Aroldo I di Danimarca

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nonno di Heidi faccia inespressiva.jpeg

Harold I

Aroldo I Dente Blu, in danese Harald Mentådænt, in norvegese Harald Kølgate, è stato un importante re danese, unificatore del Regno di Danimarca e inventore del Bluetooth. Il soprannome Blåtand (Dente Blu) deriva dalla parola danese Bluetooth, che nel Medioevo indicava un dispositivo di trasmissione dati senza fili.

[modifica] Biografia

Nato nel 911 d.C., Harald fu educato secondo rigide convenzioni: gli fu imposto ad esempio l'obbligo di nutrirsi esclusivamente di mirtilli. Il che, unitamente all'educazione vichinga, lo rese un personaggio aggressivo, iracondo, e con i denti blu. Diventò re dopo che suo padre fu bandito dal regno per essersi spazzolato i denti orizzontalmente invece che verticalmente.
Uno dei suoi primi provvedimenti fu quello di fortificare il Danawirk, una serie di muri costruiti allo scopo di impedire alle persone di scappare dalla Danimarca.

[modifica] L'eredità di Harald di Danimarca

Campo di calcio abbandonato.jpg

La Danimarca.

Una delle eredità più importanti lasciateci da Harald Dente blu è una grande pietra runica fatta erigere nello Jutland del nord. Tale pietra sacra è diventata un'importante testimonianza dell'esistenza della Danimarca, alla quale nessuno credeva fino al 1842, e contiene le seguenti parole in lingua danese: Kåvalli brutto gåålop in prateriø Køpenhagen saltaræ, la cui traduzione sarebbe più o meno: Com'è bello il cavallo che galoppa verso Stoccolma, ma tra gli studiosi non c'è unanimità.
Stando al glottologo norvegese Magnus Perfidø, la runa sarebbe stata scolpita da Harald in persona, nell'anno 948, e il fatto che abbia un significato di senso compiuto è solo un caso fortuito.

[modifica] Cose che forse c'entrano qualcosa

Strumenti personali
wikia