Dampyr

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Dampyr.jpg

Dampyr nel suo ultimo servizio fotografico per i provini di Uomini e Donne

Quote rosso1.png Per tutte le anime dannate!! Quote rosso2.png

~ Harlan Draka ad ogni spavento che prende.
Quote rosso1.png Un dampyr, eh? Non mi spaventi, sei solo un bastardo mezzosangue. Quote rosso2.png

~ Vampiro medio poco prima di morire.
Quote rosso1.png Caleb, ho saputo che c'è un pericolosissimo vampiro nell'hotel Royal di Portofino. Credo proprio che dovrò pernottarci almeno due settimane. Ci pensi tu a pagare tutto, vero? Quote rosso2.png

~ Harlan che, come al solito, truffa Caleb Lost.

Dampyr è un personaggio dei fumetti creato dalla mente di Boselli, fumettista che ha la fortuna di chiamarsi quasi come la casa editrice Sergio Bonelli Editore, che per questo stampa le avventure del suo personaggio. Il personaggio è un truffatore che sfrutta le sue amicizie per farsi svariate vacanze in giro per il mondo.

Il vero nome del Dampyr è Harlan Draka, ed ha la sfiga di essere figlio di una sfortunata meretrice donna ed un vampiro, idea originalissima che lo rende, fra le altre cose, sterile; nonostante questo ha una discreta fortuna con le donne, soprattutto se sono pazze sbiellate. Ah, e il suo sangue è velenoso per i vampiri.

[modifica] Il protagonista e la sua storia

Dampyr1.gif

Che Guevara in uno dei suoi migliori cosplay di Harlan.

Harlan è il tipico caso da porre all'attenzione dei servizi sociali: alla nascita, la madre muore di parto, e dato che il padre non c'era tre vecchie pazze ne approfittano per rapirlo e soddisfare così i loro istinti materni. Alla scoperta del rapimento, suo padre, il supervampiro Draka, fa spallucce e va a cercarsi un'altra femmina disposta ad accoppiarsi con lui.

Harlan viene cresciuto così dalle tre "zie" che non fanno altro che ripetere frasi incomprensibili e filare come tocca a ogni vecchia zitella. Con queste premesse, chiunque avrebbe passato un'infanzia difficile, ma ad Harlan va peggio: oltre i compagni di classe che lo pressano e gli amici nerd, grazie alle sue ascendenze il giovane sfigato deve anche affrontare Nergal, un vampiro pedofilo.

Dopo quest'infanzia felice, Harlan capisce di avere un'innato talento: quello di truffare il prossimo. Comincia così a vagabondare in giro per la Jugoslavia [1], convincendo la gente a pagarlo per disinfestare i cimiteri dai vampiri. Incredibilmente, ci riesce, anche perché il livello medio di cultura dei contadini jugoslavi è pari a quello dei telespettatori di mistero.

Alla fine, Harlan riesce a truffare anche un angelo, Caleb Lost, detto anche pirla biondo, che lo assume in pianta stabile come ammazzavampiri, insieme ai suoi amichetti Tesla ed Emil "Emilio" Kurjak, di cui parleremo più avanti.

Data la sua ascendenza, Harlan è un dampyr ed ha quindi alcuni superpoteri:

1: è in grado di sentire la presenza dei supervampiri, forse perché questi ultimi non si lavano mai.

2: può rigenerare le ferite come Wolverine, ma non ha lo scheletro metallico.

3: a causa di un'overdose di LSD da ragazzo, non può più avere allucinazioni.

4: si diverte, ogni tanto, a succhiare il sangue dei vampiri.

5: riesce ad avere, sempre e comunque, il numero di cellulare dei vampiri. Cosa se ne faccia, lo sa solo lui.

[modifica] Il lavoro

Il lavoro di Harlan consiste nel truffare il prossimo, cosa che gli riesce bene in tutto il mondo tranne che in Italia, dove tutti lo scambiano per zingaro. Gli riesce così bene che una delle sue vittime lo ospita a casa sua e gli ha offerto un lavoro fisso, un autentico miracolo al giorno d'oggi. Ma forse è normale, visto che stiamo parlando di un'angelo.

Caleb Lost: è il "capo" di Harlan, un angelo biondo platino buono e ingenuo, che ha deciso di uccidere tutti i vampiri del mondo [2] con la collaborazione di Harlan, mandandolo in giro per il mondo e pagandogli ogni cosa: viaggio, alloggio, vitto, armi, automobili, ecc... Harlan ovviamente ne approfitta facendosi spedire in ogni angolo del globo con i suoi amici, oppure facendosi spedire da altri amici o amanti. Occasionalmente sul luogo in cui Caleb lo spedisce si trovano anche dei vampiri o demoni, ma per puro caso. Nonostante i suoi modi effeminati e la sua forte somiglianza con David Bowie, non è gay, per la disperazione della comunità omosessuale. Il cognome Lost sta a indicare che non ha il minimo senso dell'orientamento: difatti non si muove mai da Praga.

Uriel: capo degli angeli, è un dandy che non fa nulla e poi pretende di essere il maggior avversario delle forze del male. Ciò lo rende una presenza imbarazzante nella storia.

Anyel Zant: l'amico gay di Caleb, di cui è segretamente innamorato, ogni tanto accompagna Harlan nelle sue avventure, costringendolo a lavorare. È anche lui un angelo.

Nikolaus: anche lui gay, è un demone innamorato di Caleb. Per questo, passa il suo tempo a cercare di corteggiarlo come può, aiutandolo occasionalmente come "talpa", sperando segretamente di riuscire a sorprenderlo alle spalle e violentarlo. La cosa non gli è ancora riuscita, ma vista l'ingenuità dell'angelo prima o poi ci riuscirà. Fra le altre cose, gestisce una birreria per fantasmi.

[modifica] Gli amici più intimi

Carabinieri serie tv.jpg

Dampyr e Tesla in un disegno di Sergio Bonelli

Harlan, nonostante sia un truffatore da due soldi, dall'identità confusa e l'infanzia travagliata, ha un sacco di amici! (al contrario di quelli come te) Inoltre tromba abbastanza spesso. Il motivo di ciò è misterioso, ma se non altro affolla la serie di personaggi inutili.

Tesla Dubcek: all'inizio Tesla era solo una terrorista delle brigate rosse, ma grazie ad un colpo di sfiga pazzesco, venne catturata da due supervampiri, Gorka e Shreck, e dato che quest'ultimo era troppo impegnato a girare l'ennesimo film della Dreamworks, venne trasformata nella schiava sessuale di Gorka. Successivamente viene liberata da Harlan per una botta di culo. da quel momento, Tesla lo segue come un cagnolino e, dato che non può farselo perché tutto di lui è velenoso per i vampiri, dalla saliva al sangue allo sperma, si foga sul suo migliore amico Kurjak. Occasionalmente uccide i vampiri che dovrebbe ammazzare Harlan, per evitare che Caleb scopra che in realtà è un lazzarone.

Emil Kurjak: ex ingegnere, ex militare, è ora il migliore amico di Harlan, dato che lavora al posto suo. È da sempre innamorato di Tesla, ma lei lo caga soltanto perché non può farsi Harlan. Passa il suo tempo a lamentarsi del fatto che è l'unico umano del gruppo, debole e fragile, ma in realtà è l'unico personaggio della serie che non invecchia senza una scusa. Durante il conflitto serbo-bosniaco, sua moglie e suo figlio si sono infilati sotto una bomba pur di non essere più parenti di un pirla/ubriacone/ignorante simile.

Juri: giovane truffatore, accompagna Harlan per insegnargli il mestiere. Muore quasi subito, a riprova del fatto che era un personaggio inutile.

[modifica] Gli amici più inutili

Dampyr vignetta.gif

Il ministro Corrado Passera mette in guardia Dampyr dai nuovi tagli del Governo Monti.

Harlan si avvale inoltre di amicizie in tutto il mondo per dormire gratis ovunque vada e fare la cresta sui soldi che gli manda Caleb per gli alberghi. Incredibilmente, nessuno si è mai reso conto dell'animo truffaldino del dampyr.

I ghost hunters: dimenticate i ghostbusters e altre tamarrate simili: i cacciatori di fantasmi della serie non sono altro che un "simpatico" gruppo di nerd e sfigati, capitanati dal professor Fred Riciards, esperto in simbologia sacra, cabala, scopone scientifico e poker, e dalla sua assistente Mod Naitingheil, professoressa di zitellismo e frustrazione sessuale. Insegnano le loro materie di dubbia utilità all'università di Iorc.

Hans Milius: professore di storia dell'università austrizzera di Liberborgo, approfitta della sua posizione per sedurre le studentesse che incontra. Inutile dire che nessuna delle ragazze se lo caga minimamente, dato che è un vecchio grasso, più somigliante ad un incrocio fra Satana e Giuliano Ferrara che ad un'essere umano. Spesso invita Harlan a raggiungerlo in qualche ameno luogo dell'europa centro-mediorientale, sperando di sedurre le ragazze che il protagoniosta della serie scarta.

I poliziotti di Las Vegas: si, Harlan ha delle amicizie anche fra i poliziotti corrotti di Las Vegas; non gli è stato difficile conquistarne la fiducia, gli è bastato pagarli. Questa amicizia, però, non ha portato molta fortuna ai tutori dell'ordine pubblico: fra gli amici di Harlan, i poliziotti inutili sono tutti morti, la poliziotta inutila violentata da un vampiro, e il capo Jim Fajella è stato trasformato in vampiro. Solo a un poliziotto, Lenny Meyer, è andata bene: con la scomparsa dei suoi superiori, è stato immediatamente promosso da guardia dell'asilo nido a megaispettoregalattico capo.

"Bobby" Quintana: poliziotto colombiano, è diventato molto amico di Harlan dopo che quest'ultimo ha sterminato una banda di vampiri spacciatori che insediavano il primato di questo cosiddetto poliziotto nell'esportazione di coca all'estero. Non che il dampyr volesse uccidere i vampiri [3], ma questi ultimi gli avevano venduto una partita di droga tegliata male e questo gli aveva fatto girare le scatole.

Dean Barrymore: truffatore, donnaiolo e vecchio dandy, questo individuo si spaccia cacciatore di vampiri da decenni, truffando le vecchie credulone e scrivendo libri per Roberto Giacobbo. Era quindi inevitabile che un'individuo del genere stringesse amicizia con Harlan: per truffare ancora più persone!

Vera Benedix: il personaggio più vecchio della serie, esclusi i vampiri. Da quando è entrata a far parte della serie, non ha fatto altro che parlare del suo passato, della seconda guerra mondiale e di come avesse fatto parte dei servizi segreti britannici. Passava il suo tempo a tediare i protagonisti della serie e a coinvolgerli nella ricerca di antichi artefatti metallici, che non servono a niente. La vecchia era talmente anziana, ma talmente anziana... che alla fine è morta.

Ann Jurging: veggente crucca, non sa cosa fare della sua vita. Nonostante sia una vecchia grassa, prova sempre a sedurre Harlan, invitandolo un po' ovunque nel mondo: Grecia, Dresda, Sconosciutistan... durante l'ultima gita, in Irlanda, la vecchia Ann è riuscita ad entrare in una casa di cura dove, grazie a operazioni chirurgiche all'avanguardia, i medici le hanno dato l'aspetto di una ventenne.

Arno Lotsari: infermiere di "medical Team", un'associazione nata per parodiare Emergency, è la causa principale di morte fra i i feriti che cura. Nonostante la sua totale incapacità come infermiere, viene spedito dovunque ci sia una guerra nel mondo. La speranza dei suoi capi è che muoia su di una mina, o ucciso da qualche soldato, ma sul più bello interviene sempre il suo amico Harlan a parargli il sedere.

Mulawa: Un'altro veggente, si aggiunge alla lunga lista di maghi, ciarlatani e truffatori. È in grado di creare dei buchi nello spazio tempo ed è talentuosissimo nello spaccare il proprio bastone per ciechi sulla schiena di demoni neri. Dato che è pure cieco, ha bisogno dell'aiuto di suo nipote, Khaled, un giovane zoppo che si crede un demone.

Mattew Shady: Giovane archeologo, è sempre in giro per il mondo alla ricerca di antichi artefatti da vendere a ricchi collezionisti, magari ad un prezzo superiore rispetto al loro valore. A dimostrazione della sua astuzia, lo conosciamo quando libera un'antica strega dalla sua prigione per poterle rubare un ciondolo celtico.

[modifica] Le amanti

Lara Croft.jpg

Dampyr il sabato sera.

Harlan ha avuto svariate amanti nel corso della sua vita. Certamente noterete che tutte sono in qualche modo pazze o perlomeno squilibrate, a riprova del fatto che per darla ad uno così bisogna essere sbiellate.

Sophie Mutter: allieva del vecchio Hans Milius, è la più normale delle amanti di Draka. Difatti, prima ha rapporti con lui (appena lo conosce), poi si fidanza con il sardo Angelo Sanna, per poi tradirlo nuovamente con Harlan non appena ne ha la possibilità. Una piccola nota su Angelo: è il responsabile del carnevale in un piccolo villaggio sardo, dove interpreta il "mamuthones", una maschera somigliante ad un muflone dalle lunghe corna. La interpreta senza bisogno di indossare alcuna maschera, dati i continui tradimenti della sua fidanzata.

Astrid Dahl: restauratrice grafomane. Si diverte a vandalizzare i dipinti di antiche chiese norvegesi per poi dare la colpa a oscuri demoni o a fantomatici vampiri.

Lisa/Ljuba: la donna ideale di Draka: è una bambina schizofrenica trasformata in donna adulta da un demone, Thorke, di cui parleremo più avanti. Questa ragazza è la sua schiava, e per questo dovrebbe uccidere Harlan. In realtà non fa altro che farsi il dampyr per poi minacciarlo di morte e scappare, il che fa di Harlan un pedofilo, dato che la ragazza non ha ancora 13 anni.

Gudrun Finngadottir: pittrice islandese, crede di essere la reincarnazione di Hel, la dea vichinga della morte, e per questo passa il suo tempo a andare in giro vestita come una pazza, con un costume da vichinga ed un bastone con in cima una testa di cavallo [4]. Oppure, in alternativa, a giocare a Neverwinter Nights.

Hanneke Geerts: pazza visionaria, ha l'abitudine di vedere ombre nere e spaventarsi a morte, svenendo. È stata anche rapita un paio di volte da dei demoni che l'hanno poi violentata. Harlan la ha più volte denunciata come stalker, ma dato che lei è una poliziotta tutte le denunce prima o poi svanivano, per cui alla fine i due si sono fidanzati ufficialmente. Da quel momento lei non si è più vista.

[modifica] Nemici: i vampiri

Si, Harlan ha anche dei nemici: non sono solo le persone cui ha scroccato le vacanze, ma anche ogni genere di demone, vampiro o berlusconiano. I nemici principali sono i vampiri: il dampyr è una creatura il cui sangue è velenoso per i vampiri, per cui tali creature cercano spesso di ammazzare Harlan quando si fa piacevoli vacanze a scrocco in giro per il mondo con i suoi amici. Dato che sono quattro gatti, sarebbe logico che si unissero per affrontare il dampyr, ma dato che sono scemi preferiscono farlo uno alla volta,[5] così Harlan può eliminarli con maggiore facilità.

