Bhutan

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Bhutan
Giallo e Rosso con Drago Shenron Sfera del drago
(Bandiera) (Stemma)

Motto: «Quanto vuoi?!?»
Inno: Inno alla Gio Troia
Bhutan Mappa
Credo che la mappa renda l'idea...
Capitale Thimphhù!
Maggiori città

Amsterdam, Lugano, Praga


Lingua ufficiale

D'ohngkazz


Governo Battonarchia
Capo di stato Drago Shenron
Riconosciuta da Nessuno
Area 84.565.117 km² · 0
Popolazione

Bhutane o Bhutanieri


Moneta Ngultrum(???)
Religione

Gokuismo


Sport nazionale

Battere e uccidersi a vicenda


Sito internet www.youporn.com


Quote rosso1 N'do cazzo sta? Quote rosso2
~ TomTom su Bhutan

Il Grande Impero Celeste del Bhutan è uno stato dell'Asia, confina a sud con la Ghandia e il Bangladesh, ad ovest con la Repubblica di Messner e a nord con la "Lepubblica" Cinese, in ogni caso nessuno sa arrivare in Bhutan, in quanto per entrarci bisogna esporre il passaporto bhutanese, ottenibile solo con il possesso delle sette sfere del drago.


[modifica] Storia

Si ritiene che il Bhutan venne fondato nel 15.482.204 a.C. grazie a Goku, infatti questo, mentre percorreva il Serpentone per arrivare al palazzo di Re Kaio, per liberarsi dal catarro sputò giù dal percorso e il suo "prodotto" cadde sulle cime dell'Hymaiala, questa, secondo la leggenda, è l'origine della città di Thimphhù, attuale capitale del Bhutan. Subito i seguaci terrestri dei Saiyan cominciarono a venerare lo sputo di Goku come sacro e vi fondarono sopra una piccola cappella, nel V millennio a.C. divenne un grande santuario dedicato al Drago Shenron, protettore di quel luogo.

[modifica] Età Antica

Il santuario di Thimphhù durò fino al II millennio a.C., quando le invasioni degli Indoeuropei sconvolsero l'equilibrio di tutta l'Eurasia, infatti, con l'importo delle coltivazioni di rosmarino e l'allevamento del baco da seta Thimphhù divenne un grande centro economico e commerciale, in grado di rivaleggiare con le città di Gerico, Babilonia e Gravellona Toce.

Nel III secolo a.C. il primo imperatore cinese Qin Shi Huangdi unificò i regni cinesi ed espase il suo impero, annettendo, dopo una lunga guerra di ventordici anni, i regni di Thimphhù e della Kamchatka. Sotto l'amministrazione cinese la città di Thimphhù e le zone circostanti acquisirono una notevole importanza in quanto diventarono i palazzi delle centinaia di mogli dell'Imperatore, proprio per questo motivo in quel periodo la zona assunse il nome di Bhutàn (versione orientalizzata del latino corruptas feminas).

[modifica] Medioevo

La tranquillità in Bhutan durò fino al VII secolo d.C., quando la guerra tra Impero Cinese e Arabo infuriava nelle zone dell'attuale Talebania. Thimphhù venne assediata da Omar Al-Salam e convertita all'Islam; in seguito i palazzi dell'imperatore cinese diverranno sede degli harem del califfo.

Il primo europeo ad arrivare in Bhutan fu Marco Pollo, che viaggiò per l'Oriente nel XII secolo, lo citò persino nel suo best seller, scrisse:


Wikiquote
«...al meridione delle terre del Kublai è una piccola nazione, la quale fu tra albe vette e verdi selve, ricca di donzelle et messeri senza fallo. Co mi mercantia v'arrivai et, ciò fu negli anni 1281 di Cristo, ne volli andare via de quel posto di mmerda!! »
(Marco Pollo, frammento del Milione.)

[modifica] Età Moderna

Quando l'India fu colonizzata dagli Inglesi il Bhutan cercò di mantenere sempre una certa autonomia, infatti riuscì a tenersi la maggiorparte dei suoi territori attraverso molteplici trattati e patti con i britannici, spesso consistevano nella donazione di un omaggio delle donne bhutanesi agli invasori (in questi anni, per motivi sconosciuti, la prostituzione in Inghilterra aumentò del 444%).

Avendo sempre nutrito un grande rispetto nei confronti del Regno Unito e dei paesi filo-britannici, nella Prima e nella Seconda Guerra Mondiale il Bhutan si schierò dalla parte dei Nazicomunisti, prendendolo per ben due volte nel culo.

Dal 1969 il re del Bhutan è il Drago Shenron, disceso sulla terra per portare pace e serenità.

Negli ultimi tempi gli alti tassi d'immigrazione da Ungheria, Romania, Ucraina, Russia, Biellorussia, Lituania, Lettonia, Estonia, Africa, Sud America ed i paesi arabi hanno portato il Bhutan a diventare un paradiso per le donne di facili costumi, che ormai costituiscono il 179% della popolazione.

[modifica] Geografia

Il Bhutan, per quanto riguarda l'ambito geografico, è un paese molto vario.

[modifica] Morfologia

Himalaya
Il fertilissimo paesaggio del Bhutan in tutto il suo splendore.


  • In Bhutan non ci sono fiumi o laghi, all'acqua fa troppo schifo.
  • In Bhutan non ci sono pianure, per gli stupidi abitanti (che amano complicarsi la vita) sarebbe troppo semplice viverci.
  • In Bhutan non c'è flora, in quell'inutile posto fa troppo freddo.
  • In Bhutan non c'è fauna, gli abitanti sono già degli animali.
  • In Bhutan non ci sono le stagioni, in quel posto tutto è noioso e sempre uguale.


In conclusione, in Bhutan non c'è niente.


[modifica] Divisioni Amministrative

L'inutile Bhutan, per governare meglio i suoi 17(circa) abitanti ricorre ad una divisione in distretti federali, qui elencati:

  1. Comet
    Bhutan-distretti-numerato
    I distretti federali del Bhutan.
  2. Elod
  3. Eevodir
  4. Eilbhut
  5. Anèunp
  6. Ostodelcaz
  7. Zo
  8. Telodevorip
  9. Eter
  10. E?
  11. Ques
  12. Toèunpo
  13. Stodelca
  14. Zzoenes
  15. Suno
  16. Vuolev
  17. Ivercitran
  18. Neglisf
  19. Igatich
  20. Ecisononati

[modifica] Città principali

[modifica] Thimphhù

Thimphhù è la capitale del Bhutan, di origini antichissime e dalla tradizione secolare, è fondata sul duro lavoro dei fanatici di Dragonball. Centro economico del paese, sviluppato soprattutto per il commercio di rosmarino e seta, è stata meta di numerose immigrazioni da tutto il mondo; negli anni '30 vi furono aperti moltissimi locali mondani e cinema, con l'avvento degli anni '70 e '80 Thimphhù riempì le sue strade di discoteche e pub aperti all-night, al giorno d'oggi questi locali sono stati trasformati in bordelli(l'attività più redditizia della città).

Famosissimo anche il Santuario del Drago Shenron, un tempo luogo sacro dello sputo di Goku, al quale è stato vietato l'accesso ai turisti fan di Naruto.

Inoltre il sindaco, per diminuire la prostituzione, ha cominciato una fantastica iniziativa, prendendo tutte le cortigiane dalle strade e ponendole alla dogana per dare il benvenuto ai turisti (nonostante la benevola azione la prostituzione non è diminuita e continua a toccare valori altissimi).

[modifica] Amsterdam, Lugano, Praga

Pur non essendo comprese nel territorio del Bhutan, queste tre città sono considerate una sorta di exclave, in quanto la maggiorparte delle attività cittadine sono gestite da popolazione di origine bhutanese. Città famose oltre che per i patrimoni artistici, anche per i sontuosi e numerosissimi bordelli e coffee shops gestiti dai bhutanesi.

[modifica] Economia

L'economia del Bhutan è trainata da quella della capitale, maggior centro commerciale del paese.

Grazie alla ricchezza di risorse naturali come pietre, sassi, rocce e massi, e in alcune zone del paese anche neve e ghiaccio, il Bhutan importa pochissimo dagli altri paesi, ecco qui una tabella delle due principali importazioni:

  • Insulti; 55,5%
  • Merda; 55,5%

Mentre grazie alle enormi possibilità del regno le esportazioni sono molteplici:

  • Patate; 25%
  • Rosmarino; 17%
  • Seta; 17%
  • Gadget di Dragonball; 15%
  • Canne (da zucchero e non); 11%
  • Caffè (si fa per dire...); 10%
  • Preservativi; 2%
  • Frutti Esotici; 1%
  • Schiavi; 1%
  • Cubetti di Ghiaccio; 0,5%
  • Code/teste di pesce; 0,5%

[modifica] Religione

La religione principale del Bhutan è sempre stata il Buddhismo, infatti i fanatici di Dragonball fondatori di Thimphhù erano seguaci del panzone. Il dio principale affiancato al Bhudda era il Drago Shenron, venerato come divinità protettrice del Bhutan ma sempre pensato come entità astratta.

Nel Medioevo il Bhutan fu anche bersaglio dei crociati, che avevano bisogno di sollazzarsi dopo le aspre lotte contro gli arabi, questi cercarono di diffondere il cristianesimo, ma se lo presero completamente in culo.

La situazione religiosa cambiò completamente nel XX secolo; nel 1969, mentre gli americani andavano sulla Luna, il professor Layton ritrovava le sette sfere del drago dopo alcuni difficilissimi indovinelli quali "Di che colore era il cavallo bianco di Napoleone?" e "Quanti capelli ha Claudio Bisio?", grazie alle quali riuscì ad evocare il leggendario Drago Shenron che scese sulla terra incazzatissimo (in quanto era impegnato a bersi un grappino) e fece strage dei bhuddisti istituendo il Gokuismo come religione ufficiale.

Da quel momento il Drago Shenron è la maggior autorità temporale e spirituale.
Papa Imam e Drago Shenron
Il Drago Shenron in compagnia dell'Imam e papa Ratzi.
Inoltre mantiene buonissimi rapporti con gli esponenti delle altre religioni.

Qui una tabella con le divisioni religiose della popolazione:

  • Gokuisti; 75%
  • Bhuddisti; 15,3%
  • Atei; 11%
  • Cristiani; 0,4%
  • Musulmani; 0,3%
  • Berlusconiani; -2%

[modifica] Curiosità

  • Il famoso film Troy è stato girato in Bhutan.

[modifica] Voci Correlate


Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo