Dialetto abruzzese

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Terrone made in sud.jpg
OCCHIU VIVU E MANU O CUTIEDDU!!!
Il contenuto di questa pagina può essere altamente terrone. Quindi, se sei un leghista o un fan dell'allegro folletto verde blinda pure la porta di casa tua: i nostri amici stanno già arrivando...


Quote rosso1.png IJ iamm, magn n'atr poc, ca par ch' t' shti asseccoij Quote rosso2.png

~ Nonna/zia Abruzzese al nipote di 8 anni che pesa 72Kg
Quote rosso1.png Offreghete che cazzo de friddu che fa! Quote rosso2.png

~ Aquilano ogni giorno
Quote rosso1.png Frectngul ma cazz' fa l caij Quote rosso2.png

~ Pescarese ogni giorno

Il dialetto abruzzese non esiste. Infatti è risaputo che in questa terra molto scossa, ogni paesello del cazzo ha una lingua propria e ricostruire tutti dialetti e dialettini è una cosa impossibile. Ma noi di Nonciclopedia, con grande spirito di ricerca, abbiamo affidato tutto il lavoro ai Ricercatori Infasil che ci hanno dato i documenti per scrivere quest'articolo.

P.S.: In questa pagina useremo un Abruzzese comune, mischiando tutti i vari dialetti di tutte le città, paesi e paesini [1]

Cartina Abruzzo colorata.gif

Qui sono rappresentati, in diversi colori, i vari dialetti parlati in Abruzzo

[modifica] Origini

[modifica] Antichità

I dialetti Abruzzesi nascono prima di quellam linguam qui se la tiras unam cifram. Infatti venivano parlati da diverse popolazioni Italiche come Sanniti, Piceni, Sabini, Afghani, Terroni, Padani e tanti altri ancora. Questi popoli, notoriamente incazzosi, hanno passato 500 anni a darsele di santa ragione, così ogni villaggio di pastori parlava una lingua diversa e capirsi era quasi impossibile; la cosa strana era come nascevano queste guerre, qui abbiamo un documento[2] sulla guerra tra Aternus e Teate, in cui due buoni amici, provenienti da questa città, si incontrano; i nomi originali sono Frangisc e Giuann:

Wikiquote.png
«
  • Frangisc: Uè cumbà!
  • Giuann: Uèèèèèè
  • F.: Camma raccùnt? Tuttappuòsht?
  • G.: Scisci! Uà, l'atru ijorn, stev a i a Sambucet , quann' so visht una c parev' sor't co troij amich' sè, c n stev una: MA CAZZ' EV BBON!
  • F.: Ca sci ditt'? CA SCI DITT D SOR'M??
  • G.: STATT' CALM, NIJ SO DITT NIJOND!
  • F.: UEEEEE! SHTATT' CALM TU! TU N M C PIJ P CUL A MI! TU SCI DITT C SOR'M È NA TROIJ! TROIJ C SARÀ MAMM'T!
  • G.: I T'ACCIIIIID!!!»

Ecco la traduzione Italiana, anche se non rende il vero valore del testo:

Wikiquote.png
«-Frangisc: Ohilà compare!
  • Giuann: Ohilàààààà!
  • F.: Cosa mi narri? Stai bene?
  • G.: Sì sì! Guarda, l'altro giorno mi dirigevo verso Sambuceto, quando mi si presentò davanti una che somigliava a tua sorella assieme a tre sue amiche, tra di loro ce ne era una: ERA ASSAI PIACENTE!
  • F.: Cosa hai detto? COSA HAI DETTO SU MIA SORELLA??
  • G.: CALMATI, NON HO DETTO NULLA RIGUARDO A LEI!!
  • F.: OIIIII! CALMATI TU! TU NON MI PRENDI PER I FONDELLI! TU HAI DETTO CHE MIA SORELLA È UN'AUTOSTOPPISTA! TUA MADRE È UN'AUTOSTOPPISTA!
  • G.: IO TI UCCIDOOOOO!!!»

Così Frangisc (di Aternus) e Giuann (di Teate) diedero vita alla millenaria rivalità tra le due città.

[modifica] Conquista Romana

Questi popoli si facevano tranquillamente la guerra l'un l'altro, quando arrivò l'impero Burino, che li conquistò, facendo cessare il loro felice stato di guerra eterna e introdussero il latino, affinché venisse storpiato e fatto proprio da queste genti. Allora gli antichi Abruttesi, stufi di dover vivere in pace e fratellanza, si unirono in un'alleanza contro Roma, avendo come fine quello di ottenere la sacra libertà di potersele dare di santa ragione[3]. Così posero la capitale a Corfinium (oggi Corfinio, per gli autoctoni Curfinij) e il comandante, un tal Peppì, la notte prima della battaglia, disse queste parole al suo esercito[4]:

Wikiquote.png
«NNAGGIA SAND'NIJOND, RUMPEMMIJ U CUL A SHTA MANC DI FIJ D PUTTAN!!»

In Italiano suona più o meno così:

Wikiquote.png
«Sia maledetto San Niente, rompiamo il deretano a questa manica di figli di donna allegrotta»

Come potete vedere non era certo un grande oratore, ma riuscirono comunque a tener testa grazie ad una pozion... ah scusate, quelli erano Asterix e Obelix. I nostri eroi sono stati miseramente sconfitti e sono rimasti sotto l'Impero Laziale.

[modifica] Medioevo e Rinascimento

La storia del medioevo la conoscete: guerre, conquiste, epidemie, rivolte, guerre, guerre , Ius primae noctis, guerre, Chiesa che rompe le palle, guerre... Così l'Abruzzo fu conquistato da tutte le popolazioni che passarono di qui in quei maledetti mille anni, eccole qua:

  • Goti
  • Ostrogoti
  • Visigoti
  • Vandali
  • Bizantini
  • Tedeschi
  • Normanni
  • Francesi
  • Spagnoli
  • Portoghesi
  • Siciliani
  • Napoletani
  • Giapponesi
  • Cinesi
  • Giappocinesi

Ovviamente tutti portarono la loro lingua, rendendo ancor più incasinata la situazione linguistica.

Italia nel 1840.PNG

A quei tempi la situazione era difficile un po' in tutta Italia

Nel rinascimento tornarono un po' dei popoli sopracitati, ma non influirono più di tanto sul gran casino che c'era.

[modifica] Dal 700' a oggi

La principale caratteristica di questo periodo fu l'avvento di una lingua fino ad allora sconosciuta: l'Italiano. Così l'Abruzzese è diventato più comprensibile, ma persistono, in alcuni paesini dimenticati da Dio arroccati in cima ad un monte, dialetti che non hanno nulla di riconducibile a qualcosa che somigli all'Italiano.

[modifica] Caratteristiche principali

[modifica] La regola delle doppie

La regola principale è mettere le doppie ovunque (le R e le C dure possono anche essere triplicate), ecco qualche esempio:

  • Abbruzzes' (Abruzzese)
  • Marrrocch (Pannocchia)
  • Va bbon' (Va bene)
  • Miccchel (Michele)
  • Luneddè (Lunedì)
  • Marteddè (Martedì)
  • Merculeddè (Mercoledì)
  • Ammèrch (America)

ecc...

Se riuscite a raddoppiare un po' tutto sarete già a buon punto per fingervi Abruzzesi, anzi Abbruzzes', oppure Bbruzzes, o anche Bbruzzis o ancora... vabbè dai basta.

[modifica] Parole da usare

Ricordatevi che l'Abruzzese vero non dice roba tipo ganzo, figo, forte, bensì FREGNO! Questa parola, assieme ai suoi derivati (fregnata, fregnone, cazz' d' fregnata anzichè fregnissimo) è una delle più usate in tutto l'Abruzzo, quindi conoscerla è essenziale. Potreste utilizzarla in situazioni come queste:

Wikiquote.png
«Shtà a vedè cuij ch s stà a fa lu fregn'»
Wikiquote.png
«Guarda quello che si sta atteggiando a figo»
Wikiquote.png
«MMA CAZZ' È FREGNO STU COS'!!»
Wikiquote.png
«È PROPRIO GANZO QUEST'OGGETTO»

Un'altra parola che dovete imparare è FRECHT, conosciuta anche con le varianti Fregt, Frecati, frectn'gul e la famosa OFFREGHETE, che ha conosciuto popolarità grazie a questo grande uomo proveniente dalla città col Parkinson. Serve a esprimere stupore per qualcosa, tipo una bella gnocca, un goal della squadra del cuore, una bella gnocca, un buon pasto, una bella gnocca, una bella gnocca, una bella gnocca, un fatto incredibile appena scoperto[5]. Non ha una vera e propria traduzione in Italiano, dovrebbe essere qualcosa tipo "accidenti", e pare che sia derivante dagli alieni Gangabanga che hanno popolato questa terra in epoche remote. Alcuni esempi sono nelle citazioni all'inizio della pagina, ma ne abbiamo altri:

Espressione facciale sconvolta.jpeg

faccia da fare quando si usa il Frecht

Wikiquote.png
«Freect, ti proprij ragion'»
Wikiquote.png
«Accipicchia, hai proprio ragione»
Wikiquote.png
«Freghete! La sci vishta a chella là!?»
Wikiquote.png
«Accidenti! Hai visto quella là?!»

Quando poi dovete far sapere al mondo che vi è capitata una cosa che vi ha fatto incazzare, non bestemmiare (troppo banale), esclamateNAGGIA SAND!, oppure MANNAGG' SANT NIJONT!.

Conoscere queste parole vi renderà dei veri Abruzzesi come Rocco Siffredi[6].

[modifica] Accento alla fine

In molte parole, sopratutto straniere[7], l'accento si sposta alla fine senza cambiare la parola, per dare alla parole quel qualcosa di cafonaccio radical-chic tanto in voga da queste parti. Anche qui abbiamo alcuni esempi:

  • Intér
  • Milàn (Milano=Mlan)
  • Canadà
  • Arsenàl
  • Gangstèr
  • Nobbéll (una delle poche che cambia)
  • Computér

ecc...

[modifica] Esempi di discussione[8]

[modifica] Chiedere e dare indicazioni

Wikiquote.png
«
  • A: Scus'm signò, ma pù dicr addò shtà lu negozij di Camill' Ciavattàr?
  • B: Sci. Tu vè 'nnenz, apù gir a mmanc i continu fin alla casa du fij di Marij u Buttun. Ell la pù vedè.
  • A: Grazij eh! Bongiorn!»

[modifica] Al ristorante

Wikiquote.png
«
  • A: Allò ch' v purt signò?
  • B: Purtm nu piatt d sagn au sug i l pallott cac i ov.
  • A: Vabbòn, vulet pur lu vin?
  • B: Sci sci! Ch vin tenet?
  • A: Tenemm lu vin ch fa nonnò.
  • B: Frect! Allò iè bon di sicur! Purtm ddù buttij accuscì una ma bbiv mò i l'autr ma bbiv alla cas
  • A: Mma vulet signò. Mò vi purt tutt.»

Cchess è tutt, si v serv cacchij autra cos ietvn ann'atra part.

[modifica] Insulti

Ecco il momento che voi, buzzurri lettori ed utenti di Nonciclopedia attendevate con grande entusiasmo: gli insulti! Nemmeno in questa sezione ci sarà la traduzione, preferiamo che capiate voi la gravità dell'insulto provandolo con un abitante del luogo. Ecco la lista:

  • Stuputò!
  • Mongolò!
  • Vaccacò!
  • Ntuntì!
  • Ndùdìt!
  • Fij de puttà!
  • Ngul a mammete!
  • Voccapè!
  • Burzicò!
  • Tordacò!
  • Turdò!
  • Vatt' a reponne!
  • Fruciacchiò!
  • Zamarrò!
  • Ricchiò!
  • T puozzn ambenn!
  • Sette giacchet!
  • Chi sci frecat!
  • T'apr mè na cozz'!
  • T' revotc mè nu cauzin!
  • Pezz' i mè!
  • Cellangul'!
  • Cocc' d caà!
  • vattel'a pià a' lu cul!
  • Ngul a'ssort!
  • All'cas tì!
  • puzza schiattà!
  • Lu cazz ca te frec!
  • Facce d'mmè!
  • Mo te facce fa' gne-gne, gne na àtt!
  • Mo t'a apre gne na'cozz!
  • Mo te spacc gne la mel!
  • Si na melanguela arvisctite!
  • ngul'a mammete
  • la fregna di sorete 'mmezz' a du lesche di pane onde
  • Va a pasce' lI pechr'!
  • Va a pasce' li muss'lungh'!
  • T' puozzn jetta o sang'
  • Puozz' veni li callar'!
  • Puzz' chiù tu che la mmerd' de li carcerìt'!
  • Vid andò cazz' da iì!
  • Mbapì

[modifica] Doppiaggi

Il dialetto Abruzzese è così importante e diffuso che molti film sono stati ridoppiati in questa lingua per soddisfare le genti d'Abruzzo. Il gravoso compito è stato affidato a Marco Papa, che ha fatto dei grandissimi lavori, qui presentiamo i più importanti:

Original video
Original video

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Perché altrimenti l'avrei dovuto scrivere assieme ad altre 700 persone. Almeno.
  2. ^ Il documento è in Abruzzese moderno perché altrimenti sarebbe incomprensibile
  3. ^ applauso commosso!
  4. ^ Come sopra
  5. ^ Tipo quello che hanno detto i tuoi amici quando tu gli hai detto che ti sei fatto la bella gnocca già citata
  6. ^ Ma non avrete anche la sua principale caratteristica
  7. ^ Per straniere s'intende non Abruzzesi o non meridionali in genere.
  8. ^ In questa sezione non ci sarà la traduzione perché così potrete vedere se davvero sapete parlare Abruzzese


[modifica] Articoli Correlati


Strumenti personali
wikia