Dylan Dog

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Dylan Dog.jpg

Una perla di saggezza del nostro Dylan.

Quote rosso1.png Giuda ballerino!! Quote rosso2.png

~ Dylan Dog su qualsiasi cosa gli stia succedendo
Quote rosso1.png Orco Dio!! Quote rosso2.png

~ Groucho se la cava già meglio di Dylan con le esclamazioni
Quote rosso1.png U U A A A A A A A A A R R R G G G H H H ! ! ! ! ! Quote rosso2.png

~ Dylan Dog scopre troppo tardi che la sua avvenente cliente di turno ha un “pacco sorpresa”
Quote rosso1.png Mmmmh, il mio quinto senso e mezzo mi dice di andare a destra Quote rosso2.png

~ Il nostro Dylan mentre imbocca una laterale contromano

Dylan Dog è il celebre personaggio dei fumetti creato dalla mente di Tiziano Ferro, nonché unica fonte di sostentamento economico per la casa editrice Sergio Bordelli Editore. È un detective dell'occulto.

Avete degli zombie nel giardino? Quella strega della vostra vicina ha rapito il vostro gatto? Lo spettro di Luciano Pavarotti infesta il vostro frigorifero?

Se avete problemi sovrannaturali e siete delle gnocche da paura potete rivolgervi all'indagatore dell'incubo.

[modifica] L'indagatore dell'incubo

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi la fedele trasposizione cinematografica?

Dylan è un ex poliziotto, ex alcolizzato, ex giocatore d'azzardo che, siccome non ha proprio voglia di fare nulla nella vita, lascia il suo sottopagato lavoro da sbirro ed escogita l'unico modo per lavorare ancora di meno: inventarsi un mestiere di sana pianta. Decide quindi di autoproclamarsi "indagatore dell'incubo", sebbene ai giornali che continuano a chiamarlo "ciarlatano" o "re dei cazzari" questa notizia ancora non sia arrivata.

Groucho dallo psicologo.jpg

Groucho mentre espone i suoi problemi ad uno psicologo.

[modifica] I personaggi

Nino Frassica.jpg

Una foto di Groucho in cui si nota la somiglianza impressionante con l'attore Nino Frassica.

Groucho divide l'appartamento con Dylan Dog e si è ritrovato suo malgrado a fargli da assistente. Assistente per modo di dire, visto che l'unica cosa che fa è lanciare a Dylan la pistola quando il postino viene a portargli le bollette. Altra sua specialità è quella di aprire la porta e di rispondere al telefono, nonché provarci di continuo con le clienti scartate da Dylan, che però di solito non scarta mai nulla quindi quando lo fa si tratta sempre di racchie allucinanti. Inoltre ha da 20 anni lo stesso sigaro.

  • Le clienti: sono delle gnocche da paura, ed è grazie a loro che il fumetto ha riscosso tutto questo successo. Essere figa e disponibile è infatti una componente essenziale affinché Dylan accetti di risolvere un caso. Egli infatti fa finta di avere un'etica professionale e prima di accettare un caso vuole vedere se la cliente è femmina e topa, poi comincia a palparla qua e là, a dirle diamoci del tu oppure sarai scossa per questa brutta storia, puoi fermarti a casa mia se vuoi, infine tenta di limonarsela sull'uscio di casa e solo allora accetterà il caso. Se le cose non andassero nel verso sperato (la ragazza si rifuta o lo manda a cagare) consiglierà alla poveretta di rivolgersi a uno psicologo o a un'estetista, perché il fatto non presenta caratteristiche sovrannaturali.Naturalmente quando Dylan accetta un caso si comprende anche un servizietto la notte in omaggio compreso nel prezzo.
  • Bloch: maresciallo dei RIS dipendente dai farmaci antiemetici, ex capo di Dylan nonché suo miglior amico, para spesso il culo a Dylan per tutti i crimini che commette, più che altro molestie sessuali alle clienti e omicidi di postini e procura fascicoli riservati e mappe dei velox fissi per aiutare il nostro eroe nelle indagini. Bloch aspetta dal 49' di andare in pensione, ancora non sa che il suo fondo pensioni si basava quasi completamente su azioni derivanti dai mutui subprime, poveretto. Il vecchio sbirro durante la carriera ne ha viste di cotte e di crude, l'esperienza ha indurito il suo carattere tanto che:
    • Dal '38 non fa più sesso in compagnia
    • Dal '52 non crede più nelle coincidenze
    • Dal '57 non mette più maglioni girocollo
    • Dal '63 non spera più nella fortuna
    • Dal '68 non si cambia più le mutande
    • Dal '72 non ride più a una battuta
    • Dall' '84 non si lava più le ascelle
Megamonalisa groucho-lisa.jpg

Groucho sulla foto del passaporto.

  • Botolo: cane immortale, essendo presente dal numero 1, datato 1492, al 65465, uscito stamattina verso le 6 (GMT+1). Viene spesso molestato da Groucho.
  • Jenkins: genio investigativo incompreso, si dice che sia in realtà il famoso L ma viene costantemente maltrattato dal tiranno Bloch che lo sbatte a dirigere il traffico, mansione in cui ha passato il 99.6% della sua vita.
  • La Morte: l'unico personaggio femminile che non ha avuto un rapporto sessuale con Dailan, è bensì l'unica persona di cui l'eroe si fida, lo aiuta e non di rado lo rassicura dicendo "tranqui vec, non è ancora la tua ora". Dopo il diavolo è certamente il personaggio più positivo e più buono della serie, tuttavia Dylan non è molto riconoscente verso di lei è la insulta pesantemente anche se la nera signora ha appena salvato la vita a lui o a Groucho, ma dopotutto i due si vogliono bene, e poi qualche litigata fa bene alle coppie.
  • Xabaras: sicuramente il personaggio più originale di tutta la serie, nessuno sceneggiatore avrebbe infatti mai pensato di creare un Mad Doctor che si diletta in stregoneria e che tra una risata malvagia e l'altra cerca il segreto della vita eterna, facendo esperimenti con i cadaveri di Emo suicidi che trasforma in zombie. Ma non è certo questa la parte più originale, infatti nel numero 76, quando Dylan assalta la morte nera, scopre in un duello con Xabaras la parentela che li lega.
Wikiquote.png
«Luke Dylan, sono tuo Padre»
Xabaras da bravo papà aiuta spesso Dylan a procurarsi del lavoro, infestando il mondo di emo zombie, un vero incubo! Per cui serve l'investigatore del medesimo.
Attacco degli zombie e strenua resistenza.gif

Dylan combatte contro gli zombie di Xabaras.

[modifica] Un'avventura tipo

Furby2.jpg

Un orrendo mostro sconfitto dal nostro eroe.

Generalmente le storie iniziano con l'arrivo di una gnocca arrapata (ma a volte anche 2 o 3) che suona a casa di Groucho[2], dove abita Dylan Dog abusivamente. Dailan però non riceve subito le clienti visto che non ha voglia di fare nulla ed è solito svegliarsi alle 11 e mezza, per cui le lascia prima a Groucho che le rincretinisce a colpi di barzellette spinte sui militari in licenza. L'investigatore arriva un'ora dopo e con poche frasi mirate riesce subito a capire se la ragazza è fidanzata e se è limonabile. Una volta accettato il caso Dylan ha già deciso che se la porterà a letto prima di risolverlo, altrimenti allungherà le indagini il tempo necessario a convincerla.

Un maniaco, una setta o una folla di ultrà ha compiuto un efferato omicidio oppure è scomparso un familiare della cliente[3].
Dylan si reca a investigare, ma prima di partire va a rompere un po' il cazzo a Bloch, facendosi dare i fascicoli sul caso. Sicuramente lì in mezzo c'è qualche particolare fondamentale, ma è troppa roba da leggere e il nostro eroe si rompe veramente troppo di lavorare seriamente. Così stacca e si mette a suonare il clarinetto.

Il giorno dopo si reca in un paesino tranquillo e pacifico cominciando a farsi i cazzi degli abitanti. Poi la svolta: all'ultimo piano di un edificio un uomo con impermeabile e coltellaccio si muove con fare circospetto mentre affetta un salame milanese. Potrebbe essere l'assassino, ma purtroppo Dylan soffre di vertigini e in più non ha proprio voglia di farsi 4 rampe di scale per cui gira i tacchi e se ne torna a casa, lasciando il salame alla sua triste sorte.

Vittorio-grilli ministro-economia.jpg

Personaggio chiaramente disegnato da Tiziano Sclavi, presentato come uno degli zombie di Xabaras lo ritroveremo nell'albo 145 e 434 come ministro dell'economia dell'inferno burocratico.

Gli orrendi omicidi continuano ma a tre quarti della storia, il quinto senso e mezzo di Dylan Dog entra in azione: Dailan nel sonno collega avvenimenti e dati e capisce che l'assassino/mostro/rappresentante di aspirapolveri altri non è che l'amichevole maggiordomo/macellaio/parcheggiatore abusivo del paese, quello che veste sempre con l'impermeabile, perché è l'unico cappotto decente che ha. Dylan ne è sicuro, anche perché a questo punto della storia a parte lui e la cliente di solito non c'è più nessun altro vivo. La donzella è in pericolo! Ma Dylan sta attaccando i cessi al suo galeone e non ha certo voglia di alzarsi.

Dylan arriva al covo del cattivo alle 2 del pomeriggio per scoprire che l'assassino ha già ucciso la cliente, i suoi parenti ed altre 6 persone prese a caso dall'elenco telefonico di Londra.
Il cattivo ormai è riuscito a finire il suo lavoro e tutto contento decide di rivelare la verità a Dylan prima di costituirsi. Ma il racconto è lungo e Dylan non ha proprio voglia di ascoltarlo, così lo fredda con un colpo di pistola a metà racconto. Alla polizia racconterà che il cattivo ha tentato di ucciderlo e lui s'è dovuto difendere, tanto Bloch è rincoglionito e si ciuccia qualunque balla.

Qualche volta Dylan acchiappa il cattivo cazzuto e finisce per rimanerne ferito, ma riesce sempre a salvarsi grazie all'intervento o della Morte, o di Botolo, o di Groucho oppure del poliziotto Huber.

[modifica] Dylan Dog, caso editoriale

Lucarelli.JPG

Ecco una tavola della puntata speciale in cui Dylan collabora con Lucarelli per prendere la banda della Uno Bianca. Giuda ballerino! Paura, eh?

Nell'ambiente fumettistico, viene solitamente chiamato caso editoriale una grandissima botta di culo.

Benché il soggetto del fumetto sia stato scritto da Tiziano Ferro dopo una notte di incubi causati da una sbronza e dalla visione di Notte Horror, Dylan è diventato subito popolare fra i ragazzi e i giovani, anche tra i più dark e malinconici che hanno imparato grazie al fumetto la sottile arte dell'Humor Nero ed evitato in questi ragazzi negli anni '80 e 90' l'insorgere di mode grottesche. Dal canto suo la Sergio Bordelli Editore ha scongiurato grazie a Dailan il fallimento, visto che ancora oggi stampa la serie inedita, la ristampa, la seconda ristampa, la terza ristampa, la quarta ristampa, la qualità oro, gli speciale, l'Almanacco della Fica, il Dylan Dog Gigante, Il Dylan Dog Mini, Il Collection Book, la serie speciale griffata D&G, i Super Book e i vari crossover come Dylan Dog & Carlo Lucarelli[4] contro la banda della Uno Bianca.

[modifica] I cambiamenti di Dyd

Il successo non può però durare per sempre, benché vi siano ancora molti fan accaniti dell'indagatore dell'incubo la sua popolarità è scesa e la Sergio Bordelli Editore ha scaricato Tiziano Ferro e messo alla sceneggiatura Paola Perego per rinnovare lo stile del nostro eroe, ecco le sostanziali differenze:

  • Dylan non ascolta più dischi Heavy Metal e non suona più la sua Fender Stratocaster per riflettere, guarda invece Amici di Maria de Filippi.[5]
  • Dylan è regredito ai fumetti anni '50 per quanto riguarda le esclamazioni: tende a mettere "Maledetto!" nei momenti più prevedibili, con conseguente strabordamento di materia testicolare dei lettori.
  • Fra i nemici di Dylan sono diminuiti i mostri, e sono aumentati i normali assassini e stupratori, per lo più di origine rumena, la scelta è stata fatta tenendo conto che nell'immaginario collettivo odierno fanno più paura gli ultimi dei primi.
  • Madame Trelkovski non si fa più chiamare così, ora la chiamano sempre "La signora Trelkovski", appellativo orribile che i personaggi ripetono continuamente come se fosse il suo nome e cognome veri:
Wikiquote.png
«Buongiorno, "La signora Trelkovsky"!»
Wikiquote.png
«Buonasera, "La signora Trelkovsky"!»
Wikiquote.png
«Ehi, c'è "La signora Trelkovsky"!»
Wikiquote.png
«Ma non è ancora crepata, "La signora Trelkovsky"?»
  • La signora Trelkovski finalmente è crepata, d'altronde già a inizio serie aveva 102 anni.
  • Bloch non è ancora andato in pensione, Jenkins invece si è trasferito in Giappone per seguire il caso Kira, cazzo! era L davvero!
  • Con l'avvento di Internet, il ricevimento della cliente è cambiato, non vi preoccupate ci sono ancora 1, 2 o 3 gnocche arrapate, ma il tutto assomiglia di più a Milf Hunter con tanto di Groucho che riprende le scene con la sua telecamera a spalla e fa qualche comparsata dalla cintura in giù.

Tutte queste novità hanno fatto rivoltare i puristi e i lettori più vecchi che hanno minacciato di lasciare Dylan Dog per il nuovo fumetto di Carlo Lucarelli[6].

[modifica] La vera terra di Dylan

Nel fumetto non viene mai specificato esattamente in che nazione viva il nostro Dailan, per cui nel corso degli anni i lettori si sono divisi in due fronti diversi, alcuni pensano sia ambientato in Italia altri in Inghilterra. Vediamo meglio le ragioni di entrambi:

[modifica] Indizi pro Italia

  • Tutti fanno colazione con cappuccino e cornetto e a cena mangiano pizza e panzarotti.
  • Gli ambienti sono troppo puliti per essere inglesi e in più Groucho fa spesso le pulizie.
  • Groucho e Dylan hanno grossi problemi per pagare l'affitto e le bollette.
  • Nel numero 67 Groucho va in vacanza a Jesolo.
  • I personaggi parlano tramite nuvolette scritte in italiano.

[modifica] Indizi pro Inghilterra

  • L'assassino viene quasi sempre scoperto e se sopravvive viene condannato in tempi ragionevoli a una lunga detenzione.
  • Il malvagio dottor Xabaras nell'albo numero 213 consulta per i suoi loschi piani il manuale di Nonciclopedia: "Conquistare l'Inghilterra in 4 semplici passi"
  • Bloch ha paura che i suoi scarsi risultati nelle indagini gli costino il posto anche se è uno statale.
  • Dylan guida a sinistra anche quando non è ubriaco.
  • Nessun italiano sano di mente si vestirebbe mai con una camicia rossa con le maniche risvoltate sopra una giacca nera.
  • Ultimo ma non meno importante, Dylan vive a Londra.
La Russa sorride.jpg

Xabaras sorride, ha appena finito di leggere il manuale, e ora sono cazzi!

[modifica] Indizi pro Slovenia

Per un'esigua parte di lettori infine, Dylan vive in realtà a Lubiana, lo si capisce a pag 45 dell'albo 187 dove Bloch mangia una Lubjanska con Cebakchici e beve un boccale di birra Union.[7]

[modifica] Curiosità

  • Groucho può leccarsi il gomito, come si vede dal numero 145 al numero 679.
  • Dylan Dog, anche se non sembra, è un cane gay.
  • L'indagatore dell'incubo è affetto dal complesso di Edipo, innamoratosi della madre nel nr. 103, ucciderà poi il padre (dott. Xabaras) nel nr. 137.
  • La donna bisognosa d'aiuto: in parole povere è la sgualdrina di turno. Viene con la scusa di avere bisogno di aiuto perché ha visto un fantasma o qualcosa di simile. Ma alla fine si fa Dylan Dog.
  • La macchina di Dylan Dog ha come targa "P0RN666".
  • Tiziano Ferro inserisce spesso nelle storie di Dylan delle ruberie di roba altrui colte citazioni, plagio citazioni che a volte durano l'intero fumetto in mancanza di altre idee.
  • Nel corso del numero 100, La storia di casa Dog, si conferma che Xabaras è il padre di Dylan e si rivela che la madre è la Signora Flecther: ciò spiega la lunga scia di morte lasciata da Dylan dietro di sé a ogni fumetto.
  • Dylan Dog, nonostante non abbia quasi mai un cazzo da fare, non è ancora riuscito a finire il modellino di galeone che ha iniziato da tempo immemorabile.
  • Dylan Dog riesce a suonare il suo clarinetto per ben 3 secondi , poi viene sorpreso da un campanello o da qualche altra minchiata simile.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ ma statisticamente anche tu lo sei
  2. ^ Il campanello ha il suono di un uomo in preda a diarrea fulminante e dolorosa
  3. ^ Ovviamente se il familiare è il marito o il fidanzato, Dylan rifiuta il caso poiché non presenta fenomeni paranormali
  4. ^ Paura, eh?
  5. ^ U U A A A A A A A A A A R R G G H H H ! !
  6. ^ Cazzo ridi, esiste davvero!
  7. ^ U U A A A A A A A A A A A A R R G G H H H ! !

[modifica] Voci correlate


Strumenti personali
wikia