Dante Alighieri

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Il sommo Poeta Da la Divina Nonciclopedia, l'enciclopedia poetica

Forse cercavi
Dante Alighieri
L'incubo di 150 generazioni studentesche
Quote rosso1 Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura... Beatrice, DEPILATI! Quote rosso2
~ Dante su Beatrice
Quote rosso1 Vuolsi così colà dove si puote, non s'è capito un cazzo. Quote rosso2
~ Divina Commedia, Inferno, Girone degli Stronzi
Quote rosso1 Ed elli avea del cul fatto trombetta. Quote rosso2
~ Dante osserva gli effetti di un'impepata di cozze
Quote rosso1 E lascia pur grattar dov'è la rogna. Quote rosso2
~ Virgilio insegna al pupillo Dante come farsi i cazzi suoi
Quote rosso1 Godi, Fiorenza, poi che se' sì grande che per mare e per terra batti l'ali e per lo 'nferno tuo nome si spande. Quote rosso2
~ Dante dopo Fiorentina - Juve 3 - 0
Quote rosso1 Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai nel culo una matita. Oh che gioie! Oh che dolori! È una BIC multicolori! Quote rosso2
~ Dante Alighieri su introduzione della Divina commedia
Dante Alighieri con libri

Dante alle prese con la dichiarazione dei redditi.

Quote rosso1 Se devo essere come Dante allora sarò volgare! Quote rosso2
~ Acuto osservatore su Dante

Pedante Alighieri (accorciato in Dante), per gli amici Quello là, fu un cantautore, poeta e scrittore del XIV secolo, un politico esiliato del XIII secolo e un commediografo del XV secolo. Girava col suo cappello da giullare e una corona d'alloro per le più grandi corti d'Italia, fino a quando non cadde in un pozzo molto profondo assieme al suo amico immaginario, Virgilio.

È noto al grande pubblico per aver scritto la più grande opera in lingua italiana: I Promessi Sposi.

[modifica] Biografia ed opere

Danteincazzoso-Doh

Un affresco del XIII secolo

Nato circa nel Medioevo d.C., sviluppò sin da piccolo la passione per la composizione di barzellette in versi, che, per quanto spassose e geniali, gli valsero la derisione e l'isolamento da parte dei coetanei. Non gli facilitò le cose la sua ragazza, Beatrice, la quale lo lasciò dopo un travagliato e poco chiaro rapporto. Uscito da questa triste e dura infanzia passò un ventennio della sua vita a pubblicare scadenti fumetti dopo aver preso una laurea in geologia[citazione necessaria??], un modo come un altro per guadagnarsi il pane, in attesa del vero successo.
Nel frattempo intraprese la carriera politica, prima dalla parte dei guelfi contro i ghibellini, poi dalla parte dei Guelfi bianchi contro i Guelfi neri, poi dalla parte dei Guelfi bianchi indipendenti contro i Guelfi bianchi democratici. Dante ebbe sempre l'acume di passare dal lato del perdente, tanto che, nel milletrecentoequalchecosa, fu costretto a lasciare la sua amata Firenze.

Vagò per diverse corti d'Italia, alla ricerca di un editore che volesse pubblicare le sue opere, ma nessuno trovava interessanti il suo umorismo da avanspettacolo o le sue imitazioni del papa. Allora Dante capì che doveva essere più leccapiedi nelle sue opere: d'ora in avanti, scriverà solo per ingraziarsi il potente di turno.

La svolta avvenne in un sabato primaverile, durante una gita in campagna col caro amico immaginario Virgilio. Mentre i due si dilettavano nello sputare in un pozzo vi caddero disgraziatamente dentro. Il pozzo, ch'era secco da anni, era usato da contrabbandieri come nascondiglio di stupefacenti. Che, dopo aver attutito la caduta, regalarono un esaltante e divertente pomeriggio ai due amici, i quali furono colti da grandiose allucinazioni. Dante fu poi salvato da Cangrande, signorotto e mecenate di Verona, che gli prestò la scala con cui Dante uscì dal pozzo - da cui il nome Cangrande della Scala. Per ringraziarlo, Dante traspose in forma scritta tutte le sue allucinazioni, dando grande rilievo alla figura di Cangrande all'interno dell'opera, attribuendogli la creazione dell'universo. Da lì in poi comincia una vera e propria scalata al successo.

[modifica] Analisi della Commedia

Questa fenomenale opera, nonostante sia tuttora oggi oggetto di molti studi, è straordinariamente misteriosa, intrigante e sconvolgente. Probabilmente è per questo ch'è così noiosa. Analizzarla tutta è praticamente impossibile, e quindi viene studiata trattando in particolar modo le parti più salienti. Alcune delle parti più gettonate sono:

  • L'incontro con gli ignavi (fra cui spicca la figura di Bruno Vespa)
  • La visita di cortesia a Minosse, a cui portò le pastarelle della domenica per farselo buono.
  • La visita ad Ulisse, ancora in cerca di una stazione di Vigili del Fuoco per spegnere un incendio provocato da una scoreggia del suo amico Diomede.
  • L'incontro con Catone, il quale li sgama mentre provavano ad imbucarsi nel Purgatorio.
  • La riunione familiare con Cacciaguida, il quale lo informa d'essere morto.
  • L'incontro con Dio in persona, il quale lo aggiunse successivamente tra gli amici di Facebook.

Come potete vedere nella Commedia non c'è una vera e propria trama, non ci sono sviluppi, e soprattutto non fa ridere, nonostante sia una commedia. Dante si limita a incontrare in continuazione gente più o meno simpatica, ma per lo più sconosciuta. Da qui la tesi che il viaggio di Dante non sia altro che una trasfigurazione di una banale riunione condominiale.
Ciò che però caratterizza maggiormente la Commedia è la capacità di saper distogliere l'attenzione da tutti gli eventi attorno, concentrando sempre sull'autore il discorso. Ogni volta che si parla di Dante la conversazione viene sviata sulla sua opera, come se fosse parte integrante di lui, come un piede o i suoi reni.

[modifica] Operette secondarie che nessuno si è mai filato

Devil may cry Dante 3

Dante mentre sta per uccidere Farinata degli Uberti nel Girone dei Cocainomani.

Per quanto possa sembrare strano, Dante Alighieri non ha scritto solo la Divina Commedia. Non è uno scherzo, ha fatto anche altro nella vita. Fra le sue attività meno note infatti vi sono il fumettista per la Marvel e lo sceneggiatore della Fox. Dante purtroppo ha composto anche altre opere, che non hanno nessuna importanza in ambito artistico, ma che gli studenti italiani sono costretti a studiare. Esse sono:

  • Vita Nova (My Life), feat. Beatrice: giunta al primo posto dei sonetti più venduti nel Sacro Romano Impero
  • Convivio: noioso rifacimento del Simposio di Platone
  • De vulgari eloquentia: raccolta di sonetti da trattoria, come Osteria numero 20 o Faccela vedé, faccela toccà
  • De Monarchia: rifacimento de Il Principe di Machiavelli. Ha avuto anche una trasposizione cinematografica
  • Epistola XIII a Cangrande della Scala: che, nonostante fosse una banale comunicazione privata, viene annoverata tra le opere. In tale lettera infatti, il Dante chiede a Cangrande di pagargli la bolletta della luce e di mandargli via e-mail la password dimenticata di Travian.

[modifica] Tipiche domande scolastiche su Dante

Dante, per oscure e improbabili ragioni, è tuttora studiato in una stretta minoranza delle scuole italiane. Qui abbiamo riportato alcune delle domande più frequenti su questo bizzarro personaggio con relative risposte:

Insegnante : Quote rosso1 Perché è possibile affermare che c'è un legame tra "La Vita Nova" e la "Commedia"? Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Perché le ha scritte entrambe Dante. Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Sulla base delle tue conoscenze sul "De Vulgari Eloquentia", spiega il significato dei termini "illustre", "cardinale", "aulico", "curiale". Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Sulla base di quanto appreso posso confermarle che c’è un dizionario sullo scaffale. Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Che rapporto ha Dante con il suo antenato Cacciaguida? Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Nessuno, quando Dante è nato Cacciaguida era già cibo per vermi. Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Parafrasa "Imparerai com'è duro calle lo scender e il salir per l'altrui scale". Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Se ne può facilmente dedurre che Dante non aveva l'ascensore. Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Perché Dante pone un Papa all'inferno? Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Passaparola! Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Chi era Guido Cavalcanti? Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 L'editore di Dante. Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Cosa significa "Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole e più non dimandare"? Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Io faccio quel cazzo che mi pare e tu stai zitto. Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Come definiresti il rapporto tra Dante e Beatrice? Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Dante sta a Beatrice come ragazzo sta a Federica. Quote rosso2


Insegnante : Quote rosso1 Quale importante personaggio viene posto nel girone degli iracondi? Quote rosso2
Cane bastonato : Quote rosso1 Beh, sicuramente Hitler non era un fior fiore di ragazzo. Quote rosso2

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

Dante Alighieri

Come si può ben vedere in quest'illustrazione del Dorè, Dante era stitico.

  • Dante fu un pessimo giocatore di videogiochi.
  • Aveva una passione smodata per i sottaceti, di cui mangiava una confezione alla fine di ogni cantica.
  • Fece turismo sessuale per tutta Italia, coprendosi con la scusa di cercare la lingua volgare ideale. Quando tornò a Firenze, non sapendo come giustificare col proprio editore il tempo e danaro speso per il viaggio, disse di ritenere che la migliore fosse il fiorentino, ovvero quella che conosceva già.
  • Se Beatrice gliela avesse data, non avrebbe mai scritto la Divina commedia, e noi ci saremmo risparmiati 700 anni di rotture di palle.

[modifica] Collegamenti

[modifica] Altri progetti

Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo