FANDOM


Cineturismo

Ci spendono i soldi.

Cineturista : Quote rosso1 Per favore, mi scatterebbe una foto dove hanno girato Il gladiatore?! Quote rosso2
Romano : Quote rosso1 Ma de che stai a parlà?! D'er Colosseo? Quote rosso2
Cineturista : Quote rosso1 Non so come si chiama, è quel coso laggiù con tutti i buchi. Quote rosso2
Romano : Quote rosso1 Vattene, sennó te gonfio! Quote rosso2

Il cineturismo (in inglisc movie tourism, in cabardo cineché?!) è una forma di turismo praticata da chi si reca in visita nei luoghi utilizzati per le riprese di film, serie televisive, pubblicità, fiction, telegiornali e matrimoni. Praticamente ovunque sia passato (anche per caso) qualcuno con una telecamera.
La tendenza è andata affermandosi nel corso del Novecento, sulla scia del successo dell'invenzione dei Fratelli Lumière. I pochi che lo facevano prima erano considerati matti.
Lo sviluppo dei flussi turistici indotti dalla cultura di massa, soprattutto da quelli generati dai film di culto, ha portato alla nascita di agenzie specializzate. Esse propongono tour guidati alle mete in cui siano state girate scene famose, abitazioni di attori e registi, studi cinematografici e cimiteri che ospitano tizi famosi. Davanti alla tomba di John Wayne, considerato figura emblematica del vero eroe americano, ogni mattina un drappello di ammiratori gli rende onore con un'alzabandiera. La stessa cosa accade in Italia davanti alla tomba di Moana Pozzi.

In Italia modifica

Logo di Wikipedia sballonzolante
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Cineturismo
Trenino1

Il treno di Assassinio sull'Orient Express, oggi utilizzato sulla tratta Bari-Foggia.

Negli anni '50 uscì nelle sale di tutto il mondo Roman Holiday (Vacanze romane). Audrey Hepburn e Gregory Peck fecero di Roma il luogo ideale per un'avventura sentimentale, il nido d'amore perfetto. Per circa dieci anni i musei e i siti archeologici della Capitale andarono deserti, inoltre, non si trovava un lenzuolo pulito in nessun albergo, nemmeno pagandolo a parte.
In seguito, per quasi mezzo secolo, l'Italia dovette fare a meno del cineturismo internazionale. L'unico luogo di culto si trovava in mezzo alle cosce di Edwige Fenech, era però al di fuori del budget di spesa della maggior parte dei fan.
Si dovette attendere il 2004, con l'uscita del film La passione di Cristo di Mel Gibson. La pellicola era interamente ambientata a Matera, fino a quel momento considerata un piccolo avamposto di sconsiderati pionieri votati alla conquista di territori selvaggi. Si scoprì invece una città antica, oggi inserita tra i siti UNESCO, popolata ancora dagli stessi abitanti del 200 a.C., cosa confermata dagli esami al Carbonio 14 delle rughe di Scanturlo Addolorata. Nel frattempo il Nord era restato fuori da questo lucroso settore economico, una lacuna che tentò di colmare nel 2009 grazie a Inkheart - La leggenda di cuore d'inchiostro, girato e ambientato in Liguria. Il film, definito da alcuni critici un kolossal fantastico e da altri una colossale stronzata, non ottenne però l'effetto sperato. Nella speciale classifica Gold Movie Location, punto di riferimento del cineturista, la Liguria giace al 739° posto, esattamente tra la Palude dove viene divorata la biondina (Mega Piranha) e il Cesso del bar dove fa la pipì il protagonista (Alex l'ariete).
Oggi il cineturismo in Italia è prettamente interno ma alcune location registrano comunque un discreto interesse, in particolare tra gli appassionati di fiction prodotte dalla Rai e di alcune serie TV italiane di grande successo.

Bar dei Cesaroni con laziale morto

Sul bar de I Cesaroni è meglio non scherzare, il luogo è oggetto anche di altri culti.

  • I Cesaroni: che ha fatto la fortuna del proprietario di un bar alla Garbatella, tanto da essere a lungo considerato uno dei possibili acquirenti dell'A.S. Roma, unica squadra di calcio "tifabile" nel quartiere. Per selezionare un minimo la clientala, vista la grande affluenza, l'ingresso è consentito solo a chi pronuncia correttamente "A roma c'è solo 'na squadra: 'a Magggica".
  • Elisa di Rivombrosa: girata presso il castello piemontese di Agliè, dimora elencata in passato tra i possedimenti di Casa Savoia e in seguito tra quelli di Casa Vianello.
  • Il commissario Montalbano: che ha generato nel ragusano un notevole indotto economico, pari quasi alla memorabile annata 1964 nella raccolta delle melanzane. Il successo del personaggio creato da Andrea Camilleri ha indotto, nel 2003, l'amministrazione comunale di Porto Empedocle a modificare la denominazione ufficiale del paese in Porto Empedocle Vigata. Il luogo è anche ben frequentato dal turismo internazionale, una parte proveniente dalla Libia e un'altra in transito da Lampedusa.

Tra le mete rese note dagli spot pubblicitari spicca il mulino di Chiusdino (Siena), conosciuto da tutti come il Mulino Bianco, recentemente acquistato da Antonio Banderas per utilizzarlo come mausoleo alla sua morte.

All'estero modifica

Mappa di Eriador

Mappa della Nuova Zela... di Eriador.

Un caso celebre è rappresentato dalla recente crescita turistica della Nuova Zelanda, che ospita le location della trilogia de Il Signore degli Anelli. Anni fa, gli unici aerei che la raggiungevano erano quelli "andati lunghi" durante l'atterraggio a Sydney. Oggi, migliaia di nani vi si recano per vedere il villaggio degli Hobbit e sentirsi finalmente a casa. Ad accoglierli c'è il sindaco Mortimer Baggins che - a suo dire - vanta una discendenza diretta da Bilbo. Intervistato dall'emittente russa Dacia Channel ha recentemente dichiarato: "Siamo a buon punto, entro il 2040 ospiteremo la Coppa del Mondo della Terra di Mezzo FIFA".
In Gran Bretagna esistono oltre cento diverse location utilizzate nella serie di Harry Potter. Di queste, un paio sono anche interessanti per motivi storici, un'altra perché vi dimora il fantasma di Ron McKinney, famoso pippone dei Celtic Glasgow linciato dai tifosi al termine della disastrosa stagione 1921-22.
Negli Stati Uniti il movie tourism esiste praticamente da sempre. Le mete come Monument Valley e Grand Canyon, inquadrate nel 147% dei film western, sono state però sostituite dalla Camera da letto dove trombava la Samantha di Sex and the City e dalla Cella frigorifera dove Rocky prendeva a cazzotti i manzi. Il primato delle location spetta a New York, forte della regola fondamentale delle commedie sentimentali americane:

Quote rosso1 Non importa se lui è un ingegnere biomedico di Los Angeles e lei una lavacessi di una gas stations nel Mississippi, si incontreranno facendo jogging a Central Park e finiranno per baciarsi a Natale davanti all'albero nel Rockefeller Center. Quote rosso2
~ Regola n.1 delle commedie d'amore statunitensi

Le altre location sono custodite gelosamente nel cuore della città, conosciute solo dai cinefili, al riparo dai profani e dagli stolti che preferiscono andare sull'Empire State Building per fotografare i grattacieli, ignorando che quel luogo è sacro perché c'é morto King Kong.

Cineturismo americano

New York nei film americani.

  1. East 63rd St (Io e Annie): Alvy tenta di rimorchiare Annie chiedendole se il cappello che indossa l'abbia comperato di sua iniziativa o gli sia caduto in testa.
  2. West 52nd St (C'è posta per te): Joe bacia Kathleen mentre un cane-ladro[1] gli ruba il portafoglio.
  3. Gapstow Bridge (Taxi Driver[2]): una cliente di Travis, da lui abbandonata sulla 5th Ave, taglia per Central Park e viene sgozzata da un maniaco.
  4. Sheep Meadow (Godzilla[3]): due lesbiche (che si stanno scambiando effusioni sul prato) vengono spiaccicate dalla zampa del distratto sauro.
  5. Alice in Wonderland (Alla ricerca di Nemo[4]): dalla celebre fontana, sita nel cuore di Central Park, sbuca il sommergibile del Capitano Nemo che chiede informazioni a un militare perché si è perso.
  6. Balto Statue (La leggenda del re pescatore): Jack e "Parry", impegnati nella ricerca del Santo Graal a Manhattan, si concedono una pausa per riflettere sull'attendibilità degli indizi storici che vorrebbero la preziosa reliquia da quelle parti.
  7. West 38nd St (Fa' la cosa giusta[5]): la moglie di Pino è stanca di mangiare pizza e si avvelena con un hot dog acquistato da un venditore ambulante.
  8. Gapstow Bridge[6] (American psyco): un chiaro omaggio del regista a Taxi driver, che ci mostra il maniaco che si allontana correndo dopo aver trucidato la biondina dell'altro film.
  9. Carroll Gardens (C'era una volta in America): Noodles Aaronson e Max Bercovicz, due spietati gangster del film, minacciano il presentatore del programma La ruota della fortuna con lo scopo di far vincere uno della banda.

