Fernando Muslera

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Guanti portiere bucati.jpg
Le paro...quasi tutte!
Questo giocatore fa parte della talentuosa[citazione necessaria] categoria dei portapalle portieri:
I calciatori che se vincono non prendono mai alcun merito, e che se perdono è tutta colpa loro.
Abbiate pietà di lui!
Capparella1.jpg
Capparella dixit: "Questo calciatore è un bidone!"
E se lo dice lui vuol dire che sta inguaiato!
Se sei Fernando Muslera sei destinato a vagare nei campi della SERIE Piedi a banana a giocare contro Scapoli o Ammogliati.
Meglio che ti dedichi a qualcos'altro.
Fernando Muslera 1.jpg

Una parata da manuale... il pallone nella giusta posizione.

Quote rosso1.png Forte! Quote rosso2.png

~ Marco Ballotta su Muslera
Quote rosso1.png Anvedi come para Nando... Quote rosso2.png

~ Uno striscione dei tifosi laziali su Muslera
Quote rosso1.png Ve lo raccomando io! È un mio degno allievo. Quote rosso2.png

~ Dida su Muslera
Quote rosso1.png Ma torna a ballà Quote rosso2.png

~ Sempre i tifosi laziali
Quote rosso1.png Bella presa... davvero Quote rosso2.png

~ Nonno Ballotta


Fernando Muslera era il portinaio della Lazio. Nasce il 31/2/2000 a Hastalavistascolapastakesomi in Urugay da uno scolapasta, da cui erediterà l'attitudine a fare il portiere e da Maria De Filippi. Inizia a 11 anni una luminosa carriera nella squadra giovanile di Hastalavistascolapastakesomi, la FC Ricotìn, dove, ispirato dalle magiche gesta di Marco Ballotta, è un portiere saracinesca: 0 gol subiti in 0 partite. Quando comincia a giocare viene notato dal più grande cacciatore di talenti stranieri del mondo, ovvero Claudio Lotito, che lo porta al Baracche FC, pagato dal Ricotìn FC purché si portasse via il giovane e promettente Musli. La breve parentesi al Baracche FC si conclude dopo un mese, perché la dirigenza del Baracche lo manda con lo zio Fester al Milan. Ma, sebbene fosse un portiere bravo, viene mandato via anche da di là perché non sopporta la precedenza di Dida. Ebbene, lo zio Fester lo manda dal suo paparino, da Claudio Lotito, alla Lazio. In Italia Musli ottiene un grandissimo successo come ballerino, tant'è che Teo Mammuccari gli dedica la canzone "Anvedi come balla Nando". Dopo aver preso le mosche durante tutta la partita con il Milan, però, Claudio Lotito decide di mandarlo in tourneé in Papuasia.

[modifica] Sindrome da Muslera

Nel lontano 2007 durante una normale partita di calcio, è venuta alla luce la colpa della totale inadeguatezza che presenta, il nostro buon Fernando a mettersi un paio di guantoni e starsene in un rettangolo bianco. Fu il dottor House che intervenne nell'intervallo di Lazio-Milan e scoprì quaeta rara malformazione meta-cardio-pseudo-arterio-calcistica. Al giorno d'oggi non esiste cura, l'unico modo per rallentarla è una puntura settimanale con il prezioso e rarissimo "infuso di nonno Ballotta" che prontamente ringiovanisce i riflessi e permette addirittura di resistere a 8 ore di programmi televisivi diretti da Marzullo senza addormentarsi.

[modifica] Perché la Lazio ha acquistato Muslera

Fernando Muslera 2.jpg

A pugni avanti, e con gli occhi chiusi...

Wikiquote.png
«Peruzzi è andato via e noi abbiamo bisogno di un portiere giovane e promettente che sappia fare da spalla a Ballotta»
Wikiquote.png
«Perché Lotito non ha più soldi per un portiere decente»
Wikiquote.png
«Né questo e né quello. Ballotta è morto, avevano bisogno di un portiere, ma si è scoperto che Ballotta imbalsamato è migliore di Muslera»
Wikiquote.png
«Era la mia scommessa al fantacalcio... l'ho persa malamente»
(Malato di calcio dopo aver acquistato Muslera al fantacalcio)
Wikiquote.png
«Perché Muslera è fortissimo»
Wikiquote.png
«Perché mi serviva lo scolapasta»
(Cuoco della Lazio)
Wikiquote.png
«Tanto tra poco rinasce Ballotta e lo ricompriamo a meno soldi e fortissimo come non mai»
(Lotito mentre viene intervistato brandendo un joypad)
Strumenti personali
wikia