Crocopapera

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nel caso tu non abbia la più pallida idea su ciò di cui si parla in questo articolo, dovresti fare un salto qui.
Incrocio fra un gallo ed un cane.jpg
ATTENZIONE!!!
L'essere vivente ivi descritto è attualmente sconosciuto e sotto studio da parte di ricercatori competenti.
Si raccomanda prudenza, così da evitare brutte sorprese quali la recisione accidentale di arti.
Scomunicaimminente.png

Questa pagina offende il Signore ed i suoi seguaci!
Smetti di leggerla, o sarai scomunicato, arso vivo
e messo sotto sale per compiacere il Signore.

Papera con testa di coccodrillo.jpg

Una crocopapera da cortile.

Quote rosso1.png La prova che Dio esiste è determinata dal fatto che in natura non esiste un incrocio tra un coccodrillo ed una papera! Quote rosso2.png

~ Creazionista sull'esistenza della crocopapera.
Quote rosso1.png Puppa! Quote rosso2.png

~ Charles Darwin sul creazionista.
Quote rosso1.png Questo animale è il simbolo della nostra fede! Quote rosso2.png

~ Ateo sulla crocopapera.
Quote rosso1.png Ma allola esiste davvelo! Quote rosso2.png

~ Scienziato giapponese sulla crocopapera.

[modifica] Definizione e genesi

Kirk Cameron mostra la crocopapera.JPG

E secondo voi, la crocopapera esiste? Eh? Eeeeeeh?

La crocopapera è il risultato di milioni di anni di evoluzione di un'antica creatura ibrida nata tra un coccodrillo ed una papera[citazione necessaria]. L'esistenza stessa della crocopapera fu ufficialmente annunciata da un creazionista americano conosciuto come Kirk Cameron nel 2007 durante un talk show in diretta contrapposizione alle tesi di uno scienziato evoluzionista dal nome Richard Dawkins.

La tesi sostenuta da Cameron è riassumibile in questo passaggio.

Wikiquote.png
«...concludendo, se l'evoluzione esistesse realmente, l'esistenza della crocopapera sarebbe possibile»
(Kirk Cameron mostra alla platea la foto di una crocopapera.)
Wikiquote.png
«Chi le ha dato il permesso di fotografare i miei animali da cortile?»
(Un indispettito Richard Dawkins ammonisce Kirk Cameron e conferma, seppur indirettamente, l'esistenza della crocopapera.)

Fu un autogol clamoroso per il giovane creazionista, e quando il mondo venne a conoscenza del curioso animale, la Chiesa episcopale dovette correre ai rimedi, etichettando la povera creatura come un mostro e come una creatura del Demonio, chiunque possedesse anche un sol uovo di crocopapera sarebbe stato dichiarato eretico, pertanto passibile di scomunica e nei casi più gravi (come la detenzione di un allevamento di crocopapere abusivo) è prevista la pena capitale.

[modifica] Sviluppo e diffusione della specie

Papera con testa di coccodrillo sopra i grattacieli.jpg

E adesso chi glielo dice ai creazionisti?

Una volta che l'esistenza della crocopapera divenne di dominio pubblico, a ben poco servì la campagna proibizionista del Vaticano per impedirne la diffusione su scala mondiale. Ormai la crocopapera divenne l'animale simbolo dei movimenti agnostici, atei, pro abortisti e molti altri.

La crocopapera si diffuse così bene e così rapidamente che in tutto il mondo ci si domandava se non recasse problemi alle specie autoctone, poiché disponeva della ferocia e della pericolosità del coccodrillo, unita alle capacità di volo e nuoto della papera. Queste capacità furono immediatamente sfruttate e la crocopapera divenne ben più di un Animale Simbolo, la crocopapera ha reso l'umanità più felice in quanto:

  • la cucina Cinese ne ha ricavato ottime ricette, come l'ormai famosa crocopapera all' arancia.

[modifica] Fossili dal passato

Dinosauro Anatosuchus.jpg

L'Anatosuchus, il trisavolo della crocopapera.

Sebbene la scoperta della crocopapera sia stata assai recente, la sua genesi è spesso fonte di accesi dibattiti scientifici. C'è chi sostiene che il primo esemplare sia databile un Andreotti fa anni fa, c'è chi afferma che di anni ne abbia millanta. C'è chi sostiene che, essendo un ibrido, l'incrocio sia nato in tempi recenti a causa di un coccodrillo allupato che trovandosi in uno stagno in mancanza di una femmina della sua specie, si sia accontentato della prima papera che gli capitasse a tiro.

Fonti ben più attendibili dimostrano un antenato del nostro palmipede-rettile. L'antenato in questione è ninentemeno che l'Anatosuchus, il cui aspetto ci indica alcuni indizi. La forza tozza del cranio, l'altezza non elevata e le dimensioni ridotte potrebbe richiamare quella dell'attuale ornitorinco, da cui potrebbe essersi sviluppato come evoluzione alternativa.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
wikia