Crash Bandicoot (videogioco)

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Attenzione!
Combattimento con mosse speciali.gif

Questo videogioco può provocarti crisi epilettiche, secchezza dei bulbi oculari, invecchiamento precoce ed improvvisi attacchi di sete di sangue.
Il Ministero della Salute impone l'immediato spegnimento della tua console.

Slash Bandicoot.PNG

L'inconfondibile copertina ufficiale del gioco.

Quote rosso1.png Grazie, le faremo sapere... Quote rosso2.png

~ Sonic su Crash Bandicoot durante le audizioni per Shadow the Hedgehog
Quote rosso1.png Questo gioco fa uso improprio della mia immagine! Quote rosso2.png

~ Aku Aku mentre sporge denuncia a Naughty Dog
Quote rosso1.png Può girarmi gli assegni, per favore? Quote rosso2.png

~ Uomo d'affari su Crash Bandicoot
Quote rosso1.png No, grazie. Ho avuto una brutta esperienza con le rotatorie... Quote rosso2.png

~ Homer Simpson su Crash Bandicoot

Crash Bandicoot è il primo episodio in assoluto della saga di Dash Dingo, realizzato nel 1996 a.C.[1] per Playstation 0,5. Attualmente è disponibile anche per PSP, Windows Svista e Super Scarsus 64.

[modifica] Pseudo-Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

Il Dr. Neo Cortex, stufo di essere deriso dai suoi colleghi, decide di conquistare il mondo in nome della sua medicina alternativa. Per perseguire tale scopo, si avvale di una delle creazioni dell'amico Nitrus Brio: il Raggio Evolvo, un potente forno a microonde in grado di trasformare animaletti dall'aspetto innocuo in terrificanti Looney Tunes[2]. Fra tutti questi, il perfido scienziato ne sceglie uno a caso per farne il generale del suo esercito Furry e gli appioppa il nome di Arresto Bandicoot (o bandicoot d'arresto).

Wikiquote.png
«Si... può... FAREEE!!»
(Dr. Cortex dopo aver creato Crash)

Purtroppo per lui però, le analisi effettuate dallo stesso dimostravano che il tasso alcolico contenuto nel sangue del giovane marsupiale era ben al di sopra del limite consentito[3], quindi decide saggiamente di scaricarlo su un'isola giamaicana.

Qui il bandicoot trova per caso un mascherone di Carnevale e, probabilmente in preda ai fumi delle piante che crescono spontanee sull'isola, ci si affeziona talmente tanto da dargli il nome di Aku Aku e promuoverlo a suo migliore amico immaginario, protettore personale, guida spirituale, cartello "Occupato" quando si reca al bagno e possibile anticoncezionale. Il mascherone si rivela tuttavia un pozzo di saggezza, grazie alle cui parole Crash viene convinto a raggiungere il castello di Cortex per salvare un'altra esemplare della sua razza geneticamente modificata di nome Tawna dalle sue grinfie, emulando le gesta di un altro rompi-scatole e salvatore di fanciulle in pericolo.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.

[modifica] Gameplay

La struttura di gioco è costituita da una mappa composta da tre isole, in cui Crash può muoversi in avanti a destra o indietro a sinistra, senza poter prendere scorciatoie. Le isole sono a loro volta costellate di misteriose macchie di sangue che indicano i livelli da affrontare[4].

[modifica] Livelli di gioco

In Crash Bandicoot sono presenti in tutto 32 livelli, alcuni dei quali sono perennemente in contrasto tra loro[5]. Pertanto parleremo delle tipologie più frequenti.

Crash Bandicoot Pow.jpg

Crash riflette sul significato della scatola misteriosa.

  • Giungla: pressocchè onnipresente, pullula di animali assolutamente orginali come granchi, puzzole del sottosuolo, tartarughe ninja, piante carnivore e ciambelle giganti.
  • Villaggio indigeno: Crash si improvvisa turista in un villaggio indigeno per provare la famosa pipa della pace. Nei livelli più avanzati, l'uso eccessivo di queste sostanze porterà il povero marsupiale ad avere strane allucinazioni con casse sospese tra le nuvole e gemme colorate. Altre volte invece tenterà un agguato a un cinghiale, facendo un'orrenda fine.
  • Fuga: in perfetto stile Indiana Jones, Crash fugge da un enorme masso autoguidato in cerca di vendetta. Da notare soprattutto l'inedita telecamera in stile "Ambasciator non porta pena", impostata al fine di impedire al giocatore di vedere dove va.
  • Fiume: da bravo stratega e nuotatore[citazione necessaria] qual'è, Crash decide di passare attraverso un mondo interamente costituito di colonne di pietra galleggianti, foglie a sette punte galleggianti, pesci volanti, scimmie cattive e piante carnivore automatiche.
  • Rovine rovinate: ancora fissato con l'acqua, Crash si avventura in una vera e propria città perduta infestata da pipistrelli spia pronti a scagliargli contro le loro truppe appena lo vedono, camaleonti di gomma, muri e moquette indemoniati e piattaforme sadiche.
  • Tempio di Chissacchì: Crash si ritrova misteriosamente in uno strano tempio adagiato sul nulla, popolato da serpenti, ragni giganti, lance e pipistrelli che escono dal nulla per poi dileguarsi nel nulla.
  • Ponte sullo Stretto di Messina: un normalissimo ponte pericolante. Purtroppo, le sostanze della mattina presto cominciano stranamente a fare effetto, per cui si vede tutto un po' nebbioso e Crash dovrà farsi strada tra pavimenti che non esistono e maiali volanti in esibizioni sul ghiaccio degne di Carolina Kostner.
  • Laboratorio del castello: Crash dovrà farsi strada tra macchinari volanti non ben identificati, piattaforme automatiche[6] che conducono i passeggeri a destinazione, lampadine la cui ultima manutenzione risale più o meno ai tempi del Medioevo, uomini d'onore e situazioni d'inquinamento ai confini della legalità.
  • Esterno del castello: pur essendovi già entrato da un pezzo, Crash è intenzionato a fare irruzione nel castello saltando da una balconata all'altra, affrontando avvoltoi fulminati, alcolisti impazziti, moquette masochista e gremlins. Il tutto mentre fuori fa un freddo cane a causa delle condizioni atmosferiche.
  • Il Buio: Crash si ritrova nell'ambientazione tipica di un film horror odierno. Praticamente non succede nulla, a patto che stia attento a non cadere in un burrone e a non sbattere contro topi[7], ragni e asce penzolanti.

[modifica] Oggetti

  • Frutti Wumpa: gli oggetti più sprecati dell'intero gioco. Sono dappertutto, ma per farti una vita extra ne bastano appena 100. Migliaia di giocatori, anche tra i più esperti, muoiono letteralmente nel disperato tentativo di raccoglierli.
  • Vite extra: gli oggetti che rendono inutili i frutti wumpa. Sono piuttosto rarefatte se confrontate con quelle che vengono perse dal giocatore medio[8], ma possono essere spesso reperite presso alcune casse da spazzare via insieme al contenuto.
Uomo armato di pistola laser esce da una scatola.gif

Uno dei peggiori nemici dei bandicoot.

Crash Bandicoot casse mancate.JPG

A fine livello le casse spaccate da Cresh gli cadono in testa. Purtroppo la balsa non è facilmente reperibile sulle isole, quindi si è optato per il mogano.

  • Maschere Aku Aku: protegge Crash da un singolo pericolo scelto a casaccio tra i pignantamila presenti nel livello. È reperibile il più delle volte in apposite scatole, generalmente esanime per la mancanza d'ossigeno. In questo breve lasso di tempo è possibile decidere se raccoglierlo o dargli il colpo di grazia. Raccogliendolo tre volte, Aku si sposterà sulla faccia di Crash come parassita, suscitando insensati deliri di onnipotenza; ciò significa che il nostro eroe sarà invulnerabile per un breve lasso di tempo e si muoverà a velocità raddoppiata con un divertente sottofondo random. L'unico problema è che le casse si distruggono sotto i suoi piedi quando ci salta sopra, rischiando una morte umiliante.

[modifica] Casse

Tra gli oggetti, le casse hanno un ruolo di rilievo, in quanto è necessario romperle tutte per ottenere le gemme[9].

Esse possono essere di più tipi.

  • Cassa normale: una normale, squallida, avarissima cassa. Ti darà appena qualche frutto wumpa. E più non dimandare...
  • Casse a sorpresa ? : casse dal contenuto sospetto. Si consiglia di assumere un volontario prima di aprirne una.
  • Casse a sorpresa ! : casse contenente Mariello Prapapappo. Ti faranno balzare il cuore in spalla per la paura.
  • Casse POW!: scartate dalla versione originale per l'evidente riferimento a Chuck Norris, sono state sostituite dalle comuni TNT. Se Crash ci salta sopra, parte un timer di tre petosecondi prima di esplodere, contati in questo modo: 1... 2... 4... 5...
  • Casse freccia: scatola che indica in un punto a casaccio del livello. Serve a far innervosire il giocatore, burlandosi della sua incapacità di volare. In alternativa, la si può usare per saltare più in alto, andando in contro a una morte sanguinosa e inevitabile.
  • Casse metalliche: casse maledettamente ingombranti che non possono essere distrutte in alcun modo. Sono le preferite dei giocatori sfaticati come te.
  • Casse di Crash: casse che abusano dell'immagine di Crash. Contengono piccoli Crash-ninja che ti assaliranno a momenti.
  • Punti di controllo: le intramontabili casse con la C. In caso di morte, Crash ricomincerà da uno di questi. Un toccasana per chi tenta disperatamente di finire il livello. Una condanna per chi vuole prendere la gemma.

[modifica] Aree bonus

Cane di Naughty Dog in Crash Bandicoot.JPG

Forza, Crash!

Per accedere a un'area bonus è necessario collezionare le teste mozzate di alcuni personaggi[10], sparse per i vari livelli. La maggior parte delle morti all'interno di queste è causata dal fatto che Crash si sposta verso il burrone a sinistra anziché in avanti a causa del cambio di visuale. Ve ne sono di tre tipi.

[modifica] Boss: ogni riferimento a cose o persone è puramente casuale

Cortex con Uka Uka sulla faccia.JPG

Cortex posseduto dal demonio.

Tawna Bandicoot.jpg

Tutti vogliono un pezzo della fanciulla.

Tawna e Crash.png

Tawna e Crash mentre si strangolano tra loro approfittando dei titoli di coda.

[modifica] Finale alternativo

Per poter vedere il finale alternativo è sufficiente raccogliere 26 gemme, ovvero tutte quelle del gioco, il che equivale ad avere anche le chiavette.

Dopodiché, tornando al livello The Great Hall, Crash noterà il solito percorso immaginario interamente costituito di gemme. Seguendolo anziché approfittare dell'uscita proprio di fronte a lui, incontrerà Benedetta Parodi e i due voleranno via in groppa a Big Foot, mentre tutti gli altri nel castello muoiono agonizzanti fra le fiamme dell'Inferno.


[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Crash non è in grado di morire senza fare la giravolta.
  • In ogni gioco della serie, Tawna cambia identità: nel secondo episodio è la sorella Coco Bandicoot, in Crash Team Racing è una delle Trophy Girls[13], in Crash of the Titans è la voce di Tiny Tiger e in buona parte degli altri giochi è intrappolata in una foto o in una qualunque immagine.
  • Una mela al giorno toglie il medico di torno. Letteralmente.
  • L'idea originale di Crash era Willy Wonka, ma venne scartato perché si pensava che un personaggio del genere non sarebbe interessato a nessuno.
  • Tutti i personaggi di questo gioco[14] hanno la voce di Brendan O'Brien, il semi-sconosciuto casinista statunitense che lavorava con artisti Rock del calibro di Aerosmith e AC/DC.

[modifica] Altri progetti

[modifica] Voci esterne

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Avanti, Cretino!
  2. ^ E se necessario anche qualcosa in stile Roger Rabbit.
  3. ^ Battendo anche il record personale di Ripper Roo.
  4. ^ 32 in totale, includendo due livelli inutili, uno censurato, uno dimenticato, due persi per strada e ben sei boss.
  5. ^ Se per esempio il livello appena affrontato era ambientato nel castello, non è detto che il prossimo non possa essere ambientato nella foresta...
  6. ^ E non poteva essere altrimenti.
  7. ^ Che stranamente segnalano con delle luci rosse quando stanno per attaccare.
  8. ^ Alcune delle quali proprio per ottenerne altre!
  9. ^ Quella delle casse indistruttibili non è una buona scusa.
  10. ^ Anche dello stesso Crash.
  11. ^ Si dice che dopo l'esperimento abbia rotto lo specchio emettendo un'inquietante risata diabolica.
  12. ^ Ecco giustificata la sua eterna paranoia...
  13. ^ Notare che non appaiono mai tutte insieme.
  14. ^ Anche se la maggior parte di loro non parla.


Strumenti personali
wikia