Camera Café

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Cameracafe

Mai viste tante facce intelligenti tutte insieme, sembra quasi un comizio della Lega.

Logo di Wikipedia sballonzolante
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Camera Café
NonCitazLogo
NonCitazioni contiene deliri e idiozie (forse) detti da o su Camera Café.


Quote rosso1 DANDAN DÈÈUN, DWUUWOON DJUOUOUOUOUO WEUWEU! Quote rosso2

~ Tentativo di trascrizione della sigla del programma[1].
Quote rosso1 Chi la dura... La dura! Quote rosso2

~ Paolo Bitta, pluri-vincitore della gara di proverbi aziendale.
Quote rosso1 Togo!! Quote rosso2

~ Silvano Rogi mentre assaggia un biscotto ricoperto di cioccolato
Quote rosso1 Pippo, ma tu non dovevi andare in bagno? Quote rosso2

~ Colleghi premurosi di preservare la sua regolare naturalità su Pippo

Camera Cafè è una serie televisiva che parla della più grossa azienda italiana non produttiva, specializzata nella vendita delle utilissime C-14 (anche se nessuno sa che cazzo siano).

[modifica] Trama

La serie è ambientata in un azienda dove non si fa un cazzo tutto il giorno e la voglia di lavorare è pressochè nulla (ça va sans dire). Ciò nonostante tutti i dipendenti vengono pagati come nulla fosse. La storia si svolge davanti alla macchinetta del caffè dove tutti stanno ogni minuto della loro giornata a bere caffè come fosse acqua. Si è stimato che in una giornata lavorativa l'azienda consumi dai 321791831 ai 12328931201 litri di caffè. Da notare che nell'ultima stagione cambia il colore delle porte e delle finestre che da giallo vomito passa a un più comune arancione cagarella.

[modifica] Tranci di vita vissuta

Quote rosso1 Tra un mesetto è Natale e ce ne siamo accorti da due fatti; dalla tradizionale lotteria indetta da De Marinis in cui ha estratto i regali che gli dovevamo fare e i relativi nomi. Silvano, due anni fa, ha vinto l'onore di regarargli uno scooterone e l'anno scorso la macchina nuova.
Il secondo fatto è che si barbella dal freddo (ossia, si battono i denti). Ma non è che non abbiamo il riscaldamento; è che il riscaldamento va a energia solare, perciò d'inverno non funziona (un brevetto Bitta). Ecco perchè ci troviamo tutti alla macchinetta: è la zona più calda dell'azienda. Vedendoci riuniti, De Marinis ne ha approfittato e ha detto tutto contento: "Questo Natale mi piacerebbe proprio ricevere un bel fuoribordo. Che ne dite?" Silvano è scoppiato a piangere, nessuno ha saputo dire perché. Quote rosso2

~ ...
Quote rosso1 Il fornitore di bevande ha caricato la macchinetta di aromi tropicali. Abbiamo tè alla cajajuña, tisana miraflores, chinotto empepado. Luca Nervi, che è un giramondo (è andato un sacco di volte a Cervia) ha detto: "Durante i miei viaggi ho assaggiato tutte queste esotiche fragranze". Poi ha puntato verso "avoriado", affermando: "Questo è un arbusto che cresce nelle foreste di Rivabella ed è squisito". Ha premuto il pulsante, ma non è successo niente. "Il succo dell'avoriado è molto denso e ci vuole un po' prima che scenda", ha commentato. Il giorno dopo continuava a premere e il succo non scendeva. il fornitore ha cercato di spiegargli che "avoriado" significa "guasto", ma lui non ci crede: "Sappia che ho visto piante di avoriado alte venti metri". Ci sono voluti sei giorni perché si stufasse. Quote rosso2

~ ...
Quote rosso1 Una mattina, dopo tre minuti di intenso lavoro, andiamo alla macchinetta per la tradizionale mezz'ora di pausa. Oggi è dura: ci hanno spostato le scrivanie senza avvertirci, E non è tutto: la macchinetta non c'è più! Al suo posto, uno di quegli aggeggi per fare le fototessere, è troppo! Ma Silvano dice: "Aspettate! Prima di protestare, facciamoci una fototessera da appendere in ufficio!". Che idea! Ci ficchiamo in cabina ma rimaniamo incastrati, colpa di Bitta che ha ricominciato con la dieta dei peperoni ripieni. Ci hanno liberato due giorni dopo, informandoci che avevamo sbagliato piano, l'azienda è un piano più su. La macchina è rimasta in funzione per due giorni e due notti, abbiamo 22586 fototessere da pagare. Qualcuno vuole acquistarne una? Costano pochissimo... Quote rosso2

~ ...

[modifica] Personaggi

  • Paolo Bitta: ovvero l'uomo chiamato contratto[citazione necessaria]. Fan dei Pooh, è un inguaribile donnaiolo nonché feticista delle Alfa Romeo, dei camper, di camper magazine, della quattro colori, di Maruska e della Grappa di Pino,il suo carrozziere: se perde una qualsiasi cosa tra queste, non caga per una settimana e si da alla caccia al ratto nella discarica più vicina. Ama cantare i Pooh e spaccarare tutte gli oggetti in vetro o cristallo più vicini[3].
Silvano

Silvano in preda ad un orgasmo[4].

