Christiaan Barnard

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Christiaan Barnard

Christiaan Barnard poco prima di essere accecato dal flash.

Christiaan Neethling Barnard, più semplicemente Bernardo, era un chirurgo divenuto famoso per aver praticato il primo trapianto di cuore.

[modifica] Biocardiografia

Nato quattro giorni prima del 12 novembre 1922 in Sudafrica, sua madre era una animalista convinta mentre suo padre uno degli ultimi cacciatori di vampiri e amico fidato di Van Helsing; fin da piccolo Barnard aiutava suo padre durante i rastrellamenti a tappeto, cosa che lo segnerà profondamente perché decise di seguire le orme del padre.

A 15 anni la svolta: sua madre, stanca di vedere e ogni volta lavare paletti insanguinati, se ne va di casa dopo aver scritto una lettera, in cui afferma:

Wikiquote
«Sono stufa dei vostri comportamenti macabri e insensibili, basta uccidere animali che hanno il sacrosanto diritto di vivere le proprie vite, cercate un altro modo di guadagnarvi il pane. Fino a quel momento me ne starò lontana da casa.»

Da quel momento Barnard capisce l’animo sensibile di sua madre e decide di diventare medico, studiando all’Università della Città del Capo mandando a puttane il lavoro del padre e la dinastia dei cacciatori di vampiri. Dopo aver acquisito la laurea in medicina & chirurgia con 110 e determinazione a partire dal 1951 lavora all'ospedale cittadino come medico di base. Ripensando a ciò che aveva detto sua madre nella lettera e al lavoro del padre, per non fare un torto a nessuno dei due, decide di specializzarsi come chirurgo cardiotoracico: in questo modo accontenta sia suo padre, giocherellando con il torace dei pazienti e facendo a fettine gli organi ivi contenuti, sia sua madre dato che in questo modo ha la possibilità di salvare molte vite.

Cattedra duomo di Volterra

Ecco la cattedra di Barnard comprata su Ebay. Dire che ha avuto culo è poco.

Nel 1956 per poter raggiungere il suo obbiettivo si reca negli Stati Uniti d'America all'Università del Minnesota nel Minneapolis detta anche "la grande Monopoli"; Bernardo definirà in seguito, gli anni trascorsi in America, come i più affascinanti momenti della sua vita: alcuni affermano di averlo visto partecipare alle attività della confraternita a cui si era iscritto, lasciandosi andare ai piaceri della carne [1] e bevendo litri su litri di buon vino affermando (da buon medico) che questo preveniva gli attacchi di cuore.

Dopo aver dilaniato il fegato e ottenuta l'ambita specializzazione, nel 1958 ritorna in Africa dove viene reclutato nell'ospedale Groote Schuur [2] e stabilendo così la prima unità di chirurghi cardiotoracici, fulcro dell'ospedale. [3]

Da quel momento la carriera del nostro amico Christiaan sembra migliorare di volta in volta: riceve la cattedra di chirurgia dell'università di Città del Capo [4], fonda un'azienda privata, la "cuori spezzati Barnard", una delle prime agenzie matrimoniali nel mondo e infine riceve l'ambito premio volpe dell'anno quando nel 1959 tentò un trapianto di rene, eseguito con successo 5+1 anni prima negli Stati Uniti, ma essendo un cardiochirurgo non sapeva come affrontare un operazione ai reni; decise ugualmente di tentare ma i risultati furono pessimi: avendo invertito il sistema circolatorio con quello urinario il paziente urinava sangue mentre il cuore pompava urina. Un suo collega ci ricorda cosa disse prima di uscire dalla sala operatoria alle persone presenti:

se la scienza ci insegna qualcosa, ci insegna ad accettare i nostri fallimenti, come i nostri successi, con calma, dignità e classe... bastardo te la farò pagare! Perché mi hai fatto questo? Perché mi hai fatto questo???

[modifica] Il primo trapianto di cuore

Barnard riunione

Barnard e altri due chirurghi spiegano, in una conferenza, come avverrà l'intervento.

Dopo il primo fallimento del trapianto di rene Bernardo non si dà per vinto; il suo prossimo progetto è ancora più difficile e affascinante del precedente: il primo trapianto di cuore del mondo. Questa volta, per non fare la figura del fesso, decide di prepararsi al meglio praticando interminabili prove con l'allegro chirurgo regalatogli dal fratello (anche lui chirurgo) Marius Barnard che in questo modo riesce a ottenere un posto nella squadra chirurghi per il futuro evento. La preparazione all'intervento risulta un lavoro noioso e faticoso: in primis deve creare una squadra disposta a lavorare, ma fortunatamente grazie alle conoscenze di cui dispone riesce a formare una squadra degna di entrare nella storia. Alcuni membri della squadra che possiamo citare sono:

  • Il fratello Marius
  • Frederick Frankenstein
  • Cristina Yang
  • Christopher Duncan Turk
  • Enzo Jannacci

Una volta formato il gruppo, la squadra effettua ricerche per trovare la cavia il paziente su cui praticare il trapianto. I candidati all'operazione sono due:

  1. Louis Washkansky un uomo di 54 anni che soffre di diabete e di scompensi cardiaci, conseguenze di una vita sfrenata;
  2. Michael Quincy un bambino costretto a vivere con un cuore più grande del normale;

La scelta fu difficile ma decisero chi tra i due aveva ancora molto da vivere e si meritava veramente un cuore nuovo: dunque scelsero il primo. Mancava ancora un'ultima cosa la star dell'evento, il cuore, ma trovare un donatore adatto risulta alquanto complesso. Nel dicembre 1967 dopo tanto attendere ma soprattutto dopo aver invocato la morte di qualcuno, manco fossero iettatori, avviene un incidente stradale nel quale muore una giovine donna: Denise Darvall. Barnard pratica il trapianto il 3 dicembre 1967 il quale dura nove ore ma alla fine il paziente supera l'intervento anche se morirà qualche settimana più tardi di polmonite causata dai farmaci che gli hanno indebolito il sistema immunitario. [5]
In meno di 80 giorni la notizia fa il giro del mondo. Ecco i primi commenti:

Quote rosso1 Grande Giove! Quote rosso2

~ Dott. Emmett Brown
Quote rosso1 Che uomo, che rubacuori Quote rosso2

~ Rodolfo Valentino
Quote rosso1 Non ci credo! Vogliamo la moviola nelle sale operatorie! Quote rosso2

~ Aldo Biscardi
Quote rosso1 E che ci vuole? Un taglietto qui, un taglietto lì... Quote rosso2

~ Jack lo squartatore
Quote rosso1 Tu che m'hai preso il cuor... Quote rosso2

~ Il primo donatore
Barnard e Sofia Loren

Una delle tante donne cadute ai piedi dell'affascinante medico.

[modifica] La convalescenza dopo il trapianto

Christiaan Barnard diventa una star, catalizzando l'attenzione dei media e delle moltissime donne affascinate dalla sua abilità manuale in campo medico e non.[6]
Se da tanti viene considerato e venerato come una star gli scettici e i finti predicatori lo additano come un impostore mentre alcuni medici invidiosi affermano che Barnard ha scopato le loro mogli "rubato" a loro il progetto del trapianto di cuore; tra i personaggi più illustri possiamo citare il Papa il quale sostiene che Barnard viene venerato come il nuovo dio in terra mentre l'unico degno di tale ammirazione è il Papa stesso. Diventato un vip del calibro di Ippocrate, Wilhelm Conrad Röntgen, Lino Banfi e cavalcando l'onda dell'entusiasmo il nostro Bernardo circa un mese dopo pratica un secondo trapianto di cuore e poi un altro dopo un anno, facendo sembrare l'operazione facile come il cambiamento di partito dei politici italiani. Solamente la cronica mancanza di organi arresta la vena lavorativa del chirurgo che così decide di mettere su famiglia e di scartavetrare le palle del governo sudafricano riguardo le leggi dell'apartheid, affermando che secondo lui è meglio avere l'artrite alle mani piuttosto che lavorare in uno stato che permette leggi del genere. Difatti, nel 1983 si ritira dalle sale operatorie a causa della malattia invocata da lui stesso molti anni prima, l'artrite alle mani, decidendo di ritornare, dopo molti anni, negli USA, per dedicarsi alle attività di ricerca e per palpare qualche culetto americano. Gli ultimi anni della sua vita non li esaurisce solamente in America ma anche in Austria dove edifica la Christiaan Barnard Foundation, costruita per accogliere i bambini che non possono permettersi le cure mediche; nessuno ha ancora capito perché sia andato in Austria a costruire tale edificio, forse per mascherare la costruzione del nuovo bordello, la cocotte di Villach, idea di Bernardo per rinfrescare l'ormai vecchio corpo che lo tradirà nel settembre 2001. Secondo i primi accertamenti il creatore decise di punirlo con la stessa moneta, uccidendolo con un infarto, mentre altri sostengono che sia morto di asma; i più scettici credono invece che sia ancora vivo e stia giocando a poker con Elvis Presley ascoltando l'ultimo album dei Creedence Clearwater Revival.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Ma che diavolo avete capito? Adorava le grigliate di carne con gli amici.
  2. ^ Prima di essere un ospedale era una capanna, anzi la capanna dello zio Tom (da cui ne riceve il nome Schuur).
  3. ^ Anche perché era l'unico in tutta l'Unione Sudafricana.
  4. ^ Avendo speso tutto in America e quindi essendo al verde compra la vecchia cattedra di chirurgia per soli 99 testoni su Ebay.
  5. ^ Questa è la scusa ufficiale, ma in realtà è morto di polmonite perché un infermiere non ha chiuso la finestra durante la notte.
  6. ^ Adesso si che c'è un'allusione erotica.
Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo