Dragon Trainer

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Dragon Trainer 2 Hiccup.jpg

Ehi, ragazze! Lo vedete questo figo qua sopra, eh? Lo vedete?! Non è in questo film[1].

Quote rosso1.png L'unico problema sono le infestazioni: in molti posti hanno topi, o zanzare; noi abbiamo i draghi. Quote rosso2.png

~ Hiccup spiega al suo nuovo amico il leggero problema del suo villaggio.

Dragon Trainer (How to Train Your Dragon), per quanto il titolo faccia pensare a un gioco di scarso livello per Nintendo DS (o con l'originale semplicemente a un blog di nerd), è un film d'animazione proveniente dai territori oscuri al di fuori dei cancelli Disney, creato dalla rivale con il tipo che pesca dalla luna, che per la prima volta cerca di infilzarvi con il suo amo. Ovviamente non lo fa davvero, eh eh, sennò la sala si sarebbe svuotata e nessuno avrebbe più visto i suoi film. Ma era comunque meglio se se ne fossero andati, gli spettatori, prima di questo.


Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Dragon Trainer

[modifica] Premessa

Territori Ariani, qualche anno fa: sull'isola di Berk è situato un villaggio di vichinghi, i quali si dedicano alla pesca, alla pastorizia, e alla creazione dal nulla di polli già pronti da mangiare. Occasionalmente, però, il villaggio viene attaccato da stormi di viverne e draghi; alla faccia di Peter Jackson. Mentre altri si nasconderebbero e si tapperebbero le orecchie, il popolo di Berk vive orgogliosamente all'insegna della lotta contro i draghi da ormai sette generazioni, all'inizio delle quali fu fondato il villaggio. In pratica questo branco di orsi antropomorfi non solo è talmente cocciuto da non aver voluto cambiare residenza in seguito alla scoperta di che tipo di animali popolavano quei luoghi, ma è anche smisuratamente focalizzato sulla caccia al drago, tanto che solamente quelle sette generazioni citate hanno popolato l'isola per ben trecento anni[2].


Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Gli spoiler rendono il testo più aerodinamico aumentandone la velocità, quindi attenzione ai colpi d'aria.

[modifica] Personaggi

Dragon Trainer Hiccup e Skaracchio.jpg

Ogni tanto, per qualche attimo, i neuroni di Skaracchio lavorano più del normale e lo convincono che Hiccup è un pochino diverso da un cane.

[modifica] Hiccup

In italiano Singhiozzo[3], è un gracile ragazzino di quattordici anni che, non potendo dar sfogo alle sue voglie puerili in quanto l'isola non è raggiunta da internet, parla spesso con degli amici immaginari. In più occasioni dimostra la parentela con i compaesani, almeno in quanto a intelligenza, poiché, nonostante la sua forza sia tale da rendere un'impresa il sollevamento di un rotolo di carta igienica, vuole comunque uccidere un drago. Data la sua mancanza in doti fisiche, non c'è giorno che passi senza che provi a realizzare il suo intento, anche nei modi più stupidi rischiando di morire, poiché, almeno secondo lui, così verrà ricordato da eroe. Dovrebbe rivedere Troy una seconda volta.

[modifica] Stoick

Il capo della tribù, quella della Tim, nonché padre di Hiccup. Al posto della barba ha in faccia un cespuglio, le radici del quale probabilmente sono l'unica cosa che ha in testa, data la non piena lista di "Cose sagge che ha fatto questo personaggio". Giusto per fare un esempio, quando vede il figlio far cadere arma, scudo ed elmo davanti ad uno dei draghi più pericolosi, invece che bisbigliargli "Figlio, che cazzo stai facendo?", perde la pazienza, grida come un folle per l'indignazione e non contento sbatte il martello contro le cose più rumorose, scatenando la furia dell'animale contro Hiccup a causa del rumore improvviso; ci si potrebbe chiedere com'è diventato il capo del villaggio, ma basta pensare alla popolazione per trovare la risposta.

[modifica] Skaracchio

È un vichingo mancante di stinco destro e mano sinistra, e probabilmente anche di cervello, dato che crede Hiccup essere un cane: infatti puntualmente gli urla "A cuccia!". Se non fosse per la scarsa intelligenza degli abitanti di Berk, Skaracchio non potrebbe vivere lì. È infatti palese come lui provi in più occasioni a uccidere i ragazzi durante il corso anti-drago. Forse produrranno uno spin-off sul suo movimentato passato, nel quale sfugge da vari villaggi vichinghi dopo aver assassinato i suoi acerrimi rivali, e anche se lo trovate improbabile, vi ricordo che, dopo una serie televisiva, a quei cazzo di pinguini stanno dedicando pure un film.

[modifica] La Saggia

Un'anziana signora del villaggio, la protagonista originale per la storia: la sua inadeguatezza per combattere i draghi e il suo affetto verso di essi sarebbero stati decisamente più realistici, ma quando alla DreamWorks si accorsero che nella produzione di Kung Fu Panda 2 c'era un personaggio pressoché uguale e di importante spessore per la storia, dovettero decidere di chi disfarsi. Essendo un primo capitolo più modellabile, il sequel sopra citato rimase illeso, mentre colei che una volta aveva un nome diventò "la saggia", perse la voce e assunse un ruolo pressoché inutile all'interno del film, esistente solo per evitare che la gente pensasse che i vichinghi di Berk uccidevano tutti gli anziani, diventati ormai inutili. Infatti quelli saggi li tengono in vita.[4]

[modifica] Trama

[modifica] Convinti che ripensano, dubbiosi che decidono: la coerenza non piace a questo film

All'inizio del film ci viene mostrata Berk: una voce fuori campo comincia a illustrarci ironicamente le coordinate del luogo, il quale si troverebbe "dodici giorni a nord di disperazione e pochi gradi a sud di morire di freddo", ma che chiunque definirebbe più malamente "in culo al mondo". A parlare è Hiccup, mentre presenta al suo nuovo amico immaginario il luogo dove vive: come in ogni presentazione il "meglio" viene lasciato alla fine, e proprio mentre il protagonista sta per arrivare al punto forte, senza neanche fare apposta il villaggio viene attaccato da un'orda di draghi. Hiccup è in visibilio e si lancia nell'azione delle lotte tra vichinghi e creature, mentre l'amico immaginario capisce che ha a che fare con un pazzo e si dilegua nella confusione. Come hanno fatto tutti i suoi predecessori.

Dragon Trainer Furia Buia.jpg

"Furia Buia: è la progenie diabolica nata dall'unione del fulmine e della morte" cit. dal Manuale dei draghi, e l'immagine ne dimostra l'attendibilità.

Hiccup non si accorge neanche di essere stato lasciato solo e continua a parlare, illustrando velocemente alcuni draghi[5]: ci sono l'Uncinato[6], il Gronkio[7], il Bizippo[8] e l'Incubo Orrendo[9]. Hiccup, che deve ancora uccidere il suo primo drago, rivela, nonostante l'imbarazzo della scelta, di avere come obiettivo quello che fa più danni, che nessuno ha mai visto, e di cui quindi non si sa il punto debole. Così, giusto per prenderci la mano velocemente.

Il protagonista dunque afferra uno dei suoi marchingegni e con questo riesce a imprigionare proprio il drago che voleva, una Furia Buia. Peccato che questa cada dall'altra parte dell'isola, che nessuno lo veda e che poi lui combini un casino tale nel villaggio che nessuno gli crede quando racconta le sue gesta (quelle buone). Coincidenza? Così va da solo a cercare il drago atterrato, ma quando lo trova viene colpito da un cambio di cuore più irrealistico di quello di Zaccheo e decide di liberare la creatura. Questa non è riuscita a liberarsi dalla trappola, nonostante le corde fossero l'equivalente di fili interdentali, e quando il ragazzo si mette a strapparle per facilitare la fuga all'animale, questo si riprende all'improvviso e si ritira fulmineo, finalmente libero. Per poi cadere in una fossa cinque metri più avanti.

Intanto tutti i vichinghi sono riuniti, intenti ad ascoltare il capo Stoick: questo vuole sbarazzarsi del nido dei draghi prima che arrivi l'inverno, compiendo un'ultima missione suicida esplorativa. I guerrieri vanno a prepararsi, e così farebbe Skaracchio, se Stoick non gli chiedesse di restare per addestrare nuove reclute; giustamente, infatti, è meglio far addestrare dal più ubriaco, svitato e malandato dei tuoi uomini coloro che un giorno difenderanno il villaggio.

Dunque Stoick va a parlare a Hiccup; il ragazzo, a causa dell'esperienza vissuta poco prima, si è convinto che non fa per lui combattere i draghi, ma prima che possa dirlo al padre, questo annuncia che finalmente ha acconsentito a farlo allenare per ucciderli: proprio in un paesino sperduto di duemila abitanti dove non c'è niente da fare per tutto l'anno se non pescare, lottare, mangiare e dormire, due persone in cattivi rapporti si convincono dell'idea dell'altro,
Dragon Trainer Hiccup Scena Scudo.jpg

In fondo Skaracchio non ha tutti i torti...

rifiutando la propria portata avanti da anni, solamente nell'arco di una giornata e all'insaputa della reciprocità adottata dal contrapponente. Chiamala coincidenza! Questo film è più scontato delle risurrezioni di Crilin!

[modifica] Come allenare il tuo drago (finalmente)

Il ragazzo sente però una strana attrazione nei confronti del drago abbattuto: decide di tornare da lui per fare amicizia, e ci riesce pure, in seguito a una sequenza scopiazzata da un manga di basso livello dove lei offre un pranzo schifoso all'amante e lui lo mangia lo stesso per non offenderla; stranamente, in questa sceneggiata Hiccup ha il ruolo maschile, ed è deciso a ingropparsi per bene il drago.

Infatti, per motivi molto lunghi e noiosi, Hiccup deve per forza cavalcare Sdentato, nome del drago, per farlo volare senza problemi[10].

Grazie a quest'amicizia, i Punti Esperienza di Hiccup crescono esponenzialmente, e diventa il più bravo del corso anti-drago. La popolarità gli offusca la mente, tanto da dimenticarsi che il premio per il migliore è poter uccidere un drago davanti a tutti finché non glielo ricorda il padre, tornato dal massacro annuale dei suoi nei mari del nido. Hiccup per evitare tale "premio" preferisce scappare in sella a Sdentato; viene però pedinato nella foresta da una rosicante ragazza seconda classificata del corso, e quando il ragazzo se ne accorge lei ha già capito tutto e corre al villaggio per spifferarlo. A questo punto voi dite: bè, che vada, tanto stiamo lasciando Berk per sempre! E invece no. La dobbiamo invitare a fare un giro sul nostro drago con un'offerta che non può rifiutare. La ragazza è già incazzata di per sé, Sdentato si incazza perché capisce che Hiccup ci sta provando con lei, e il ragazzo non è da meno quando il drago gli fa fare brutta figura in seguito a una perfetta quanto brutale esecuzione di un salto da trampolino con doppia evoluzione.

Insomma, chiunque ormai è incazzato, ma ecco che basta attraversare delle nuvole rosa per far sorridere tutti e tre come ebeti. Erano davvero nuvole, quelle?!

Dragon Trainer Esplosione.jpg

Voci di corridoio affermano che durante la produzione del film una figura sospetta non registrata all'entrata si aggirasse indisturbata nei DreamWorks Animation Studios. Molti pensano si trattasse di Michael Bay.

[modifica] Come, già il boss finale? Ma quando hanno spiegato come sterzare?

L'improbabile trio si risveglia in una grotta, nella quale vedono riuniti tutti i draghi intorno ad uno molto, molto, molto più grande, un Kaiju occidentale; Hiccup e la ragazza non possono che comprendere che quello è il nido, mentre osservano sbalorditi la barra della vita del colosso.

Al ritorno a Berk, purtroppo, data la presunta inalazione di strane sostanze, Hiccup e Sdentato combinano un casino alla cerimonia di vichingaggine per il primo, e per la giuria è no. La Furia viene catturata; Hiccup e Stoick hanno una litigata, dalla quale emerge che il ragazzo ha trovato il nido delle creature e il modo per arrivarci, ovvero utilizzando uno stesso drago come navigatore (letteralmente, in quanto la meta è un nido-isola), e con questa informazione il padre non ci vede più dalla fame. No, aspetta, dalla voglia di sterminare i draghi, e organizza subito[11] una spedizione con tutti i guerrieri possibili verso il nido.

Hiccup, lasciato indietro, ha già un altro piano: dona in eque parti agli altri adolescenti del villaggio i punti esperienza accumulati, e insieme volano verso l'isola in groppa ad altri draghi; questi sono gli stessi che sono stati malmenati per tutto il corso anti-drago, ma non fanno una piega quando vengono interpellati[12]. Intanto, la spedizione di Stoick raggiunge il nido, e dopo aver visto la colossale bestia alata uscire dalla montagna, si rendono conto di non avere abbastanza HP e si piegano in ritirata, aiutati poi in poco tempo dai giovani "allenatori di draghi"[13] Nonostante ciò la situazione è critica: i vichinghi non possono aiutare in alcun modo contro il bestione, questo ha messo a fuoco le navi su cui Sdentato è ancora incatenato, e anche gli adolescenti, seppur in sella ai loro draghi, non fanno tanti progressi per la vittoria. E indovinate un po' come il tutto si risolve? Non ve lo dico neanche.

Sebbene lo scontro gli sia costato lo stinco sinistro, Hiccup ora è l'eroe del villaggio: fa battute a cui tutti ridono[14], ha fatto pace con il padre e verrà ricordato per sempre come colui che ha reso i draghi una roba figa. Infatti, i draghi non sono più da considerarsi come un'infestazione, ma piuttosto come animali da compagnia, da crescere, nutrire, ed educare[15].

Dragon Trainer Locandina Parodia Kung Fu Panda.jpg

"Dragon Trainer dimostra la capacità della DreamWorks di variare i propri lungometraggi, per niente influenzati dai propri predecessori, anche questi siano stati campioni d'incassi al botteghino." cit. qualcuno di importante della DreamWorks, fiducioso che precoci bozze come questa fossero state tutte bruciate.

[modifica] Genesi

L'ideazione del film ha una storia curiosa: quando uscì Kung Fu Panda nel 2008, molti bambini tornarono delusi dalle sale in quanto, montatisi la testa riguardo al termine "Guerriero Dragone", si aspettavano quantomeno che Po, protagonista del film, si facesse di cocaina e potesse vedere un drago vero e proprio; invece l'unica cosa assomigliante a un drago è una scultura di marmo di due tonnellate pendente da un soffitto, al quale è probabilmente attaccata con degli origami, utilizzata come recipiente per pergamene e in grado di cambiare colore da oro ad argento senza cause esterne. Sebbene la statua sfiori i limiti della fantascienza, i bambini avrebbero desiderato un drago vero.

Dunque alla DreamWorks era pronto un piano: "Facciamo uno spin-off su quella statua che prende vita e diventa un vero Dragone Cinese!". Ma l'idea crollò rapidamente quando insieme alle lamentele dei bambini si aggiunse quella di un cinese importante[16], indignato in quanto il "Kung Fu" presente nel film non assomigliasse neanche un poco a ciò che in realtà è[17]. Poco conta dunque che gli spin-off non andassero ancora di moda, i Lavoratori dei Sogni si videro costretti a scegliere un'ambientazione diversa dalla Cina per evitare di spendere tutti gli incassi di Kung Fu Panda in avvocati: in preda al panico per via di un intero piano andato in fumo, chiesero aiuto all'inserviente degli Studios, il quale propose semplicemente di lasciar perdere la cultura asiatica e di utilizzare invece i draghi delle terre ariane. Di seguito la storia si sviluppò da sé.

Secondo alcuni il film sarebbe stato tratto da una serie di libri per bambini, ma è solo una diceria diffusa da degli sciocchi, che credono la carta un migliore mezzo di diffusione della cultura rispetto alla televisione.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

Dragon Trainer Disegno Sdentato.jpg

È risaputo che questa scena sia stata per Picasso fonte d'ispirazione per i suoi dipinti.

  • Nonostante il cercato distacco dal precedente film della DreamWorks Kung Fu Panda, possiamo notare che l'incipit è praticamente identico: uno sfigato che fa male la cosa che vorrebbe praticare bene, si ritrova tra altri cinque individui di livello decisamente più alto, fra i quali c'è una femmina particolarmente arrabbiata con lui.
  • Dati il fatto che è mancino e l'incredibile passione nel creare nuovi marchingegni, pare che i creatori del film abbiano assimilato Hiccup a Leonardo, la famosa tartaruga pittrice dalla bandana blu.
  • Le probabilità di successo dei tentativi di Hiccup con Astrid sono inversamente proporzionali al suo impegno in essi.
  • Nel film Stoick dona al figlio un elmo da combattimento, confessandogli che è metà del pettorale della madre del ragazzo, in modo da averla sempre vicina. Viene fatto intendere che l'altra metà del pettorale è sulla testa del capo villaggio, ma i due elmi non hanno per niente né la stessa forma né le stesse dimensioni: quindi, o non si sta parlando dei seni, o c'è da chiedersi che tipo di tette avesse quella!
  • La Disney ha fatto causa alla DreamWorks in quanto il protagonista del film in questione perde parti del corpo nel corso del lungometraggio, rivelando il segreto che i personaggi dei cartoni animati non sono fatti di gomma.
  • Alla DreamWorks credono che fuoco e lava siano la stessa cosa.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Ma in quest'altro c'è.
  2. ^ Significa che nessuno si metteva a far figli prima dei quarant'anni.
  3. ^ Poiché per i vichinghi un nome indecente spaventava i nemici invece che farli ridere.
  4. ^ I matti invece vengono legati all'albero maestro e lasciati morire d'inedia in mezzo al mare.
  5. ^ Che per caso saranno quelli che più appariranno nel film.
  6. ^ Se lo uccidi ti fai notare.
  7. ^ Se lo uccidi trovi la ragazza.
  8. ^ Ha due teste, se lo uccidi prendi un doppio trofeo.
  9. ^ Se lo uccidi, non guadagni nulla, se non ustioni gravi; già, fanculo l'Incubo Orrendo.
  10. ^ "Che ti aspettavi?"
  11. ^ Subitissimo!
  12. ^ È però probabile che fossero semplicemente contenti di condurre gli stupidi umani verso morte certa.
  13. ^ "L'ha detto! L'ha detto!"
  14. ^ Ma che probabilmente nessuno capisce, protagonista compreso.
  15. ^ Alla fine è davvero un gioco per DS.
  16. ^ Forse?
  17. ^ Non che fregasse a chiunque altro, in quanto la maggior parte di coloro che in giro per il pianeta andarono a vedere il film lo aveva fatto perché voleva gustarsi l'animazione di un panda paffutello che saltella e fa battute divertenti.



Strumenti personali
wikia