Dei sepolcri

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Chiuso per sfiga.jpg
Attenzione!
Il personaggio descritto nell'articolo può causare sfiga perpetua, sfortuna, necrosi del testicolo e stitichezza. Si consiglia di toccarsi durante la lettura.
(Attenzione a non esagerare se non volete fare questa fine).
Mortacci-munchkin.gif

La primissima copertina del volume, quando aveva ancora il vecchio titolo.

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Dei sepolcri


Dei Sepolcri è una collana di fumetti, nata sulla falsa riga di Dylan Dog, con lo scopo di contrastare (invano) l'invasione di quegli odiosissimi manga giapponesi che piacciono tanto ai ritardati. Sceneggiato da Ugo Foscolo e disegnato dallo zio Fester della Famiglia Addams, il titolo originale di Dei Sepolcri era in realtà Li Mortacci Vostri, ma avendone Tomas Milian i diritti d'autore da un'eternità, ne è stato modificato il titolo. La collana è composta da 4 episodi (chiamate sezioni); nella versione Platinum Collection è presente anche un DVD, Dei Sepolcri - The Director's Cut, con tutti gli errori dei protagonisti in stile Paperissima, premiato in seguito con il Telegatto. Recentemente, è stato pubblicato l'immancabile album di figurine Panini.


[modifica] Il Concetto

In un'intervista a Controcampo, Foscolo dichiarò di aver avuto l'idea discutendo con i letterati Ippolito Pindemonte e Giampiero Mughini sull'importanza e sul significato dei cimiteri, delle lapidi e della Tecnocasa, tutte cose esistite da sempre e che confermano quanto sia stato inutile frantumarsi le palle a scrivere un'opera da 159 chili di pagine. Poco cagato dai due luminari nei suoi discorsi perché erano più presi a litigare su un fallo non fischiato alla Juve contro il Catania, Foscolo sprofondò in una clamorosa depressione post-parto per un breve periodo, rinunciando temporaneamente alla scrittura del testo. A risollevare le sorti del progetto intervenne Aurelio De Laurentiis, che a gran voce chiese a Foscolo la realizzazione dell'opera Dei Sepolcri per poterne realizzare poi due ennesimi film natalizi, "Natale al Cimitero" e "Christmas in Tomb", coi soliti simpatici protagonisti Christian De Sica e Giosuè Carducci.


Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.


[modifica] I Sezione: Sepolcriful

Sarcofago.jpg

La tomba dove giace Moira Orfei.

Nella prima puntata, il Foscolo affronta Ridge Forrester chiedendogli se sia giusto considerare sullo stesso piano tutti i defunti, dando loro delle tombe più o meno simili nelle dimensioni e tutte nello stesso luogo; Ridge allora ipotizza che nell'aldilà ci sia un regime comunista[1] che ci vuole tutti uguali dopo la morte[2]. Quindi, Foscolo inizia a dubitare: è giusto essere considerati tutti uguali dopo la morte? Seppellire le ossa di un dio del rock come Freddie Mercury mescolandole a quelle di uno stronzone come Tiziano Ferro, è in effetti una vera bestemmia. Anche tra Barack Obama e Daniele Capezzone passa una certa differenza. Alfonso Signorini e la squadra di rugby degli All Blacks appartengono alla stessa specie? E che dire di Moira Orfei e le veline? Ma rifletté anche su sé stesso: "Io, il grande Ugo Foscolo, avrò una tomba dello stesso valore di quella di Federico Moccia... Che giramento di coglioni!" Ecco, quindi, che il nostro poeta trova una delle sue genialate: "Ok, una volta finita la vita terrena, è giusto essere considerati tutti uguali; ma se si organizzasse un bel sistema di raccolta differenziata delle ossa dei defunti, non farebbe schifo a nessuno. Giusto per non fare di nuovo la fine di Napoli con l'immondizia buttata e raccolta alla cazzo di cane".


[modifica] II Sezione: Ammiraglio Nelson vs. Capitan Findus

Nelson.jpg

L'ammiraglio Nelson in un ritratto del Tiepolo (1787).

L'uomo è diventato sempre più civile: anziché cremare i morti e scaricarne le ceneri nel cesso, ha iniziato a costruire luoghi appositi e più idonei a ospitare un defunto, come tombe, sepolcri e le Fiat Uno. Si sono poi aggiunti decori e abbellimenti di ogni tipo come lapidi, targhe in marmo, fiori, divani-letto, set completi di asciugamani, TV-color, servizi di pentole della Mondial Casa e moquette interna, proprio come nella cella di Raffaele Cutolo. In questo modo, è lo stesso defunto a non fare la figura del maleducato quando qualcuno va a trovarlo: che cacchio, viene una persona a farti visita, almeno lo lasci accomodare in un luogo comodo!
Clandestini a Lampedusa.jpg

L'Ammiraglio Nelson e la sua ciurma sulla loro potente nave da guerra.

