Borderlands

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Perché è in prima persona? Perché?! Quote rosso2.png

~ Qualsiasi giocatore dopo aver scoperto che non può vedere il culo di Lilith.
Quote rosso1.png Cioè, cioè... adesso dovrei sparare con il pene? Quote rosso2.png

~ Peter Griffin su sistema di controlli.
Quote rosso1.png Bah, questa cagata gli fa due seghe ad eìlo trii. Quote rosso2.png

~ Funboy della Microsoft su Borderlands.
Quote rosso1.png La miglior difesa non è l'attacco: è una buona difesa! Quote rosso2.png

~ Proverbio di Marcus Kincaid.

Borderlands, nella nostra lingua Terre dei bordelli, è un FPS-RPG-LOL sviluppato per tre piattaforme: (PC, GayStation 3 e Xbox 360). Grazie all'infinita abilità dei programmatori della nota[citazione necessaria] Gearbox Software, possiamo godere di una grafica in cel shading (ossia da cartone animato) e di un'intelligenza artificiale evoluta per gli svariati nemici presenti nel gioco.

[modifica] Storia

Borderlands.jpg

Su Pandora, vista la penuria di svaghi e figa, la gente si diverte a saltare dalle auto in corsa.

Anno Boh, sul pianeta Pandora, lo stesso di Avatar, quattro mercenari poveri in canna si ritrovano su un autobus scassato guidato da un pappone in pensione. Teoricamente il loro scopo è quello di trovare La Cripta, una mitologica costruzione con ingresso vaginoidale, entrarci e razziarne il tesssoro. Dopo il breve filmato introduttivo carico di suspense bisogna scegliere il personaggio. Ce ne sono addirittura quattro:

  1. un negro
  2. un lottatore truxicano asmatico
  3. un coso dall'aspetto raffinato[citazione necessaria]
  4. una troietta anoressica.

Una volta scelto il proprio formidabile eroe, il giocatore sperimenta da subito gli effetti collaterali della dose della sera prima: un angelo, sicuramente frutto di una furiosa sega mentale, spara qualche stronzata e gli dice di seguire un robot. Arrivato a Fyrestone, l'equivalente Pandoriano di Napoli, il giocatore, già con le palle girate per via della grafica, scende dal bus, e dopo una decina di minuti in cui non c'è un cazzo da fare, se non imparare i controlli e sparare a due mezze pippe, inizia il gioco vero e proprio. Urrà! La trama, degna di Beautiful, si snoda attraverso una trentina di massacranti ore di gioco. I boss presenti sono innumerevoli, si va dal terribile Cugino di Pyramid Head all'ancor più terribile Barone Flintstone. Il nemico finale, nonché custode del francobollo Gronchi rosa è nientepopodimenoche il Mostro degli Spaghetti Volante. Una volta ucciso, si assiste ad un filmato che svela la vera natura dell'angelo: una telecamera Canon. Dopo questa scioccante (per quanto scontata) rivelazione, sarà possibile ricominciare il gioco. Una volta finito per la seconda volta, lo si potrà finire per la terza. Dopo sarebbe finita davvero, se non fosse per i contenuti scaricabili, che ampliano il gioco con missioni aggiuntive, nuove armi e tanti libri da colorare. Ma questa è un'altra storia.

[modifica] Personaggi

Borderlands2.jpg

Il gioco si riassume in questa immagine. Un motivo in più per comprarlo!

[modifica] Roland (quello a sinistra, il più negro di tutti)

È un simpatico vuccumprà, il suo passato è avvolto nel mistero, ma dalla sua armatura si intuisce che un tempo faceva parte dell'Esercito Italiano prima di disertare perché veniva discriminato a causa della sua altezza. La sua abilità speciale consiste nel lanciare una palla da tennis che diventa una torretta assassina e poi di nuovo una palla da tennis.

[modifica] Lilith (quella coi capelli rossi un tantino[citazione necessaria] pallida)

Si potrebbe riassumere Lilith in tre parole: Culo. Tette. Figa. Non si può tuttavia non parlare della sua devastante abilità speciale: ben sette secondi d'invisibilità.

[modifica] Mordecai (lo sfigato con occhiali da aviatore ed il pizzetto di dubbio gusto)

Non si sa se è davvero un essere umano (probabilmente no), quello che si sa è che nei sabati dalle 2 alle 3 lavora come cecchino. Come Del Piero, ha un uccellino per amico, chiamato Mi sanguina l'ala, che ama lanciare sulla gente che non conosce. Si ritiene, non a caso, che sia un sociopatico.

[modifica] Brick (quello sulla destra, il ciccione fissato con le mazze)

Non sarebbe molto diverso da Mordecai, se non fosse che è largo il triplo di lui, alto il doppio e che indossa un bellissimo body grigio. La sua abilità speciale lo rende forte come Obelix, causandogli però un'incazzatura invidiabile.

[modifica] Il sistema di generazione delle armi

Borderlands attacco dei rakk.jpg

Metà del gioco si svolge su questa inquadratura.

Si dice che il gioco sia capace di creare milioni di armi[citazione necessaria] (oltretutto plagiando Diablo 2), tutte con caratteristiche differenti. Infatti esistono svariate parti che vengono unite a cazzo di cane dal motore di gioco per creare un penoso ammasso di qualcosa. Dopodichè alla neonata arma viene assegnato la rarità, generando un numero casuale tra 1 e settordici. La rarità determina il colore del nome dell'arma: la potenza (teorica) è direttamente proporzionale al Fattore λ del colore; più i colori sono gay più il fucile rende n00b. Il fucile più ambito è il "RickRoll", un arma talmente potente che con la sola pressione del grilletto elimina il gioco e trasforma l'utente nel clone di Rick Astley (musica e batterie non incluse nella confezione). La possibilità di ottenterlo era certamente pari a zero, ma con le recenti patch la possibilità si è ridotta al No, meno di così è impossibile. Dopo il leggendario RickRoll esistono le armi leggendarie, introdotte con il terzo contenuto scaricabile. Con un paio di queste ed un bel po' di culo, in teoria è possibile sopravvivere per una decina di secondi. In teoria. Oltre alle armi leggendarie, esistono quelle per i comuni mortali, ognuna con i suoi punti di forza[Ma quali?] e le sue debolezze. Queste si dividono in otto categorie:

  • Pistole: hanno una velocità di fuoco medio-elevata e caricatori piccoli. I danni fanno prima ridere, poi piangere, e poi ridere di nuovo.
  • Fucile d'assalto: velocità di fuoco elevata, precisione non tra le migliori, caricatori medio-grandi. I danni non sono poi così male. Almeno così dice la ditta produttrice.
  • SMG (acronimo di Sembrano Mitragliatrici Giocattolo): velocità di fuoco elevata, precisione paragonabile a quella di un cieco ubriaco, caricatori grandi come il tuo pene e danni sempre uguali a zero.
  • Fucili da cecchino: tra le armi migliori nel gioco, fanno qualche danno, sparano molto lentamente, i tempi di ricarica sono sufficenti per permettere ai nemici di prepararsi un caffè e berlo e soprattutto, non servono ad un cazzo, perché tutti i combattimenti sono ravvicinati.
Borderlands lanciarazzi.jpg

Un feroce lanciarazzi selvatico.

  • Revolver: per fare contento il n00b che chiedeva insistentemente la Desert Eagle. Sono un fucile da cecchino striminzito in modo da farlo entrare in una pistola. Ovviamente i danni, la velocità di fuoco, la precisione, la dimensione del caricatore ecc... sono ridotte, e anche queste caccole non servono a niente.
  • Lanciarazzi: le armi sottovalutate da tutti. Sparano lentamente, fanno pochi danni, sono imprecisi, il raggio d'azione è grande quando una scimmia e impiegano un tempo tendente a più infinito per ricaricarsi. Ma fanno sembrare dei fighi della Madonna. Anche se solo in multiplayer.
  • Lanciagranate: una categoria che è stata eliminata a causa delle proteste di Papà Castoro.
  • Categoria LOL: armi che si ricaricano da sole, e quindi che possono sparare all'infinito, sono utilizzate dagli Hippie.

[modifica] Le ambientazioni e la musica

In Bordellolands le ambientazioni sono essenziali: infatti non v'è altro che spazzatura. Le città, o meglio gli ammassi-di-lamiera-che-si-tengono-con-lo-sputo™ sono popolate da pseudo-uomini dai comportamenti rozzi e cafoni. Alcuni sostengono che l'evoluzione abbia trovato un ingorgo in autostrada prima di arrivare qui. Le poche frasi che pronunciano e che hanno un senso riguardano tua mamma, il loro "fucile" e le loro riviste scientifiche alquanto discutibili. La varietà della musica è lodevole, anche se le (sei) tracce sono sempre le stesse.

  1. Musichetta introduttiva (L'unica decente).
  2. Musica del menu.
  3. Musica per i livelli in esterni (quali deserti e distese di campi concimati)
  4. Musica per i livelli in interni (quali caverne, bunker sotteranei, la vagina di Rita Levi Montalcini, ecc...)
  5. Musica per le arene, i boss e tutto il resto.
  6. Musica della fine del gioco.

I ricercatori AZ hanno scoperto che le varie tracce contengano messaggi subliminali inneggianti al comunismo e al Ku Klux Klan, ma tale ipotesi è stata immediatamente smentita da Berlusconi, che ha corrotto anche se stesso per evitare la fuga di informazioni.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
Altre lingue
wikia