Davide Mengacci

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Homer.jpg
Ebbene sì. L'autore di questo articolo dichiara ufficialmente:
Quote rosso1.png Non ce l'ho fatta! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png È impossibile trovare qualcosa da dire su Davide Mengacci che sia più demenziale della realtà stessa. Parlarne normalmente genera così tante idiozie da mettere in crisi le fondamenta stesse di Nonciclopedia. Quote rosso2.png

L'autore si scusa e rimane disponibile per chiunque volesse punirlo con il supplizio dello sparticulo.
Davide Mengacci.jpg

Mengacci mentre tenta di trattenere una scoreggia in pubblico.

Quote rosso1.png Non sono un cuoco! Quote rosso2.png

~ Può dirlo forte.

Davide Mortacci, anche noto come Davide Mengacci, è una specie di uomo e un semiconduttore televisivo di fame internazionale, conosciuto anche per le sue doti di scienziato e grande comunicatore. È famoso soprattutto per essere stato il primo magnaccia di Mara Carfagna.

[modifica] Biografia

La data di nascita del Mengacci risulta incerta. Il carbonio 14 dimostra che sarebbe venuto alla luce già adulto da Mike Bongiorno, privatosi di una costoletta di maiale avanzata per cena. Altre autorevoli fonti dicono invece che sia la proiezione astrale dell'io più forbito di Aldo Biscardi, infastidito dal fatto di essere additato come l'unico uomo al mondo ad utilizzare per tinta dei capelli il mignoantiruggine.

[modifica] Carriera

Mengacci sorridente.JPG

Mengacci mentre si avvia verso lo spogliatoio delle ragazze.

Dopo aver ottenuto vari riconoscimenti nel campo della ricerca scientifica rivolta a curare i malati di Mengaccite Acuta, Mengacci si interessò al mestiere del padre quasi come fosse una rivalsa verso il suo perfido creatore.
Il successo mondiale arrivò con il programma "Sceme da un matrimonio", che metteva in risalto le problematiche mentali dei parenti dei due futuri sposi; molti giovani di allora gli sono ancora riconoscenti per gli insegnamenti tratti dal suo celebre programma. Negli anni i successi continuarono a coronarlo e porlo sempre sul podio tra i massimi intellettuali del nostro tempo.

[modifica] Mengacci oggi

Dal 2000 ad oggi il Mengacci ha condotto vari programmi di spicco tra cui "La Domenica del Villaggio", seguito da "L'idiota del Villaggio sono io" ed "Il ratto delle massaie represse".
Oggi conduce quello che da molti è stato definito lo scomodo documentario "Cuochi senza frontiere", trattando con grande abilità le spinose questioni legate alla dieta alimentare dei nostri tempi. In molti ricordano il drammatico episodio nel quale per via di una leggerezza culinaria durante le sinuose movenze tra i fornelli il Mengacci divenne prima torcia umana, poi si tolse tutti i vestiti per liberarsi dalle fiamme iniziando a correre nudo per i campi inseguito dai cani che pensavano che quella cosa che gli ciondolava tra le gambe fosse una salsiccia. Il Mengacci venne sottoposto ad una serie di analisi, inclusa l'esplorazione rettale, che dimostrarono che il conduttore non aveva subito ustioni di rilievo e che il suo ano era ancora vergine.

Alcuni voci di corridoio dicono che il Mengacci sia già morto da 34 anni e che ora il suo cadavere imbalsamato sia utilizzato dagli scienziati come appendiabiti; con molta probabilità lo vedremo sul trono di "Uomini e Donne" e sono già trapelati i nomi di alcune corteggiatrici: Orietta Berti, Nilla Pizzi, Dino Zoff, Drupi e Idris.

[modifica] Mengacci artista

Non va assolutamente dimenticato il lato artistico del Mengacci, del quale va molto più fiero di quanto si immagini. Egli si diletta a scattare fotografie a tutto ciò che per noi comuni mortali è inutile o merdoso, ma che egli, guidato dalla sapienza divina, riesce a scorgere sotto una luce ultraterrena e mistica. Questa passione gli venne mentre era ancora un tenero giovanotto, quando sua madre gli regalò una macchina fotografica giocattolo della Chicco per il suo trentesimo compleanno. Da allora ha iniziato ad immortalare le cose più inutili, dai vecchi seduti nelle panchine alle campane della chiesa del suo paesino di montagna. Adesso pubblica i suoi capolavori in rete, dove la gente può facilmente schifarli (in formato mini o maxi) alla modesta cifra di 0,1 euro. Mengacci tiene ai suoi capolavori come Luca Cordero di Montezemolo tiene ai suoi capelli. Infatti in una sua intervista a Cioè dichiarò di essere più legato ad essi piuttosto che alla sua famosa ed esilarante battuta "Ma come mi vengono? Come mi vengono?" che fece morire centinaia di giovani ragazzi a causa dell'asfissia provocata dalle incessanti risate.

Strumenti personali
wikia