FANDOM


FabrizioFrizzi

Ehehehehehe!

Fabrizio Frizzi (Il barattolo, Rai 2, 1980L'eredità, Rai 1, 2018) è stato un ridacchiatore professionista in forza alla Rai col preciso compito di rendere più frizzanti (da cui il cognome d'arte)[senza fonte] le trasmissioni che piacciono tanto alle casalinghe sofferenti d'insonnia. Detentore del record assoluto di risate ingiustificate durante una trasmissione televisiva, Frizzi è stato uno dei personaggi più affascinanti e insopportabili del piccolo schermo.

Biografia modifica

Nato per partenogenesi dalla folta capigliatura di Corrado, e quindi composto al 94% di irresistibile simpatia e dal 6% di cheratina, Frizzi cresce senza motivi validi a Roma.

Per via di una scommessa con gli amici del bar dovette sposare Rita dalla Chiesa. Furono nozze riparatrici, nel senso che Frizzi dovette riparare all'errore di un altro tizio che l'aveva messa incinta e che il giorno dopo, dopo averla vista in faccia, scappò via senza lasciare traccia. Il loro matrimonio durò finché Frizzi non decise di portare gli occhiali. Solo nel 2002, avvalendosi dei contributi governativi, rottamò la moglie in favore di Carlotta Mantovan, e non solo perché costei era visibilmente più figa, ma anche per via dei 208 fra cagnolini e micetti poverini con cui la dalla Chiesa lo costringeva a convivere.

Burberry-check-tie

Frizzi in una gag esilarante, travestito da cravatta rosa.

Fabrizio Frizzi condusse varie trasmissioni di successo planetario: Pisciata sulla neve nel 1980 e 1981, Il gioco delle carie dal 1992 al 1987 (così, all'incontrario, senza motivi particolari), Una canzone per le cravatte nel 1998, 1999 e 2001.

Celeberrima la trasmissione di prima serata del sabato sera Scommettiamo che...?, fortunato programma in cui la gente scommetteva di riuscire a fare le cose più improbabili, tipo guardare il Tg1 senza mettersi a piangere. Memorabile la puntata nella quale un pensionato di Voghera si giocò la pensione scommettendo che sarebbe riuscito a operarsi di ernia inguinale da solo. Il pensionato morì dopo 12 minuti di operazione ma gli ascolti furono trionfali. La serata fu impreziosita anche dall'irresistibile Davide Mengacci che si pisciò addosso per svariati minuti davanti a un divertito maestro Mazza. Ovviamente Frizzi liquidò questi incidenti alla sua maniera, con uno dei suoi classici ehehehehe!

Nel 2003, molto prima che il paese passasse al digitale terrestre Frizzi passò alle lenti a contatto, appendendo al chiodo i suoi micidiali occhialoni da nerd e deturpando irrimediabilmente il suo volto. Questa scelta di vita influenzò così tanto l'opinione pubblica che quello stesso anno Gianni Morandi partecipò al Festival di Sanremo con questa canzone:

Wikiquote
«C'è Frizzi senza occhiali... Che effetto che fa! Me lo prendi papà??»

Piazzandosi subito dietro alla canzone Sarà una colite di Amedeo Minghi.

Nel giugno 2007 Frizzi tornò a lavorare in Rai 1 con il fantastico show Soliti nascosti - Identità ignote, nel quale il malcapitato concorrente infilando un dito nell'ano di qualcuno doveva riuscire a risalire al suo codice fiscale. Lo show venne peraltro concluso dopo appena 4 puntate dallo stesso Frizzi che dichiarò di essere più volte venuto nei pantaloni durante le registrazioni.

Nel giugno 2008 tornò alla ribalta col divertentissimo programma Bagniamo gli idioti, con picchi d'ascolto dai 13 ai 27 spettatori (in genere familiari dei concorrenti). In questo gioco i partecipanti in gara si cimentavano in una sfida a chi fosse il più bravo a fare le cose più inutili (un po' come a La corrida); il mentecatto sconfitto veniva buttato in una piscina, così, per il divertimento di tutti. In questo show Frizzi, secondo un sondaggio dell'epoca, superò di gran lunga Carlo Conti come personaggio più fastidioso della televisione pubblica.

Il 26 marzo 2018 il paladino della televisione si spegne[gioco di parole non necessario] per allegrorragia del nervo simpatico. Insegnerà agli angeli a condurre un quiz senza imbarazzarsi per le risposte più sceme.

Curiosità modifica

  • Nel 1998 Rita dalla Chiesa lo citò in giudizio a Forum per presunte molestie sessuali nei confronti del giudice Santi Licheri, che ne fu molto lusingato.
  • Nella vita di tutti giorni Fabrizio Frizzi era doppiato dallo sceriffo Woody.