Bonifica dell'Agro Pontino

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Mussolini pugno destro alzato.jpg

Quote rosso1.png NON TI TEMO, VILE PALVDE! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Mussolini ha fatto anche cose buone! Ad esempio ha bonificato l'Agro Pontino! Quote rosso2.png

~ Filastrocca che viene inculcata a ogni giovane balilla di CasaPound
Quote rosso1.png Io voto a destra perché Mussolini mi ha dato la casa e le terre! Quote rosso2.png

~ La Bonifica dell'Agro Pontino s'è rivelata la mossa politica più efficace degli ultimi 150 anni
Quote rosso1.png È arrivato il carico di eucalipti frangivento dall'Australia che ho ordinato? Cosa? Sono pieni di Koala? Fucilateli! Quote rosso2.png

~ Mussolini mentre dirige i lavori

La bonifica dell'Agro Pontino è l'argomento principale, nonché unico, che i fascisti usano per giustificare qualsiasi nefandezza compiuta da Mussolini.
Perché ok, sì, Benito ha firmato le leggi razziali, perseguitato gli oppositori politici e mandato a morire milioni di persone, però cazzarola, gente: Mussolini ha bonificato l'Agro Pontino!

Logo ADS.png Questa voce è stata punita come
Articolo della Settimana
dal 25 aprile 2016 al 2 maggio 2016.

[modifica] Mussolini ha bonificato l'Agro Pontino

Palude.jpg

L'Agro Pontino prima della bonifica era bello da morire (di malaria).

Il titolo è abbastanza eloquente ma a scanso di equivoci è meglio ribadirlo: Mussolini ha bonificato l'Agro Pontino.
Quello che non tutti sanno è che lo ha fatto da solo.
In un pomeriggio.
Proprio così: alle ore 15:00 del 13 aprile 1926, armato solo del suo virile fez, di un robusto badile e del suo immenso sprezzo per il pericolo, il duce si mise al lavoro fischiettando ilare Faccetta nera.
Alle 16:00 aveva già disboscato oltre 2000 ettari di terreni boschivi.
Alle 16:30 improcrastinabili impegni di lavoro lo costrinsero a correre a Roma, dove una mandria di socialisti stava seminando il panico. "Escono dalle fottute pareti!" piangeva il genero, l'inetto Galeazzo Ciano, "senza di te non riusciamo a manganellarli tutti!"
Alle 17:00, dopo aver ultimato la sistemazione idraulica dei terreni paludosi, si fermò un attimino per bere il bicchiere di spremuta di cicoria che gli aveva portato Donna Rachele. Beveva cicoria perché il thé, bevanda prediletta dell'odiato popolo inglese, era vietato.
Alle 18:00 un altro intoppo: il pur robusto badile, forse a causa dell'eccessiva mole di lavoro, forse a causa dell'emozione di trovarsi così a stretto contatto con il proprio condottiero, gli si sbriciolò tra le possenti mani. Con il senso pratico dei grandi statisti, Mussolini non si perse d'animo e, convocato sul posto Galeazzo Ciano, usò lui come badile.
Alle 19:00 il duce terminò di dissodare i terreni incolti, costruì strade e canali e sconfisse la malaria. A braccio di ferro.

Dopo aver piegato la natura al proprio volere, il duce ammirò soddisfatto la pianura che lo circondava e, in un impeto di furore romantico, si levò la canottiera e la strizzò. Da quella pozza di sudore nacque la città oggi nota come Latina.

[modifica] Conseguenze

L'immane opera di ingegneria idraulica fece talmente scalpore da restare impressa nel cuore e nella mente di tutti i fascisti, anche di quelli che non sanno localizzare l'Agro Pontino su una carta geografica. La fama della bonifica dell'Agro Pontino è salita esponenzialmente nel corso degli anni fino ad assurgere al ruolo di scusa per antonomasia, superando anche evergreen del calibro di "Il cane mi ha mangiato il compito" e "Colpa della sinistra".

[modifica] Dimostrazione pratica

Prendete un fascista. Lo riconoscerete facilmente per via dei capelli rasati, la croce celtica tatuata sul bicipite e le cicatrici da lobotomia sulle tempie.
Prendete un fascista, dicevamo, e ponetegli la fatidica domanda:

Wikiquote.png
«Come giustifichi il fatto che Mussolini abbia perseguitato ebrei, neri, gay e comunisti?»

Il fascista, colmo di sdegno, vi risponderà che:

Ragazzi neofascisti saluto romano.jpg

Fascisti che cantano "Mussolini ha bonificato l'Agro Pontino" sulle note di Verde e rosso è l'agrifoglio.

Wikiquote.png
«Mussolini ha sbagliato a dar retta a Hitler! Ma prima ha fatto solo cose buone!»

Incalzatelo.

Wikiquote.png
«Cose buone tipo?»

Con gli occhi lucidi, il fascista declamerà:

Wikiquote.png
«Ad esempio HA BONIFICATO L'AGRO PONTINO!»

Non abbiate pietà.

Wikiquote.png
«E poi?»

A questo punto il fascista inizierà a sudare, ruotare gli occhi, biascicare suoni incoerenti e, nel puerile tentativo di mascherare il proprio disagio, pestare a sangue qualche minoranza etnica a caso. Se il fascista è particolarmente acculturato proverà a togliersi dall'impasse mormorando un poco convinto "Ha introdotto il sistema pensionistico", prima di salvarsi in corner col consueto:

Wikiquote.png
«Oh ma tanto cosa serve parlare con voi zecche? Avete sempre ragione voi!»

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia