacone che si esprime SOLO con termini volgari.

[modifica] Legge dell'albinismo dei personaggi di rilievo

I personaggi più importanti e/o che hanno a che fare con il protagonista devono essere forzatamente albini: Dante, Nero, Sparda e Vergil hanno tutti i capelli rigorosamente bianchi; chi è sprovvisto dell'alba chioma allora non conta un cazzo nella storia.

Inoltre, Kobayashi e colleghi si ostinano ad affermare che i capelli di Dante sono biondi quando questi sono inequivocabilmente bianchi come cocaina.

[modifica] Legge dello zaino-porta-tutto invisibile

Nel corso dell'avventura Dante raccoglierà numerose armi demoniache e da fuoco, oggetti demoniaci e sfere multicolori. Questi oggetti, se inutilizzati, finiranno chissà dove, in un luogo invisibile, salvo poi ricomparire se si sceglie di usarle.

[modifica] Legge sui nemici riciclati ( comunemente detta Mancanza di originalità dei produttori )

I nemici sono, spesso e volentieri, un riciclo dei demoni dei giochi precedenti: cambia solo il nome e ( forse ) l'aspetto, preservando tuttavia la stupidità e la debolezza delle vecchie controparti.

[modifica] Legge delle armi abnormi

Agni&Rudra DMC.jpg

La Legge delle Armi bianche abnormi è vera... e voi che non ci credevate!

Le armi, che siano bianche o da fuoco, devono essere forzatamente enormi oltre ogni misura. Nonostante questo vengono maneggiate senza problemi, anzi, i protagonisti riescono a fare combo lunghissime.

  • Eccezione: Nessuna.

[modifica] Legge del Nuovo Protagonista

In ogni Devil May Cry, se escludiamo il primo, viene inserito un secondo protagonista nettamente inferiore a Dante, ma ugualmente giocabile.

  • Esempi: Vergil in DMC3, Lucia in DMC2, Nero in DMC4.
  • Corollario: Si è obbligati a giocare con Nero mentre Lucia e Vergil possono essere usati a rischio e pericolo del videogiocatore e della sua console.

[modifica] Leggi nell'anime

[modifica] Legge della notorietà

TUTTE e dico TUTTE le persone sulla faccia della Terra sono consapevoli dell'esistenza dei demoni, tanto che si rivolgono a delle agenzie specializzate per scacciarli come si fa per gli insetti.

[modifica] Legge della Vita normale

I demoni, spesso e volentieri, si travestono da umani e fanno una vita normale e, inoltre, fanno di tutto per avere dei soldi, quando potrebbero prendersi tutto quello che vogliono senza fatica. La domanda sorge spontanea... perché? Gli stessi Devil Hunter asseriscono di essere persone qualunque, tuttavia CHIUNQUE, umani e non, sa perfettamente chi siano e cosa cazzo fanno in realtà.

[modifica] Legge Paradosso dell'autostrada Inferi-Terra

Al contrario del videogioco i demoni escono ed entrano nel nostro mondo come pare e piace a loro. Questo, a volte, entra in conflitto con alcune scene dello stesso anime, in cui i demoni devo essere per forza evocati.[2]

[modifica] Legge del Devil Hunter

Dante, Lady e Trish.jpg

Ti riconosci in uno di loro? No? Non potrai fare il Devil Hunter. Tutta colpa della Legge del Devil Hunter

Il Devil Hunter, o Cacciatore di Demoni, è un lavoro che va di moda e fa guadagnare un sacco di quattrini, ma gli unici che possono praticarlo sono mezzi-demoni albini, mezze-demoni donna sparafulmini, e donne con i capelli corti, occhi di colori diversi e gigantesche armi da fuoco. E non ci guadagneranno assolutamente NULLA.

[modifica] Legge sull'Inevitabilità

In ogni genere di lavoro che Dante riceverà, anche se si tratta di coprire una banda di cacciatori di dischi da 45 giri, ci saranno di mezzo, inevitabilmente, dei demoni spuntati da chissàdove.

[modifica] Legge del sanguinamento/smembramento abnorme

Una persona normale ha abbastanza sangue nel proprio corpo da dipingere un intera casa[3]. I Demoni ne hanno il doppio: un'unica pallottola andata a segno in una qualsiasi parte del corpo libera così tanto sangue da poter formare un lago in cui navigare tranquillamente. Una spadata, mollata anche solo di striscio, squarcerà un demone in diversi pezzi che si riversano all'infinito ovunque, anche se il demone è stato già affettato da un paio di minuti.

[modifica] Legge dell'immortalità

Dante è immortale e resiste a tutto: anche se viene trapassato da una spada ed impalato su una croce, oppure perforato a mezz'aria da spunzoni comparsi dal nulla, o anche se un proiettile lo colpisce vicino al cuore, si rialza puntualmente, uccidendo il cattivo di turno. Non c'è verso che Dante perda, ogni avversario si rivelerà essere sempre e comunque una pippa.

[modifica] Legge sugli alimenti

Gli unici alimenti presenti in tutto l'anime sono pizza, birra e gelato alla fragola.

  • Eccezioni: in qualche scena si vedono whisky e tè.

[modifica] Note

  1. ^ Vedi Nevan e Gloria.
  2. ^ Ma se possono transitare tranquillamente tra i due mondi, perché farsi invocare?
  3. ^ Interni inclusi
Devil May Cry Logo con Trish.jpg
Strumenti personali
wikia