Federazione dei Verdi

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi il musicista traviato?
Quote rosso1.png "Non ho fatto nulla!" Quote rosso2.png

~ Pecoraro Scanio su accuse d'immobilismo sui rifiuti campani


I Verdi sono una massa informe di psico-ambientalisti che stanno alla politica come Platinette sta al buon gusto.

[modifica] Nascita e Storia

La formazione politica nasce alla fine degli anni '80 da un gruppo di persone sgomente a causa di una notizia battuta dai principali organi di stampa secondo la quale un ex generale vietnamita avrebbe abbattuto a testate una sequoia secolare nei pressi di Abbacchiano Terme. I costituenti, riunitisi, giurarono così, che qualunque cosa fosse accaduta, nessuno avrebbe danneggiato più fauna e flora e qualora ciò fosse accaduto, loro sarebbero stati lì a rompere i coglioni a chi si fosse macchiato di tali riprovevoli azioni.
Supereroe1.jpg

Militante tipo del partito dei Verdi.

Negli anni '90, il partito guadagna nuovi adepti grazie alla pubblicità suscitata dalle loro ineccepibbili battaglie fino a quando, nel 1996, il partito conosce un boom d'iscrizioni che, a detta del Segretario di allora, sarebbero state da attribuire alla nuova coscienza ambientalista che si stava radicando nella società. Le malelingue sostengono invece che il tutto fosse dovuto al fatto che in quell'anno il verde andasse molto di moda grazie ai nuovi modelli lanciati da Dolce&Gabbana.

Sull'onda del successo e galvanizzati dal boom-iscrizioni, i dirigenti del partito organizzarono un grande evento a cui parteciparono grandi personalità del mondo dello spettacolo del rango di Wlady, Nilla Pizzi, e Ronald McDonald. La manifestazione prevedeva il raduno in piazza del maggior numero possibile di persone alle quali far trattenere il respiro per 1 minuto e 32 secondi. Accurati studi dimostrarono infatti che, se mille persone avessero trattenuto contemporaneamente il fiato per quel tempo, l'ecosistema avrebbe rifiatato e ridotto del 25% la presenza dei gas serra.
Purtroppo l'esperimento fallì miseramente in quanto in piazza si ritrovarono solamente gli iscritti al partito e quindi un numero di persone non superiore a 16. Gli organizzatori hanno sempre sostenuto invece che in piazza ci fossero dalle quattromila alle diciottomila persone e che l'esperimento fosse fallito perché qualcuno si sarebbe fatto scappare qualche esalazione metanosa.

[modifica] Presente

Alle recenti elezioni il partito dei Verdi non è riuscito a mandare in parlamento neanche un rumeno per lavare i cessi.

Vista la clamorosa assenza del partito ambientalista, la presidenza della Camera dei Deputati si è vista obbligata a buttare nell'immondizia gli stock rimasti di carta supericiclata estratto da sputo catarroico di verginella e la partita di Biro a inchiostro ottenuto dalla prima spremitura dei capelli finti di Pippo Baudo.
Bossi1.jpg

Bossi è incazzato perché gli hanno rubato il colore.

[modifica] La politica energetica

I Verdi da tempo sponsorizzano una precisa politica energetica basata sull'abbandono dello sfruttamento del petrolio e utilizzo delle energie alternative. In particolare però:

  • Non vanno utilizzate pale eoliche perché uccidono gli uccelli e fanno venire l'epilessia ai vitelli.
  • Non va utilizzato il nucleare perché inquina.
  • Non va utilizzato il solare perché qualsiasi volatile si appoggiasse sui pannelli si scotterebbe a morte.
  • Non va utilizzato l'idrogeno perché troppa fatica a estrarlo
  • Non va utilizzato l'idroelettrico perché già troppi salmoni si sono immolati per accendere i nostri Frigo a pedali

I dirigenti del partito sono attualmente alla ricerca di qualche buon motivo per il quale non debbano utilizzarsi i biocarburanti, la geotermia, la Kryptonite, e le esalazioni secrete dalle ascelle di Sampei.


Strumenti personali
wikia