Comunismo di mercato cinese

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Condoleezapenis.jpg
Wikiquote.png
«Ma quant'è corto questo articolo di politica?!
Mi ricorda il tuo pistolino (o quello di Bush)»
(Condoleezza Rice)

Cosa aspetti? Datti da fare per allungarlo!

Contadinicinesi2.jpg

La Cina avanza con spaventosa rapidità.

Quote rosso1.png Tanto vale chiamarlo capitalismo Quote rosso2.png

~ Chiunque su Comunismo di Mercato Cinese
Il Comunismo di Mercato Cinese è l'ultima revisione comunista, del capitalismo comunista cinese, che a sua volta è una revisione del comunismo capitalistico di Shanghai, liberamente tratto dal comunismo Marxista del libero stato di Honk Kong.

Precedentemente a quest'introduizione tecnologica, la Cina era votata al Collettivismo, nato dall'intervento sulla terra dei soliti Alieni Comunisti, con la complicità di quei bravi ragazzi della Triade cinese che si farebbero in tre per aiutarti, o molto più probabilmente ti farebbero in tre.

La principale produzione del mercato cinese è quella degli ombrelli usa-e-getta, unitamente a quelle delle biciclette componibili modello Ikea e dei bastoncini per i Ching, futuribili prodotti con i quali i cinesi - popolo inesistente inventato dagli altri paesi per giustificare la presenza di un continente - si propongono di invadere tutti i Mercati del Sistema Solare e del braccio periferico della Galassia, in attesa della completa conquista commerciale dell'Universo conosciuto.

L'idea ispiratrice di questo nuovo movimento cinese proviene da Stan Lee che, dopo aver creato i supereroi con superproblemi, decise di creare i supermercati con superprezzi. Coadiuvato dalla mente geniale e malata di Vanna Marchi, signora dell'inganno e della pubblicità in generale, decisero di costruire la più grossa bufala mai esistita a livello planetario inventando quello che gli storici chiamano Libero Comunismo di Mercato Cinese. Sotto l'approvazione di Mastrotta, Vanna rilanciò il devastante prodotto interno lordo cinese durante una delle sue mitiche e indiavolate Televendite, durante gli anni novanta dell'ultimo secolo dello scorso millennio (giorno più, mese meno).

[modifica] Obiettivi del mercato cinese

  • Controllare tutti i ristoranti sul pianeta acqueo noto ai più come Terra, con qualsiasi mezzo lecito (racket, mafia, traffico d'armi) e illecito (mettere capelli nella zuppa, diffondere facili allarmismi, comprare il negozio altrui)
  • Conquistare l'Alaska partendo dalla Kamchatka
  • Estendere la cultura degli involtini primavera a qualsiasi forma vivente, sia essa animale o vegetale passando per le muffe
  • Dominio del mondo e l'estinzione di tutte le minoranze etniche non cinesi come ad esempio gli spocchiosi Londinesi.
  • Estendere l'area di Chinatown a tutto il mondo.
  • Creare nel Risiko! una regione chiamata Chinatown
Strumenti personali
wikia