Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Il Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio[1], istituito grazie a parte dei 6 miliardi di euro dei Fondi Europei[2]
Grande open-space nel quale diversi impiegati lavorano mestamente col proprio pc

Gli uffici del Dipartimento contro il trollaggio della Regione Sicilia, ricavati da un piano del Palazzo dei Normanni, Palermo, Sicilia. Largo alla modernità.

stanziati per la Sicilia, è la risposta della Regione Sicilia - sempre attenta alle nuove problematiche sociali - al dilagare in Internet di quei comportamenti ritenuti poco corretti all'interno della comunità virtuale.

Il Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio (d'ora in poi Dipartimento) ha sede nell'open space ricavato dalla ristrutturazione di un palazzo medievale in pieno centro palermitano. L'inaugurazione è avvenuta in pompa magna il 10 gennaio 2012, alla presenza di Presidente, Giunta e Assemblea Regionale[3], più l'indotto. E della comunità palermitana della Nuova Guinea, fatta rimpatriare perché il cugino del Presidente ha i parenti laggiù. Un'organizzazione impeccabile, a parte il buffet sottotono per gli standard siculi: d'altronde quando la UE sgancia solo 3 milioni per il catering bisogna accontentarsi.

Finalmente, dopo la classica settimana sicula di vacanze post-inaugurazioni, il dipartimento ha iniziato l'attività, il 30 gennaio 2012[4].

Nascita del Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio

Lombardo raffaele02

L'ex Presidente della Regione Sicilia affranto: l'UE ha appena rifiutato la sua richiesta di 15 milioni di finanziamenti a fondo perduto per uno studio sulla fattibilità del cannolo a reazione.

È l'ex Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, ad aver fortemente voluto il dipartimento. Come ha ricordato in una recente intervista, nelle sue difficoltose navigate in Internet gli capitava spesso di "avere a che fare con soggetti poco gradevoli, che scrivevano commenti oltremodo offensivi e provocatori nelle discussioni che ero tenuto a leggere per motivi professionali". Tutti i tentativi di dialogo con i suddetti soggetti alzavano al povero Lombardo la pressione a 180, finché, leggendo un commento offensivo su un video della processione di Santa Brizzitedda Martire dell'Erario, sbroccò.

"Ripetilo, se hai il coraggio! Fetuso!" inveì Lombardo contro il monitor.

"Ma lasci perdere dottò, è il solito troll" lo redarguì la giovane segretaria dall'altra stanza.

"Lo sapevo, lo sapevo! È sempre lui, riconosco lo stile! Ma come fa ad essere ovunque? Qual motivazioni lo spingono a dir tali nefandezze? Ma ti troverò, prima o poi, Signor Troll! Ti troverò!" urlò Lombardo alzando il pugno al cielo.

Il Presidente era già pronto ad organizzare una spedizione in America per scovare il Sig. Troll: purtroppo la segretaria chiarì subito l'equivoco, spiegandogli origine e significato del termine. E istruendolo sulla contromisura migliore, in questi casi: non fare nulla, ignorando il troll.

A Lombardo brillarono gli occhi.

"Non far... Geniale! Questo è un lavoro per la Regione Sicilia! "

E fu così che venne istituito in fretta e furia il Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio, presentato agli occhi del mondo come la soluzione definitiva al problema del trollaggio virtuale.

Visita guidata nel Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio

Divieto di nutrire i troll

Regola numero uno del Dipartimento: Se siete di fronte a un troll, non fate niente. Non date da mangiare ai troll.

Il trolling come forma di passatempo virtuale sta forse passando di moda, ma si sa, la burocrazia ha i suoi tempi. A ogni modo, come opera il dipartimento? Come combatte i troll? In una recente visita del nostro corrispondente, il direttore del dipartimento in persona (che preferisce mantenere l'anonimato per evitare rappresaglie virtuali) ci ha spiegato tutto. Il Signor Mimmo Memmuzzu (codice fiscale MMMMMM51L18G211M), già Mister spazzaneve ufficiale della Regione nell'amministrazione precedente, coordina un gruppo di 45 persone di età, formazione e sesso eterogenei.

Corrispondente : Quote rosso1 Signor Direttore, ci parli del Dipartimento. Cosa fate per contrastare i troll? Quote rosso2
Direttore : Quote rosso1 È molto semplice: ciascun dipendente ha un proprio PC connesso ad Internet, e durante l'intero orario lavorativo naviga in Internet. Quote rosso2
C : Quote rosso1 Sembra il sogno di ogni lavoratore dipendente. Quote rosso2
D : Quote rosso1 Che fa, insinua?! Quote rosso2
C : Quote rosso1 Va bene, va bene. E come fate a trovare i messaggi dei troll? Quote rosso2
D : Quote rosso1 Non è per niente facile. I troll in Internet possono essere ovunque, non c'è una regola e sono imprevedibili. Per cui la cosa migliore è di navigare in Rete dove ci pare, e se troveremo un troll, tanto meglio. Quote rosso2
C : Quote rosso1 E se non ne trovate nessuno? Quote rosso2
D : Quote rosso1 Allora la Provvidenza ha voluto così. Quote rosso2
Divieto di nutrire i troll

Regola numero due del Dipartimento: Se non siete sicuri di essere fronte a un troll, non fate niente. Non si sa mai.

C : Quote rosso1 Sì, ma non scegliete di controllare di più alcuni siti rispetto ad altri? Quote rosso2
D : Quote rosso1 Beh, in realtà sì. La maggior parte dei dipendenti impiega diverse ore al giorno a guardare film in streaming[5] o video su Youtube Quote rosso2
C : Quote rosso1 Mi sta dicendo che passate le giornate a guardare video? Quote rosso2
D : Quote rosso1 A controllare video, prego: dobbiamo guardarli per intero, prima di leggere i commenti. Deontologia professionale, lei capisce. E che ci andiamo a fare sui forum? Stanno già pieni di controllori fanatici. Quote rosso2
C : Quote rosso1 Ok... e quando trovate un troll, qual è la procedura? Quote rosso2
D : Quote rosso1 Ah, qui viene il bello! Quote rosso2

(All'improvviso un impiegato sulla trentina, seduto nella parte opposta del loft, chiama il Direttore a 120 dB.)

Impiegato : Quote rosso1 Venga Direttore, che qui ce n'è uno! Quote rosso2
Direttore : Quote rosso1 Arrivo! Mi raccomando, sangue freddo, Calò! Quote rosso2
Corrispondente : Quote rosso1 Ma che sta guardando? Lamù? Durante il lavoro? Quote rosso2
D : Quote rosso1 Per cortesia, stiamo lavorando adesso. Che succede, Calogero? Quote rosso2
I : Quote rosso1 'Sto maledetto osa parlare male degli anni '80! Dice che erano un periodo di merda che rimpiangiamo solo perché eravamo piccoli! Bastardo! Ma adesso mi sente! Quote rosso2
D : Quote rosso1 Fermo Calogero! La sai la regola: non fare niente! Ignoralo! Quote rosso2
I : Quote rosso1 Minchia, Direttore, come faccio? 'Stu fetuso insiste, dice che siamo nostalgici solo perché abbiamo un lavoro di merda! Io lo ammazzo! Quote rosso2
D : Quote rosso1 Non fare niente, ti ho detto! Sei o non sei un dipendente della Regione Sicilia? Quote rosso2
Divieto di nutrire i troll

Regola numero tre del Dipartimento: Nei casi eccezionali, non fate niente.

(L'impiegato spezza una matita. Poi si accende una sigaretta.)

Impiegato : Quote rosso1 Ha ragione Direttore... maledetto il mio sangue caldo. Ha visto, comunque? Nessuna risposta. Ha! Quote rosso2
Direttore : Quote rosso1 Ottimo lavoro, Calogero, ottimo lavoro. Prenditi pure una pausa. Quote rosso2
Corrispondente : Quote rosso1 Ma... ma... non avete fatto niente! Quote rosso2
D : Quote rosso1 Lei conosce la regola, vero? Du-no-fiid-dè-troll[6]. Quote rosso2
C : Quote rosso1 Nemmeno aggiungere altri commenti per farlo scivolare in fondo? Quote rosso2
D : Quote rosso1 Non è il nostro lavoro, quello. Noi combattiamo i troll, non ci immischiamo in discorsi che non ci riguardano. Siamo professionisti. Quote rosso2

Dalla scrivania accanto si levano altre voci.

Impiegato n°2 : Quote rosso1 Qui, qui! Un altro troll! Quote rosso2
Direttore : Quote rosso1 Presto, ignoralo! Quote rosso2

Impatto sociale del Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio

Nero

Immagine censurata - per motivi di privacy - del Direttore del Dipartimento mentre intasca sottobanco un mazzetto misterioso. Link alla foto originale: www.fotocompromettenti.com/Politici italiani/lookf.php/S/13412.

Err

La visita al dipartimento, per inciso, si è conclusa nel migliore dei modi:

Corrispondente : Quote rosso1 Senta, in tutta onestà: lei è davvero un esperto in materia informatica? Quote rosso2
D : Quote rosso1 Mi prende in giro? Mi dia il suo indirizzo che le spedisco il curriculum, cafone! Quote rosso2
C : Quote rosso1 GianaldoScin@g... Quote rosso2
D : Quote rosso1 Piano! "Chiocciola" è con due c? Quote rosso2
C : Quote rosso1 Sè, appunto. Stia bene. Quote rosso2
D : Quote rosso1 Ossequi. Quote rosso2

Che ci sia stata buona fede o meno nella creazione del Dipartimento, se esso sia davvero nato per offrire un servigio alla comunità o sia un comune spreco di risorse, è un dilemma insolubile. Ma, come ha affermato il governatore Lombardo:

"Intanto ci hanno dato 10 milioni di Euro."

Perciò d'ora in poi, ogni volta che non vedrete alcuna risposta ad un commento offensivo o disturbante, ringraziate il Dipartimento della Regione Sicilia contro il trollaggio. Stanno lavorando per voi.

Voci correlate

Note

  1. ^ Istituito tramite deliberazione regionale n.512 del 5 dicembre 2011
  2. ^ Ossia dei Fondi di Sviluppo Regionale dell'Unione Europea
  3. ^ O Consiglio Regionale, come si dice nel continente.
  4. ^ In Sicilia le settimane di vacanza durano 10 giorni feriali
  5. ^ Pochi, purtroppo. R.I.P. Megavideo
  6. ^ Tradotto in: Non-dare-da-mangiare-al-troll
Icona cacca oro
Icona cacca oro
Questa è una voce in latrina, sgamata come una delle voci meno pallose evacuate dalla comunità.
È stata punita come tale il giorno 1 giugno 2014 con 100% di voti (su 7).
Naturalmente sono ben accetti insulti e vandalismi che peggiorino ulteriormente il non-lavoro svolto.

Segnala un contenuto da votare  ·  Votazioni in corso  ·  Controlla se puoi votare  ·  Discussioni

Strumenti personali
FANDOM