Battaglia dello Jutland

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Nessun dubbio, la protezione dal fuoco nemico e dai siluri è la nostra prima priorità. Quote rosso2.png

~ L'Ammiraglio Inglese Jellicoee cerca di abbassare l'Assicurazione delle corazzate.

La Battaglia dello Jutland o Skagerrak, combattuta il 31 maggio 1916 nell'ambito della Prima guerra mondiale tra la Hochseeflotte tedesca (99 navi e 197 donne a bordo) e la Home Fleet britannica (151 navi e 0 donne, niente sesso sono inglesi), è la più grande battaglia navale mai combattuta, più di Lepanto e Trafalgar. Furono coinvolte in 12 ore di furiosi combattimenti al largo della Danimarca circa 50 corazzate tra le migliori al mondo, Lotus contro Mercedes. Questo perché i dirigibili s'incendiavano da soli, gli aerei inglesi non avevano autonomia e nemmeno un sommergibile tedesco si accorse che l'intera flotta britannica gli stava passando sopra la testa.

[modifica] Storia

Gatto sparato da un cannone.jpg

La marina inglese apre il fuoco sui tedeschi.

Le ragioni della battaglia sono da ricercarsi nella volontà degli ammiragli tedeschi di dimostrare la lunghezza del proprio pene a quei bastardi inglesi, che dominavano i mari da 300 anni con navi sicure come il Titanic. Ma secondo la strategia del timoroso Kaiser Guglielmo II (talmente difensivo da aver cercato di strappare Baresi Maldini Tassotti Costacurta e Ghedini a Silvio) la scontro avrebbe dovuto essere una toccata e fuga.

Gli inglesi, avvisati da quelle carogne dei danesi, che la flotta tedesca metteva fuori il naso, organizzarono in fretta una bella festa a sorpresa. L'intera Home Fleet (flotta di casa, l'unica catalitica che poteva andare con l'Ecopass) si mosse partendo da 4 diversi porti principali (Scapa Flow, Bachingam Palas, Manchester United e Rennes-le-Château) per riunirsi nel mare del Nord, senza che i tedeschi ne avessero sentore.

Dopo una prima fase favorevole ai tedeschi, dalle 15:00 alle 17:30, con le navi nemiche che esplodevano se colpite da sputi, insulti e statuine del Duomo di Milano, tutti i calibri inglesi arrivarono a tiro e per i tedeschi fu come essere in una "caldaia per salsicce", per cui se la diedero a gambe. Le navi della Hochseeflotte furono talmente danneggiate da andare più lente di un modem 56K. Ciò nonostante la fuga continuava con obiettivo un porto sicuro in Cruccolandia.

L'Ammiraglio Scheer, comandante della flotta tedesca, ebbe in queste ore di inseguimento alcune idee geniali. Con gli inglesi più numerosi nello specchietto retrovisore pronti a mandarlo al creatore, fece fare un'inversione a U alla propria flotta nello spirito di "vediamo come va a finire". Salvo poi ripensarci dopo aver visto le sue navi esplodergli accanto con i corpi dei marinai scagliati in aria maciullati dai proiettili. Scheer fu ordinato Ammiraglio della flotta dopo aver vinto una gara di "Braccen di Ferren Bevuten" in una malandata birreria di Duisburg. Inoltre era l'unico tedesco che non metteva i sandali coi calzini in riva al mare.

Per rimediare al proprio errore madornale, alle 19:30 ordinò alla Prima Squadra dell'ammiraglio Carlo Von Hipper di puntare sulle navi inglesi e permettere al grosso della flotta tedesca di sganciarsi. Hipper, che non protestava mai con l'arbitro neanche con 5 rigori contro, obbedì con i suoi 5 incrociatori ed iniziò quella che chiamarono "La Corsa della Morte", da cui si capisce che i marinai tornarono tutti a casa interi.

Alla fine gli inglesi raggiunsero i tedeschi ma non riuscirono a dargli la mazzata finale perché con la notte gli incapaci capitani britannici fecero scontrare le navi tra di loro, si spararono addosso e le navi tedesche gli passarono accanto facendogli il dito medio e loro non se ne accorsero.

[modifica]

Il bello di questa battaglia è che tutti ne rivendicano tuttora la vittoria come alle elezioni: i tedeschi hanno affondato 112˙000 tonnellate di navi inglesi uccidendo 7˙000 innocenti marinai. Gli inglesi, nonostante abbiano affondato solo 61˙000 tonellate di navi mandando al creatore solo 3000 mangiacrauti, vantano di aver mantenuto il controllo del mare, in quanto la flotta tedesca non uscì mai più dai propri porti e se la fece sotto per il resto della guerra. E quando si vince una battaglia la prima cosa da fare è dargli un nome: per i tedeschi è Battaglia dello Skagerrak, per gli inglesi Battaglia dello Jutland. Ma dato che i crucchi hanno perso ben 2 guerre mondiali (record tuttora imbattuto) è rimasta la nomenclatura inglese.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

  • Alla fine della guerra l'Ammiraglio Scheer si ritirò a vita privata in Germania da eroe nonostande fosse un pazzo macellaio che guidò i suoi in bocca alla Morte. Il suo biografo ha confermato che non ha mai passato il Test:Calcola il tuo livello di stupidità perché non ha mai capito come si fa.
  • L'Ammiraglio Jellicoe, per non essere riuscito ad affondare in scontro aperto una flotta più piccola, più lenta, meno dotata, meno preparata fu sostituito da un raccomandato parente di Churchill (ogni mondo è paese). Ma un currciculum così non poteva passare inosservato e ricevette proposte per diventare segretario del PD.

[modifica] Documenti multimediali

Filmato storico restaurato riguardante la costruzione ed il collaudo di una corazzata:

Original video
Strumenti personali
wikia