Cream

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Celentano.jpg
ATTENZIONE: QUESTA PAGINA È ROCK!!!
Quote rosso1.png Accidenti, Cream è proprio rock. Sì insomma, capisci quello che voglio dire? Non dico punk, metal o house, parlo di rock; e non un rock poco rock, ma vero rock rock. Un rock che ti entra nelle vene e ti penetra nell'anima senza lasciarti andare... proprio rock insomma.
L'house, il metal e il punk sono lenti. Cream è rock.
Quote rosso2.png

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Cream
Quote rosso1.png I Feel Free Quote rosso2.png

~ Cream su trip lisergico
Quote rosso1.png You've got that rainbow feel but the rainbow has a beard Quote rosso2.png

~ Giacomo Bruno sulla ragazza del Panettiere dello Zenzero.
Quote rosso1.png You know you can't watch your wife and your outside womens, too Quote rosso2.png

~ Cream sulla fedeltà
Quote rosso1.png Tudududù-tututu-tududu Quote rosso2.png

~ La chitarra del Manolenta era stata abilitata a ripetere a loop il riff di Sunshine of your love

I Cream erano un trio di pasticceri rock-blues di Cremona (UK) attivo tra il 1966 e il 1968.

[modifica] Formazione

La storia ebbe inizio quando due allievi dell'accademia pasticciera Rompi Blues di Giovanni Maiale, il commesso/fornaio Giacomo Bruno e il pasticciere Enrico Cleptomane si unirono al già celebre Panettiere dello Zenzero, il quale possedeva una batteria di pentole decisamente imponente per l'epoca. La pasticceria Polydor non si fece scappare la ghiotta occasione di mettere sotto contratto questo prestigioso supergruppo di pasticcieri, e lo fece entro breve.

[modifica] Crema fresca

Fresh cream.jpg

Manifesto pubblicitario dei Cream per la loro crema fresca

La loro prima linea di prodotti fu un'enorme quantità di crema fresca, che vendette piuttosto bene sia in America che in patria (ma, a dire il vero, alcuni ingredienti cambiavano tra i due Paesi). Nonostante gli espliciti riferimenti a pasticceri d'altri tempi, la crema era davvero ottima e fece loro da lasciapassare per i principali concorsi di pasticceria inglesi e americani, dove tutti poterono ammirare le abilità di Cleptomane in cucina, le doti oratorie di Bruno e le lunghissime spentolate del Panettiere dello Zenzero.

[modifica] Benjamin Disraeli

La loro seconda linea di prodotti fu una serie di biscotti della fortuna con zucchero a velo che al loro interno contenevano bigliettini con aforismi dello scrittore Benjamin Disraeli su sfondo psichedelico, che furono commercializzati in ogni angolo del pianeta. Ma, mentre loro giravano il mondo, iniziarono ad avvenire fatti decisamente incresciosi. Giacomo Bruno e il Panettiere dello Zenzero, difatti, si manomettevano a vicenda l'attrezzatura di nascosto, fino ad arrivare al momento in cui il Panettiere iniziò a tirare il suo prezioso set di pentole Ludwig firmato Mastrota addosso a Bruno, il quale iniziò a colpirlo sulle palle con la schiumarola. Cleptomane cercò di calmare i bollenti spiriti, ma un colpo di schiumarola gli rallentò per sempre la mano destra, da cui il soprannome di "manolenta". A questo punto erano sul punto di separarsi, ma dovevano ancora fare qualcosa per obblighi contrattuali.

[modifica] Ruote infuocate

Goodbye album.png

I Cream durante l'ultima svendita

Per l'ultima linea di prodotti, avvenne il colpo di genio: produrre una serie di ruote infuocate al peperoncino in confezione 2 al prezzo di 1. Vista la generosa offerta, critica e pubblico premiarono ampiamente i tre, che si separarono dopo un'ultima distribuzione alla Royal Albert Hall di Londra. In segno di addio, furono messe in commercio tutte le scorte rimaste invendute.

[modifica] Dopo la separazione

Ora le doti di Enrico Cleptomane sono note a tutto il mondo, quindi non serve ribadirle. Giacomo Bruno mise su un negozio in proprio dove era sia commesso che panettiere. Il Panettiere dello Zenzero mise su la Forza Aerea del Panettiere dello Zenzero, che sta al momento aiutando Gabriele D'Annunzio ad annettere l'Istria all'Italia. I Cream si sono riuniti due volte: la prima nel 1993, in occasione della loro entrata nella sala d'onore dei pasticcieri, la seconda nel 2006, per celebrare i 40 anni dall'inizio dell'attività; in tale occasione i fun ebbero l'occasione di riassaporare i loro deliziosi pasticcini.


[modifica] Componenti

Strumenti personali
Altre lingue
wikia