Chieti

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Chieti
"Ce l'abbiamo solo noi... Grosso[1]"

(Motto)

Posizione geografica Un po' ovunque, su una collina salda come un budino
Anno di fondazione non si sa ma sicuramente prima di Pescara
Abitanti 12 vecchietti e 50000 studenti fuorisede
Etnia principale marrucin' e marucchin'
Lingua Chietin'
Sistema di governo Megalòcrazia
Moneta baratto o tangente
Attività principale Andata e ritorno da Pescara, tazze e camorra
Quote rosso1.png Mi manca il terreno sotto i piedi solo a vederla Quote rosso2.png

~ Mr. Fantastic su Chieti
Quote rosso1.png Ho proprio voglia di speculazione edilizia Quote rosso2.png

~ Osvaldo Salsiccia su Chieti
Quote rosso1.png Uè, cumbà! Jamm a lu Megalò? Quote rosso2.png

Quote rosso1.png À'lloc, a Chijte, ci stà la meffj Quote rosso2.png

~ Un anziano teatino su Chieti
Quote rosso1.png S'adà franà, sperem ca frana dalla parte di là Quote rosso2.png

~ Un vecchio francavillese su Chieti

Chieti, in provincia di Pescara, confina a nord con Arcore, a ovest con la Repubblica Emocratica della Terronia, a est con Villa Certosa e a sud con la tana di Bernardo Provenzano (provincia de la Meffj). È una città-stato della Repubblica delle Banane d'Italia. Il sindaco è l'onorevole deputato della Repubblica Dominicana; assessore alle pubbliche truffe è il più illustre cittadino teatino, Sergio Marchionne.

[modifica] Storia

Fin dall'antichità, Chieti, inizialmente chiamata Asoiug, era parte del carcere di Alcatraz, che contava 15348 detenuti.

Nel 63 d.C., la popolazione divenne meno della metà quando qualcuno, probabilmente petomane, a causa di un peperone andato a male se la fece sotto nella propria cella.

Successivamente, quando nel 354 l'allora sindaco Fruttobo, parente di Fruttolo e cugino It, rinominò la città in Chieti, il carcere perse di credibilità e tutti si trasferirono da qualche altra parte, in un posto imprecisato...

L'anno successivo lo stesso sindaco, facendo tana libera tutti, liberò tutti...

Fino al 1684 la popolazione scese continuamente fino a raggiungere le 50 persone. Qui una bomba atomica composta da fontina, gorgonzola, emmental e parmigiano fece crollare la popolazione agli attuali 10-11 individui. Il numero non è preciso perché c'è un pirla che continua ad andare avanti e indietro dalle città vicine...

È conosciuta come città della camomilla, nel caso qualcuno dovesse mai avere dubbi sulla sua vitalità urbana.

[modifica] Sport cittadino

Ogni sette giorni si tiene il Raduno annuale delle esecutrici di peti vaginali, detto anche Campionato nazionale peti vaginali, durante cui le abitanti e gli abitanti si sfidano a morte nella produzione di peti vaginali. La squadra di peti vaginali che rappresenta la città, è nota come ASD Chieti.

Altre discipline sportive praticate in quel di Chieti sono:

  • Dormire.
  • Camminare in mezzo alla strada.
  • Dormire mentre si cammina in mezzo alla strada.
  • Far capire al resto d'Italia che Chieti non si trova in provincia di Pescara.
  • Fare vasche lungo il Corso, senza alcuno scopo.
  • Farsi fotografare in pose blasfeme nei pressi della statua di San Giustino.
  • Per gli automobilisti, fare lo slalom tra le pecore.
  • Ambire al Palazzo Mezzanotte e al palazzo pacifico.
  • Cercare di non scontrarsi contro le altre auto (punti moltiplicati x2 se bendati, x4 se si fa l'uncinetto).
  • Schivare gli autobus dopo ogni curva.
  • Scrivere MERDA sopra la scritta "Pescara" dei cartelli stradali.
  • Assegnare case popolari con metratura proporzionata alla qualità del sesso[2].
  • Mangiare arrosticini e inscenare combattimenti medievali usando i ceppi come rudimentali spade.
  • Fare gare di uncinetto (punti moltiplicati x2 se bendati, x4 se si partecipa in mezzo alla strada).

[modifica] Economia

  • Pastorizia
  • Coltivazione delle terre della campagna circostante La Collina
  • Edilizia abusiva
  • Locazione a studenti fuori sede di appartamenti con prezzi "ragionevoli"
  • Negozi fescion per il corso (che puntualmente falliscono perché i chietini fanno shopping a Pescara, o la spesa nei discount di Chieti - Scalo, ovviamente: un discount a Chieti Alta rovinerebbe l'immagine del chietino abbiente diffusa nel mondo).

[modifica] Dialetto

L'idioma chietino consta di circa 32 vocaboli, di cui la metà insulti o epiteti offensivi. Il chietino è stato nobilitato e reso celebre dal fumetto Cattivik: infatti il "nero genio del male" si limita essenzialmente a troncare l'ultima sillaba di tutte le parole e a chiudere le 'o' in 'u', ma per il resto la sua parlata è uguale all'italiano corrente. Esattamente come il dialetto teatino.

[modifica] Paggene ca tenn' a chè ffa' nghe quess'

[modifica] Not'

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ cambiato dopo i mondiali su referendum popolare
  2. ^ Fonte.


Strumenti personali
wikia