  • Silvano Rogi: Contabile della ditta, è famoso per essere un mago del fantacalcio, infatti riesce a capire quanto è forte un calciatore in base a quando è stato costruito lo stadio dove gioca. Coltiva alcuni hobby interessanti come: lavare la macchina di Andrea, farsi mettere la testa nei cessi sporchi da Luca e Paolo, sbadigliare con la Patty, avere paura del buio, farsi chiavare la madre da De Marinis, sbattere la testa sulla macchinetta del caffè, dire "Nooo, dai...", fare colloqui di lavoro dove[5] porge delle manette all'addetta del personale, pagare il pranzo ad Andrea, fare parte della confraternita di Luca e Paolo, dire alla Patty "Oggi trombiamo!" ansimando come se fosse in orgasmo e poi non farlo, vomitare sulla Patty, prestare i denti a Paolo, offrire il caffè a Luca, giocare al lancio del Silvano, dire "Togo!", far esplodere la macchina di Andrea per non fare vedere i segni di una strisciata ma, soprattutto, è famoso per fare degli scherzi incredibili. Per esempio, una volta ha offerto a Luca un caffè, ma invece era un caffè decaffeinato!!!
  • Patrizia d'Imporzano: detta Patti, il cesso dell'ufficio. Vive col suo gatto, l'unico essere vivente del pianeta in grado di guardarla in faccia senza sentire l'irresistibile voglia di correre al cesso più vicino. Ha una torbida relazione[citazione necessaria] con Silvano Rogi ostacolata dalla perfida genitrice di lui, eroina incompresa che vuole soltanto evitare la nascita di una progenie di mostri.
  • Augusto De Marinis: il direttore fancazzista. Ama dire "Crretino" a qualsiasi cosa entri nel suo campo visivo, si dice che lo disse anche al prete che celebrò il suo matrimonio.
  • Olmo Ghesizzi: l'uber-nerd dell'azienda. È l'unico in azienda che si smaneggiava pensando a Legolas, guardando i film del "Signore degli Agnelli". Ha un figlio piccolo a cui dice che il gelato costa 200 euri a pallina e fa diventare ciccio-bomba-canottiera come lui. Millanta di aver passato una notte di fuoco con Giada de Blanc e che la pulzella in questione sia la madre di suo figlio, ma ovviamente quando cerca di dimostrarlo nessuno lo caga. Neanche di striscio.
  • Ilaria, Gaia e Giovanna: le figone della serie, le prime due dirigenti per meriti sessuali (cos'è, credevate che le suddette signorine siano state promosse per i loro meriti dirigenziali?Stolti!!!).
  • Pippo: fratello di Wlady, è il gay che viene mandato sempre in bagno.
  • Andrea: l'autista del presidente. Ha una passione insana per la sua mazza da baseball, voci di corridoio dicono che la consideri come un suo secondo pene e spesso lo si è visto nell'atto di masturbare la mazza.
  • Wanda: stagista centoventenne sottopagata e sfruttata. Passa 76 ore su 24 a trasportare boccioni su e giù per le scale. Nella scala gerarchica è un gradino sotto lo scopino del cesso.
  • Caterina: non si capisce bene quale sia il suo impiego. Gira per l'azienda vestita da mucca, l'unica cosa certa è che non si fa mungere da nessuno.
  • Vittorio: guardia notturna. È un nano schizofrenico guerrafondaio le cui attività preferite sono: minacciare tutti con la pistola, sillabare, sodomizzare il suo docile cane, sodomizzare la sua pistola, farsi sodomizzare da quest'ultima.
  • Anna: impiegata sfruttata fino all'inverosimile, non riesce ad arrivare a fine mese, e per vivere deve prostituirsi con i suoi due figli.
  • Guido Gheller: Lo psicologo bastardo[citazione necessaria] dell'azienda,gira sempre con il suo libretto di pelle rossa e segna chiunque respiri.Quando estrae[citazione necessaria] il suo pene libretto si puó udire un vago rumore di spada
  • La Macchinetta del caffè: il personaggio più importante dell'azienda. È venerata da tutti come una dea. Viene sovente usata come frantuma-teste. Viene messa in funzione in tutti i modi possibili, ma a nessuno viene in mente di premere il pulsante eroga caffè. La macchinetta contiene una telecamera e stranamente tutti gli altri personaggi, se parlano, la guardano.

[modifica] Luoghi

  • Il cucinino: Chiunque vi entri, per qualche strana ragione, non può uscirvi senza perdere un braccio, fratturarsi le ossa, ustionarsi, esplodere.
  • Il bagno: residenza di Pippo.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • La macchinetta del caffè ha citato l'azienda per danni.
  • In una classifica per nominare la più bella dell'ufficio la macchina del caffè è considerata bella al punto da superare con facilità (ma dai?) la Patti.
  • Nell'ultima puntata della serie Silvano verrà promosso, sconfiggerà Andrea in duello, andrà a vivere da solo e si tromberà finalmente la Patty. Poi si sveglierà tutto sudato.
  • La grappa di pino è fatta con grappa normale, ruggine, una goccia di vernice anti-corrosione industriale, pile zinco-carbone, il tutto cucinato in flambé.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Palesemente fallito.
  2. ^ Si consola facendo la cresta sugli ordinamenti degli articoli da ufficio.
  3. ^ Le due cose sono correlate. Inoltre gli manca un testicolo.
  4. ^ Ma lui non lo sa.
  5. ^ Seguendo i consigli di Paolo, cosa più che ragionevole.
Strumenti personali
wikia