Benevento

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Benevento
Porco.jpeg

(Stemma)

"Bra !!!!! [1]"

(Motto)

Posizione geografica Nei pressi di Benevento
Anno di fondazione Data stellare 54321.47
Abitanti Tutti quelli che dicono "Mé!"
Etnia principale Campano-Araba-Terronico-Sannitica
Lingua Felpata / Giargianese
Sistema di governo Diverso da quello di Avellino
Moneta Baiocco Austro-Beneventano
Attività principale Liquore Strega, Torrone Strega, Babà Strega, Diesel Strega, Strega Aglianico e Rock'n roll
Quote rosso1.png

L'ossa del corpo mio sarieno ancora
in co' del ponte presso a Benevento,
sotto la guardia de la grave mora,
e chi se le scorda tutte quelle mazzate

Quote rosso2.png

~ Dante Alighieri scopre l'ospitalità sannitica
Quote rosso1.png Oh, ma che cazzo dici!! A Benevento c'è nato pure Padre Pio Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Sott' a l'acqua e sott' ù vient, sott' la noce de Beneviento Quote rosso2.png

~ Tipica frase dei senzatetto beneventani

Benevento, per i Sanniti antichi Maloenton, per i Romani Maleventum dopo averle prese dai Sanniti antichi e Beneventum dopo averle date a Pirro Re dell'Epiro, Bnvient per gli indigeni. Per i tedeschi è Benevent per le politiche di risparmio energetico, per gli spagnoli è Buenos Aires.

[modifica] Geografia

[modifica] La città

Il capoluogo dell'omonima provincia si snoda attorno all'ex piazzetta Vari, centro nevralgico della città e unica speranza per il beneventano maschio di farsela dare da una femmina, pur se ubriaca marcia. Meta preferita dell'orda è Piazza Piano di Corte, dove grandi e piccini possono bere fino al collasso per mostrare ai loro simili le proprie grandi, preziose potenzialità. In questo luogo mistico, il sabato sera verso le 22:00 si possono notare le varie tipologie del figlio di papà beneventano.
In questa zona si posso trovare baldi giovani che, avendo spaccato pietre per tutto il giorno e non potendo percorrere la titanica distanza di 50m, si fanno dare passaggi a casa dai figli di papà, dotati tutti di minimo due macchinucce Hot wheels 50. Si intravedono così blocchi di plastica ripieni di persone sfrecciare lungo i vicoli del centro storico, preceduti da una scorta di motorini gialliola e aranciucsia con marmitta infrangisuono.

Gli argomenti di discussione di tali giovincelli, dagli undici ai trent'anni, sono sesso, pettegolezzi anche sul cane della nonna del cugino dell'amico di un amico, scarpe Prada, Gucci, D&G, vestiti da 500 euro, costose cose inutili, spazzolini da denti firmati nonché discorsi senza nesso logico per la gente normale.

[modifica] Il Triggio

Il Triggio è il quartiere storico di Benevento. Un bellissimo quartiere che la politica preferisce ignorare o riempire di galeotti, usandolo come ghetto a cielo aperto. Chi nasce al Triggio (il triggiaiolo) passa la propria infanzia a giocare a pallone nella famosa piazza di Micillo, centro nevralgico della vita del quartiere. Almeno una volta il triggiaiolo è entrato di notte nel Teatro Romano, almeno una volta ha guidato una spedizione punitiva contro altre bande di bambini. Una volta adolescenti ci si riunisce di solito davanti la scuola San Filippo per dibattiti sul prezzo del cocomero o sulle corna messe a chissà chi.
Il triggiaiolo medio è l'apoteosi dell'ultras, è quasi una presenza fissa allo stadio e viene rispettato e disprezzato al contempo.

La diplomazia della fazione di questo quartiere medievale è assai varia: così come può scontrarsi con i "palazzinari" così ci può stringere amicizia, disprezza i quartieri alti e ha un nemico giurato, gli Avellinesi. Alla sola vista delle lettere AV, il triggiaiolo prepara l'assetto da guerra per difendere il proprio territorio.

Le squadre dei vichinghi del Triggio F.C. si riuniscono spesso anche dietro al gommista nello spiazzo sterrato per poter picchiarsi in tranquillità dopo una sportiva partita di calci nelle gengive.

[modifica] Le Palazzine

Le palazzine potrebbero esser un bel quartiere se curato. Se curato. All'atto pratico, è un quartierone costruito con ricotta, fango, crini di cavallo zingaro e qualche mattone, dove la gente gioca a GTA nella vita reale.

A Benevento con "palazzinaro" si indica un soggetto alquanto gretto ed ignorante, solito vestirsi in modo tamarro .Questo epiteto viene spesse volte ricambiato con una bella capata nei denti preceduta da un "Che' ritt o strunz? E ritt a mme?", chiaro omaggio a Taxi Driver di De Niro.

[modifica] Corso Garibaldi

Quote rosso1.png Benevento è una bella città! Quote rosso2.png

~ Straniero dopo una passeggiata su corso Garibaldi

Peccato che Corso Garibaldi sia l'unica strada di Benevento, tra l'altro piena di negozi inutili e talmente brutti da far salire lo schifo anche ai peggiori calciatori ignoranti di Lega Pro. Sul corso Garibaldi dall'anno domini 2015 si può incontrare varie volte il nuovo Re della città, il famigerato Mastella , colui che detronizzò i normanni dal feudo di Ceppaloni, impossessandosene. Da allora regna incontrastato sulla città di Benevento imponendo un morigerato stile di vita anni '70 e deliziando i giovini ragazzuoli con dell'ottima musica del periodo : i Cugini di Campagna.

[modifica] Capodimonte

La Gotham City del Sannio, Capodimonte fa storia da sé. Sulla cima della città spadroneggia il super carcere, sul quale girano voci fondate riguardo gli ospiti delle celle: si parla di Mike Bongiorno, Giulio Andreotti (quello morto qualche tempo fa era un rettiliano) e Vanna Marchi.

[modifica] La provincia

Tra i dintorni,quelli che si vogliono notare sono :

  • Pietrelcina, città natale di Padre Pio, luogo di culto e meta turistica religiosa. A parte il fiume di soldi derivati dal commercio religioso non gli rimane nulla. Si può considerare il paese più attivo della Provincia.
  • Ceppaloni, anche questa meta religiosa, ma politicamente. Roccaforte inespugnabile e covo dei Mastella dai tempi biblici, possono visitarla solo addetti ai lavori politici e mafiosi, e la gente del luogo è incapace da tempo di votare. Non si registrano visitatori dal 1266, anno in cui ci fu la cacciata dei barbari dal paese e l'ascesa al potere degli attuali sovrani. Il divertimento principale del paese consiste nel riunirsi in serata nell'unico bar e discutere con gli anziani di sport locale e di politica.
  • Ponte. Cos'è Ponte? Chi l'ha messo lì? Saranno stati i molisani?

Paese non-paese, Ponte è un agglomerato di nulla e leggende. Si narra che nel VI A.C (Ante Clemente Mastella) delle forme di vita non identificate abbiano ivi posto dimora. Qualcuno parla di una civiltà progredita proveniente da una città, qualcun altro ha parlato addirittura di Molisani. La teoria dei Molisani è scomparsa come sono scomparsi i dotti che la abbracciavano.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Epiteto gutturale di apprezzamento dell'Aglianico

[modifica] Collegamenti esterni

  • Prova qui, qualcuno sempre lo trovi
Strumenti personali
wikia