Blues

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua Oops! Forse cercavi altri significati?
Quote rosso1 I gotta, wooo, yeah, woah, ohh yeah Quote rosso2
~ Jim Morrison prima di svenire per overdose di Blues
Quote rosso1 Il Blues è come una scoreggia: piace solo a chi la fa Quote rosso2
~ Bill Kaulitz su Blues
Quote rosso1 Ma il Blues non serve a farti stare meglio. Serve a far stare peggio chi ti ascolta, e a farti rimediare due soldi mentre ci stai Quote rosso2
Quote rosso1 Adoro il Blues perché esprime meglio di qualunque altro genere musicale il patimento e la struggente malinconia dell'animo umano di fronte alla fugacità della vita. Dove cazzo ho messo le siringhe?! Quote rosso2
Quote rosso1 a me 'me piace o' blues e tutt' e juorne aggia bucà Quote rosso2
~ Pino Daniele su Blues
Siringa
Il blues.

Il blues è la versione Gangsta del jazz.

[modifica] Caratteristiche generali

La caratteristica fondamentale del blues è di essere triste. No, non triste, ma proprio guarda proprio una cosa tristissimoooooooooo. Per darvi un'idea di quanto sia triste, immaginate una giornata di sole, in tarda primavera: gli uccellini che cinguettano sui rami, i fiori non ancora seccati dal caldo che ondeggiano cullati da una gentile brezza, ragazze in minigonna e sandali in motorino dirette al mare per fare il primo bagno della stagione, giovani uomini e giovani donne mano nella mano per i campi coperti di margherite a cercare un cespuglio complice in cui dare sfogo al reciproco amore con baci, coccole e altre amenità, una natura in piena esplosione di vita, gioia, luce e calore di cui godere fino a essere sazi. E ora immaginate voi stessi che guardate tutto questo dalla finestra sbarrata di una galera, mentre i secondini vi pisciano addosso e il vostro compagno di cella, un albanese di tre metri per due, vi usa come giocattolo sessuale. Questo, più o meno, è il blues.

[modifica] Blue note

Bluenote
Blue note.

Il blues è caratterizzato dall'utilizzo di sole quattro note sulle sette totali: Mib, Fa, Re e Do#, le cosiddette blue note. Queste, come è noto[citazione necessaria], sono le note più tristi del pentagramma, e contribuiscono a dare ai pezzi blues quel senso di struggente malinconia, tristezza abominevole e depressione cosmica che appassionano tanto gli intellettuali. Più in dettaglio, le blue note sono:

  • Mib (che in gergo musicale significa mio padre è morto in una piantagione di cotone, suo padre in una nave schiavi e il mio trisnonno cacciava gazzelle nell'Africa nera, come sono triste)
  • Fa (la biondina in prima fila mi guarda ma tanto so che non me la darà mai perché sono brutto e negro, ho un pennellone di 30cm che uso solo come appendiabiti ed è ormai pieno di ragnatele e ho l'AIDS anche senza aver scopato mai. I miei prozii cacciavano elefanti nell'Africa nera, come sono triste)
  • Re (ho aperto un mutuo ottantennale per comprarmi la Duna e ieri l'ho sfasciata contro un castagno, mi hanno sfrattato di casa e per campare suono in un locale sfigato dove nessuno mi ascolta per 3 euro l'ora. I miei cugini raccoglievano bacche nell'Africa nera, come sono triste)
  • Do# (l'eroina è finita e non ho i soldi per comprarla, non posso sniffare cocaina perché ho il raffreddore e il naso attapato, e la marijuana ormai non mi fa più un cazzo neanche a fumarne una tonnellata. I miei antenati leccavano rane nell'Africa nera, come sono triste)

Talvolta qualche musicista, magari con trascorsi jazzistici, prova a svicolare da questa ferrea impostazione e a inserire un Sol tanto per stemperare, o perlomeno un Si leggermente allegro, ma tali soggetti vengono immediatamente scoperti dagli altri bluesmen, picchiati e torturati con ore e ore di ascolto forzato di Raffaella Carrà e/o degli Aqua.

[modifica] Bluesman

BleedingGumsMurphy
Musicista blues.

Si possono avere due tipi di cantanti blues o, in gergo, Bluesman: il cantante bianco magro o il cantante ciccione nero.

  • Cantante bianco magro: di una magrezza impressionante, gli occhi infossati, le guance scavate di un pallore mortale. Porta i capelli lunghi e sporchi, oppure corti e sporchi, e abiti da straccione il cui significato è: anche se non sono negro, ho anche io i miei problemi. Indossa occhiali, manco a dirlo, scuri, tondi e di taglia ciclopica che coprono fronte e mento, e il cui scopo è occultare le guance scavate e gli occhi iniettati di sangue da drogato all'ultimo stadio. Il cantante blues magro, infatti, consuma eroina, tanta eroina: da solo copre metà del fatturato della Cosa Nostra statunitense, e non è un caso che fra coloro che vengono a sentirlo suonare ci siano sempre quattro o cinque uomini perfettamente rispettabili, in gessato blu e con grosse borse a tracolla
  • Cantante grasso nero: sembra un incrocio tra Giampiero Galeazzi e Shaquille O'Neal che abbia mangiato Luciano Pavarotti. È così grasso che spesso non passa per le porte dei locali, ed è quindi costretto a esibirsi unicamente in strada o nelle piazze. Quando canta vibra come un malato di Parkinson, perché la pancia gli fa da cassa di risonanza, e può provocare piccoli terremoti. Nel caso in cui sia di sesso femminile, è caratterizzato da due mammelle gigantesche, delle dimensioni di una mucca indiana, corna comprese; due adiposi blob che attraggono oggetti e persone nell'abominevole scollatura. Come per un buco nero, ciò che vi cade dentro è perduto per sempre, sebbene si racconti di un palpeggiatore ardito sparito fra le tette di una cantante Soul ad Orlando, sparito misteriosamente e riapparso dieci anni dopo in Giappone, e qui subito arrestato.

Non ostante queste caratteristiche all'apparenza non adatte alla sopravvivenza, il bluesman in genere è un soggeto portato alla violenza, che non perde l'occasione di buttarsi in una rissa di fare a botte per la minima offesa ricevuta

[modifica] Blue orchestra

0000FF
Anche questo è blue(s)...

Intorno al bluesman, o ai piedi del palco se questo è grasso e lo occupa tutto, c'è la blues orchestra: musicisti professionali, impeccabili, in stato di perenne fattanza da alcol o droghe. Quando steccano, e steccano spesso, dicono che era voluto, era un bending, si accendono una sigaretta e continuano a suonare. Suonano gli strumenti carattestici del blues, ovvero:

[modifica] L'ascoltatore di blues

Cappio
L'inesorabile destino di chi ascolta troppa musica Blues...

Visto quanto detto fin'ora, perché qualcuno dovrebbe mai ascoltare il blues? Perché fa figo, nessun altro motivo. Schematicamente, i principali soggetti che potete sicuramente incontrare a un'esibizione di musica blues (occhio a non definirlo concerto, non è cool!) vi sono:

  • L'alcolizzato in coma etilico, il blues infatti e un rimedio universale per la perdita di conoscenza.
  • Il tossico superstite degli anni 40, quando non c'era ancora il rock'n roll solo due cose erano veramente cool, l'eroina ed il blues.
  • L'intellettuale, che con gli occhi chiusi e l'espressione estatica sembra totalmente abbandonato alla musica, come se gli piacesse veramente. Ogni tanto scocca occhiate astiose al resto della sala, come a dire "Cosa ci fanno qui tutti questi stronzi, quando solo io posso capire queste armonie sublimi?". A fine concerto, va a picchiare prostitute.
  • Il deluso di sinistra, che, comunque fedele agli insegnamenti del Partito, è costretto suo malgrado a interessarsi a eventi finto-culturali. Lo si riconosce perché, nei passaggi più struggenti, lo si vede saltare in piedi in lacrime e urlare "No! Veltroni! Bertinotti! Pecoraro Scanio! Noooooo!"
  • Il falso audiofilo classico, che per ritemprarsi tra una partitura di Mozart (che non capisce) e un brano di Bach (che lo annoia) va a sentire un po' di blues, che lo tira su.
  • Il donnaiolo, che pur di mostrarsi interessante è disposto a sorbirsi questa allegra melodia.

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • In teoria, R&B dovrebbe stare per Rhythm & Blues, ma, nonostante ciò, Rihanna non c'entra un cazzo col Blues, Cribbio!
  • Già che ci siamo, nonostante il nome i Blue non cantano Blues
  • Con l'avvento del Prozac, il Blues è morto
  • L'evi metàl è l'antiblues per antonomasia.
  • Non sei un vero Bluesman se non veneri il diavolo, ammeno che tu non sia uno dei Blues Brothers.
  • Non sei un vero Bluesman se non sei un alcolizzato.
  • Non sei un vero Bluesman se non sei un tossico, preferibilmente eroinomane.
  • Non sei un vero Bluesman se non ti sbatti almeno 10 tipe alla settimana.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo