Ebola

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Medicina.png
ATTENZIONE
Le informazioni qui riportate NON hanno un fine illustrativo, ma esortativo oltre che valore prescrittivo medico. Queste diagnosi valgono come consiglio medico e sono state scritte da Dottoroni del calibro del Dr. House e persone che non sanno nulla di medicina ma l'enciclopedia è libera e pensano che si possa scrivere qualcosa comunque. Segui attentamente tutte le istruzioni riportate in questa pagina per sapere tutto ciò che devi fare per avere una vita lunga e una salute perfetta[citazione necessaria] (ancora per poco).
Quote rosso1.png Non è Lupus Quote rosso2.png

~ Dr. House su Ebola.
Quote rosso1.png Finalmente si è trovata la cura per l'AIDS! Quote rosso2.png

~ Strepitoso annuncio dell'OMS.
Zombie Resident Evil 5.jpg

Paziente malato di ebola, ritratto un attimo prima di aggredire il fotografo.

Logo ADS.png Questa voce è stata punita come
Articolo della Settimana
dal 27 ottobre 2014 al 3 novembre 2014.

L'Ebola è un fiume che scorre placidamente attraverso l'ex Zaire (oggi Dr. Kongo), un'inospitale regione piena di scimmie e pipistrelli antropofagi. Da questo rigagnolo africano prende il nome il celebre e intramontabile Ebola virus, un organismo che fa scorrere placidamente gli organi degli esseri umani attraverso vari orifizi. Siccome ci piace confondere il lettore, ricordiamo che Ebola virus rientra nella specie Zaire ebolavirus che appartiene al genere Ebolavirus e se per caso qualcuno dovesse confondere le corrette grafie di questi nomi verrebbe percosso direttamente da un agente dell'Organizzazione mondiale della sanità, che ci tiene molto a queste precisazioni, anche se modifica la tassonomia del virus una volta all'anno.

Nel 2014 la malattia da virus Ebola è stata nominata "Patologia dell'anno" e ha superato il furto e lo stupro nella classifica dei motivi per cui gli italiani hanno paura dei negri. I casi di malattia comparsi fuori dall'Africa sono stati ben lontani dall'essere un'epidemia, al contrario dell'isteria collettiva che ha portato molta gente a compiere gesti estremi come smettere di ordinare il "marocchino" al bar.

[modifica] Ebola virus

Ebola peluche.jpg

Esemplare di Zaire ebolavirus visto al microscopio. Dal cartellino si vede che ha appena infettato il paziente.

L'Ebola virus è parassita simile a un laccio da scarpa visibile al microscopio, o a occhio nudo se si ha una foto fatta al microscopio. Esso vive in simbiosi con certi animali come pipistrelli della frutta, vampiri degli ortaggi, scimmie e missionari cattolici. Il virus può usare questi vettori per infettare l'uomo attraverso i fluidi corporei, i solidi geometrici, la parola di Dio e specialmente le lettere di spam. La maggior parte delle infezioni sono infatti causate da rapporti non protetti con scimmie, dall'ascolto di sermoni sull'Apocalisse e la lettura di catene di Sant'Antonio. Esiste una sola specie del genere Ebolavirus trasmissibile per via aerea, ma si può contrarre solo odorando il culo di una certa specie di scimmie.

L'Ebola virus è un ingrediente molto ghiotto per gli amanti delle armi biologiche, chi non vorrebbe il potere di scatenare epidemie di febbre emorragica a proprio piacimento? Il problema è che l'Ebola virus non è molto bravo a diffondersi su grandi aree in poco tempo, sia perché gli autobus sono sempre in ritardo, sia perché non ha uno sviluppo abbastanza veloce. Tuttavia, alcuni ricercatori della Big Pharma corp. e della Monsanto stanno lavorando per abbreviare i tempi del virus e renderlo efficace come quello del film 28 giorni dopo.


Partecipanti al campionato mondiale Ebolavirus
Nome Punti Descrizione
Raccoon ebolavirus 1 fantastiliardo Questa specie prende il nome da Raccoon City, USA, dove è stato creato dalla Umbrella corp., azienda leader nel settore meglio conosciuta per le eccezionali epidemie di zombie. È il virus più efficace, può contagiare per via aerea e per contatto con joypad di console infette.
Zaire ebolavirus 6.012 Questo virus occupa meritatamente il secondo posto per la sua efficacia e la simpatia che ispira in tutto il mondo. È stato il primo ad essere scoperto ed ancora oggi non smette di stupirci. È patrimonio dell'Unesco dal 1980 ed è raffigurato sulla bandiera dello Zaire.
Sudan ebolavirus 197 Il modesto virus sudanese non è certo al livello dello Zaire, ma sa il fatto suo e gode di una folta schiera di fun.
Bundibugyo ebolavirus 73 Il Bundy non si è mai impegnato molto e per questo ha sempre dato risultati piuttosto scadenti. Si dice che abbia le potenzialità, ma non si applica.
Reston ebolavirus 0 Questa specie non ha neanche il senso di esistere, visto che non è neanche efficace sull'uomo. Buona per riempire i tempi morti con un epidemia di ebola tra criceti.
Tai ebolavirus 0 Completamente inutile e svogliato, è riuscito ad attaccare solo una persona e non ha mai finito il lavoro.

[modifica] Storia

ISIS Ebola.jpg

C'è già chi prova ad usare l'Ebola come arma.

L'Ebola virus era già conosciuto nell'Africa sub-sahariana almeno dal IX secolo d.C.. Allora, dopo essere stato trattato nel modo giusto, veniva usato come spezia per insaporire la carne. In seguito se ne perse l'uso ed esso divenne nuovamente noto nel 1976, quando in Zaire un certo Kekulo Keho, tornando a casa dal lavoro, decise di fermarsi in un lercio girapollo per mangiare delle cosce di pipistrello poco cotte. Si sentì subito male, ma pensò di aver preso la solita malaria stagionale, almeno finché non tossì un pezzo di polmone mentre pagava il conto. All'inizio l'Ebola virus fu scambiato per il Marburg virus, ma in seguito si scoprì che quella sera questi era a casa di amici.

La peggiore epidemia della storia ebolina è quella cominciata nel 2013, che si concluderà quando nessuno potrà più aggiornare questo articolo. Complici i social network, questa epidemia si è diffusa a macchia di sangue e ha fatto più di 4.000in crescita vittime, senza contare tutte quelle inventate per fare campagna elettorale e quelle morte di spavento per un'epistassi.


Epidemie di Ebola virus
Anno Luogo Morti Descrizione
1898 Sudan 1 Il conte Dracula vola in Africa per trovare dei lontani parenti, ma per colpa di un rapporto non protetto con una sua cugina si becca l'ebola.
1976 Sudan 151 L'infezione si diffonde per colpa di un cuoco della mensa di un ospedale che sputa nei piatti.
1976 Zaire 280 La diffusione è causata dal fatto che in cliniche e ospedali si puliscono gli aghi usati sulle maniche del camice anziché sostituirli.
1995 Zaire 254 Alcune scimmie ubriache scatenano una rissa in un bar, il virus si diffonde perché i pazienti continuano a passarsi le bottiglie di birra anche durante il ricovero.
2001 Uganda 224 L'epidemia è causata da medici che si leccano le dita per sfogliare le cartelle dei pazienti.

[modifica] Vaccino

Samuel L Jackson in Die Hard 3 che parla al telefono e chiede al suo interlocutore se ha problemi col virus Ebola.jpg

Qualcuno non è molto d'accordo con la possibilità di un vaccino.

Non esiste un vaccino per l'Ebola virus, o per lo meno non è il momento adatto per commercializzarlo. Tuttavia si è notato che il virus non attecchisce nelle persone morte, quindi chi si reca in Africa dovrebbe pensare a prendere le giuste precauzioni. In ogni caso, ci sono molte ricerche in corso; sono stati già interrogati tutti i conoscenti dell'Ebola virus, ma nessuno ha rivelato niente di utile.

Di recente ha sortito buoni effetti un medicinale sperimentale chiamato Zmapp, che viene coltivato sulle piante di tabacco. Ci sono diversi topi che si dichiarano soddisfatti di questo siero, anche se poi sono morti testando altra roba. Purtroppo, però, lo Zmapp non si può ancora comprare, ma può essere somministrato come "cura compassionevole", quindi non viene mai somministrato alle persone brutte che non fanno pena a nessuno. Mentre si aspetta che questo medicinale esca dalla fase beta, chi vuole può cominciare a fumare foglie di tabacco, visto che per sillogismo dovrebbero funzionare come lo Zmapp.

[modifica] Malattia da Ebola virus

Ebola-chan.jpg

La simpatica Ebola-chan, la mascotte che dà sollievo a tutti i malati.

La malattia da Ebola virus o rivoltante febbrone emorragico mammamia che roba (EVD[1]) è la prima conseguenza dell'infezione da Ebola, la seconda è la morte. In realtà non tutti i soggetti infettati vengono uccisi dall'ebola, alcuni muoiono durante il trasporto in ospedale volando con la barella fuori dall'ambulanza, certuni dati alle fiamme assieme alla propria casa da vicini particolarmente preoccupati, taluni sopravvivono ma spesso vengono investiti da barelle fuori controllo.

L'EVD se la prende in particolar modo con gli esseri umani, ma non esita colpire anche animali e persino oggetti (vedasi la Madonnina di Civitavecchia). È nota soprattutto per la colorita violenza dei sintomi, l'estrema letalità e, soprattutto, per essere la riprova che Dio o chi ne fa le veci prova un piacere morboso nel veder soffrire gli africani.

[modifica] Sintomi e degenerazione

Una volta entrato nell'organismo dell'uomo, Ebby[2] lo infetta e per prima cosa prende il controllo della sua casella di posta; dopo aver mandato a tutti i suoi contatti invitanti offerte per viaggi in Africa, comincia a fare il lavoro serio. Questa malattia è molto ingannevole, infatti nel suo stadio iniziale si presenta con molti benefici per il paziente, che nemmeno si accorge di essere malato:

  • Aumento della temperatura corporea: il corpo raggiunge una temperatura vicina all'ebollizione. Questo è molto comodo in Africa, perché così non ti accorgi del caldo esterno.
  • Emorragie esterne: si sa, i salassi sono un toccasana per la purificazione del corpo. In questo caso il malato espelle sangue da qualsiasi orifizio disponibile, traendone grande giovamento e la possibilità di tingersi le pareti di casa.
  • Diarrea torrentizia: purifica l'intestino, profuma l'ambiente dà la possibilità di tingere anche l'esterno della casa.
  • Eruzioni cutanee, rash, irritazioni: tutta roba migliore di un tatuaggio.

In seguito sopraggiungono i sintomi più gravi:

Al sopraggiungere della morte, il corpo del malato si autodistrugge tramite combustione spontanea o liquefazione.

[modifica] Trattamento

Il modo più indicato per trattare la malattia da Ebola virus sarebbe l'uso del napalm su vasta scala, anche perché la maggior parte delle epidemie sono provocate da medici che non sanno tenere in mano un ago. Tuttavia, finora si è preferito usare un approccio più umanitario.

Inizialmente il trattamento classico consisteva nel avvolgere il malato in morbide garze imbevute di alcol, quindi accenderle. In seguito si adottarono cure più indirizzate a salvare il malato. Attualmente la cura prevede la reidratazione con due litri di Red Bull al giorno, che tira anche su di morale il malato, il resto consiste nel giocarsi almeno una banconota da 100 milioni di dollari dello Zimbabwe al giorno sull'esito delle cure.

[modifica] Prevenzione

Il primo consiglio per previnere il contagio col virus dell'Ebola è sempre lo stesso: statevene a casa. Ma ovviamente c'è anche una bella lista da imparare a memoria:

[modifica] Influenze culturali (emorragiche)

Cristo fermato Ebola.jpg

Si fermò solo un minuto, poi corse via.

L'Ebola ha sempre avuto un grande impatto sull'immaginario collettivo, tanto da essere stata fonte d'ispirazione per diverse opere come film, libri e virus informatici. Peccato che non fosse conosciuta prima degli anni '70, altrimenti ci avrebbero fatto anche qualche bel musical con John Travolta.

Libri
Film
Videogiochi

[modifica] Note

  1. ^ Acronimo inglese che sta per "Everyone's Very Doomed".
  2. ^ Simpatico nomignolo dato al virus.
Strumenti personali
wikia