Controriforma

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Scomunicaimminente.png

Questa pagina offende il Signore ed i suoi seguaci!
Smetti di leggerla, o sarai scomunicato, arso vivo
e messo sotto sale per compiacere il Signore.


Contro-Riforma.jpg

"In diretta dallo studio 20 del Concilio di Trento... Controriforma, il programma per chi ama il giuoco del calcio e la vendita delle indulgenze!"

Quote rosso1.png Non va! Quote rosso2.png

~ Sandro Piccinini su mancata riconciliazione fra protestanti e cattolici
Quote rosso1.png Tantissima carne al fuoco in questa puntata! Quote rosso2.png

~ Sandro Piccinini su eretici messi al rogo dall'inquisizione
Quote rosso1.png Ah, come gioca Lutero! Quote rosso2.png

Controriforma - Nessun diritto di replica è stata la più popolare trasmissione televisiva di stampo cattolico-calcistico del XVI secolo.
La scaletta del programma era ampia e prevedeva cinque grandi momenti:

[modifica] Storia del programma

Sacro-cuore-di-Gesu.jpg

"In verità, in verità vi dico: il famoso fallo di Iuliano su Ronaldo ERA RIGORE!"

La Controriforma nacque da una coraggiosa idea del pontefice Paolo III e del giornalista di Mediaset Paolo Ziliani, i quali nel 1545 decisero di dare vita a un programma calcistico che potesse finalmente spezzare l'egemonia di audience della Domenica Sportiva, storica trasmissione RAI condotta dai rivoluzionari predicatori Martin Lutero, Giovanni Calvino e Giorgio Tosatti.
La Domenica Sportiva in quegli anni era seguitissima dal pubblico, vuoi perché l'allora giovanissima Paola Ferrari portava sempre delle minigonne da infarto, vuoi perché i tre conduttori sostenevano apertamente una radicale rifondazione dell'ambiente calcistico.
Tale dottrina prese il nome di Protestantesimo proprio perché Lutero e soci protestavano contro tutto e tutti. In particolare ce l'avevano con:

Sembrava quindi impossibile scalzare la Domenica Sportiva dal suo piedistallo di regina degli ascolti, ma Paolo III e Ziliani ebbero un'intuizione geniale: dato che il pubblico seguiva il programma della RAI solo perché offriva gli highlights delle partite, tanta gnocca e un sacco di inutili chiacchiere da bar, per sbaragliare la concorrenza bastava imbastire una trasmissione che offrisse le stesse attrazioni in dosi ancor più massicce e letali!
Fu infatti sufficiente acquistare i diritti delle partite di Serie A, assumere Elisabetta Canalis e Maurizio Mosca e diffondere la notizia che tutti coloro che non avrebbero guardato Controriforma sarebbero finiti all'inferno: il calibrato mix tra austera morale cattolica e sordido avanspettacolo si rivelò vincente e lo show fu subito acclamato come un successo in tutta Italia [2].

[modifica] Maggiori figure impegnate nella Controriforma

Mosca e Piccinini Controcampo.jpg

Giulio III, Ignazio di Loyola e Carlo Borromeo discutono sulla validità della dottrina protestante e dei gol in fuorigioco.

Wikiquote.png
«Eccoci qua, ci siamo! Puntata al fulmicotone stasera qui a Controriforma! Tantissime encicliche, ben trentasei, in questa domenica: il Milan è solo in testa alla classifica, e la Roma cade inspiegabilmente a Lecce!
Andremo poi a collegarci con Monica Vanali dallo stadio di Frankenhausen per sapere le ultime novità sui contadini rivoltosi!
Mentre aspettiamo il treno dei servizi, vediamo quali sono i grandi ospiti di stasera: davvero un super palco qui a Controriforma! Un bell'applauso per Dio! Benvenuto Altissimo, ci parlerai poi della tua nuova avventura come allenatore!
E poi ancora, Gregorio XIII! Buoni buoni buoni, se fate così non andiamo più avanti! Rispettiamo le opinioni di tutti, purché siano cattolici!»
  • Sandro Piccinini: conduttore della Controriforma dal 1545 al 1563, era solito commentare i momenti più accesi delle discussioni tra esponenti della Curia romana e i portavoce di Lutero con sagaci commenti come "Pericolo!", "Brivido!", "Incredibile!", "Miracolo!", "Mucchio!" e "Sciabolata tesa!"[3].
  • Giampiero Mughini: da molti spettatori considerato una spia protestante infiltrata nei palinsesti della Controriforma, era un anarchico snob che aborriva in egual misura le rivolte dei contadini e l'uso della moviola in campo.
    Fu autore di ben sedici libri, tutti finiti nell'indice dei libri proibiti dalla Chiesa. Venne bruciato in diretta nel 1574 con l'accusa di essere un seguace del predicatore scomunicato Luciano Moggi.
Lucia blini torre di pisa.jpg

Una forma di tortura molto in voga tra gli inquisitori dell'epoca consisteva nel legare alle orecchie della vittima un orecchino da quindici chili.

  • Maurizio Mosca: noto buffone di corte, il suo compito era dare un tocco di goliardica idiozia alle seriose riunioni del Concilio di Trento. Ex-sostenitore delle teorie protestanti, abiurò dopo esser stato bruciato con ferri incandescenti, bollito dentro a un pentolone e sottoposto al supplizio della corda: da qui il motivo del suo colorito malsano, della sua demenza senile e delle sue braccia troppo lunghe rispetto ai vestiti che indossava.
  • Franco Ordine: illustre teologo, divenne famoso per i suoi lunghi sermoni recitati con voce da tacchino raffreddato. Intraprese la carriera ecclesiastica non per vocazione ma per mancanza di alternative: era infatti eunuco.
  • Elisabetta Canalis: fondatrice della congregazione delle Suore Orsoline, era donna pia, piena di fede e voglia di aiutare i bisognosi. Accanita tifosa dell'Inter, festeggiava le vittorie della sua squadra recitando il rosario. Per tutta la vita condusse una feroce battaglia contro i calendari di Max e gli altri squallidi mezzi di mercificazione del corpo femminile.
  • Graziano Cesari: cardinale che sosteneva l'importanza di introdurre l'arbitraggio come materia di studio scolastica. Fu un convinto sostenitore dell'Inquisizione, e contribuì a far scoprire numerosi anabattisti e simulatori.
  • Lucia Blini: centralinista part-time del programma, divenne altresì famosa per i suoi provocanti sondaggi, tra cui ricordiamo È giusto che i vescovi italiani risiedano a Roma e non nelle loro diocesi? e Basterà la preghiera per insegnare a Gennaro Gattuso l'uso del congiuntivo?. Era una suora che aveva fatto il voto di clausura, e come tale viveva relegata nell'angusta postazione dei computer in totale distacco dagli altri ospiti in studio.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Che militava nella terza divisione del campionato tedesco
  2. ^ Nei paesi germanici venne invece accolto con maggiore freddezza
  3. ^ Questi ultimi due li usava quando le discussioni sfociavano in risse o in accoltellamenti


[modifica] Voci controriformate

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Controriforma

StellaWoSArticoli.png

Questo articolo è entrato nella
Walk of Shame Articoli
in data 18 settembre 2009
con 12 voti a favore su 14.


Strumenti personali
wikia