Falcone e Borsellino

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Quote rosso2.png

~ Falcone e Borsellino
Quote rosso1.png Ah ah ah ah! Che ridere! Bravi! Bis! BIS! Quote rosso2.png

~ La reazione del pubblico

Falcone e Borsellino è stata una delle più celebri coppie comiche di tutti i tempi, al pari di Ric e Gian, Ale e Franz, Luca e Paolo e Sharon e Arafat. Particolarmente attivi negli anni ottanta e novanta, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino erano amatissimi dal pubblico ma disprezzati dai critici loro contemporanei, che gli rimproveravano l'abuso di tormentoni, in particolare "i frequenti riferimenti a una fantomatica associazione con finalità di stampo mafioso".
Oggi i due cabarettisti sono stati rivalutati ed è stato intitolato loro uno dei centri commerciali di Maurizio Zamparini.

[modifica] L'incontro

Ficarra e Picone.jpg

Falcone e Borsellino in un'immagine giovanile, ancora privi dei leggendari baffi che prenderanno in prestito da Groucho Marx.

Falcone e Borsellino si conobbero all'Università di Palermo, dove entrambi erano iscritti alla Facoltà di non rispondere. Divennero subito amici perché condividevano le origini borghesi (il padre di Falcone aveva un negozio di articoli sportivi, quello di Borsellino un negozio di articoli indeterminativi), il desiderio di fare cabaret e quello di bombarsi Edwige Fenech.
Il loro esordio nei piccoli teatri siciliani fu all'insegna del slapstick, una comicità basata sul linguaggio del corpo: uno dei loro sketch più richiesti prevedeva che Borsellino picchiasse in testa Falcone con un ferro 12 fino a farlo svenire. Purtroppo Falcone perse il 50% del suo QI e il suo neurologo di fiducia gli proibì di ripetere lo sketch.

Nel 1984, assieme ad altri quattro studenti fuoricorso (Rocco Chinnici, Ninni Cassarà, Beppe Montana e Tommaso Buscetta), fondarono un gruppo cabarettistico chiamato Pool Antimafia. Il loro repertorio era assolutamente rivoluzionario per l'epoca: il Pool Antimafia fu il primo a rompere la quarta parete, spiccando mandati di cattura contro gli spettatori in sala che non ridevano.

[modifica] Teatro e cinema

Negli anni seguenti il Pool Antimafia si disgregò: Chinnici e Cassarà tentarono la carriera di opinionisti, Montana aprì una fabbrica di carne in scatola, Buscetta emigrò in America per scampare alla vendetta di un ausiliare del traffico che aveva investito ma non ucciso. Rimasti soli, Falcone e Borsellino trovarono la formula del successo. La coppia si presentava sul palco in toga e, con aria seria, pronunciava autentiche perle di umorismo:

Wikiquote.png
«Se la gioventù le negherà il consenso, anche l'onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo
Wikiquote.png
«Totò Riina ha le ore contate.»
Wikiquote.png
«Non esiste alcuna trattativa tra Stato e mafia.»
La gente, entusiasta, si spellava le mani dagli applausi e chiedeva a gran voce il bis. E la revoca del 41 bis.
Falcone e Borsellino.jpg

Falcone e Borsellino in Due mattacchioni al Moulin Rouge (1988).

L'ilarità era causata dalla contrapposizione del loro aspetto fisico e dalle profonde diversità di carattere: Falcone era il giudice pacioso e flemmatico, Borsellino il rude missino dal dente avvelenato e col tirapugni nascosto in tasca.

Falcone e Borsellino girarono l'Italia con il loro spettacolo Siamo morti che camminano Tour, totalizzando ovunque il tutto esaurito. Solo in un'occasione, durante una tappa a Trento, trovarono una platea esigente che si mise a fischiare e a pretendere il rimborso del biglietto; i due comici ebbero una grande idea: fecero salire sul palco un loro complice vestito da poliziotto, che urlò:

Wikiquote.png
«C'È UNA BOMBA! TUTTI FUORI!»

Si scatenò il panico e i due attori poterono uscire dal retro indisturbati.

Di pari passo con l'affermazione teatrale arrivò quella cinematografica: sempre nel ruolo di uomini d'onore, Falcone e Borsellino presero parte a molte pellicole, tra cui vale la pena ricordare I due mariuoli, I due mariuoli II - Ancora più mariuoli, La mafia spara, lo Stato sta a guardare e Coraggio, magistrato... fatti ammazzare.
Visto il successo degli ex amici, Buscetta provò a tornare nel gruppo, ma venne rifiutato e da allora fu noto come "il pentito".

[modifica] Il ritiro dalle scene

Falcone e Borsellino si indirizzarono verso una comicità via via sempre più sperimentale: ospiti a Portobello, saltarono addosso a Enzo Tortora al grido di:

Wikiquote.png
«A' COLLUSO! A' MAFIOSO! A' 'MPUNITO!»

E giù mazzate! La svolta però non fu molto gradita dal pubblico. E neppure da Tortora, che non era stato avvertito della gag.
Per la coppia iniziò un periodo di oblio televisivo. I comici ne approfittarono per coltivare progetti individuali: Borsellino lavorò con Sidney Pollack nel film Non si uccidono così anche i collaboratori di giustizia?, Falcone aprì un ristorante che prese fuoco per un guasto all'impianto elettrico, che doveva ancora essere installato.

Il duo si ritirò dalle scene nel 1992, dopo aver recitato in Sempre più soli, un ultimo maxi-spettacolo trasmesso in diretta dal carcere dell'Asinara, al quale parteciparono artisti del calibro di Renato Pozzetto, Ilda Boccassini e Gaspare Spatuzza. I proventi dello spettacolo furono devoluti alla Fondazione Falcone e Borsellino in favore di Falcone e Borsellino.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia