Final Fantasy Tactics

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Vayne e Gabranth.jpg
Attenzione:

Fantapolitica Matsuniana in corso!

La trama di questo articolo è stata scritta, redatta ed approvata dal sommo poeta in persona, quindi si consiglia al lettore di prepararsi alla seguente scarica di trame e intrighi prendendo un tomo di educazione civica, una copia della Costituzione Italiana e una buona scorta di caffè.
Tizio che sembra Marsh di Final Fantasy Tactics Advance.jpg
Final Fantasy Tactics.jpg

Già dalla copertina puzza di cazzata, eh?

Final Fantasy Tactics è un videogioco edito nel 1997 dalla Squaresoft per la plei. È prodotto e realizzato da un gruppo di polli alle mandorle parte dei quali andranno poi a realizzare altre pietre emiliane del videogame quali Vagrant Story e Final Fantasy XII, sempre per la medesima piattaforma.

[modifica] La storia

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Una volta avevo un criceto di nome George che lesse la trama di "Bianca e Bernie nella terra dei Borghezio" prima di vedere il film e si suicidò. Quindi fate attenzione, non voglio avere altre morti pelose sulla coscienza.

La storia del gioco ruota intorno alle avventure di Ramza Beoulve (Ramza BellaVulva), figlio cadetto della nobile casata dei BellaVulva che purtroppo - con grande costernazione dei suoi famigliari - nasce emo. Suo padre, saputolo che ebbe, di sua spontanea iniziativa si ammala e muore. I nobili fratelli maggiori si mettono subito in moto per potersi spartire l'eredità. Il nostro eroe invece decide di partire, assieme al suo unico amico Delita Hayjal (Delita CiàICall) oltre che a un gruppo di dipendenti dell'Ansaldo pagati appena sotto il minimo salariale, alla ricerca del favoleggiato pene d'ebano. Durante le sua avventure Ramza incontrerà numerosi personaggi che non esiteranno a prenderlo in giro per il suo nome di battesimo, come Agrias Oaks (Agrias Ahò!!), bella e fiera paladina che nasconde un segreto dentro sé (all'altezza del pube) e Mustadio Bunanza, rinomato perché è l'unico essere nell'universo con un nome più ridicolo di quello del protagonista della storia. Durante la sua avventura Ramza sperimenterà l'amore diverso e avrà modo di sventare una cospirazione politica ordita dei due eredi al trono del regno, i quali non riescono a mettersi d'accordo su quale foggia di capelli meriti la pena di morte e quale no. Ad un certo punto, però, Ramza capirà che i mali del mondo sono tutti causati da una antica forza maligna che, con il suo gruppo, non esiterà a sconfiggere - per poi infierire iscrivendola a forza a un corso di Salsa e Merengue. Alla fine Ramza, esasperato, finge la propria morte e se ne va via dal regno con due buone amiche, pronto a iniziare all'estero una nuova attività che ha a che fare col traffico d'organi.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Personaggi

[modifica] Ramza Beoulve

Ramza BellaVulva è figlio del capostipite della famiglia e di una piccola fiammiferaia che sua padre ha posseduto senza rendersene conto mentre con la moglie andava a fare le compere di Natale. Il giorno dopo, Ramza già bussava alle porte della magione di famiglia per pretendere il suo posto all'interno. Bambino prodigio ma bambina mediocre, Ramza entra quasi subito in crisi quando in prima elementare gli amichetti - che si chiamano tutti Paolo, Marco, Luca, ecc - lo prendono in giro per il suo curioso nome proprio. Decide allora di abbracciare la causa dei Linkin Park e diventa emo. Verrà salvato dal suo unico amico, Delita, ragazzo simpatico se non fosse per quella strana abitudine di masturbarsi con la carta vetrata, e partirà con lui e con altri eroi per un epico viaggio.

[modifica] Delita Heiral

Delita nasce contemporaneamente da due famiglie nel reame di Ivalice, dove la storia si svolge. Da piccolo, conosce il figlio cadetto dei BellaVulva, Ramza, e se ne innamora all'instante. Turbato e insicuro, vive i primi anni dell'infanzia combattuto tra il fatto di confessare il proprio sentimento e il tenerselo per sé; il destino, però, viene in suo soccorso quando - scampato a un mortale incidente con il forcipe - viene reclutato da Ramza per accompagnarlo alla ricerca del prezioso artefatto. A circa metà della storia, Delita si mostrerà disilluso e, unitosi a un gruppo di ninfomani maggiorate, scapperà per scoprire la sua vera passione: il curling.

[modifica] Agrias Oaks

Agrias è una bella ragazza bionda, alta, magra, atletica e con una naturale predisposizione alla lotta greco romana. Si iscrive alla medesima scuola di combattimento degli altri personaggi del regno, ma grazie alla sua leggendaria abilità nell'uncinetto, riesce a diventare molto ma molto più forte dei suoi coetanei. Agrias si unisce al gruppo di Ramza perché è segretamente innamorata della principessa Ovelia, che poi ricambierà il suo virile amore. La sua tormentata storia raggiunge il culmine quando Ramza e alcuni dei suoi, decisi a spiarla mentre fa la doccia, si rendono conto con sgomento di un piccolo particolare nella sua anatomia, che hai voglia a cercare sui libri, proprio non dovrebbe essere lì.

[modifica] Mustadio Bunansa

Mustadio è un trafficante colombiano sotto mentite spoglie, molto abile con le armi da fuoco, che però soffre di una grave forma di complesso d'inferiorità. A 0.00075 anni, uccide il padre perché lo ha battezzato come lo ha battezzato (senza rendersi conto che c'è sempre chi sta messo peggio - il padre si chiamava Besrudio Bunansa). Subito dopo parte per la Colombia, dove diventa nell'arco di pochi decimi di secondo il principale trafficante di droga, armi e stringhe sotto sale. Dopo aver ucciso tutti i suoi collaboratori perché si erano permessi una battutina sul suo nome durante un party di Capodanno, Mustadio incontra Ramza e il suo gruppo, e subito si sente simpatetico col protagonista a causa della comune anagrafica sfortuna. Si ricrederà quando Ramza inizierà a chiamarlo per gioco, "Mustacchio" - scatenando l'ilarità del gruppo.

[modifica] Principessa Ovelia

La legittima erede al trono di Ivalice è Ovelia, principessa poco più che bambina che però ha già una discreta esperienza nelle cose del mondo. La sua inebriante bellezza farà innamorare perdutamente Agrias - cosa che in principio causerà sgomento e dissenso nella nobile. Quando però ella scoprirà di non essere in realtà la vera erede al trono, e correrà di conseguenza il rischio di perdere i diritti sul conto in banca della famiglia reale, accetterà di buon grado l'amore di Agrias, pensando che si, dopotutto è un buon partito. Nella loro prima notte di intimità, Ovelia scoprirà che in Agrias c'è più di quel che sembra.

[modifica] Ultima

Cattivissima e nascostissima presenza ostile della storia, questa forza demoniaca non si manifesterà che negli ultimi 20 secondi di gioco, snocciolando dialoghi incomprensibili, e inficiando del tutto la possibilità da parte del giocatore di capirci qualcosa. Tutto questo non farà che montare la rabbia di Ramza e compagni, che la sconfiggono - come tradizione nei JRPG - una prima volta e poi una seconda nella sua vera forma. La pace torna quindi su Ivalice, ma Ramza scopre che la somma sul suo conto corrente è ancora molto misera. Da qui l'idea di cambiare totalmente attività.

[modifica] Sistema di Gioco

Il sistema di gioco è la copia spudorata di quello di Vandal Heart, uscito l'anno prima, ma tragicamente ignorato perché non porta nessun brand famoso.

[modifica] Recensioni e Critiche

Il gioco ha ricevuto un'ottima accoglienza tra i fan, perché gran parte di loro non avevano mai visto Vandal Hearts. Tra i premi vinti dal gioco ricordiamo:

  • (1996) L'Oscar per la trama più articolata e peggio tagliata.
  • (1996+1) Il Golden Globe per il protagonista più insulso (parimerito con quello di Final Fantasy VIII)
  • (6991) Il Premio Speciale del Gran Giurì per i nomi propri più ridicoli del millennio
  • (3x*e^x) Il prestigioso Frigo a Pedali per i personaggi più inutili dell'era geologica corrente
  • (-∞) La Coppa del Nonno per il peggior bilanciamento in un gioco di ruolo su console dall'inizio dei tempi

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Il fatto che 99,99% dei personaggi del gioco siano biondi e dagli occhi azzurri è un fatto puramente casuale e non deve far pensare che gli sviluppatori seguano una certa corrente politica o che abbiano difficoltà ad accettare le diversità
  • Il gioco è uscito recentemente anche per PSP, in una nuova veste completata e arricchita con cutscenes infantili. Il sistema di gioco è invariato tranne che per il fatto che tutti i personaggi maschili sono donne e viceversa. Inoltre, la complessità del sistema di gioco non beneficia troppo delle dimensioni dello schermo della console portatile e neanche della durata della batteria, causando esaurimento nervoso nel 100% delle sessioni di gioco. Il gioco ha avuto tuttavia una buona accoglienza, specie da parte degli utilizzatori abituali della PSP - che possono ora fregiarsi di avere un gioco incasinatissimo che chiaramente non hanno mai giocato/finito - ma che fa comunque figo avere.
  • Agrias non è eterosessuale.
  • Per la gioia dei Fun, Cloud Strife fa una comparsa come personaggio giocabile. Per ottenerlo basta trovare Aerith, che nel gioco è viva[citazione necessaria], farle ingoiare un diamante, buttarsi in una rissa tra romanisti e laziali, creare un universo alternativo dove l'eroe impedisce a se stesso di suicidarsi, penetrare analmente un drago nutrito a minestra di fagioli e cavalcare un Chocobo con la sella al contrario.
    • Anche dopo aver accettato di seguirvi, oltre che un rompipalle di proporzioni colossali Cloud non sarà capace di fare niente senza la sua spada che ha "accidentalmente" dimenticato in cima ad un vulcano.
    • Anche con la spada, Cloud è ancora l'essere più inutile del gioco.

[modifica] Ivalice correlate

[modifica] Altri progetti

[modifica] Note



Final Fantasy logo generico serie.png
Strumenti personali
wikia