Berluscone

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi altri Berlusconi?

Il berluscone è una particella elementare componente la maggior parte degli atomi dello stato italiano. Sfortunatamente, non è né unica né indivisibile. Vediamo perché.

[modifica] La materia berlusconiana

Atomo di Berlusconi.jpg

Un Berluscone visto al microscopio elettronico.

[modifica] La storia

Il berluscone ha complesse e difficilmente identificabili origini. Ma proviamo a discernere il tutto; va saputo che, decine d'anni orsono, l'universo particellare italico era composto da molta più antimateria rispetto ad adesso, che consisteva in Veltroni. Ma, un brutto dì, i Veltroni e i Berlusconi si scontrarono: i Veltroni provenivano dalla sinistra del Tevere (centro di Roma) mentre i Berlusconi dalla Destra (Imperium Padanum) Una buona parte delle particelle si annichilì durante l'incontro, ma prevalse il berluscone per un motivo molto semplice. Mentre i Veltroni componevano solamente nucleoni, attorno ai quali avrebbero dovuto roteare particelle assenti in italia, le Rivoluzioni, i berlusconi riuscirono a comporre atomi stabilissimi, che riuscivano a legarsi facilmente con altre particelle di Berlusconio. Così si spiega la maggior presenza di materia berlusconiana.


[modifica] Struttura algebrica

Sono note nel mondo della scienza moderna le trasformazioni di Berlusconi. Queste trasformazioni sono in grado di modificare la struttura quantica di una qualsivoglia affermazione ( quindi la trasformazione è l'unica forza che è in grado di interagire con la Contraddizione berlusconiana ) e renderla il suo esatto opposto, al cambiare del giorno di riferimento. Su queste trasformazioni si basa il Principio di indeterminazione di Berlusconi, che impedisce a un osservatore di capire cosa un berluscone stia dicendo, dato che possiede un non-senso sia su un canale mediaset che su un altro canale mediaset ( campo attraverso cui si propagano le informazioni di un berluscone ). Un altro principio è il principio di esclusione della pena, che giustifica il fatto che un berluscone, pur essendone fortemente attratto, non cada mai nel campo gravitazionale di un carcere, ove secondo il modello standard della legge mondiale dovrebbe decadere in un Pier Silvio e un Fini.

[modifica] La struttura atomica, subatomica e subnucleare

D'Alema dorme.jpg

Ecco come appare un aggregato di 2,35x10^108 berlusconi.

Come già accennato, i berlusconi sono in grado di formare atomi, e di conseguenza pure molecole, avendo una (elettro?nah...)negatività piuttosto alta. Ma come è possibile tutto ciò? Iniziamo col definire esattamente la natura dei Berlusconi. Essi sono sia fermioni che bosoni, e mediano quindi una forza, ovvero la Forza italia Forte, stando contemporaneamente a formare il terribile atomo berlusconiano, che a contatto con le particelle intellettive (i neuroni) le assorbe e le tramuta in materia berlusconiana. Ora partiamo dal livello strettamente subnucleare. All'interno dei nucleoni, sono presenti tre quark berlusconiani. Tutti down, dato che i pochi up si annichilorono con lo scontro con l'antimateria. Tutti questi quark hanno una carica di colore: esattamente, in ogni nucleone di Berlusconio, troviamo un quark Verde, uno Bianco e uno Rosso. Questa combinazione di cariche di colore fa sì che la Forza Italia Forte possa agire e legare indissolubilmente i quark. Così essi si congiungono fra di loro, formando nucleoni elettricamente negativi, ai quali si aggregano altri nucleoni composti da Pecoroni. Mentre, a fungere da elettroni, negli orbitali più esterni vi sono molti Coglioni a girare intorno a tutto il resto. Come detto, si lega (e sottolineo LEGA) tutto molto facilmente, e le molecole di berlusconio sono presenti ovunque e di tutti i tipi; purtroppo è impossibile dividerle, data l'attrazione esercitata dai berlusconi sui Coglioni, abbondantissimi. I siffatti formati atomi di Berlusconio generano, se Politicamente Attivi, onde berlusconiche, estremamente dannose per la salute complessiva dell'organismo Italia che, dopo 16 anni di soggezione a un intensa emissione di queste onde, sta iniziando a subire un contraddittorio ( come tutta la materia berlusconiana ) collasso su sé stesso, che ne provocherà a breve la morte.

Wmastellacar.jpg

Uno degli elementi che più facilmente si legano al Berluscone è il Mastellio.

[modifica] Pecoroni e coglioni

I pecoroni sono così definiti a causa della loro impossibilità nel trovarsi isolati dal resto della materia berlusconiana. Elettricamente neutri, se si trovano esternamente rispetto a un nucleo atomico, dopo circa un quarto d'ora impazziscono, poiché non sono stati in grado di trovare nemmeno un Berluscone a cui aggregarsi. La disperazione è così forte che il pecorone si spezza e decade in un berluscone e un coglione, formando un atomo di Fedio, con l'emissione di una contraddizione, che sfortunatamente, a causa della piccola massa, non è in grado di destabilizzare la struttura della materia berlusconiana. Gli atomi di Fedio si legano quattro alla volta con gli atomi di Berlusconio, formando il Metano Cavalierico (BeFe4), sostanza emessa da quasi ogni buco del nostro amato Premier. Il legame chimico fa sì che i coglioni possano fidarsi di ogni tipo di atomo, seguendo un po' Fede ma anche il Cavaliere. Negli ultimi mesi c'è però stata una nuova lotta fra materia e antimateria. Infatti, a causa del decadimento radioattivo degli atomi di Fioroni, che regolavano il flusso di coglioni, si sono formati nuovi nuclei di Istruzio-Gelmoni, i quali non sono in grado di creare un flusso coglionico stabile. Inoltre, il decadimento ha provocato l'emissione di Rivoluzioni, le quali sono riuscite a interagire in massa con i coglioni, destabilizzando la struttura degli orbitali berlusconiani. Ma gli atomi di Istruzio-Gelmoni hanno formato dei rapidi legami chimici con il Berlusconio (Be2Ig) che con l'eccezionale elettronegatività sono riusciti a radunare enormi masse di coglioni e rendere l'intervento delle rivoluzioni assolutamente vano.

[modifica] Curiosità

  • Una proprietà quantica dei coglioni è la padanità; se padone, il coglione rotea in tutta tranquillità, ma se terrone, viene espulso dall'orbitale e dall'intero sistema, a volte addirittura dalle molecole di Italio, per far solo subentrare un altro padone.
  • Il ricchione è un padone eccitato a causa dell'interazione con un Fetone. Gli altri padoni, a causa del principio di Arianità (ridenominato Settentrionalità) tendono a cacciare i ricchioni dall'orbitale.
  • Il negrone è invece un normale padone con una carica di colore diversa (che può essere marrone, gialla, nera o rossa) da quanto previsto dal principio di settentrionalità. Anch'esso viene cacciato dall'orbitale atomico.
  • Alla materia "ordinaria", cioè che compone la realtà estranea al nostro amato Stato, corrisponde quella berlusconiana, se sostituiamo ai Berlusconi gli strani protoni, ai pecoroni gli ancor più inimmaginabili Neutroni e ai Coglioni gli elettroni. Il primo atomo della tavola Berlusco-Periodica è il Fedio (Fe), mentre il secondo è il Fascio (Fa). Seguono, presenti in tracce consistenti, il Benitio (Bn), l'Hitlerio (Ht) e l'Hortio (Hr). Viene poi il Berlusconio (Be), che corrisponde al Carbonio, ed è quindi il più versatile atomo di tutta la materia Berlusconiana, e ne forma i principali organismi viventi; oltre ciò, è estremamente abbondante. Seguono gli altrettanto abbondanti atomi di Bossio (Bo) e Bondio (Bd). Bondio e Fedio sono, come l'idrogeno e l'ossigeno, eccellenti per realizzare legami con il Berlusconio, e sono quindi sempre presenti negli organismi berlusconici. Seguono il Finio (Fi) e il Gasparrio (Gs). L'Istruzio-Gelminio (Ig) è l'elemento n° 20 (che corrisponde al calcio, che dovrebbe quindi fare del bene all'ossatura dei bimbi...) ma tutti i suoi isotopi sono, purtroppo Politicamente Attivi (radioattivi). Deriva dal decadimento di un isotopo radioattivo del Fioronio (Fr).


Strumenti personali
wikia