Fiat Uno

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Era troppo bello usarla per prendere le rotonde in contromano Quote rosso2.png

~ Tutti su come divertirsi con la Uno
Quote rosso1.png Figa, ho fatto il ciocco!! Quote rosso2.png

~ Tamarro su una serata con la Uno


La FIAT Uno è un'automobile prodotta dalla FIAT su cui per sbaglio venne montato il motore di un tir. Le conseguenze furono subito evidenti a tutti, era l'unica macchina a fare gli 80 km all'ora già solo ingranando la prima.

[modifica] Storia della FIAT Uno

Launociocco.jpg

La Uno e il suo guidatore (un albero) subito dopo il tamponamento con un moscerino.

Nel 1586 Leonardo Da Vinci, inventore, artista e scienziato di Busto Arsizio, stufo di recarsi al lavoro con un cammello ungherese, decise di buttare giù i primi schizzi di un prototipo di automobile, molto somigliante all'odierna Uno. Purtroppo sei secoli fa Leonardo non aveva nulla a parte le idee, mentre oggi alla FIAT a parte le idee hanno davvero tutto.

Così il progetto rimase a lungo chiuso nei cassetti della scrivania di Leonardo, finché tanti e tanti anni dopo l'idea non venne ripresa da Gigione Marabelli, che trovò per caso i fogli leonardeschi mentre cercava un kleenex dopo essersi schiacciato un brufolo. Vista la bellezza del progetto Mirabelli pensò subito di avvertire i vertici FIAT e di iniziare la costruzione di una macchinetta fatta su misura per l'impiegato di merda.

Durante i vari test la vettura si è più volte incendiata da spenta, inoltre aveva l'invidiabile primato di ribaltarsi anche da ferma.

Nel 1989 Gigione Marabelli morì di calcoli algebrici e ancora oggi è a lui che è stato erroneamente attibuito il progetto della FIAT Uno.

[modifica] Modelli

Unofiamma.jpg

La Uno Fire dopo il rodaggio.

Furono prodotti modelli sia a 3 che 5 porte nel corso degli anni. I modelli senza porte vennero prodotti solo nel 1983 e stranamente non ebbero gran successo.

Ecco i più venduti:

  • Uno Essential: versione 3 porte, mancava dei finestrini, dell'aria condizionata, dei sedili posteriori, delle cinture di sicurezza, dei bulloni alle ruote e a volte della marmitta (a quell'epoca si metteva il tubo di derivazione del cesso, efficace e soprattutto economico). Però costava pochissimo.
  • Uno Tristezza: versione con 5 porte, colore beige spento, cerchi già arrugginiti ma in lega, sedili di vimini e motore 1000 interamente in ghisa che sviluppava una potenza di 12 cv, anche a causa del carburatore ingolfato di serie.
  • Uno Suicidio: versione con una porta, sterzo invertito, marmitta interna all'abitacolo e sedili recuperati dalle giostre dei luna park. Pedale del freno non incluso.
  • Uno 2T: famosa per avere un motore due tempi da 49,9 cc, regime massimo di 14.000 rpm, una velocità di 45 km/h con gli strozzi e 45,1 km/h senza strozzi. Inoltre era molto facile gripparla, bastava dargli un po' di zucchero.
  • Uno Turbo-Truzzo: versione con 3 porte, rosso sgargiante, cerchi in autunite lucidati ma radioattivi, scarico dei gas degno di un pullman, motore di derivazione aeronautica (700 cv). Era nota per alzarsi in volo con la seconda e cappottarsi con la quinta.
Fiat uno.jpg

La tipica FIAT Uno da Truzzo, con prese d'aria sul cofano, cerchi in lega, minigonne, scarico da camion (non visibile) e il tipico colore Rosa.

  • Uno Fire: in versione sia da 3 che a 5 porte, aveva i pistoni in mogano, l'albero a camme in ebano e il cambio in abete. Fu chiamata così non a caso: era noto il fatto che prendesse fuoco poco dopo il rodaggio, e questo rappresentò una forte attrattiva per i giovani.
  • Un-To: per un errore di costruzione quest'auto venne costruita solo con 2 porte, cosicché per aprire il portabagagli serviva la fiamma ossidrica. Disponibile nei colori verde vomito e rosso emorragia nasale, aveva i sedili in corteccia, il motore che andava ad olio d'oliva, la frizione sott'olio, e i cerchi in legno d'olivo. Fu prodotta per un periodo limitato (1983-1986) nella stagioni estive durante la raccolta delle olive. In assoluto il modello più affidabile, se si escludono due difetti: la tenuta di strada inesistente e il fatto che la vettura parcheggiata sotto il sole o a temperature superiori ai 28 gradi irrancidiva.
  • Uno Mattina: La macchina di Luca Giurato. È anche la macchina dei Teletubbies, infatti funziona solo a comandi vocali. Disponibile nei colori rosa chicco, arcobaleno, bande nere, banda Disney. Ultimamente usata anche da Luca Giurato, per scorribande verbali di ogni tipo. Dopo tali dichiarazioni da parte sua la FIAT ha deciso di togliere dal mercato questo modello.
  • Uno Mattel: Dello stesso produttore dell'omonimo gioco di carte: se la macchina viaggia in direzione corretta, il cambio-giro provvede a dirigerla contromano; condiziona i semafori, facendoli divenire sempre rossi con il cambio-colore; e ad aumentare, in caso di controllo della polizia, il tasso alcolico di +2 o +4 nel sangue (tramite endovena con il tubo dell'olio).
  • Italia Uno: Non aveva nemmeno finito di uscire dalla fabbrica che già ti avevano spaccato il finestrino per fregarti l'autoradio, e al posto delle ruote aveva 4 mattoni.
  • Uno, due, tre... stella!: Aveva il difetto di non muoversi quando la guardavano.
  • Uno 60 S versione al vertice della gamma, con carrozzeria verniciata, specchietto destro rotto di serie, motore 1100 a 65 cavalli, avviamento a pedali, sedili imbottiti e ultimo ma non per importanza il tetto; si distingueva anche per il fatto di avere tra gli optional il clacson, che funzionava tramite la manopola dei finestini elettrici.
  • Uno Rap: Particolare versione della Uno 60 S, color grigio zoccola di fogna, sedili sdruciti, caratterizzata inoltre da marmitta sfondata di serie, carrozzeria con fori aerodinamici, orologio a numeri immaginari, motore 1100 con 65 cv a 8800 giri, velocità 90 km/h. Famosissimo il rumore sferragliante detto "dell'orologio scassato" che emetteva nell'accelerazione, presente oggi anche nel motore 1200 della Fiat Panda.
  • Uno Selecta: Versione più sportiva della Uno Rap, nata direttamente senza marmitta, e con nuovo motore alimentato con 6 batterie da 2 carburatori Weber e con accensione twin spark, potenza 388 cv a 11500 giri; con l'over boost 881 cv, velocità 138 km/h (388cv) e adesivi sagomati fregati all'auto di Supercar.

Sia la Uno Rap che la uno Selecta si disassemblavano dopo circa 43 km dalla prima accensione. L'autoradio ripeteva la canzone di Jarabe de palo "la Flaca" all'infinito.

  • Uno Nini: Famosa Uno 88' dotata di numerosi optional tra cui ricordiamo i freni ad aria, le finte cinture dipinte su una canottiera, impianto stereo a una cassa, chiusura centralizzata (nel senso che il guidatore centralizza tutti i passeggeri a chiudere gli sportelli), e citato per ultimo ma non per merito il comodissimo cambio estraibile e portatile, ottimo sistema antifurto. Il colore è "grigio pessima auto" e la carrozzeria è coronata di numerose ammaccature aerodinamiche. Il prezzo base si aggira intorno ai 10 milioni di euro. Potremmo citare ancora optional, ma non basterebbe il sito, essa aveva il prestigioso motore in ghisa della Uno tristezza
  • Uno VW 1300: Rarissimo esemplare di FIAT Uno con motore da 54 cavalli preso da una Jetta GL asfittica. Il cambio era quello della 127, però montato al contrario perché sennò non ci stava; regime da 7800 rpm il lunedì, martedì, mercoledì, 6600 il giovedì e il sabato mattina, il sabato sera e nei festivi 12800 giri. Consumi: 10 metri al litro ciclo urbano, emissioni inquinanti pari a 74589 grammi di CO2 per cm e velocità di 160 km/h, ma solo se la macchina aveva voglia di correre, questo lo stabiliva lei.
  • Uno Cacca: Color marrone "diarrea" di serie, interni in pura pecora bastarda merinos, motore iame 100 cc da 21 cv monocilindrico, trasmissione mono-marcia, velocità 110 km/h ma solo in discesa.
  • Uno Munnezz: modello supereconomico perché realizzato con pezzi comprati allo sfascio o nelle varie discariche, ha riscosso notevole successo tra rapinatori e anziani ultraottantenni. Fra i vari optional a pagamento ricordiamo i freni a tamburo e le manopole per gli alzacristalli manuali.
  • Uno Bianca: modello preferito dai terroristi bolognesi che andavano in giro a rapinare banche e terrorizzare la gente.

[modifica] Modelli Unici

Il figlio del Piero Rizzi, noto alcolizzato di Sbollate, si fece costruire un modello a 5 porte con queste caratteristiche:

Colore: nero, cerchi da 30 pollici presi da un tir; motore con testata in rame e i tubi in argento (aveva i soldi da spendere), interni fucsia con intemezzi di leopardo, abbastanza da culattoni

Fu costruita anche un modello di FIAT Uno in cartone totalmente scomponibile per l'asilo Mariuccia. È la versione di Uno più affidabile in assoluto.

Unodicarta.jpg

La Uno di carta totalmente scomponibile.

  • Uno turbo yeah Tipo di Uno potenziata a mano, col piccolo difetto che ogni due giorni o ti lasciava a secco oppure si guastava qualche parte del motore.

uno a pedali

[modifica] Curiosità

  • Fabrizio Frizzi è un noto estimatore della Uno.
  • La Uno inizialmente doveva essere prodotta fino al 2015, si decise di toglierla dal mercato 20 anni prima, ma in alcuni paesi disagiati è tutt'ora in produzione con nomi tarocchi, tipo Elbas, Scheggias e Dues
  • FIAT Uno in inglese si dice FIAT One, cioè fiatone, quello che ti viene a spingerla. Ecco spiegato tutto.
  • La FIAT One citata sopra faceva inoltre parte dell'equipaggiamento dell'Air Force One. Infatti da fonti certe e documenti storici i presidenti degli Stati Uniti d'America utilizzavano tale mezzo per gli spostamenti via terra.
  • Particolarità della FIAT Uno (e della sua replica Innocenti) è il tubicino del lavalunotto interno all'abitacolo, dotato della stessa solidità delle ginocchia di Ronaldo. All'azionamento dello spruzzo (se andava già bene se funzionava) gli ignari che siedono sul sedile (o water closet) posteriore vengono lavati all'istante e il conducente menato pochi secondi dopo.
  • Sono state prodotte più FIAT Uno che Kalashnikov.
  • Con le chiavi della FIAT Uno era possibile aprire e mettere anche in moto tutte le altre FIAT Uno, le Panda 30S, le Autobianchi Y10, le Regata il 50% delle Ritmo e con un po' di culo pure l'Alfa Arna.
  • La Uno Rap altro non era che una Uno con un adesivo sopra al serbatoio. Ah, lo sapevate già?
  • Soddisfatti delle peculiarità della Uno gli ingegnieri FIAT la presentarono nientemeno che a Cape Canaveral, forse nell'inutile tentativo di spedirla nello spazio per liberarsene...
  • Il cambio della Uno è stato premiato dalla Grana Padano come "il cambio che gratta tutte le marce, con frizione premuta, e anche a motore spento".

[modifica] Pezzi persi in giro per il web

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Video che farebbe invidia anche a Snoop Dog
  2. ^ Video palesemente "fotoscioppato"
Strumenti personali
wikia