Bisessualità

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Bandiera dell orgoglio bisex.jpg

Bandiera dell'orgoglio bisex.

Si definisce bisessualità l'orientamento sessuale di quelle donne grazie alle quali i ragazzi si fanno le pippe su Youporn e di quegli uomini che pur essendo attratti anche dalle donne vengono comunque etichettati dalla gente come culattoni senza via di scampo.

[modifica] Terminologia

Il termine "bisessuale" è stato coniato nel 1800 da un monaco botanico ermafrodito che scoprì l'esistenza di piante che, come lui, possedevano entrambi gli organi riproduttivi. Successivamente il termine è stato esteso anche ai gusti sessuali di chi non vuol farsi mancare nulla nella vita e apprezza sia la patata che la banana. Esistono anche termini alternativi più moderni per descrivere le persone bisessuali come mezzofrocio, infinocchiatus, lesbicucciola, bicuriosa, attivopassivo e tiraemolla, anche se i sessuologi laureati alla Bocconi (quelli che se la tirano) definiscono tali nomi dei "neologismi non universalmente accettati".

[modifica] Bisessualità nella storia

The Night Club Osare per Credere Tipo Gay.gif

Abbigliamento identificativo di un bisessuale, qui ripreso in fase di corteggiamento.

Nell'antica Grecia e nell'antica Roma tale condizione era un vero e proprio status symbol e se non eri almeno un po' bisex non potevi essere invitato ai party più esclusivi che si tenevano nelle prestigiose ville dell'antica Arcore. Una famosissima coppia greca bisessuale occasionale dedita anche allo scambismo è stata quella Achille-Patroloco, descritta da Omero nell'Iliade con dovizia di particolari sui quali non ci soffermeremo perché questa è Nonciclopedia e non un sito porno per finocchi. Comunque dando uno sguardo anche al contesto religioso dei greci possiamo notare che lo stesso Zeus, pur amando tantissimo la gnocca era in realtà un po' bicurioso, basti pensare che si invaghì talmente tanto di un giovanetto gay, tale Ganimede, che un giorno si trasformò in un'aquila per rapirlo e inchiappettarselo alla grande. Tra i padri di famiglia romani era molto diffusa l'usanza di sodomizzare il proprio schiavo ogni domenica mattina per buon auspicio e l'imperatore Caligola era solito organizzare festini a base di ragazzi e ragazze nelle proprie tenute. Cesare invece era proprio culattona passiva.

[modifica] Bisessualità nel regno animale

Comportamenti di natura bisessuale nel regno animale furono studiati attentamente da Noè durante il viaggio all'interno della famosa arca e all'epoca l'animale più bisessuale di tutti risultò essere il coleottero, specialmente durante gli stati di ubriachezza molesta, seguito a ruota dall'armadillo e dalla zanzara tigre. Attualmente però gli scienziati concordano tutti nell'affermare che lo scimpanzé resta il vero grande maestro della bisessualità animale, probabilmente perché condivide il 96% del patrimonio genetico degli esseri umani, ma secondo alcune fonti se la gioca con il canguro australiano.

Accoppiamento di canguri.jpg

Voi non lo sapete ma in realtà questi canguri sono bisessuali.

[modifica] Bisessualità nella società odierna

Attualmente fa molto figo essere bisex, specialmente se sei una rockstar di sesso femminile, un'attrice, una scrittrice o una modella, mentre per le donne pornoattrici la bisessualità è un vero e proprio obbligo inviolabile scritto in grassetto e sottolineato su tutti i contratti lavorativi; non adempiere a tale obbligo implica l'essere radiata a vita dall'albo delle pornostar. Tra le ragazze comuni fare la parte delle bisessuali è un ottimo espediente per attirare la curiosità dei maschietti e per sentirsi fighe e fashion come Madonna. Per le persone di sesso maschile invece la bisessualità resta una condanna ad essere bollati come froci, a meno che non si è importanti scrittori, cantanti o registi (in quel caso può fare anche figo, ma non troppo).

[modifica] Voci Correlate

Strumenti personali
wikia