Dragon Ball (videogiochi)

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Ryu
Attenzione: questa pagina espone il lettore a ingenti quantitativi di mazzate.
Pertanto prima di leggerla si consiglia di aumentare il proprio livello della barra Hyper Combo ad almeno 3 e a conoscere a memoria la combinazione per eseguire correttamente uno shoryuken nei genitali nemici. Pronti?
Round One... FIGHT!
Nerdissimi
Questo articolo è stato scritto da nerd!
Quindi tranquillo, non sei l'unico povero Cristo che non ha capito un'acca di quello che c'è scritto,
mettiti il cuore in pace, hai ancora una vita sociale e non puoi capire il nerdiano.
Provvederemo a farti diventare uno di loro.
Dragonball Abridged. Nappa cerca di catturare Rif come un pokémon

Ecco come si usano le capsule nei capitoli DBZ Puttan Kai

Freezer distrugge il pianeta Vegeta

Freezer che distrugge un pianeta in DBZ per PSP. Da notarsi l'elevato livello della grafica

Quote rosso1 Non ci bastava l'anime, pure coi videogiochi ci devono rompere il cazzo! Quote rosso2

~ Chiunque sui videogiochi di Dragon Ball Z
Quote rosso1 Kame... Hame... Haaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhh!!!!!!! Quote rosso2

~ Giocatore di Dragon Ball mentre ha un orgasmo durante la partita
Quote rosso1 Triangolo più tasto sotto più L2, ora reset... Quote rosso2

~ Giocatore che tenta di eseguire una Kamehameha con Goku nella saga Tenkaichi


Dragon Ball Z Sborokai è una serie di videogiochi demenziali picchiaduro prodotta dalla NAMCO-BANDAI, dove il giocatore ha la possibiltà di far combattere dei pupazzetti che riproducono fedelmente i personaggi del manga Dragon Ball di Akira Toriyama.

[modifica] I capitoli della saga

Il gioco comprende vari capitoli, che si assomigliano in modo incredibile e che ripropongono all'infinito sempre la stessa storia, quella che ormai conoscono tutti, oppure no.

[modifica] Dragon Ball Z: Budokai

In questo gioco, il primo della serie, la grafica lascia veramente molto a desiderare; i personaggi sono livellati e levigati più di un vaso di vetro di Murano, tanto che il gioco di luci che si vede nello schermo, riflettuto dai corpi dei protagonisti, ha causato fenomeni di cecità temporanea in molti giocatori. La fluidità dei movimenti è molto buona; i gamers la paragonano a quella di una vecchia che va a fare la spesa.

[modifica] Dragon Ball Z: Budokai 2

Budokai 2 è il sequel di Budokai 1, tuttavia l'evoluzione di questo gioco rispetto al suo predecessore è stata pari alla capacità di Piccolo di restare vivo per più di due puntate del cartone animato. Viene introdotto l'uso delle capsule, dei particolari preservativi colorati che permettono ai personaggi di eseguire varie mosse del kamasutra. Sono stati aggiunti inoltre dei personaggi di dubbia utilità come la fusione tra Tenshinhan e Yamcha.L'unica differenza sostanziale di questo gioco sta nel modo di pettinarsi di Vegeta che a detta di molti non giustifica i 50 Euro in più da pagare.

Dragonball

L'ultimo capitolo su PS3 ha un livello grafico talmente alto da ricordare un fotogramma del cartone.

[modifica] Dragon Ball Z: Budokai 3

Budokai 3 ha la straordinaria caratteristica di essere perfettamente uguale al precedente. Persiste l'uso delle capsule-preservativo. La modalità storia riesce ad appassionare molti giocatori; in particolare, pare che Budokai 3 sia l'ideale da giocare durante quei giorni di catalessi in cui ti svegli e non hai voglia di fare un cazzo.

[modifica] Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi

E quando ormai tutti i giocatori si erano abituati a vedere gli scontri tramite una visuale che inquadrava entrambi i wrestler e avevano raggiunto la pace dei sensi, i creatori di Budokai Tenkaichi decidono che il gamer debba vedere il proprio personaggio da dietro come se fosse lui stesso a volare. Se era difficoltoso muoversi in Budokai 1-2-3, adesso i giocatori accusano attacchi di mal d'aria al doversi librare a cazzo per un campo infinito. Questo gioco possiede il dono della chiaroveggenza: è uguale spiccicato a quello che verrà creato dopo di lui.

[modifica] Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi 2

In Tenkaichi 2 sono stati aggiunti quasi tutti i personaggi esistenti nel mondo di Dragon Ball e anche in quello di Arale. La grafica raggiunge un livello senza precedenti: adesso i giocatori riescono addirittura a capire chi è il personaggio che hanno scelto. Ci sono inoltre tantissime modalità di gioco, tanto che nell'edizione speciale si trovano perfino i minigiochi erotici per la soddisfazione della piccola massa di degenerati che non aspettavano altro.

[modifica] Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi 3

Arriva il terzo gemellino omozigote della saga Tenkaichi. I cambiamenti, come solito, sono minimali. Vengono aggiunti i personaggi che mancavano, ed ora ce ne sono talmente tanti che qualcuno dice di aver visto nel mucchio anche Naruto e Sasuke. Vengono eliminati i minigiochi hentai. Le vendite calano del 92%.

[modifica] Dragon Ball Z: Burst Limit

La cosa inizia a diventare tragica. Dragon Ball Z: Burst Limit è fatto con il culo. E neanche uno di quei culi funzionali con cui raddrizzi le banane. Il gioco dispone di 1 personaggio e mezzo e di nessuna arena (si gioca a sfondo blu). I giocatori reagiscono con attacchi di panico e andando a piangere dalla mamma.

[modifica] Dragon Ball: Raging Blast

Dopo il fallimento di Burst Limit, arriva un nuovo capitolo per console di nuova generazione. Questo nuovo picchiaduro dimentica ogni caratteristica del suo predecessore riprendendo l'impronta di tutti e tre i Tenkaichi e spremendoli in un micidiale mix di difetti, tutti racchiusi in una scatoletta con la scritta 12+.

[modifica] Caratteristiche principali

  1. I comandi delle mosse speciali sono talmente difficili da eseguire da far concorrenza a quelli di un pilota di aerei.
  2. Arrivano Due Super Sfigayan nuovi: Vagineta e Broccoly.
  3. È presente una Saga Alternativa: questa storia narra delle vicende sessuali che intercorrono tra i vari personaggi di Dragon Ball, con l'ovvio intento di far sparare una pippa al giocatore quando i suoi vecchi non sono in casa.

[modifica] Dragon Ball Raging Blast 2

Super Saiyan Berlusconi

Brolysconi Super Saiyan mentre sta per eseguire il suo attacco finale. È probabilmente il personaggio più forte del gioco.

Identico al precedente ma con qualche personaggio in più e una grafica migliore. Quando il proprio personaggio raggiungerà la massima potenza ed entrerà nella modalità "Raging Soul", partirà automaticamente una musica da cui non si può sfuggire nemmeno togliendo l'audio alla TV, né spegnendola, né chiamando un'esorcista. Questo gioco non sarebbe nemmeno tanto male se non fosse per la cosiddetta "Modalità Galassia", che è la ragione per cui molti giocatori usano Raging Blast 2 quando hanno finito la carta igienica.

[modifica] Dragon Ball Z: Ultimate Tenkaichi

In questo nuovo capitolo, che i creatori della serie si potevano risparmiare, alcuni dei nemici da sfidare sono dei cazzuti boss giganti che tuttavia i nostri eroi riescono a sconfiggere anche soltanto con una schicchera sulle mani. Una novità è la Modalità Eroe con cui il giocatore può creare un guerriero personalizzabile, ovvero quasi sempre una copia del giocatore stesso in versione figa. Questo Signor Nessuno sarà in grado di sconfiggere Omega Shenron senza neanche diventare Super Saiyan, invece Gogeta Super Saiyan 4 non ci riesce manco se si dopa.

Inoltre il roster dei personaggi è assai limitato: non c'è quel sacco di merda di Guldo, né Mecha Freezer, né Vegeta Super Saiyan di secondo livello, né Goten e Trunks bambini. Si saranno vergognati di fare parte di questo gioco...

[modifica] Dragon Ball Xenoverse

Questo gioco è stato creato appositamente per far venire un infarto a Toriyama. La nuova grafica appare computerizzata e spigolosa come i giochi di qualche anno fa, e rende le facce dei personaggi praticamente irriconoscibili, le mosse speciali nei combattimenti appaiono deboli e tutte uguali mentre i movimenti dei personaggi sono rigidi come se avessero una sonda anale che li blocca. Inoltre, per spillare più soldi ai giocatori quei furboni dei produttori hanno pensato bene di mettere metà dei personaggi del gioco (e soprattutto quelli più fighi) disponibili solo a pagamento tramite DLC. La modalità storia qui è qualcosa di molto innovativo, infatti si impersona un personaggio muto, da noi creato, che con il carisma di un comodino avrà il compito di fare da bravo fesso tutto quello che Trunks gli chiede, ovvero cambiare la storia di Dragon Ball, che è stata rovinata da due demoni sbucati dal nulla e imparentati con Darbula. Leggende metropolitane affermano che esista un ennesimo sequel pure per questo gioco, chiamato "Xenoverse 2", ma si spera siano solo dicerie infondate.

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

Piccolo

Ecco come si presenta Piccolo in Burst Limit. Il livello grafico ha un'aura potentissima.

  • Oltre a questi esistono circa millemila altri giochi riguardanti Dragon Ball per trentordici altri tipi di console, ma per descriverli tutti non basterebbe una biblioteca.
  • Nei capitoli di Tenkaichi, quando un personaggio cade per terra, sbattuto con una violenza inaudita, non fa il minimo rumore e scivola via come una palla su un campo di bowling.
  • In qualunque gioco di Dragon Ball, puoi uccidere senza problemi i personaggi più forti come Omega Shenron e Gogeta Super Saiyan 4 utilizzando i personaggi più deboli della serie come Jiaozi e Mr. Satan.


Namco logo
Strumenti personali
FANDOM