I vampiri della serie si dividono in due tipi: i supervampiri, esseri immortali dai grandi poteri che non possono essere uccisi da nessuno se non da Harlan [6], e poi ci sono i vampiri-sfigatelli, schiavi dei primi e che in genere vengono uccisi da Kurjak, che lavora al posto di Harlan.

Draka: Padre di Harlan, è un metallaro che si diverte ad andare in giro in moto a violentare belle donne e conquistare nuovi territori, imprigionando gli altri vampiri. Dato che non può uccidere i suoi simili, ha generato Harlan. Il ragazzo, nonostante la sua indole fancazzista, ha dato molte soddisfazioni al padre.

Amber Tremayne: Vampira stragnocca, è sorella di Draka. Data la sua parentela con lui, fa tutto quello che gli dice il fratello. Anche lei è una metallara, con preferenza per l'epic metal.[7][8]

Erlik Khan: l'unico vampiro al mondo con un cane.[9] Dato che non ha altri amici, è disposto a fare qualsiasi cosa per il suo cagnetto, Kagyr, che è un bestione alto due metri e lungo quattro, dotato di una fame insaziabile e della capacità di depositare feci in grado di avvelenare decine di chilometri quadri di terreno, difatti vivono in un deserto. È alleato di Draka.[10]

Marsden: detto "il lord delle isole" dato che possiede un paio di case in giro per l'Italia: a Isola (Milano), Isola delle femmine (Palermo) e Isola Rizza (Verona). Si diverte molto a giocare a Hotel e Monopoli, e dato che possiede molti soldi ha comprato anche un paio di industrie di armi.

Araxe De Kerkadio: si tratta, fondamentalmente, di una vecchia vampira parigina narcolettica, che passava le sue giornate, fino a poco tempo fa, a dormire beatamente. Ad oggi, dopo essersi finalmente svegliata, si è infilata in una clinica privata a bere fiale di sangue. Dato che è parigina, si diverte a fare degustazioni con il sangue che beve; così facendo, fa risparmiare soldi alla sua clinica per gli esami del sangue.

Fino a qui abbiamo nominato solo gli arcivampiri, che si fanno anche chiamare "I Maestri della Notte".[11]

Ma anche i loro inferiori possono essere temibili.

Ne citiamo alcuni.

Gorka: nominalmente un Maestro della Notte, è stato definito dai fedeli lettori della serie "semmai, un Supplente della Notte", dato che muore già nel secondo episodio ed è di livello inferiore persino ad alcuni vampirizzati. [12].

Bugsie Siegel: gangster, pianista, dinamitardo e inventore di Las Vegas, secondo la serie è stato anche un vampiro vampirizzato, trasformato da essere umano in immortale succhiasangue e fotofobo da un Maestro della Notte di cui non ricordo assolutamente il nome, ad indicare la sua relativa insignificanza rispetto al suo sottoposto! Eh sì, anche questo accade.


Una statistica interessante è quella che considera i Maestri della Notte secondo il sesso: il 50% dei Vampironi ancora vivi è di genere femminile e il restante 50% maschile.

Se passiamo ai Maestri della Notte schiantati nel corso della serie, udite!: il 98% è maschile e solo una è di genere femminile. Non solo: non è stata uccisa da Harlan ma - in varie ed appropriate circostanze - dalla vecchia Ann Jurgens.

Questa dicotomia suggerisce che se siete un'arcivampira avete il 100% di passarla liscia, il che la dice lunga su Harlan. A meno che il dampyr non sia accompagnato da qualche vecchia amica, nel qual caso le probabilità si abbassano![13]

[modifica] Nemici: i diavolacci

Dato che lavora per Caleb, Harlan è perseguitato da Satana e dai suoi scagnozzi. Fra questi si annoverano:

Nergal: Maestro della Notte che ha fatto un patto con il Diavolo per avere più potere, come se non ne avesse già abbastanza. Tra gli arcinemici è il più arciferoce, e si serve sovente di arcisottoposti rompiscatole e terribili, in grado di trasformarsi istantaneamente da gnocche incredibili a cozze terrificanti.[14]

Samael: letteralmente il veleno di Dio, è il fratello oscuro di Camael e a seconda delle storie è un nemico o un alleato di Harlan,[15] rimescolando allegramente le carte[16] a seconda delle circostanze e della presenza di belle donne, dato che è il serpente della Bibbia nonché il Grande Seduttore. Può trasformarsi in un serpentone particolarmente grande, come del resto si può attendere da un simile tomo.[17][18]

Nephilim: al plurale. Nella Bibbia sono i giganti figli di donne e angeli caduti, nella serie sono statue di angeli che si muovono anche se le guardi, ché sennò sarebbero i Weeping Angels di Doctor Who, cosa che invece non sono.[19] Spiano gli esseri umani e i Dampyr e sono al servizio di Nergal, di cui al punto sopra.

[modifica] Nemici: la dimensione nera

Un altro gruppo di avversari sono gli abitatori della dimensione nera, e cioè creature interdimensionali vestite solo di tutine nere aderenti e fissate con il sadomaso. Non si è ancora capito cosa gli abbia fatto Harlan.

[modifica] Nemici: gli sfigati delle puntate riempitive

Come si fa a far durare una serie a fumetti per anni? Semplice, si mettono qui e la delle puntate riempitive che non fanno avanzare minimamente la storia ma danno al protagonista qualcosa da fare ed inseriscono personaggi da sfruttare più avanti per allungare ulteriormente il brodo.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ che all'epoca non sapeva ancora di essere ex
  2. ^ Alla faccia della bontà!
  3. ^ e quindi lavorare
  4. ^ vero!
  5. ^ È la tradizione. Come per i Meganoidi.
  6. ^ E sennò cosa ci stava a fare?
  7. ^ Dato che si presenta spesso con l'aspetto di una bambinetta inquietante, i lettori di Negima hanno già pronti i paragoni con Evangeline Athanasia Katherine McDowell, altra arcivampira scozzese con l'usuale aspetto di decenne - quando non assume, anche lei, sembianze da gnocca tenebrosa - e in buonissime relazioni con il protagonista della rispettiva, malgrado lo scontro iniziale e le continue dichiarazioni di essere malvagia.
  8. ^ Amber Tremayne afferma anche di essere stata la madre del mago Merlino, ai tempi noto come Ambrosius. E di essere nemica personale di Black Annis. Come tutti gli arcivampiri è in grado di cambiare forma e forme, provocando fortissimi complessi di inferiorità nella pur bella Tesla.
  9. ^ Che gli fa da maggiordomo. "Ha senso nel contesto".
  10. ^ L'astuto lettore avrà notato - oppure non glie ne sarà fregato de meno - che l'anagramma del nome è "Arlekkhin". Anche a questo incredibile enigma la serie dà una famigerata risposta!
    Infatti in un episodio compare un tipo vestito da Arlecchino ed Erlik Khan gli dà un sacco di legnate. Sul serio.
  11. ^ "Vampyrus Magister" o "Vampyr Nobilis"
  12. ^ Vampirus Vulgaris o "Vampyr Insipiens"
  13. ^ Calcolate voi il risultato, io non ne ho voglia.
  14. ^ Un Nergal è fra i nemici di John Constantine, ma ne è quasi completamente differente, tranne che per i lati più sgradevoli. Universi differenti, capite?
  15. ^ O, meglio, di Tesla.
  16. ^ Ma con Nergal gioca a scacchi, però.
  17. ^ Anche questo, non è da confondersi con l'indovino menagramo, etiope e senz'ombra incontrato da Corto Maltese in una storia africana. Sempre universi differenti! Come avete capito, sono sempre quei nomi che circolano!
  18. ^ Anche Nikolaus! Infatti è il nome completo del "vecchio Nick", che sarebbe il diavolo. Sorpresi?
  19. ^ C'è chi ha già pensato al crossover.
Strumenti personali
wikia