Qualora il morto decida di starsene tranquillo, in un luogo anonimo lontano da scocciatori e testimoni di Geova[3], la Immobildream dispone di una vasta scelta di monoloculi a prezzo interessante. Il Foscolo fa poi riferimento a un eroe inglese, l'ammiraglio Horatio Nelson, che dopo aver conquistato la nave di Capitan Findus, chiese al suo equipaggio di costruirgli una bara con il legno della suddetta nave. Ma i suoi ragazzi, che a furia di mangiare bastoncini gli era venuto l'ittero e si erano ormai rimbambiti, ebbero la bella idea di smontare la nave MENTRE erano in navigazione su di essa verso le spiagge di Rio Mare, facendola affondare come dei salami. Nelson denunciò tutta la sua ciurma portandola a Forum e fu celebre la sua accusa contro i colpevoli dell'affondamento: "Ahò, nun ve posso manco chiamà stronzi che arméno quelli galleggiano!"[citazione necessaria]. Vinse la causa, si fece restituire una nave nuova con vernice metallizzata e navigatore satellitare e, indicando i marinai colpevoli, esclamò: "A-ha!!"[citazione necessaria]

[modifica] III Sezione: Tuttocittà

Transessuali seduti.jpg

Questi simpatici ciceroni vi illustreranno le tombe di Lapo Elkann e Piero Marrazzo.

Nel terzo capitolo della saga, è allegato uno speciale sui migliori sepolcri da visitare con tanto di indice dei ristoranti migliori, che Foscolo ha realizzato in collaborazione con il Gambero Rosso e Quattroruote. Tra le numerose tombe celebri da visitare, il Foscolo ci consiglia quella di Diego Armando Maradona a Napoli, con trattoria adiacente da "Pasquale 'o zuzzuso", che delizierà i suoi ospiti con le sue prelibate "bruschette 'e chi t'è muort". A Bergamo, per gli appassionati del genere, c'è un intero cimitero leghista completamente dipinto di verde, e che proprio per il colore può essere inizialmente confuso con un villaggio di elfi. A Perugia, c'è la tomba della famiglia Gaucci, che presenta un audiobook incorporato con il meglio delle stronzate dette da Luciano Gaucci a Domenica Sprint. A Genova resterete estasiati dalla tomba del Gabibbo, mentre a Sassari e Oristano, tra un rosario e l'altro ai vostri cari, potrete assaporare le caciotte della catena ristoratrice McPiddu's[4], presente in ogni cimitero della Sardegna. Foscolo cita persino la piccola cittadina siciliana di Salemi, con la sua tomba di Vittorio Sgarbi che vi accoglierà simpaticamente con una serie di insulti di ogni genere. Ma probabilmente è Roma a godere dei sepolcri più importanti e evocativi: si va dalla tomba di Alvaro Vitali con scoreggia incorporata; a quella del Grande Fratello, dove i visitatori che lasceranno fiori nomineranno il personaggio da far resuscitare a Pasqua; per finire con quella di Piero Marrazzo che presenterà una grossa e inaspettata sorpresa, ma non vi sveliamo né quale e né dove.

[modifica] IV Sezione: Ikea

L'ultimo capitolo non è altro che una rapida carrellata del nuovo catalogo dell'Ikea, che ci presenta il meglio della collezione per arredare il proprio sepolcro. Pezzi forti della collezione sono la serie Sdvaargdvtaar che include lapidi in legno di noce e castagno, leggere e pratiche da montare con un semplice cacciavite; la serie Druunqkuovvellt con numerosi optional come i lumini a energia termo-nucleare; la collezione Smuurtijheenk che offre utili sistemi di allarmi antifurto con tanto di spray al peperoncino. Per più piccini, c'è Trvaazkannen, le cui istruzioni per costruirsi il mausoleo sono dettate da Tonio Cartonio.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.



[modifica] Li mortacci vostra!!!

No, così... mi sembrava bello ribadirlo...


[modifica] Sequel e adattamenti televisivi

Il già citato Federico Moccia ha realizzato due sequel dell'opera: "Tre metri sotto terra" e "Scusa, ma mi gratto i maroni", rivolti principalmente a un pubblico di ragazzine deficienti. Il successo di Foscolo dopo il suo tour negli U.S.A. con Marylin Manson ha ispirato il telefilm americano "Six Feet Under"


[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Ehhhhhh, questi americani repubblicani...
  2. ^ Con grande preoccupazione di Berlusconi
  3. ^ Questi ultimi, generalmente si presentano solo la domenica mattina
  4. ^ Celebri i suoi slogans "I'm loving it" e "Succede solo da McPiddu's"
Strumenti personali
wikia