Catanzaro

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Catanzaro
Quote rosso1.png Forza Catttanzzzaro !!! Quote rosso2.png

~ Emigrato calabrese durante le partite di Serie A negli anni '70-80
Quote rosso1.png Cusenza merda! Quote rosso2.png

~ Ultrà del Catanzaro su Cosenza
Quote rosso1.png Cumu TinTiTuli? Quote rosso2.png

~ Catanzarese su "What's your name?"
Quote rosso1.png 'Nculu a tia !! Quote rosso2.png

~ Augurio catanzarese
Quote rosso1.png Oèèè compà, chi è tutt'appostu? Quote rosso2.png

~ Classico saluto catanzarese
Quote rosso1.png Fhutta e futtatinda ca si nun futti resti fhuttutu!! Quote rosso2.png

~ Lo stile di vita del Catanzarese
Quote rosso1.png Che poi io tutto 'sto vento mica lo sento! Quote rosso2.png

~ Triestino sul vento di Catanzaro
Catanzaro
Palanca-Catanzaro.jpg

(Stemma)

"Fhutta e fhuttatinda / Fhora Gabbu"

(Motto)

Posizione geografica Nel bel mezzo della Calabria Saudita
Anno di fondazione 127 a.o.p.
Abitanti Morzeddhari / Mangiacoretti
Etnia principale Una via di mezzo tra Fighettini e Tamarroni
Lingua Catttanzzzarese
Sistema di governo Governo du PDP (Partitu Du Pilu)
Moneta Pilu borbonico
Attività principale Economia e passeggio


Catanzaro, o anche CTNZR (in dialetto stretto) fondata da Osama bin Laden nel 127 a.o.p.(avanti o popolo), è la capitale della Calabria Saudita.

[modifica] Storia

Tre seni.jpg

I famosi tre Colli.

La città comparve inaspettatamente e involontariamente un pomeriggio di primavera, incastonata tra 3 colli, posizione strategica per caricare i Polentoni che ivi usavano scendere in cerca di pilu di prima qualità.

Tra il 15 il 16 e le 11.30 del 24 C.m. , Catanzzaro venne occupata dai Super Gaiyan, razza gaia proveniente dal sud-est della Scandinavia. Caratteristica di questo popolo erano i lunghi capelli biondi (chiaramente ossigenati) e una coda conficcata nella parte centrale del fondoschiena. Fuggirono dalla città dopo che il nonno di Frenc Smanettone VIII liberò un peto esagerato nel bel mezzo del 2° raduno trimestrale dei Super Gayan, il "Gayo Dayo".

La settimana successiva un'alleanza di Travian tentò di conquistare la città, approfittando del panico causato dal gesto inconsulto di Nonno Smanettone. L'aria ancora irrespirabile (non vi era vento all'epoca a Catanzaro) scoraggiò i soldati, che ripiegarono sulla vicina Scorenza. Pare che dopo questa esperienza parecchi di loro si siano ritirati in Monasteri Emo.

Attualmente la città è sotto il dominio di un anatroccolo psicopatico con poteri sovrannaturali, il Paparino, che passa la sua giornata a grattarsi piacevolmente le natiche, mangiando morzello e bevendo vino. Questa intensa attività ha spinto il Paparino a nominare sindaco della città un albero del suo orticello: Rosario Olivo, extravergine dalla nascita.

[modifica] Geografia

La provincia catanzarese, situata proprio al centro della Calafrica confina con tutte le altre province calabresi:

  • A Nord con la provincia di Gusenza, con la quale sovente scoppiano delle rivolte, che si concludono quasi sempre con le vittorie grazie al condottiero Massimo Palanca.
  • A Est con la provincia di Scrotone una volta facente parte del territorio catanzarese, nata grazie alla secessione del 1992.
  • A Sud con la provincia-rivale di Scoreggio Calabria, con la quale ci fu una guerra per il titolo di capitale della Calabria Saudita, vinta dai catanzaresi ai calci di rigore.
  • A Ovest con la provincia-fantoccio di Vibo Valentia, in realtà controllata da Catanzaro.

[modifica] Popolazione

Il centro di Catanzaro conta circa 5?&%$£ abitanti, tutti dediti al culto del Calcio d'angolo e veneranti come divinità suprema "Il Baffo di Massimo Palanca".

Il resto della popolazione risiede sui cocuzzoli attigui al centro città passando il tempo in svariati modi:

  • recuperando i vari Super Santos finiti in qualche colonia di rovi o nel cortile di qualche sadico vecchietto (in questo caso il pallone ha poche speranze di tornare a casa vivo);
  • sfidandosi a derapate con l'Ape Cross modificato;
  • emulando (credendo di fare del bene) i loro "begnamini" televisivi;
  • parlando male dei cugini cosentini.
Strada estremamente trafficata di catanzaro.jpg

Strada estremamente trafficata di Catanzaro.

[modifica] Lingua

Gianfilippo Asdrubale.jpg

Gianfilippo Asdrubale.

A Catanzaro si parla una lingua incomprensibile discendente dalle antiche bestemmie urlate dai produttori di peperoncino piccante.

La leggenda vuole che Gianfilippo Asdrubale, secondo sindaco pregiudicato della città, passasse per caso dinanzi un campo di peperoncini durante l'ora della merenda. Qui, alcuni giovani e inesperti agricoltori, avevano deciso di rifocillarsi a latte e orzo bimbo posando le loro terga su alcuni dei temibili vegetali da loro coltivati. Il contatto con il sadico frutto di terra calabra fece sì che la loro temperatura rettale salisse di colpo di 347,12°C. L'enorme quantità di termini volgari usati dagli allegri mezzadri e la violenza con cui venivano pronunciati convinse Gianfilippo ad adottare tale modo di parlare come lingua ufficiale della propria città (all'epoca nel borgo ci si esprimeva a rutti e ceffoni).

[modifica] Clima e paesaggio

Situata sopra u "cuazzu", Catanzaro è famosa in tutta la ridente Terronia per il suo caratteristico vento. Fu Giampiero Galeazzi a creare il famigerato vento durante una delle sue annuali visite per partecipare allo "Spetascio's Day", sagra popolare in cui l'accoppiata fagioli-peti la fa da padrona!

ALF.jpg

Cugino Alf

La città si trova a metà strada tra la Foresta di Sherwood, abitata da cugini di terzo grado di Chewbecca, gli Alf, stanziatisi qui per sfuggire allo Chef Tony che richiedeva le loro pellicce per rivestire l'impugnatura dei Miracle Blade serie 12, e le acque della Laguna Blu, alle quali gli Alf non si avvicinano per paura di infeltrirsi

[modifica] Turismo legale

Gran parte dell'economia di CaTnzaro è legata al turismo legale a causa della sua rinomata fiera del quiz da avvocato, tenuta una volta ogni 6 mesi. L'indotto derivato dal turismo è la causa fondamentale dell'enorme prosperità economica di cui campa la città. Nt nt (trad. addirittura) l'illuminatissima minestra dei grembiulini pubblici è passata dalla città per partecipare alla fiera.

La fiera è formalmente un grandissimo test da sostenere per chi vuol diventare avvocato, ma in realtà quella è solo una copertura. La fiera è un grande gioco, in cui a ogni partecipante viene consegnato un foglio. Lo scopo è quello di scrivere quello che viene dettato dai commissari d'esame, oppure, più rapidamente, pulircisi il culo e riporlo in busta chiusa in un pallottoliere. Tutte le buste sono marchiate con un codice speciale, che ti avrà consegnato il tuo politico di fiducia.

Tombolino.JPG

Lo strumento adoperato per correggere gli esami di abilitazione da avvocato

La seconda fase della fiera è l'estrazione casuale delle buste, solo quelle numerate (cioè tutte) che saranno poi aperte, e finalmente si controllerà se il testo scritto sul foglio corrisponde a quello dettato prima dal commissario, lo stesso che ha aperto la busta ora, per intenderci. Talvolta, nell'estrazione casuale, se il numerino è associato a un politico di Roma, la busta viene estratta casualmente con certezza.

Non bisogna credere che basti che la propria busta sia stata estratta per vincere il gioco, talvolta l'autore del foglio scarabocchiato non sa scrivere, e il commissario potrebbe spazientirsi e cestinare il foglio (a meno che esso non sia stato associato a uno di quei numerini speciali distribuiti solo dai politici di Roma). Questa eventualità potrebbe capitare comunque anche se hai scritto il testo dettato correttamente, perché povero commissario, si è sgolato a dettartelo prima, è stanco e vuole finire presto. Per lo stesso motivo il commissario potrebbe non aprire proprio la busta, perché tanto lo sa che siete tutti bravi.

L'ultima fase è quella dell'orale. Essa viene fatta 12 mesi dopo le prime due fasi (quindi dopo la seconda edizione annuale della fiera) dopo averti comunicato, il giorno prima, di essere uno dei vincitori. L'orale consiste in una partita a Tressette a perdere fatta tra il candidato e i commissari. Ovviamente il candidato deve perdere la partita, cioè vincere (essendo tressette a perdere). Data la confusione su cosa fare, non tutti riescono a superare l'esame. Se questo fosse il caso, o se il tuo politico di fiducia ti assegna un altro numerino, puoi fare un orale con ingoio ai commissari e, se sei bravo/a potrebbero decidere, per compassione, di ammetterti tra i vincitori. È stato questo il caso della nostra minestra dei grembiulini pubblici, che la ispirò per la sua brillante legge sull'istruzione.

Scarabocchio.jpg

Il compito del primo classificato

Il premio finale, è un bellissimo rotolo di carta igienica firmato, detto "Abilitazione alla professione di avvocato". È un modello molto ricercato confezionato dalla multinazionale di nome "Ordine degli avvocati" ed è molto ambito. È proprio per la sua rara bellezza, che i partecipanti al concorso fanno letteralmente carte false pur di parteciparvi. Il concorso ha valore nazionale, ma attira gente da tutto il mondo e da città estere come Milano o New York.

Se per caso sei un politico di Roma, o sei un parente/amico di un politico di Roma la procedura è diversa. Ti viene associato un numerino speciale di colore diverso, che ti permetterà di infilare nella busta una cartolina della Carfagna nuda o in pose erotiche senza che il commissario, a busta aperta abbia facoltà di lamentarsi (tipicamente, anzi è contento). Il tuo foglio ha validità come gli altri, anzi di più perché hai un numerino speciale di Roma. Tuttavia, in questo caso, il superamento del test è garantito con certezza.

Il grande gioco dell'avvocato, è, per Catanzaro, un po' come il circo per Montecarlo, spesso anche qui presiede all'evento anche la reale famiglia massonica di Catanzaro, che apre le feste benedicendo i commissari e i partecipanti con il numerino di Roma.


[modifica] Partecipanti famosi

[modifica] Situazione Scolastica

Un video, realizzato studenti, che ci spiega com'è la situazione nelle scuole di catanzaro.

Original video

[modifica] Curiosità

  • Simbolo della città è una statua raffigurante un operaio cassaintegrato FIAT mentre demolisce l'auto di un dirigente a picconate.
  • Si pensa siano nati a Catanzaro: i cugini Jean-Pierre Unsanbittèr e Dino Dammiuncrodino, il coniglietto Quiky, Rosina, la tetta sinistra di Pamela Anderson; Hermann Maier Umberto Bossi e Babbo Natale
  • Recentemente a Catanzaro, come in altre città italiane, sono state rinvenute testimonianze dell'esistenza della civiltà di Universitopoli.
  • Mercoledì scorso, alcuni giovani Catanzaresi sono riusciti a conquistare una colonia in America, A jiti, usata come terra di scambio per i profughi che vogliono andare a morire in altre nazioni più ricche.

[modifica] Frasi di Uso Comune

  • 'Ajaddina ! - Mannaggia a Dina (chi sia tale Dina nessuno lo sa)
  • 'Nculu - Wow!
  • Chimma mori - Dovresti morire
  • 'Nculu a tia - Buon per te
  • Ahialà! T'u jetti 'u paninu! - Bravo, bravo, mangia il panino...
  • Chi cunti? - Ma cosa stai dicendo?
  • Minchia comu 'ntulupi! - Ajalà come mangi!
  • Tu tumbi tu? - Trombi tu?
  • Si nu cantaru e notta - non servi a niente
  • N'culu cazzi e ntronati! - siete molto rincoglioniti!
  • Ta fai na mangiata e pilu? - vai a femmine?
  • si incitrola do friddu!!! - mizzica freddo!
  • Futta e futtatinda ca si nn futti resti futtutu- Tromba e fregatene che se nn trombi rimani trombato
  • bahfanculu tu e tutta a razza tua - auguri a te e a tutta la famiglia
  • a fissa e sorta - saluto rivolto alle sorelle
  • Sì nu cunnu - Sei un rincoglionito
  • Sì nu babbu - Sei un rincoglionito
  • Sì nu rincugghunitu! - Sei un rincoglionito
  • Mi conzavi na pezza - Mi sono ubriacato
  • Ta mangi a merda mia? - Te la mangi la mia cacca?
  • Aia la fissa d'Eva! - Mannaggia la vagina di Eva!
  • Aialafisseria! - Perbacco!
  • Oèèè compà, chi è tutt'appostu?' - Ciao caro amico mio, come va la vita? tutto bene?
  • E cchi vvoi... jamu avanti!! - Eh cosa vuoi... si tira avanti
  • Aguannu a hera l'annu e hara hora...- Quest'anno la fiera devono farla all'aperto.


Strumenti personali
wikia