Delitto di Avetrana

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Folla davanti alla casa di Avetrana.png
EHI TU, CHE COSA ASPETTI!?

Vuoi restare aggiornato sui particolari piccanti ritrovati nel diario di Sarah?
Vuoi acquistare un biglietto per il bus che visita la "Casa della Morte"?
Vuoi partecipare al concorso con cui vincere il modellino originale di Via Deledda fatto da Bruno Vespa?
Vuoi assistere alla ricostruzione dell'interrogatorio dello zio con veri attori?
Iscriviti subito alla nuova NEWSLETTER SCAZZI Scazzinostrimai@tg.it
E ricordati che solo con Sky potrai seguire 24 ore su 24 i giornalisti appostati fuori da casa Misseri!

Sarah Scazzi come Samara.jpg

Sarah Scazzi, campionessa italiana di nascondino.[1] La Mediaset ha già acquistato i diritti per farne una fiction televisiva.

Quote rosso1.png La ragazza è scomparsa... chiamate se l'avete vista... ora passiamo alla madre che ha ucciso il fig... cosa? Cosa? Signori e signore, in diretta, lo zio ha confessato! L'ha uccisa e stuprata! La madre, inquadrate la madre, sta soffrendo! La polizia ha trovato il corpo! Gli fanno un monumento! L'INDICE D'ASCOLTO CRESCE!!! Quote rosso2.png

~ Puntata serale di Chi l'ha visto?
Quote rosso1.png Questa è una vera tragedia, *sniff* *sniff*... sono triste... *sob* *sob*... e davvero, non... *sigh* *sob*... *sniff* *sob* *sob* *sigh* *sigh* *sniff* *sniff* *sob* *sob*... Quote rosso2.png

~ Lo zio di Sarah in evidente disperazione
Quote rosso1.png Per me può ancora avere figli Quote rosso2.png

Quote rosso1.png E la cantina buia dove noi, respiravamo piano! Quote rosso2.png

~ Michele Misseri al karaoke del carcere
Quote rosso1.png Oddio, non ci capisco più nulla! Quote rosso2.png

~ Sherlock Holmes sul caso Scazzi

Sarah Sticazzi (la cui h è spesso considerata un optional) era una ragazza chiave nell'evento del suo omicidio. Il 26 agosto 2010 era scomparsa da Taranto, in provincia di Lussemburgo come le altre mille persone che spariscono senza ragione. Probabilmente a causa del suo cognome che fa notizia, è saltata più all'occhio degli altri e per giorni è stata cercata da Chi l'ha visto? (che non l'hanno vista), i parenti, la polizia e Roberto Giacobbo, che insisteva si trattasse di una leggenda maya.

La scomparsa

Scatola Cluedo - caso Sarah Scazzi.jpg

Gioca anche tu a REAL CLUEDO!

Il 26 agosto 2010 nel tranquillo paesino di montagna di Taranto era una giornata come tante. La madre di Sarah, come fanno tutte le madri normali con una figlia di 15 anni, l'ha fatta uscire la sera alle 10 aspettandola per le 5 del mattino. Ma alle 5 e un minuto del mattino, Sarah non è tornata a casa. Immediatamente, vengono chiamati in ordine: Studio Aperto per una notizia dell'ultimo minuto, il Papa per le condoglianze, Chi l'ha visto? per l'esclusiva e la polizia perché il padre era curioso di chiedere dove vendono le uniformi blu. Il tutto è iniziato con molta calma, finché non sono stati tirati in ballo elementi su cui i giornalisti si sono fiondati: un cognome equivoco, una ragazza figa e la sua pagina di facebook.

Le ricerche

Sarah Scazzi madre.jpg

La madre di Sarah depistò la polizia mostrando inutili foto della figlia a cinque anni.

La polizia si è messa a cercare la ragazza in tutti i casolari della zona, tattica delle forze dell'ordine sin dagli anni '90. Le indagini, hanno avuto, infine, i risvolti desiderati: dopo estenuanti ricerche erano disponibili per tutti foto esclusive della ragazza tuttora reperibili. Della ragazza, però, nessuna traccia, escludendo un vecchio cellulare che, secondo gli esami, non vale un euro.

Durante le indagini le forze dell'ordine hanno fatto affidamento alla maggior parte delle serie poliziesce italiane senza riscontrare casi simili. Dopo 3 giorni dalla scomparsa un medium informa parenti, poliziotti e curiosoni che la ragazza era scomparsa.

Chi l'ha visto? non è stato ovviamente fermo a guardare, e ha messo in scena una super puntatona che ha catalizzato tutta l'attenzione degli spettatori battendo sul tempo Studio Aperto e Porta a porta, il primo concentrato sull'annoso problema dei koala sessualmente inattivi, il secondo impossibilitato a procedere per mancanza di un plastico. "Chi l'ha visto?" si è quindi rimboccato le maniche e per aiutare le indagini ha ottenuto diverse interviste esclusive strappalacrime coi parenti, di cui ricordiamo il povero zio Michele che si è commosso solo a vedere la telecamera. Cioè, si è commosso solo quando ha visto che lo stavano inquadrando.

- Appuntato: “Mia madre dice sempre che quando si cerca qualcosa di solito è più vicina di quanto ci si aspetti”
- Commissario: “Io ho già guardato nelle tasche, ma ci ho trovato solo 50 cent.”

Le ricerche sono continuate per tutto settembre, in particolar modo su Facebook, MySpace, NetLog e Nonciclopedia, alla ricerca di adescatori di minorenni. Ne hanno trovati a centinaia, ma nessuno coinvolto nella scomparsa di Sarah.

Gli scienziati della NASA hanno quindi attivato una sonda mobile su Marte. Hanno trovato vulcani, letti di fiumi, UFO e persino l'acqua, ma nessuna traccia della biondina.

La popolarità

Giornalisti avvoltoi su avetrana.jpg

I giornalisti sono soliti a trattare questi argomenti con delicatezza.

Misseri Trivellazione SRL Gruppo Facebook.PNG

Perché fin che dura è meglio approfittare.

A causa degli svariati motivi già elencati mille volte, il caso Sticazzi ha avuto parecchia rilevanza mediatica.

Oltre ad aver occupato il 99% delle notizie del telegiornale (levando spazio alla notizia dell'indipendenza di Busto Arsizio e a omicidi di ragazze meno bone), il caso ha portato alla creazione di tantissimi video su YouTube dedicati alla ragazza, prevalentemente composti dalle cinque/sei foto disponibili in rete, una musica straziante e quotatissimi commenti di "non ti dimenticheremo mai", "adesso sei un angelo" o "consolati!".

Su fessbook ci sono poi gruppi di affetto e ricordi, cosa che suona strana in quanto nessuno la conosceva e nessuno sapeva chi era, ma adesso tutti dicono di essere sempre stati con lei.

Inoltre, le verrà dedicato un monumento nel cimitero di Avetrana per aver... per... per essere stata uccisa brutalmente e violentata dopo la sua morte. Speriamo che la posa in cui verrà scolpita sia almeno di gloria.

Le reazioni del popolo di Facebook

Original video


L'esplosione del caso: la confessione dello zio

Scazzi-sarah-zio-michele-misseri.jpg

Lo zio Michele mentre simula egregiamente il dolore per la nipote.

Durante la diretta di Chi l'ha visto? si è concluso l'interrogatorio di svariate ore (i carabinieri dicono undici, ma alla domanda di quanti minuti siano undici ore, si sono corretti con due ore) allo zio della ragazza, Michele Misseri. Sembra che dopo averlo costretto a leggere uno ad uno ogni singolo link condiviso dalla nipote su Facebook si sia arreso (e questo spiega la durata dell'interrogatorio). Lo zio ha confessato di averci provato con la nipote, che lei l'aveva respinto, che lui ci aveva riprovato, che Brock si era sposato con la cugina e tanti intrighi così. Alla fine, ha deciso di ucciderla cancellandole le musiche sull'mp3. Lo shock è stato così forte da averla fatta schiattare sul colpo. Già che c'era, lo zio ha fatto quello che tanto voleva fare nella cantina di casa sua. Poi, uscendo indisturbato con un sacco di un cadavere sulle spalle si è diretto al classico pozzo che tutti gli assassini hanno vicino casa e lanciato il corpo, dove è rimasto per 42 giorni. Ricordiamo Michele per aver simulato immensa depressione alle telecamere durante svariate interviste. Ad esempio, la sua prima intervista andò all'incirca così:

Michele : Quote rosso1.png Ma è accesa quella telecamera? Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png Sì. Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png Aaaaaaaahhhh, la mia povera nipote, aaaahhh.... venite qua che vi racconto tutto io... Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png Oh, dica, buon uomo. Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png Vede... mi dispiace, mi dispiace moltissimo... io... io posso darle degli indizi, anche... vede, c'era una... una... Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png Chi c'era? Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png Una... una... mmmmhhh.... macchina! Sì, una macchina! Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png C'era una macchina a casa sua? Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png Sì! Cioè, no! A casa della mia nipote, non mia! Oooooooohhhh, le volevo bene, tanto bene... Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png Ha detto una macchina? Ne è sicuro? Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png Sì, una macchina... una... una macchina rossa! Rossa, con... due fanali, sì, una macchina... brutta, cattiva. Una macchina che ha a che fare qualcosa, dico io! Secondo me, dovreste indagare su quella macchina. Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png Come fa a ricordarsi bene di quella macchina in particolare? E in che direzione andava? Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png Beh, era una macchina... brutta, cattiva. Cattivissima. Da non dimenticare. E andava... il più lontano possibile da casa mia. Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png Grazie mille, e cosa ci dice riguardo alle voci su di lei? Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png ... Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png ...signore? Quote rosso2.png
Michele : Quote rosso1.png Ooooooh, che dolore, non posso parlare, mi si stringe il cuore, mi dispiace, tanto bene le volevo, che dolore, non parlo più, arrivederci. *Chiude porta* Quote rosso2.png
Intervistatrice : Quote rosso1.png Che uomo addolorato, amici telespettatori. Quote rosso2.png

Chi ha ucciso Sarah Scazzi?

Bruno Vespa con plastico di casa Misseri.PNG

Ci sono alte probabilità che l'assassino sia Bruno Vespa, in quanto dopo cinque secondi dall'annuccio della morte lui aveva già costruito un plastico di casa Misseri con l'intenzione di mostrarci dove trovare parcheggio.

Locandina film Sabrina.JPG

La locandina del nuovo film per il cinema distribuito da Merdaset.

Da lunedì 21 dicembre 2012, in onda su Merdaset si terrà un nuovo reality show, condotto da Alessia Marcuzzi, intitolato "Chi ha ucciso Sarah Scazzi?". Il programma sarà per la maggior parte un polpettone mediatico che riassume tutte le vaccate sparate finora sul caso dai programmi di attualità e continuerà a seguire il caso col fiato sul collo. Grazie alla partecipazione di criminologi, piscologi, proctologi e giudice e giuria della corte suprema, sarà possibile studiare il caso in ogni (irrilevante) dettaglio e formulare accuse a vanvera contro chiunque sia vagamente collegato alla vicenda! Le puntate in onda previste sono:

  • Sarah è sparita, ma dove è andata?
  • Sarah è stata trovata, ma morta, perché?
  • Due ore di "cosa prova la madre"?
  • Lunga visione di ogni video-ricordo di YouTube.
  • Un monumento nel cimitero comunale: meglio equestre o no?
  • Fare Sarah santa? E perché, visto che non era cristiana?
  • Funerale, almeno quello, privato.
  • Lo zio ha confessato! L'ha violentata e uccisa!
  • Particolari della scientifica su come è stata consumata la violenza.
  • Spulciamo impudentemente nel diario della morta.
  • Gli psicologi affermano che sapevano che lo zio mentiva.
  • Ricostruzione con attori reali dell'interrogatorio dello zio.
  • Il numero di fiori davanti alla casa di Sarah cresce.
  • Foto della casa del delitto, criminologi ne parlano.
  • Vespa costruisce un modellino della casa, perché le disgrazie non vengono mai da sole.
  • Un'ora di rosik per una pagina sul caso su Nonciclopedia.
  • Processo allo zio: al rogo o alla gogna?
  • La madre mostra senza motivo le foto della figlia.
  • Il numero di fiori davanti a casa di Sarah blocca il traffico.
  • La cugina è scioccata perché il padre è l'assassino.
  • La cugina non convince che sia scioccata perché il padre è l'assassino.
  • Potrebbe essere stata la cugina!!! Parliamone.
  • La cugina ha sempre provato rancore verso Sarah, ma lo scopriamo solo ora.
  • Gli psicologi affermano che sapevano fin dall'inizio che la cugina mentiva.
  • Nel diario di Sarah c'è la parola "cugina". Le indagini proseguono.
  • Postata su Facebook una foto di Sarah "in visita" all'obitorio. Sospettato Corona.
  • Il numero di fiori davanti alla casa di Sarah inghiottono cinque persone vive.
  • Interviste al sindaco della città, alle amiche di Sarah e al maggiordomo, sospettato colpevole.
  • Massì che è stata la cugina: al rogo o alla gogna?
  • Lo zio dopotutto non era cattivo.
  • Lo zio ha comunque violentato Sarah!
  • Lo zio: alla forca o lapidato?
  • Apre la prevendita per fare un giro in bus alla casa della morta.
  • La cugina avrebbe trattenuto Sarah mentre moriva: si, no o aiuto del pubblico?
  • Ma la zia? Lei potrebbe centrare qualcosa!
  • Gli pissicologi affermano che sapevano fin dall'inizio che la zia mentiva.
  • No, la zia è innocente.
  • Gli pissicologi affermano che si sono dati all'ippica.
  • Il numero di fiori davanti alla casa di Sarah ha superato la Torre Eiffel: grandi festeggiamenti a Pomeriggio Cinque.
  • La cugina era invidiosa delle curve di Sarah, mentre lei era più come un'autostrada.
  • La cugina aveva improvvisato uno strip davanti al bello della compagnia, venendo rifiutata: potrebbe essere un movente?
  • Salta fuori qualche "troppo caso mediatico", ma la notizia è offuscata da quelle sul caso mediatico.
  • Indagine: Sarah potrebbe non essere stata stuprata. Scusa, adesso lo scoprite?
  • Abbiamo già parlato di Ivano, l'amico di Sarah? Magari centra qualcosa, il nome non convince!
  • Nah, non c'entra niente.
  • Sarah ha rubato il diario della cugina! Ma quanti diari ci sono?
  • Sarah aveva legato con un randagio e l'aveva chiamato Saetta. Parliamone, anche se non c'entra niente.
  • E se fosse stato Saetta?
  • Forse abbiamo calcato troppo la mano, torniamo sulla cugina.
  • Il numero di fiori davanti alla casa di Sarah è fuori controllo: avanza la proposta di appiccare un incendio.
  • Il papà di Sarah dice che vuole una pena giusta, ma non si spreca sui media.
  • La mamma della cugina scrive alla mamma della vittima: la ricetta della torta di mele e che Sabrina è innocente.
  • La zia di Sarah concede un'intervista: mia figlia è innocente, mio marito è colpevole e la mia ricetta del sugo non la do a nessuno.
  • La tv allenta la pressione sul caso. Questo è talmente strano che fa subito scoppiare un caso mediatico.
  • Quando Sarah era uscita aveva addosso gli auricolari, dove sono finiti? Intervista strappalacrime alla mamma degli auricolari.
  • La tv inizia a perdere interesse sul caso, a causa dell'ultima cazzata detta da Berlusconi sui gay.
  • Teodoro Errico, un pizzaiolo che non c'entra nulla, salta fuori come testimone. Non dice nulla di interessante, quindi arrivederci.
  • La polizia interroga gli altri abitanti della via.
  • La polizia interroga anche gli amici di Sarah.
  • Interrogato il cugino di un'amica di infanzia della compagna di banco di Sarah: la polizia brancola nel buio.
  • Dopo la morte di Sarah arrivò una misteriosa telefonata dal 118. Di chi era? E soprattutto perché è saltata fuori mesi dopo?
  • I fiori davanti alla casa di Sarah marciscono, e visto che la tv dimentica il caso nessuno mette più fiori.
  • C'è un misterioso buco di 40 minuti nel caso Sarah. Speriamo non l'abbia violentato lo zio.
  • Lo zio ritratta la versione dei fatti davanti al PM: include Willy il Coyote e svariate incudini.
  • Nella nuova versione, Sabrina ha detto allo zio di "aver fatto un casino". I media si stanno davvero attaccando a tutto per tirare avanti disperatamente la vicenda.
  • Viene mandato in onda un telegiornale che non contiene notizie sul caso Scazzi. Migliaia di fan rimangono delusi.
  • La mamma di Sabrina ha accusato un malore ed è sfuggita all'interrogatorio. I giornalisti hanno accusato malori per raggiungerla in ospedale.
  • Ivano aveva rifiutato l'amore di Sabrina. Delitto passionale: questa è nuova nel caso.
  • C'è voluto un po' di tempo (e tanti speciali), ma Sabrina è in carcere.
  • Il Grande Fratello contatta Ivano: ma che cazzo vuole?
  • Michele Misseri accusa un malore, ma il malore accusa Michele di averlo violentato.
  • Michele Misseri adesso dice che non ha violentato la nipote. Come diavolo fai a non essere sicuro di aver violentato una nipote!?
  • Il procuratore afferma che l'inchiesta è ancora aperta, rassicurando i telespettatori.
  • Roberta Bruzzone la "criminologa" che aveva sostenuto inizialmente la colpevolezza di Misseri con frasi del tipo "è un pedofilo assassino", lo va a difendere. Che coerenza.
  • La cintura di Sarah è un'unisex con probabili cuciture laterali, di altezza media di 2,6 centimetri... si, e allora?
  • Oramai non ci sono più fiori davanti alla casa di Sarah Scazzi... aspetta, chi? Ah già, quella che è morta.
  • Lo zietto Michele accusa la figlia nella versione definitiva dei fatti: l'ha uccisa in biblioteca, con la chiave inglese.
  • Nasce l'associazione "SARAH PER SEMPRE". Troppo tardi, mi dispiace.
  • Il sindaco di Avetrana vuole intitolare un canile a Sarah. Non che "Canile Scazzi" suoni invitante, però.
  • Una troupe francese segue la vicenda. Si vede che come da noi non hanno proprio niente da dire.
  • Nella casa di Zia Emma spunta una corda nascosta. Proprio quella che serviva ai giornalisti per tirarsela.
  • Il racconto di Michele non convince. La notizia è talmente generica che viene tirata avanti settimane, in versioni differenti.
  • Sarah Scazzi aveva mangiato un sofficino verso le 13... che sia questa la causa del decesso?
  • Il 26 novembre, nel Bargamasco, scompare la 13enne Yara Gambirasio. Ne parlano tutti i TG: Sarah Scazzi muore così per la seconda volta, dopo mesi di agonia.


Se volete partecipare al linciaggio mediatico e giudicare i seguenti colpevoli, mandate un sms al 48666, oppure telefonate al numero 166-666-116:

Chi ha ucciso Sarah Scazzi?
 
847
 
1953
 
522
 
1137
 
1344
 
7170
 

Il sondaggio è stato creato alle ore 22:26 del nov 16, 2010, e finora 12973 persone hanno votato.
servizio offerto da Merdemol S.P.A il costo della chiamata sarà pari a millemila euri/sec. L'attesa potrà essere lunga, si prega di non riagganciare.

Note

  1. ^ Chi avrebbe mai pensato di cercarla in un pozzo?! Geniale!

Voci Correlate

Strumenti personali
wikia