Bayonetta

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua Oops! Forse cercavi la versione NON pornografica?
Sonic
Attenzione!

Questo articolo è stato giudicato, calpestato ed approvato da Sonic

Quindi non cercare di insultare lui o i suoi amici della SEGA, o lui approfitterà dei suoi 5 minuti di pausa per venire a casa tua, distruggerti, obbligare l'uovo umano a farti diventare un Robot, distruggerti di nuovo, bere un caffè e mettere un palloncino che scorreggia sulla tua sedia, con 6 minuti di scarto.

Ma dice anche che se l'articolo fa schifo non è colpa sua. In ogni caso, convertiti alla SEGA.

Sonic mannaro
Sedere di Bayonetta

Uno dei punti di forza del gioco è soprattutto il lavoro delle texture.

Quote rosso1 Do you wanna fuck touch me? Quote rosso2

~ Bayonetta cerca di far arrapare un angelo nemico. Riuscendoci perfettamente.
Cereza : Quote rosso1 Uh! It's yummy! What is this? Quote rosso2
Luka : Quote rosso1 This... is Crack! Quote rosso2


Bayonetta è un videogioco d'azione pornografica, pubblicato da una ditta di videogiochi il cui nome è tutto un programma[citazione necessaria]: la SEGA.
Partorito dalla mente perversa di Hideki Kamiya che, stancatosi della solita rissa tra demoni, ha deciso di dare vita a un "action game" per fare concorrenza a YouPorn. La protagonista del gioco, infatti, è una certa Bayonetta: una strega gnocca che per un motivo o per un altro ha perennemente le cosce aperte, le tette in mostra o le chiappe al vento.

[modifica] Trama

Stop hand
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

Bayonetta - Luka

Ecco Luka immortalato un secondo prima di sfracellarsi al suolo.

Tutto comincia quando Bayonetta si sveglia in una bara sul fondo di un lago, non ricordandosi più nulla di tutta la sua vita, ma sapendo solo di essere una strega talmente povera da dover usare i propri capelli come vestiti. Aiutata dal suo fido compare in stile Tony Ciccione Enzo e da Rodin, un nero che tira avanti vendendo caramelle dopanti dalle forme ambigue, si mette sulle tracce di un gioiello chiamato Occhio Destro, nella speranza di risanare le sue finanze.

Nel suo viaggio verso tale manufatto, viene ostacolata da una miriade di angeli armati con dei lunghi bastoni[citazione necessaria] e fa la conoscenza di un sempliciotto ragazzo di nome Luka, il quale è invece alla ricerca dell'assassino di suo padre. Le sue specialità sono correre all'impazzata come un demente, inciampare sempre nei momenti cruciali e fare figure di merda a raffica nel mentre.

I due si separano e Bayonetta si scontra con la prima delle quattro Virtù Cardinali: Fortitudo. Esse sono un gruppo di angeli ancora più grandi e ambigui di quelli normali, il cui scopo è uccidere tutte le streghe per un ben preciso motivo: perché sì. Quel povero cristo viene però ripetutamente pestato e infine pressato come una scatoletta dai demoni della strega, che usa la sua pelle per pulirsi i piedi prima di cassarlo definitivamente nel Regno delle Ombre.

Subito dopo entra in scena la strega antagonista principale, Jeanne, che nonostante la sua giovane età, ha le tette flosce, il culo cadente e i capelli bianchi. Per tali motivi, la si ritiene un cameo di Dante apparso nel gioco per rovinarlo e guastare la concorrenza. Come se ce ne fosse stato bisogno... Dopo un aspro combattimento che sconvolge il 99% delle leggi della fisica, della chimica e dell'ingegneria, Jeanne si decide a sparire, afflitta dalla sua incapacità di sconfiggere o anche solo rubare gli orecchini a Bayonetta.

Dal nulla, compare una bimba quanto mai fastidiosa e bisognosa di cure che dichiara poi di chiamarsi Cereza e di essere una delle tante figlie illegittime di Bayonetta. Visti i suoi precedenti, la povera strega non può far altro che crederle e prenderla in affidamento per evitare denunce. Denunce che comunque le arriveranno per maltrattamento di minore e plagio, ma questa è un'altra storia...

Bayonetta - Cereza con pupazzo

Bayonetta ha comprato un pupazzo a Cereza affinché la smettesse di frignare. La cosa non l'ha zittita, però la pazienza materna funziona sempre: "Se non la smetti, quel pupazzo te lo ficco giù per l'esofago".

Come una qualsiasi mamma amorevole farebbe, Bayonetta scarica Cereza a Luka e sparisce per affrontare la seconda Virtù Cardinale: Temperantia. Nonostante le sue enormi braccia e dita lascino presagire un imminente tentacle rape ai danni della strega, ella lo distrae con la promessa di un autografo, strappandogli poi le braccia e picchiandolo con esse. Infine, lo spedisce a fare compagnia a Fortitudo, per giunta senza nemmeno mantenere la promessa di un autografo fatta prima.

Dopo un'improponibile corsa clandestina in moto inseguita da auto angeliche, la fuga da un mondo vomitevolmente tutto rose e fiori, fa la sua comparsa la terza Virtù Cardinale: Justitia. Il mostro, dotato di numerosi grossi tentacoli che come al solito tentano di profanare le coscie prorompenti della strega, viene prontamente evirato e poi costretto a vedere tutte le puntate di Porta a Porta legato da un demone, preferendo uccidersi pur di porre fine a quell'immensa tortura.

È il momento di dirigersi su un'isola sperduta alla ricerca del gioiello tanto agognato, quindi, messo a tacere Indiana Jones per evitare altri problemi di copyright, Bayonetta, assieme a Luka e Cereza, prende il primo autobus razzo-missile disponibile e si getta letteralmente a capofitto in questa nuova avventura. Purtroppo, a causa di Alitalia il missile precipita in mare, dove spunta anche Sapientia, l'ultima per fortuna delle Virtù Cardinali. Bayonetta allora evoca il più terribile dei suoi demoni per uccidere questo angelo-pesce: Capitan Findus. L'angelo viene prontamente fatto a pezzi e il giorno dopo arriverà nei surgelatori di tutta Italia il nuovo piatto pronto del marinaio. "Un sapore paradisiaco" reciterà la pubblicità della confezione.

Giunti sull'isola tramite missile, il gruppo viene intercettato dalla contraerea locale, ovvero ancora da Jeanne, che non paga delle sue precedenti sconfitte, desidera ancora farsi malmenare da Bayonetta, in un insano desiderio di sadomaso. In punto di morte, ella le rivela che in realtà il suo nome non è Bayonetta ma Cereza ed è nata dal rapporto non protetto assolutamente proibito tra un Saggio di Lumen e una Strega di Umbra. Per fortuna, ci pensa un missile a chiudere in maniera sufficientemente drammatica la scena, silurando tutto il gruppo.

Bayonetta - Bayonetta e Jeanne si baciano

...e tutti visserò felici e contenti.

Riemerso dalle macerie, il gruppo si dirige compatto sulla cima della torre dov'è avvenuto lo scontro, e lì trovano un certo Padre Balder, detto anche Padre Bald per la sua calvizie. Egli svela di essere l'ultimo dei Saggi di Lumen, nonché di aver ucciso il padre di Luka e di essere infine il vero padre di Bayonetta, la quale a sua volta non è altro che Cereza da grande.


...10 minuti di silenzio per lo shock...


Scoppia l'ennesima rissa tra padre e figlia dove, in un duello con molti rimandi a Star Wars, Bayonetta estrae un proiettile, rigorosamente dal suo seno, e lo pianta in testa a Padre Balder che si decide finalmente a morire. Ma anche no, dal momento che torna in vita d'improvviso e senza causa logica, per intrappolare la strega in un occhio di vetro e risvegliare così la dea della distruzione di Lumen: Jubileus. La copia tettona del Salvatore, insomma. Peccato che, usando le loro Chiome Malefiche congiunte, Bayonetta e Jeanne evochino la divinità delle Streghe di Umbra, tale Drag Queen Sheba, alla quale basta un cazzotto per spedire la donnina di pietra sul Sole, dove le farà compagnia Cooler, che cercherà di abbordarla con frasi tipo "Bel posto, eh? Peccato ci sia una certa afa... Tu come mai sei qui? Io ci sono stato mandato da un certo Goku..." e condannandola così a un Inferno cocente e straziante per l'eternità.

Conclusa la missione, Bayonetta e Jeanne si fidanzeranno e metteranno su un bordello in cui lavorare, dove Rodin potrà finalmente vendere tutti i suoi stupefacenti fallici, il tutto protetto dall'egida dello zio mafioso di Enzo. Insomma, un lieto fine.

OKAY
Spoiler
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Personaggi

Bayonetta

Bayonetta ha un orgasmo tra un pestaggio e l'altro.

Bayonetta

La strega protagonista del gioco e classica ultima rimasta dotata di poteri oltre l'inverosimile. Si sveglia senza ricordare nulla del suo passato. In una bara sigillata in fondo a un lago. Dopo un risveglio così brusco, chiunque può capire il perché dei suoi attacchi torturanti.

Enzo

Un simil-mafioso italiano che ricorda palesemente Denny De Vito, che fa da autista e sacco da box a Bayonetta. Dovrebbe rappresentare uno stereotipo, ma la carenza di pizza nella sua dieta rende la cosa poco credibile. Inoltre si pensa sia segretamente innamorato della strega di Umbra. O di Rodin, non si è ben capito.

(Padre) Rodin

Fa il trafficante d'armi nel locale privè/bordello Le Porte dell'Inferno, l'equivalente demoniaco dell'Autogrill, per guadagnarsi la pagnotta. Sotto la copertura di un baretto per anziani, questo negrone forgia armi basandosi su vecchi dischi musicali, smercia dolciumi dopanti e cianfrusaglie sataniche, e i prezzi sono così raccapriccianti che a confronto l'orbo negoziante di Resident Evil 4 sembra un buon samaritano. In più, all'economica cifra di 9.999.999.999 Aureole, è possibile che gli giri la luna giusta e decida di combattere contro Bayonetta, risultando il classico Boss secondario ma imbattibile che i casual gamers amano tanto. Ah già, se sconfitti lo si dovrà ripagare in toto per affrontarlo di nuovo.

Jeanne
Bayonetta - Jeanne

Jeanne mentre sperimenta uno dei trip psichedelici promessole da Rodin coi suoi dolcetti all'LSD.

Antagonista di Bayonetta che non perde occasione per scassare i maroni alla sua nemesi, soprattutto nei momenti meno opportuni. Era stata incaricata di proteggere la strega bastarda, così, per essere sicura di ciò, ha rinchiuso Bayonetta in una bara e l'ha gettata sul fondo di un lago per andarsi a fare una birra. Ha ricevuto alla fine del gioco numerose denuncie per plagio.

Luka

Sedicente giornalista, piuttosto sfigato, ha una vera passione per le figure di merda, di cui fa collezione. Ne ha circa duemila, tutte raccolte oggi pomeriggio. Ritiene Bayonetta l'omicida del padre, ma ciò naturalmente non gli impedisce di provare a palparle il culo ogniqualvolta se ne presenti l'occasione, cosa non rara nelle scene di intermezzo. Inoltre si professa novello Spiderman con un rampino nascosto ad estensione infinita, cosa che però lo porta spesso a sfracellarsi su pareti di ogni genere.

Cereza

Forse la bambina più stupida, rompicoglioni e sessualmente molestata al mondo, è come una calamita per le sfighe seconda solo a Luka. È capace di perdersi o farsi catturare da un angelo anche in una stanza di un metro quadro sigillata ermeticamente. Identificabile nella piccola bambina sperduta.

Padre Balder

L'ultimo dei Saggi di Lumen. Si diverte a vestirsi con gonne a righe e ridicoli monocoli, inoltre sembra abbia un'ossessione per gli uccelli. In particolare i pavoni, di cui probabilmente ne ha uccisi una trentina per crearsi il suo abbigliamento pacchiano. Sarebbe anche il padre di Bayonetta Cereza, ma è una storia che sta cercando di lasciare alle spalle. Come sta cercando di fare con le forze dell'ordine che lo braccano.

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

Dante contro Bayonetta

Ecco la fantasia nerdica da utilizzare per i prossimi 10 anni di cross-over: i produttori sentono già i soldi in tasca.

  • Con la scusa di usarli come armi, ogni scusa è buona per denudare dei suoi vestiti Bayonetta durante il gioco.
  • Durante i filmati d'intermezzo, tre quarti della scena sono occupati dalle riprese a più angolazioni del culo e delle tette della protagonista.
  • Sempre in tema, le provocazioni di Bayonetta sono al limite del pornografico, sia per le posizioni che assume che per la parole che pronuncia.
  • Le Joy per trasformarsi devono mettersi a gambe aperte e toccarsi la vagina facendo dei versetti di piacere, altrimenti vengono espulse dal cast.
  • Le quattro Virtù Cardinali parlano una lingua più incomprensibile del siculo stretto, che non è riscontrabile dai sottotitoli, ma comunque Bayonetta le capisce. E gli risponde pure!
  • La gravità, l'accelerazione, l'attrito e molti altri effetti fisici sono stati evidentemente esclusi dal gioco, forse per colpa dei tagli al budget della produzione.
  • È fisicamente possibile cadere sulla Terra dallo spazio senza riportare il benché minimo danno.
  • Inoltre è possibile guidare le lamiere sul mare con la sola volontà e comandare la traiettoria dei proiettili col pensiero.
  • Purtroppo il successo riscosso dal pornaction game dà spazio a un progetto futuro, ed essendo pure un'esclusiva WiiU, la sua sola esistenza ha generato spontaneamente un aumento esponenziale di haters su tutto internet.
  • Bayonetta ha pensato bene anche di comparire a fianco di Jack Cayman in Anarchy Reigns per organizzare pestaggi in compagnia contro rettiliani di vario genere.
  • La strega dalla chioma a panettone doveva anche comparire in Project X Zone per fare a gara di battute a frase unica con o contro Dante, ma all'ultimo è stata richiamata in quanto il gioco aveva già abbastanza tette al suo interno.
  • Le streghe non hanno bisogno di chiavi, le moto infatti si accendono infilando il dito medio nella fessura per la chiave e urlando oscenità.

[modifica] Titoli correlati

200px-SEGA_logo.svg.png
Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo