Dracula di Bram Stoker

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Dracula e Ozzy Osbourne.png

Dracula e il suo acerrimo nemico. Altro che quel rincoglionito di Van Helsing.

Quote rosso1.png Io to mio penvenuto in mia umile timora! Quote rosso2.png

~ Ratzing Dracula accoglie Jonathan Harker nel suo modesto castello.
Quote rosso1.png Ja? Quote rosso2.png

~ Professor Dottor Signor Miss Van Helsing su qualsiasi cosa.
Quote rosso1.png Vorrei avere un bel gattino, si! Quote rosso2.png

~ R.M. Renfield su colazione sostanziosa.

Dracula di Bram Stroker è un film del 1890 diretto dal pluripregiudicato regista italo-thailandese Francesco Fiat Berretto, basato sull'omonimo romanzo dell'omonimo autore. La pellicola è stata molto apprezzata dalla critica, dal pubblico e dal circolo degli ultranovantenni qui all'angolo per la magistrale interpretazione di Berretto, che si è attenuto fedelmente alla storia, alle scene e alla caratterizzazione dei personaggi presenti nel libro.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

La pellicola comincia con un breve antefatto al libro, inventato di sana pianta dal regista, nel quale viene raccontata la struggente storia di Vladimir Andrij Ševčenko Luxuria Dracula, nobile condottiero transilvano, che, a seguito di un effimero malinteso con il postino, perde la moglie. Ella, infatti, si suicida in preda al dolore quando le viene consegnato un messaggio recante la firma del marito e le parole "Sono morto". Un'attenta analisi della grafia svelerà in seguito che la lettera era stata scritta da un bambino di 7 anni. Sentendosi tradito dal servizio delle poste transilvane, Vlad stringe un patto col Diavolo giurando vendetta sui servizi postali di tutto il mondo.

Millanta anni dopo, quando il conte dovrebbe essere già bello che morto, inizia la storia vera e propria. Jonathan Harker, giovane imbianchino londinese, viene chiamato a sostituire un suo collega, tale R.M. Renfield, nella tinteggiatura della facciata di un castello nell'Europa dell'Est, sperduto nel bel mezzo dei Carpazi. Noncurante del fatto che il suo predecessore sia tornato da quel luogo con lievi disturbi mentali e che a breve dovrebbe convolare a nozze con la sua amata Mina, Jonathan si arma di pennello e cazzuola e parte in viaggio per i Carpazi. Dopo un lungo tragitto costellato di strani avvenimenti (lupi che ululano, vecchiette che sputano per terra facendo le corna e visioni di cazzi che roteano nel vuoto), il giovane imbianchino giunge finalmente al castello, dove viene accolto da un vecchio decrepito col mantello rosso e una parrucca a forma di deretano. Anche al castello, tuttavia, non manca di assistere ad eventi paranormali come porte che si aprono e si chiudono da sole, ombre antropomorfe che se ne vanno beatamente per cazzi loro e vampiresse vogliose, tra cui la Bellucci, che scopano qualunque cosa si muova.

[modifica] In Transylvania

Wikiquote.png
«A dispetto di quello che credevo, la società qui sembra essere molto più sviluppata e tecnologica che da noi: hanno porte automatiche, proiettori olografici e la prostituzione è legale. Sarà una pacchia!»
(Dal diario dell'ingenuo Jonathan Harker, 3 trettembre 1890.)

Ben presto, tuttavia, l'imbianchino londinese scopre che il Conte ha evidenti tendenze omosessuali e lo ha imprigionato nel castello, in modo da poterne abusare sessualmente a qualsiasi ora del giorno e della notte. Ad un mese di distanza dall'arrivo di Jonathan, il Conte dà finalmente inizio al suo piano per conquistare il mondo e distruggere i sistemi postali: compra un castello a Londra, fa preparare cinquanta casse di fresca terra di camposanto transilvana e, con queste, parte alla volta della capitale inglese, lasciando il ragazzo imprigionato nel castello con l'unica, infelice compagnia delle tre ninfomani non-morte.

[modifica] In Inghilterra

Nel frattempo, in Inghilterra, la troieggiante Lucy Westenra (migliore amica della promessa sposa di Jonathan) partecipa al programma televisivo Women And Men condotto da Mary O'Philips e qui, tra i suoi tre corteggiatori, sceglie ovviamente il più ricco. I due si sposano e, prima ancora che abbiano il tempo di consumare, PAM! arriva Dracula e il gioco è finito. Che sfiga, eh? La giovane Lucy, vittima del morso di Dracula (con cui non disdegna anche una veloce scopatina extra-coniugale), è condannata a trasformarsi a sua volta in una temibile creatura della notte. Gli altri, che non hanno la più pallida idea di cosa stia succedendo e del perché Lucy da un giorno all'altro si sia deperita come un fossile, chiedono aiuto al grande, Magnifico, SEN-SA-ZIO-NA-LE dottor AbrahKadabram Van Helsing, un vecchio pazzo olandese ritenuto la somma autorità nel campo dell'occulto (egli ha infatti completato tutti i giochi della serie Castlevania in modalità ultra-difficile senza mai perdere una vita). Van Helsing giunge a Londra e, dando una fugace occhiata attraverso la finestra al mignolo del piede destro di Lucy, capisce che dietro questo strano avvenimento c'è lo zampino di Dracula.

Wikiquote.png
«NOSFERATU! Dracula, il mio acerrimo nemico! Colui che ho inseguito per tutta una vita! NOSFERATU! BOMBA!»
(Van Helsing, vittima della demenza senile)

Nonostante i vari tentavi per salvarla, la povera Lucy muore, poi resuscita e comincia a succhiare tutti i bambini di Londra come fossero Chupa-Chups. Van Helsing la scopre e, insieme agli altri, le da la caccia fin dentro la tomba per poi porre fine alla sua esistenza notturna.

[modifica] Sulle tracce di Dracula

Wikiquote.png
«Bisogna conficcargli un paletto di mogano o frassino nel cuore, recitare una preghiera, tagliargli la testa, recitare una preghiera, dare fuoco al corpo, recitare una preghiera, tagliarlo in mille pezzi, recitare una preghiera, sotterrare i resti, recitare una preghiera, urinare sulla sua tomba, recitare una preghiera, fare il ballo del qua-qua. Poi ce ne andiamo tutti da Vincenzo's, ci sediamo a tavola, recitiamo una bella preghiera per ringraziare il Signore e mangiamo una bella tagliata di carne, ja?»
(Van Helsing su come uccidere un vampiro.)

Nel frattempo, il Conte Dracula si reca in una clinica di bellezza londinese e ne esce visibilmente ringiovanito, quasi avesse cinquecento anni in meno. Da quel momento, si dà alla vita mondana: passeggia allegramente per le strade di Londra, partecipa a rave-parties e serate in discoteca; viene a conoscenza anche delle ultime scoperte e invenzioni del mondo occidentale, come il fuoco, la ruota e il cinematografo. In tutto questo tran-tran, incontra fortuitamente Mina che è identica alla sua più-che-defunta moglie (c'è chi dice sia addirittura interpretata dalla stessa attrice!) e se ne innamora perdutamente. Mina, riservata e fedele a Jonathan sulle prime, finisce con l'innamorarsi del Conte e dedicarsi con lui all'erotismo satanico. Il loro idillio amoroso viene però interrotto da una lettera di Jonathan che, riuscito a fuggire dal castello e gravemente malato, chiede a Mina di raggiungerlo nel convento delle Sacre Suore Orsoline Sempre Beate in Transilvania per sposarlo seduta stante. I due quindi si sposano e fanno ritorno in Inghilterra, dove Jonathan può spiegare in dettaglio al dottor Van Helsing le splendide giornate che ha trascorso a Draculilandia. Van Helsing conduce le sue ricerche e scopre che Dracula soffre di una gravissima forma di scoliosi e che, pertanto, ha bisogno di dormire non su comodi materassi, ma su di un particolare tipo di terra ergonomica reperibile solo nei cimiteri della Transilvania. A questo punto, l'allegra combriccola parte alla ricerca delle cinquanta casse di terra che il Conte ha esportato dal suo paese nella speranza che, non avendo più un posto dove dormire, se ne torni finalmente a fare in culo in Transilvania.

A questo punto manca ancora un'ora di film. Il Conte scappa, lo inseguono fino al suo castello sui Carpazi e lo uccidono. Fine.

[modifica] Personaggi

Stan Helsing.jpg

LUI non è Van Helsing.

  • Conte Dracula - Gario Vecchiuomo: detto anche il Vampiro, Nosferatu, il Principe delle Tenebre, Colui-che-non-può-essere-nominato o Vladdy (per gli amici) è il discendente di un'antica stirpe di condottieri. In realtà, come si scopre nel corso del film (ma non nel libro) è solo un povero uomo che soffre la perdita della moglie. Anziché dedicarsi al calcetto, alla Play Station o ai puttan-tour come qualsiasi single di settecento anni, ha come hobby la conquista del mondo, la distruzione delle razze inferiori e la creazione di una razza suprema di non morti.
  • Abraham Van Helsing - Anthony Poppins: campione mondiale di Castlevania, è un professore universitario olandese dall'ottimo accento inglese (migliore anche di quello degli stessi inglesi), dedito allo studio dell'occulto, alla patata e alle bevute con gli amici. Soffre di temporanei deliri di onnipotenza e dà la caccia a Dracula da quando questi lo usò come biberon alla tenera età di 6 mesi.
  • Jonathan Harker - Neo: giovane imbianchino londinese, promesso sposo di Mina Murray. Si troverà suo malgrado coinvolto, insieme a sua moglie, in quell'ambaradan spiegato sopra.
  • Mina Murray - Guinona Cavalcatrice: figlia del ben più celebre Bill Murray, Mina è la promessa sposa di Johnatan Harker. Ciononostante, non disdegnerà tradire il futuro marito alla prima occasione, con nientepopodimenoché il Principe delle Tenebre, tale Valdimir Dracula. Se nel libro potrebbe essere considerata una versione londinese della pia Lucia Mondella, nel film non è nulla di più che una sciocca bambina di quasi trent'anni che crede ancora nelle favole e nel principe azzurro.
  • Lucy Westenra: migliore amica di Mina, nobile di nascita ed emerito puttanone scatenato per vocazione. Si lascerà corteggiare non da uno, non da due ma da ben TRE uomini prima di diventare una vampira e cercare di ucciderli tutti. Fortunatamente Van Helsing l'ammazza prima che possa tranciare i genitali al primo mal capitato in un rapporto di necrofilia orale.
  • Quncey Morris, Jack Seward e Lord Godalming: sono i tre sfigati che corteggiano Lucy. Di loro, solo il nobile e ricco Godalming riuscirà a sposarla. Magra consolazione, visto che dopo nemmeno un mese la ragazza muore e resuscita nel tentativo di ucciderlo. E pensare che non hanno nemmeno mai fatto sesso.
  • R.M. Renfield: collega imbianchino di Jonathan, impazzisce dopo essere stato spedito a fare il lavoro sporco (ad imbiancare ci si macchia, si sa) in Transilvania. Tornato a Londra, è convinto che il Conte Dracula lo renderà suo servo donandogli la vita eterna. E infatti alla fine muore, ucciso dal Conte stesso. Ha la pessima abitudine di non lavarsi i denti dopo i suoi abbondanti pasti a base di ragni e mosche che, a detta sua, dovrebbero rinvigorire la sua "energia vitale".

[modifica] Voci dissanguate

Strumenti personali
wikia