Risvolti economici modifica

Barbone con carrello

Un cineturista amante del film Accattone che vive il suo sogno.

Il cineturismo è in continuo aumento, tanto che nel 2010 si stimava che avesse mosso nel mondo circa 100 milioni di turisti, con un giro d'affari di oltre 80 miliardi di euro. Da qualche parte dovevano pur essere finiti.
Nel 2005 è nata la BILC (Borsa Internazionale delle Location e del Cineturismo) che punta a creare un momento di incontro tra la domanda e l'offerta legate a questo nuovo fenomeno. È stata ospitata per la prima volta a Ischia, in concomitanza con l'Ischia Film Festival. La mancanza di severi controlli, e l'errore commesso da qualcuno nel sottovalutare la vicinanza con Napoli, ha portato un incauto emiro arabo a versare una faraonica caparra per l'acquisto di Pompei. Il sedicente marchese Gennaro Borbone Pompei, l'autore della truffa restato anonimo, ha convinto l'acquirente inserendo nella trattativa il Vesuvio in omaggio.
Regioni, province, comuni ed enti territoriali, sono ovviamente interessati a proporre le proprie location e le correlate agevolazioni economiche, oltre a incentivi e servizi, a produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali. Caso emblematico quello del sindaco di Ceffone sul Capo (Boh) che ha cercato di piazzare il fienile di suo cugino per un film porno su uno stupro di gruppo, inserendo nella trattativa un discreto numero di parenti e amici.
Parallelamente, gli stessi enti prenderanno accordi con tour operator, mafie, strutture alberghiere e papponi, finalizzati all'incoming nel proprio territorio. In Austria, ad esempio, la Tirol Film Commission eroga contributi economici, garantisce agevolazioni fiscali, offre gratuitamente vacche[7] e neve[8] in quantità, pur di vedere girato un film nel Tirolo austriaco. Tuttavia, il cinepanettone è un genere prettamente italiano e i crucchi stanno vagamente sulle palle a buona parte del mondo, questo spiega perché negli ultimi dieci anni ci abbiano girato solo Heidi e Le vacche del Führer, un nazi-porno vietato anche in Thailandia.

Cineturismo app

Movie&Go: una delle App più apprezzate dopo quella per i puttan tour.

I produttori di tecnologia hanno ovviamente sfruttato questo nuovo filone economico, con numerose App riservate al cineturista. Tra esse spicca Movie&Go (nata da un accordo tra Android, The Asylum e Google Earth) che guida l'appassionato fino alla location. I più esigenti troveranno comunque l'App giusta per loro.

  • ActionCiak: riservata agli amanti degli action movie. Una volta sul posto, il cineturista viene bersagliato con colpi di Kalašnikov da alcuni terroristi islamici, catturato e torturato sul set di American sniper.
  • Search&Survive: per chi segue il genere adventure. L'utente sarà indirizzato verso la più vicina palude infestata da caimani e piranha. Con la versione Plus ha diritto ad incontrare la creatura de Il mostro della Laguna Nera.
  • DirtyJustice: per gli appassionati dei legal drama. Il turista sarà incastrato con una bustina di cocaina nelle tasche, subirà un processo farsa e sarà poi violentato nel carcere dove hanno girato Fuga da Alcatraz.
  • MonsterEscape: riservata ai patiti degli horror. Il cliente sarà condotto in un supermercato abbandonato e dovrà sopravvivere ad un'invasione di zombie.
  • SYV (Save Your Virginity): per i numerosi amanti del genere porno. Il cineturista avrà modo di raggiungere uno dei tanti set disponibili, dove sarà invitato a partecipare al film in produzione. La funzione per scegliere il genere è prevista per il prossimo anno, nel frattempo è essenziale una buona dose di fortuna.

Bibliografia modifica

  • Frank Shalini, Sexual movie tourism in Asia, Los Angeles (2004, Ed. Dick Slim.
  • Emilio Fanfoni, Ce sei venuto o te c'hanno mandato?!, Roma (2000), Edizioni Sgarbati.
  • Artemio Odescalzi Ignudi, Come ho evitato che mi ipotecassero la magione, Mantova (2008), Edizioni Zellosi.

Note modifica

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ noto antagonista del cane-poliziotto
  2. ^ a occhio e croce
  3. ^ poi si controlla meglio
  4. ^ quello del '37
  5. ^ magari era un altro
  6. ^ ancora lui
  7. ^ sì, entrambe
  8. ^ sì, sempre entrambe

Voci correlate modifica